Parola di Roberto Saviano

Sono mesi che non scrivo.
Ammetto di aver perso (quasi del tutto) ogni interesse verso le questioni politiche e giudiziarie che per anni hanno tenuto vivo e insieme affossato il nostro Paese.
Ma ci sono ancora avvenimenti in grado di solleticare il mio spirito critico (nonchè polemico) e a rispolverare i mai sopiti convincimenti che davvero il lupo si traveste da agnello. E non si vergogna a puntare il dito contro gli altri animali.

Succede così che, sul caso Ruby, si possono leggere dichiarazioni di questo tenore:

Le sentenze vanno accettate ma allo stesso tempo non si può cedere alla logica poco democratica, secondo la quale non potrebbero essere commentate. Come ogni azione umana, come ogni azione pubblica che produce effetti sulla vita di ciascuno, anche le sentenze possono essere commentate. (cit)

Fabrizio Cicchitto? Sandro Bondi? Renato Brunetta? Nicolò Ghedini?
No….
Parola di Roberto Saviano!
Amen.

Proprio non gli è andata giù che la procura abbia perso 7 a 0. Peggio del Brasile nella semifinale mondiale, che almeno un gollettino l’aveva segnato.
Stavolta non c’è niente a cui appellarsi. Nemmeno una piccola prescrizione, una legge per aggiustare i processi, un acquisto di giudici…nulla.

Ma allora perchè questo ribaltamento totale di ciò che ci era stato detto fino a pochi mesi fa?
Un cappottamento ideologico, che probabilmente necessiterà dell’intervento di qualche esperto neuropsichiatra/chirurgo.

Domande a cui nemmeno il miglior Giacobbo saprebbe dare risposta.

Fatto sta che il Vate ha parlato!
Mi chiedo, dunque, se ora che finalmente è stato sdoganato questo concetto, si possa fare un salto indietro alle precedenti sentenze di condanna?

Tenendo sempre conto di quanto sia tristissimo non accettare le assoluzioni.
E’ il segno distintivo di un giustizialismo che oltraggia il diritto e non punta ad una Giustizia che sia Giusta, bensì ad una giustizia contra personam (e non importa chi sia la “personam”)…

Ma ormai abbiam capito: il lupo ha imparato a fare “beeeeee”!

Annunci
Comments
1.975 Responses to “Parola di Roberto Saviano”
  1. Sagra ha detto:

    @ Santoronzo, inglesoide stronzo.

    “…Attempts to restrict recession velocities to less than the speed of light require a special relativistic interpretation of cosmological redshifts…”

    Ma hai capito bene cosa significa ???
    Come minimo una “special relativistic interpretation”, proprio perché quella “normal” non lo consente.

    Allora tanto per cominciare significa che Einstein nel “normal” ha dato dei limiti che qualcuno, visto che non gli garbavano, ha comodamente esteso a “special”.
    Nessuno ve lo impedisce.
    Ma non rompete i coglioni tirando in ballo Einstein, che non ci azzecca proprio.

    Santoronzo, guarda che interpretare quattro parole d’inglese non significa che poi riesci ad arrivare a capire cosa significhino realmente.

    E tu non ci capisci una minchia…

  2. ........... ha detto:

    santoruccio, rifacciamo il punto perché se no s’imbrogliano le lingue

    le galassie oltre alla “velocità” di allontanamento a causa dell’espansione hanno anche una velocità propria, senza virgolette, allo stesso modo che i due passeggeri che corrono nel vagone del treno hanno una loro velocità insieme alla velocità del treno che li sta trasportando. Ora i passeggeri corrono nel treno, le galassie dove corrono? Questo ti chiedevo, visto che tu sembri sicuro nell’affermare

    Le galassie (compresi i frigoriferi) non corrono dentro lo spazio in espansione.

    Mi sai dire dove corrono?

    Sulla teoria dell’espansione ci sono varie ipotesi, la cui varietà è dovuta alla difficoltà nel trovare un metro sicuro e induscutibile di misurazione. Il mio discorso ha carattere logico e non fisico. Parto dall’accettazione dell’espansione dell’universo e ne traggo le conseguenze logiche. Per quanto riguarda il niente supera c, in ogni parte dell’universo regge e c è più veloce di tutto, se la velocità in competizione con c si trova nello stesso luogo e così pure il misuratore di velocità. Se si raffronta c con qualcosa che non è nello stesso luogo di c si fa una cosa stupida.
    Questo vuol forse dire che niente supera c è un principio eterno e sicuro? Niente affatto, io ho scritto in questo blog cosa penso della scienza e dei principi della scienza

    Siccome anche i principi non sono esentati e sono necessariamente collocati nel fluire del tempo… non abbiamo la scienza, non abbiamo la fisica… ma la storia della scienza, la storia della fisica…. tanti principi sono caduti e si sono dimostrati fallaci, e a tanti toccherà la stessa sorte… la scienza in fondo consiste nel riconoscere gli errori che di volta in volta è condannata a fare… e il riconoscimento dell’errore da un lato rappresenta l’attuale scienza e dall’altro si candida per essere il futuro errore!

  3. Santoro ha detto:

    “Da bravo, ci spieghi cosa emettono e per quale motivo riusciamo a vederle ???”
    “Spiegaci l’arcano, perché noi poveri mortali non comprendiamo…”

    Sagrò, spiegalo tu l’arcano, perché sei tu a dire che riesci a vederle (le galassie superluminali)

    Dai Sagrò, cosa emettono e che vedi …

  4. Santoro ha detto:

    Sull’argomento corsa delle galassie ti ho già scritto

    Sympa, tu e quel pazzo di Sagrone leggete ed imparate

    Davis, Lieweaver

    We use standard general relativity to illustrate and clarify several common misconceptions about the expansion of the Universe. To show the abundance of these misconceptions we cite numerous misleading, or easily misinterpreted, statements in the literature. In the context of the new standard Lambda-CDM cosmology we point out confusions regarding the particle horizon, the event horizon, the “observable universe” and the Hubble sphere (distance at which recession velocity = c). We show that we can observe galaxies that have, and always have had, recession velocities greater than the speed of light. We explain why this does not violate special relativity and we link these concepts to observational tests. Attempts to restrict recession velocities to less than the speed of light require a special relativistic interpretation of cosmological redshifts. We analyze apparent magnitudes of supernovae and observationally rule out the special relativistic Doppler interpretation of cosmological redshifts at a confidence level of 23 sigma.

  5. Santoro ha detto:

    ma che cavolo succede …

  6. Sagra ha detto:

    @ Santoronzo, fantasioso stronzo.

    “…Ad esempio, chi cazzo te l’ha messo in … testa che che le Galassie superluminali emettono radiazione elettromagnetica che viaggia a velocità “c” e che se fossero realmente superluminali non le potremmo mai vedere, mentre invece le vediamo benissimo !?!?…”

    Da bravo, ci spieghi cosa emettono e per quale motivo riusciamo a vederle ???
    Che velocità hanno “quelle cose” che emettono per farci capire che fanno parte dell’Universo ???

    Spiegaci l’arcano, perché noi poveri mortali non comprendiamo…

  7. ........... ha detto:

    Santoro è diventato papa, ha parlato da papa e ha rivelato la verità, che diventa così una verità rivelata

    Esistono fenomeni ad una velocità superiore a quella della luce. Un di questi è l’espansione dell’universo o anche di allontanamento delle galassie di confine.

    State contenti, umana gente al quia…. santoruccio ha risolto il problema e ne sa più di cesaruncolo, perlomeno ha un piglio ultimativo e definitivo… le cose stanno così, zitti e mosca…

    Santoruccio, ti prego, da l’alto della tua scienza mi puoi rispondere alla mia precedente domanda?
    Tu dicevi o meglio affermavi col solito piglio sicuro e defintivo

    Le galassie (compresi i frigoriferi) non corrono dentro lo spazio in espansione.

    e dove corrono, mi sai dire dove corrono? Per correre hanno bisogno di un qualcosa che l’accolga, di un vuoto che accolga un pieno, e per le galassie è lo spaziotempo, non puo’ essere altro.

    Ti prego rispondimi!

  8. Santoro ha detto:

    E tutte ste stronzate le reciti da anni pur di non ammettere che “NIENTE supera c” non è corretto.

    Ma ri-vai a cacare.

  9. Santoro ha detto:

    Io ho l’impressione, stronzone di un Sagrone, che devi ancora leggerti molta documentazione sugli argomenti di cui straparli.

    Ad esempio, chi cazzo te l’ha messo in … testa che che le Galassie superluminali emettono radiazione elettromagnetica che viaggia a velocità “c” e che se fossero realmente superluminali non le potremmo mai vedere, mentre invece le vediamo benissimo !?!?

    Ma dove le potresti vedere le “galassie superluminali” , se è pacifico che la loro luce, viaggiando a “c” non ce la farebbe ad arrivare a noi? ma gli studi sul redshift, la legge di Hubble, per te sono cazzate?

    Ma vai a cacare.

  10. Sagra ha detto:

    @Santoronzo, sguallariato stronzo.

    Cosa dovrei capire ???
    Se è per questo anche la tua stronzaggine è incommensurabilmente superiore a “c”, ma questo non vuol dire che quando ti muovi stronzeggiando, riesci a superare “c”.

    Einstein fu chiarissimo in merito:
    Uno stronzo è sempre uno stronzo, anche quando supera ogni fantasia.

    Ovviamente non arriverai mai a capire quante sei stronzo e questo perlomeno ti farà andare nel Paradiso degli stronzi…

  11. Santoro ha detto:

    Lo vuoi capire che tutte le cose che dici non hanno niente a che vedere con il problema posto fin dall’inizio di queste annose discussioni?

    Esistono fenomeni ad una velocità superiore a quella della luce. Un di questi è l’espansione dell’universo o anche di allontanamento delle galassie di confine. Tu non puoi negare che questo avvenga altrimenti non sai che lo stesso Einstein lo ha ammesso nella relatività generale.

    Quindi, non interessa che il rate di espansione dell’universo sia una cosa diversa da c.

    Quello che interessa in queste pluriennali discussioni è che non puoi dire che “NIENTE supera c”.

    La risposta vale anche per Sympa

  12. Sagra ha detto:

    Santoronzo sempre più stronzo:

    – Lo vuoi capire che “c” è una velocità vera ed autenticata, mentre le velocità superluminali sono ipotesi e nulla più !?!?

    – Lo vuoi capire che l’espansione dell’Universo non ha nulla di comparabile con “c” !?!?

    – Lo vuoi capire che l’ammissione stessa di “galassie superluminali” proposta da quel coglione irrecuperabile di Cesaronzo pone una serie di problemi di logica e di fisica teorica che per ora non hanno alcuna soluzione ?!?!?

    – Lo vuoi capire che esiste un solo “c” che le Galassie superluminali emettono radiazione elettromagnetica che viaggia a velocità “c” e che se fossero realmente superluminali non le potremmo mai vedere, mentre invece le vediamo benissimo !?!?

    – Lo vuoi capire che sei un inguaribile stronzo, penosamente plagiato da un’altro stronzo !?!?

  13. ........... ha detto:

    Santoro, chi tace acconsente o chi tace dissente? Come io ti parlo e tu non mi rispondi?

  14. Santoro ha detto:

    Senti Sagrò, vai a cacare così ti sgravi la massa che hai nella testa.

    Ma se lo dice il tuo Alcubierre che nulla impedisce, nell’ambito della relatività generale, che lo spazio stesso si dilati (o si contragga) a una qualsiasi velocità maggiore della luce, simile a una sorta di tessuto elastico tirato da una mano potentissima.

    Il tessuto elastico è lo stesso argomento che utilizzò Einstein per la relatività generale, ma ti leggi quando batti la tastiera del pc. ?????

  15. Sagra ha detto:

    “…Ma perché Einstein non ha mai detto che “niente supera la velocità della luce”?…”

    Se è per questo, Einstein non ha neanche detto che Santoronzo è uno stronzo.
    Eppure è ormai una verità scientificamente accertata.

    Cosa significa: Einstein non l’ha mai detto ??
    Con questo ragionamento si vuole affermare che qualunque cosa Einstein non abbia mai scritto diventi una santa verità.
    Questo non vuole certo dire che gli asini svolazzano come farfalle.

    Sempre peggio…

  16. ........... ha detto:

    Le galassie (compresi i frigoriferi) non corrono dentro lo spazio in espansione.

    e dove corrono, mi sai dire dove corrono? Per correre hanno bisogno di un qualcosa che l’accolga, di un vuoto che accolga un pieno, e per le galassie è lo spaziotempo, non puo’ essere altro.

    Lo hai capito l’esempio del treno, il rate non puo’ essere maggiore della velocità della luce, perché quel rate è in dotazione della stessa luce che si trova nel treno, nello spaziotempo espanso, non si puo’ dire che il treno va più veloce dei corridori che stanno al suo interno, come non si può dire che lo spaziotempo o l’universo intero vada più veloce delle velocità che stanno al suo interno.

  17. Santoro ha detto:

    Ma l’espansione dello spazio (espansione dell’universo) si determina ad un rate maggiore della velocità della luce Le galassie (compresi i frigoriferi) non corrono dentro lo spazio in espansione.

    Quindi l’allontanamento che si osserva nelle galassie di confine è un problema di loro collocazione nel sistema di coordinate comoventi dello spazio in espansione.

    E siccome lo spazio si espande ad un rate maggiore della velocità della luce, non potete dire che niente supera c, ma dovete dire che niente che trasporti informazione o massa è ssperiore a c.

    Ma perché Einstein non ha mai detto che “niente supera la velocità della luce”?

  18. ........... ha detto:

    I due punti devono naturalmente essere collocati sullo stesso spazio e i corridori devono essere uno fuori dell’altro, cioè separati. Lo spaziotempo in espansione ( o l’universo intero in espansione) non può essere separato dalle velocità degli oggetti che sono al suo interno, non può mettersi quindi in gara con essi. Le velocità degli oggetti si possono rapportare fra loro su due punti che si trovano nello stesso spazio: c (spazio non espanso) con velocità che si trovano nello stesso spazio, c (spazio espanso) con velocità che si trovano nello stesso spazio…. quindi le galassie di confine (spazio espanso) si possono rapportare con la velocità della luce nel vuoto che si trovi nello stesso spazio, cioé c (spazio espanso). Se, sbagliando, si vuole comunque rapportare qualcosa che si trovi in uno spazio non espanso con qualcosa che si trovi in spazio espanso, si arriverà ai due c, uno più veloce dell’altro. Santoro, nella proliferazione degli c, ha superato il livello due, non so come abbia fatto.

  19. Sagra ha detto:

    @ Santoronzo, abitudinariamente stronzo.

    “…Ma cosa è la velocità se non un rapporto tra la distanza tra due punti ed il tempo in cui tale distanza viene coperta?…”

    Bravo il coglionazzo! Hai centrato il problema, sicuramente senza neanche saperlo. Ma comunque hai fatto centro !!

    Tanto per cominciare la velocità di “c” non ha bisogno di nessun punto, né di partenza, né tampoco di arrivo: è sempre la stessa in qualunque condizione venga misurata. Pertanto già da sola non rientra nella tua definizione di velocità “galileiana” o “Newtoniana” che dir si voglia.

    Ma neanche l’espansione dell’Universo rientra in questa categoria, per il semplice motivo che, individuata una galassia di confine come punto d’arrivo, resta il busillis di scoprire qual’è il punto di partenza: perché nessuno sa dove di trova il nucleo originario del Big Bang!!!
    Ergo le misurazioni vengono fatte dall’unico punto che ci è consentito: un piccola galassia periferica sperduta nell’Universo chiamata “Via Lattea”, dove alberga il nostro sistema solare nella parte terminale di uno dei bracci. Una assoluta nullità nel mare dell’ignoto.

    Vedi come sei coglione ???

  20. Santoro ha detto:

    L argomento espansione non confrontabile con velocità è un vostro fake dialettico

    Ma cosa è la velocità se non un rapporto tra la distanza tra due punti ed il tempo in cui tale distanza viene coperta?

  21. Sagra ha detto:

    Ormai Cesaronzo s’è eclissato, immerso nella stronzanggine in espansione superluminale e ci tocca discutere col novizio stronzo.

    Ti ho postato una spiegazione magistrale di come l’espansione dell’universo e la velocità della luce “c” siano due fenomeni assolutamente incompatibili e pertanto non commisurabili.
    Il termine “commisurabile” è fondamentale e derimente, perché quantifica come nulla sia possibile comparare con “c” in eguali condizioni.

    L’espansione dell’Universo resta paradossalmente legata a “c” per farci ipotizzare che sussista.
    Senza l’effetto Doppler della luce, non avremmo alcuna altra informazione di quello che succede ai confini dell’Universo
    Ma mentre “c” è stato misurato con una precisione che arriva ad oltre 10 cifre decimali, dell’espansione possiamo solo ipotizzare “velocità” (rispetto a cosa, visto che nessuno lo sa) che comunque allo stato attuale non sono verificabili, perché le condizioni dello spazio-tempo postulate da Einstein nella Relatività sono completamente alterate.

    Non è una cosa seria commisurare certezze con ipotesi…

  22. ........... ha detto:

    L’espansione dello spazio tempo non si può dividere, non si può separare dagli oggetti che ha al suo interno.
    Quella “velocità”di espansione, velocità tra virgolette, si può sommare o far finta che non ci sia (fa lo stesso) rispetto agli oggetti che sono al suo interno (galassie luce). Come si allontanano le galassie “più velocemente” allo stesso modo si allontana la luce, il rapporto di velocità, SENZA virgolette, fra luce e galassie non cambia, la luce è più veloce. Esempio: un treno che va a trecento all’ora ha all’interno di un vagone senza sedili due passeggeri che decidono di fare una gara di velocità all’interno del vagone, uno riesce ad andare a 7 km all’ora e l’altro a 5…. i trecento del treno ce li hanno tutti e due incorporati, perciò non muta il loro rapporto di velocità. Morale della favola, se si somma la “velocità” di espansione alle galassie, bisogna sommarla anche alla velocità della luce nel vuoto… il loro rapporto di velocità non cambia.

    La “velocità” di espansione dell’universo, di cui parli nell’ultimo post, non può mettersi in gara con gli oggetti al suo interno, quella “velocità” gli oggetti ce l’hanno incorporata come i viaggiatori del treno, anche la luce ha percorso quel diametro… si può parlare di velocità solo fra gli oggetti e solo rispetto ad un osservatore in locale e perché solo in locale? Perché il misuratore di velocità, cioè l’osservatore, deve usufruire anche lui della stessa espansione in cui si trovano i gareggianti, se no la misura è falsata.
    L’insieme universo non si può separare dai suoi sottoinsiemi, non può mettersi in gara con loro… per farlo gli oggetti dovrebbero stare all’esterno e di conseguenza l’universo non sarebbe universo e i componenti non sarebbero componenti.

  23. Santoro ha detto:

    Sympa,

    sempre con ragionamenti miei: ma se la stima del diametro dell’universo è di circa 90 miliardi di anni luce e l’età dell’universo è di circa 14 miliardi di anni come fai a dire che l’universo non si espanda o non si sia espanso (le galassie di confine non si allontanino o non si siano allontanate) a velocità maggiore di quella della luce?

    Esiste quindi un fenomeno, e cioè il rate di espansione dell’universo che nega la vostra affermazione secondo cui “niente supera la velocità della luce”. Dovete per forza dire che “niente che trasporti informazione o massa può superare la velocità della luce” .

    ——–

    Siamo in due a contestare Sagrone: non ci risultano poeti che abbiano detto la frase “e mal gliene incolse” !

    A lui, nella sua infinita … conoscenza, trovarli.

  24. ........... ha detto:

    santoruccio, ma cosa dici, non sai quel che dici…. mi chiedi se le galassie

    … si muovono, si espandono, corrono….. da una parte all’altra autonomamente, in modo da trasportare a velocità maggiore della velocità della luce: la luce, i pianeti, le stelle, i frigoriferi, etc

    ma come fai a farmi questa domanda se io ho affermato infinite volte che le galassie non superano in velocità c, nemmeno spinte o trascinate dall’espansione spaziotemporale…. come possono superarle autonomamente? Ricordati inoltre che dire galassie e dire l’insieme dei componenti è la stessa cosa…. le galassie sono composte di stelle pianeti luce e vuoto e vari altri corpi celesti e forse anche frigoriferi ecc. ecc… tutti questi componenti formano le galassie. L’espansione dello spaziotempo riguarda tutti questi oggetti, che nel suo insieme formano le galassie… le galassie senza questi componenti non sarebbero galassie. L’espansione influisce sulle galassie, quindi su tutti i suoi componenti. L’espansione non è una velocità, non modifica, in quelle galassie di confine, il rapporto di velocità fra tutti gli “oggetti” che si trovano all’interno di quelle galassie… e fra tutti quegli “oggetti” quello più veloce è la luce nel vuoto , così come accade nella nostra galassia. C è sempre c!

    L’espansione dello spaziotempo non puo’ essere più veloce della luce, sia perché non è una velocità e sia perché non puo’ concorrere con un oggetto(la luce) che è al suo interno, allo stesso modo che l’acqua della piscina non puo’ far la gara con i nuotatori che sono al suo interno. I miei post leggili però, perché ho il dubbio che tu non li legga.
    Il secondo post che ho appena letto è un pò contorto, nonostante le tue sempilici parole, non si capisce molto… la velocità di espansione dell’universo, come tu dici, non è una velocità… per essere una velocità bisognerebbe rapportarla con qualcosa che si trovi al di fuori dell’universo stesso. Un corridore non potrà mai mettersi in gara con la cacca che ha al suo interno!

    ps a me non risultano poeti, ma questo non significa che non vi possa essere qualche poeta che l’abbia detto…….. comunque che mal gliene incolga a cesaruccio!

  25. Sagra ha detto:

    Per Santoronzo, profetico stronzo.

    “…Alcubierre sviluppò la sua originale teoria a partire da un dettaglio importante della relatività generale: viaggiare più velocemente della luce è impossibile sì, ma solo localmente. Ciò vuol dire che in nessun punto dello spazio un oggetto dotato di massa può violare il limite della velocità della luce, ma nulla impedisce, nell’ambito della relatività generale, che lo spazio stesso si dilati (o si contragga) a una qualsiasi velocità maggiore della luce, simile a una sorta di tessuto elastico tirato da una mano potentissima…”

    Leggitelo bene, emerito coglione. Vedi che viaggiare ed espandersi sono due cose completamente diverse per tutti gli scienziati, compresi quelli che hanno addirittura teorizzato un motore stellare, che sostanzialmente elimina il tempo.
    Cesaronzo è un sognatore stronzo che a differenza dei fisici veri crede nelle ipotesi suggestive che lo stesso Alcubierre ha chiaramente sottolineato essere puramente teoriche:

    “…Come ammise lo stesso Alcubierre nella parte finale dell’articolo del ’94, le equazioni che descrivono la distorsione spaziotemporale necessaria per creare il suo motore implicano la violazione di tre condizioni sulla distribuzione dell’energia, che i fisici impongono alla relatività generale per evitare soluzioni ritenute fisicamente impossibili.

    Le tre condizioni sono la debole, la dominante e la forte: la debole dice che la densità locale di massa-energia non deve essere negativa; la dominante che l’energia non deve fluire più velocemente della luce; la forte che la materia deve essere attratta gravitazionalmente dalla materia.

    I calcoli di Alcubierre indicano invece che la distorsione spaziotemporale richiesta per il viaggio iperveloce può essere generata solo per valori negativi della densità energetica, cioè della quantità di energia immagazzinata in una data regione di spaziotempo per unità di volume, il che conduce alla violazione di tutte e tre le condizioni.

    Tale violazione non esclude, tuttavia, la possibilità teorica di viaggiare più velocemente della luce. L’ipotesi del motore a curvatura rimane appesa all’esistenza, tutta da dimostrare, di un “carburante” insolito, del quale purtroppo al momento non disponiamo. Si tratta della cosiddetta materia esotica, cioè una materia dotata di proprietà che non si riscontrano nella materia comune, come appunto massa e densità energetica negative…”

    Come vedi hai seguito le ragioni di uno stronzo sognatore, incapace di distinguere la realtà dalla fantasia.
    E per finire vedi dove devi andare a cagare…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Tieniti aggiornato: ISCRIVITI!


  • SOSTIENI IL BLOG!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: