Cassandre. Insopportabili Cassandre.

Si sono spesi talmente tanto in questa sorta di apologia dell’intercettazione che a forza di ritenerla indispensabile per la soluzione di qualsiasi indagine hanno finito col far metter giù i telefoni ai criminali ancor prima che la legge che ne dovrebbe limitare l’uso venisse approvata. Evidentemente anche i delinquenti leggono i giornali e guardano la … Continua a leggere

Non è un paese per Genchi.*

Due riflessioni. La prima: non sono pochi quelli che lo stanno elevando ad eroe e come tale vogliono difenderlo dalle iniziative di una casta che starebbe pensando solo a proteggere se stessa. Ma a questo punto la domanda è una e molto semplice: se Genchi è così pericoloso, perchè attaccarlo prestandogli il fianco a facili … Continua a leggere

Da quasi difendibile a indifendibile.

Se pure tra molte perplessità l’impostazione dell’originario disegno di legge sulla riforma della disciplina delle intercettazioni poteva esser difendibile (soprattutto da strumentalizzazioni e colossali balle demagogiche); ma la toppa che hanno voluto mettere al buco è peggiore del buco stesso. Il ritorno alle vecchie regole (quelle a tutt’oggi in vigore) e quindi all’utilizzabilità delle intercettazioni … Continua a leggere

Se il magistrato è un vanitoso con manie di protagonismo.

E poi ci vengono a dire che i magistrati lavorano non per la gloria ma per la giustizia. Intanto, però, come ha potuto, il fino ad oggi ignoto procuratore di Tivoli ha pensato bene di dar sfogo alla sua vanità e appena presa la parola ha sparato a zero contro il governo e la futura … Continua a leggere

Tonino, se vuoi dirla, dilla, ma dilla giusta.

Evidentemente Di Pietro non si fida. Nonostante il governo abbia innestato una vera e propria marcia indietro, quando si parla di intercettazioni al buon Tonino sale il sangue alla testa, gli si gonfia la vena e comincia ad avere allucinazioni di piazza Navona gremita (per metà) e urlante tutto il suo odio contro Berlusconi. E … Continua a leggere

Sulle intercettazioni. Proposte.

Come si sa, a breve si discuteranno alle Camere le nuove norme in materia di intercettazioni, telefoniche, telematiche e ambientali. Il testo da cui la commissione Giustizia ha inteso partire è quello presentato dal ministro Alfano l’estate scorsa. E ha fissato nel 21 di questo mese il termine ultimo per proporre gli emendamenti che gli … Continua a leggere

Il metodo Travaglio applicato alle intercettazioni Dell’Utri-Palazzolo.

Ma quale pactum sceleris tra PD e PdL per tutelare “la Casta”. Ma quale “scambio di favori politici” tra centrodestra e centrosinistra. L’unico motivo per cui è stata negata l’autorizzazione all’uso delle intercettazioni tra Dell’Utri e la signora Palazzolo non ha niente a che fare con la politica, bensì col diritto, coi codici vigenti e … Continua a leggere

Una cosa di cui non si parlerà. Giustamente. Forse. Ma io ne parlo.

Poichè da qualche tempo a questa parte non si fa altro che portare ad esempio singoli episodi in cui le intercettazioni sarebbero state fondamentali per sgominare il delinquente di turno, vi propongo un caso “fuori dal comune”. Spiace tirare fuori il nome di Ottaviano Del Turco, per il quale rimane ovviamente intatto il principio di … Continua a leggere

Siamo tutti uguali di fronte alla legge. Ma a anche no. Dipende.

Immagino che qualcuno ci sarà rimasto male quando ha saputo che non saranno pubblicate le fantomatiche intercettazioni piccanti del Cavaliere. Probabilmente, costui non ha capito invece i vantaggi di questa operazione. I giornali e le riviste del gruppo De Benedetti (guarda un po’) hanno prima lanciato il sasso e poi ritratto il braccio, godendosi lo … Continua a leggere

Grazie a L’Espresso ora abbiam capito tutto.

Chi l’avrebbe mai detto. In Rai ci vai o perchè la dai o perchè ci finisci grazie a un calcio in culo, di quelli che contano. Chi l’avrebbe mai detto. Grazie a L’Espresso oggi abbiamo la riprova che le nostre intuizioni “da bar” erano giuste e più che fondate. Mmmmmm….e ora? Ora che sappiamo che … Continua a leggere

9000 (nove mila) intercettazioni per il caso Berlusconi – Saccà.

La procura di Napoli ha depositato nuove scottanti intercettazioni, tese a dimostrare il reato di corruzione commesso da Berlusconi e Saccà: il Cavaliere avrebbe raccomandato alcune ragazze in Rai in cambio di aiuti (privati) finanziari negli affari (privati) finanziari di Saccà. L’espresso, che fu il primo a pubblicare gli audio e i testi delle telefonate … Continua a leggere

Intercettiamo le balle di Di Pietro.

C’è una truffa ai danni della pubblica amministrazione. Ci sono degli omicidi. Si tratta di fatti che creano un forte allarme sociale. I requisiti ci sono tutti, ma ancora c’è qualcuno che pensa che con la nuova normativa (se venisse approvata così com’è uscita dal consiglio dei ministri, in blocco) casi come quelli della clinica … Continua a leggere

Quando Prodi voleva tagliare le intercettazioni. E ANM, Travaglio, Bonini e Di Pietro stavano zitti.

Ricapitoliamo un secondo: il ministro parla di eccesivi costi delle intercettazioni. Dice che ammontano ad un terzo delle spese della giustizia. Si sbagliava. O meglio, ha sbagliato perchè è stato impreciso. Avrebbe dovuto invece chiarire che si trattava di un particolare capitolo del bilancio della Giustizia. I 7,7 miliardi di cui parlano sia Bonini che … Continua a leggere

Colpevole del reato di opportunità. L’onda lunga del travaglismo colpisce anche l’Inter.

Le vittime preferite di questo “gioco” solitamente sono i politici. Ma com’era prevedibile, il metodo Travaglio può colpire chiunque. Oggi è toccato pure all’Inter. Riporto un passaggio sconvolgente, ma esemplificativo: Materazzi, Ibrahimovic, Zanetti, Mihajlovic e l’allenatore Mancini sono coinvolti nella faccenda, che rimane tutta da chiarire. Nessuno di loro è al momento indagato, né implicato … Continua a leggere

  • Tieniti aggiornato: ISCRIVITI!


  • SOSTIENI IL BLOG!