Autosospensione!

Dal momento che nessuno, dico nessuno, in Italia è disposto a portare avanti una vera rivoluzione liberale, ogni sostegno politico è destinato al fallimento. Per questi motivi, da oggi, per dirla con Bechis, mi autosospendo da elettore del centrodestra e mi rifugio in una mia personalissima utopia ideologica, in cui lo Stato viene riformato assieme … Continua a leggere

Unica soluzione: tornare a lavorare!

Guardo i risultati delle elezioni americane e penso: chissà se Berlusconi saprà trarne un qualche insegnamento… Il messaggio di un popolo alle urne nei confronti di chi lo governa è sempre inequivocabile: la fiducia che le promesse si trasformino nelle realtà sperata non è eterna e chi non lavora per il Paese viene punito. Nel … Continua a leggere

E le riforme?

Eh già…ma se come in tanti cominciano a suggerire a Berlusconi si tornasse alle urne, le riforme chi le fa? E soprattutto: quando le fa? Forse è il caso che il Cavaliere lasci perdere certi consigli e certi consiglieri! Andare ad elezioni anticipate sarebbe un fallimento. E questo anche perchè, sarebbe bene ricordarlo a chi … Continua a leggere

L’antimafia molle di Marco Travaglio.

“Se non saranno l’Asinara e Pianosa studieremo altre soluzioni“. Così Roberto Maroni e Stefania Prestigiacomo sulla possibilità che vengano riaperti i carceri di massima sicurezza di Toscana e Sardegna, che tanti malumori aveva sollevato nelle associazioni ambientaliste e tra quelli che consideravano eccessivamente onerosa un’operazione del genere. Evidentemente, però, l’annuncio non dev’essere comunque piaciuto a … Continua a leggere

La migliore delle risposte.

Repubblica ci riprova. Ecco altre 10 domande per Berlusconi. Tra tutte, spicca quella in cui al Presidente viene chiesto se sia in grado di svolgere la sua attuale funzione istituzionale. Più volte, in questi giorni, abbiamo sentito tirar fuori questa baggianata, secondo cui il Cavaliere, per andar dietro alle donne, trascura l’azione di governo. Niente … Continua a leggere

Ritorno al nucleare.

Inghilterra, Francia, Svizzera, Russia, Finlandia, Ucraina, Romania, Stati Uniti. Se vi dicessi che anche in questi paesi hanno in programma o hanno già avviato la costruzione di nuove (plurale per ogni Stato) centrali nucleari, prenderete ancora sul serio quelli che vi dicono che ormai il nucleare è stato abbandonato praticamente da tutto il mondo? Se … Continua a leggere

Sondaggi (di Repubblica) e realtà: due cose diverse.

Leggo su Repubblica che il governo è in perdita di consensi e che l’opposizione è magicamente esplosa, accreditata di un incredibile (nel senso di non-credibile) 33%; non solo: il ministro che più soffrirebbe la disaffezione dei cittadini italiani sarebbe quello degli Interni, Roberto Maroni. Ebbene: non ci credo! Non ci credo non solo perchè ormai … Continua a leggere

Elezioni anticipate dopo il referendum? Perchè si, ma soprattutto perchè no.

No, non mi riferisco alle (im)possibili conseguenze del divorzio tra i coniugi Berlusconi, ma molto più concretamente al domino che potrebbe innescarsi con una vittoria del SI ai quesiti referendari che andrebbero così a modificare la legge elettorale in vigore. Alcuni ipotizzano appunto un ritorno alle urne. Ma a che prezzo? Berlusconi avrebbe certamente un’occasione … Continua a leggere

Meno tasse, più lavoro. Berlusconi, dai retta a Martino!

“In questo giorno, ci riuniamo perché abbiamo scelto la speranza sulla paura, l’unità degli scopi sul conflitto e la discordia. In questo giorno, veniamo per proclamare la fine delle futili lagnanze e delle false promesse, delle recriminazioni e dei dogmi logori, che per troppo a lungo hanno strangolato la nostra politica.“ Barack Obama, 20 gennaio … Continua a leggere

Il governo torna indietro sui tagli al fondo per le detrazioni sui risparmi energetici. Meno male!

Meno male. Perchè non ero affatto d’accordo a come si erano messe le cose. La norma resta, ma non sarà più retroattiva. E questa è una cosa buona. Vengono però mantenuti i tetti di spesa per i prossimi tre anni. Le detrazioni al 55%, quindi, saranno garantite fino ad un massimo di 600 milioni di … Continua a leggere

Il governo taglia i fondi per le nuove tecnologie e la sinistra si preoccupa dei privilegi di pochi che vogliono guardare le partite di pallone.

Lasciatemelo dire: è incredibile! E’ incredibile come questa sinistra, dal PD all’IdV, si stia facendo mettere nel sacco dal solito Berlusconi. Come si diceva qualche post più sotto, hanno imbracciato le armi per una battaglia sbagliata, incompresa da tanti italiani (elettori e non) e con ostinazione andranno a sbattere dolorosamente contro un muro. Il tutto, … Continua a leggere

Sinistra redivIVA.

Dopo aver moltiplicato i numeri del Circo Massimo (dicevano di essere in 3 milioni, ma eran meno di 300mila), Veltroni non ha perso l’occasione di moltiplicare le ansie degli abbonati Sky: “il governo vi raddoppierà il canone”. Ah. Niente di vero, tranne gli occhi di Veltroni e compagni letteralmente iniettati di sangue. Invidia e livore … Continua a leggere

Pasta sfoglia. Leggerisssssssima.

Niente di male, per carità. Qualcosa di buono. Ma…niente di strutturale.

La pasta del governo.

Non sono di quelli che fanno il conto della serva: 40 euro al mese = 1,30 euro al giorno. Sarebbe sciocco voler impostare o anche solo immaginare un limite di spesa giornaliero perchè in realtà non tutti i giorni abbiamo le stesse esigenze/necessità. Quei 40 euro al mese sono pochi a prescindere, questo è certo. … Continua a leggere

Di Pietro straparla, ma intanto l’Italia va avanti.

Oggi volevo parlarvi dell’ennesima perla di un Di Pietro sempre più portavoce dell’antiberlusconismo, ma poi ho pensato che si commentasse da sola e che sarebbe stato meglio rivolgere ad altri fatti l’attenzione neccessaria. Per esempio, mi verrebbe da chiedere ai professionisti dell’antimafia e a coloro che hanno sempre detto ogni male possibile di questo esecutivo … Continua a leggere

  • Tieniti aggiornato: ISCRIVITI!


  • SOSTIENI IL BLOG!