Incredibile Europa.

E’ di oggi la notizia che la Corte Europea dei diritti dell’Uomo ha condannato l’Italia per aver protetto un senatore della Repubblica da una causa per diffamazione. Il parlamentare in questione è Dell’Utri e ovviamente il giornale che a caratteri forti sbatte in home page la vicenda è il Fatto Quotidiano, notoriamente molto attento nel … Continua a leggere

La scomparsa dei fatti e la loro miracolosa “ricomparsa”. Il caso dell’intervista a Paolo Borsellino.

Lo so che le feste non sono ancora finite e che è difficile mettersi a ragionare su questioni di un certo livello, ma volevo chiudere questo anno in bellezza e quindi proporvi due video, a cui probabilmente seguiranno altri (ma non so quando), che sicuramente susciteranno opposte reazioni. L’intento, come al solito, è quello di … Continua a leggere

Spatuzza vs Graviano. E la Giustizia affonda.

Come si suol dire: il tempo è galantuomo. Quando una settimana fa mi misi in viaggio verso l’eremo di Montepulciano, dalle casse della radio gracchiava la voce di Spatuzza che ripeteva sostanzialmente ciò che era già stato ampiamente preannunciato dai giornali e dalle televisioni nei giorni scorsi. Pur non avendo la possibilità di aggiornarmi sulle … Continua a leggere

Ciancimino jr e “l’amico senatore” Dell’Utri. Qualcosa non torna: la data.

Dopo il pentito Romeo che parla del “politico” Berlusconi come mandante delle stragi del 93 a Firenze, Milano e Roma, nonostante il Cavaliere sia sceso in politica almeno un anno dopo, oggi è la volta di Ciancimino jr raccontare ai magistrati come stavano le cose sulla presunta trattativa. E il figlio del sindaco mafioso di … Continua a leggere

Tonino va alla guerra.

Pensavo che alle sparate dell’onorevole Di Pietro mi sarei abituato. Ebbene, mi sbagliavo. Dalle pagine del suo blog, infatti, non ha perso tempo per smentirmi e anzi, ha rilanciato con una sorta di comunicato alle masse decisamente imbarazzante. Cominciamo da qui: Non rimane che ragionare su come la Comunità Internazionale possa intervenire per vigilare sulla … Continua a leggere

Nuovo pentito, nuova accusa: venghino signori, venghino..

Repubblica ci informa che ci sarebbe un altro pentito ad aver fatto il nome di Berlusconi come mandante occulto delle stragi del ’93, quelle, per intenderci, di Firenze, Milano e Roma. Il nuovo collaborante si chiama Pietro Romeo e nella più classica delle ricostruzioni, davanti ai pm del capoluogo toscano racconta i fatti in modo … Continua a leggere

Attenti a quei due: Ingroia e Scarpinato, servitori dello stato o rivoluzionari?

Vorrei proporvi un articolo molto interessante, a firma di Federico Punzi, che riprende alcuni spunti del pezzo che oggi Maurizio Crippa ha firmato per Il Foglio di Giuliano Ferrara. Il tema è di quelli già trattati qualche giorno fa, ma stavolta l’approccio è decisamente più diretto e l’interrogativo contenuto sia nel titolo che a conclusione … Continua a leggere

Travaglio ad AnnoZero ribalta la realtà pur di difendere il suo amico Di Pietro e sul Corriere perfino Dell’Utri smonta il metodo Travaglio.

Ieri sera, ad AnnoZero, il buon Travaglio è riuscito nell’impossibile. Scarrellando i fatti delle vicende calabresi che ruotano attorno a Saladino e a De Magistris, pur di difendere il suo amico Di Pietro è riuscito nell’improbabile gioco di prestigio di cui è veramente un portento: il ribaltamento della realtà. Pochi giorni fa, dalle stesse pagine … Continua a leggere

Il metodo Travaglio applicato alle intercettazioni Dell’Utri-Palazzolo.

Ma quale pactum sceleris tra PD e PdL per tutelare “la Casta”. Ma quale “scambio di favori politici” tra centrodestra e centrosinistra. L’unico motivo per cui è stata negata l’autorizzazione all’uso delle intercettazioni tra Dell’Utri e la signora Palazzolo non ha niente a che fare con la politica, bensì col diritto, coi codici vigenti e … Continua a leggere

Travaglio: l’Imputato!

Il problemone di Travaglio è quello di non accettarsi per come è, ovvero una persona “normale”, come tutte le altre. Come tutte le altre non accetta il primo grado di giudizio che lo condanna; non si sente un colpevole, non si sente un pregiudicato, non si sente nemmeno un diffamatore; ha voglia di lottare e … Continua a leggere

Piero Ricca, il permaloso che non vuol sentirsi dire che è uno “stronzo”.

Piero Ricca lo conoscete tutti. E’ diventato famoso per aver gridato “buffone” al presidente del consiglio, Berlusconi, nei corridoi del palazzo di giustizia di Milano. Curioso: il “giornalista” Piero Ricca invitava il premier a “farsi processare come tutti gli altri”, praticamente mentre il Cavaliere usciva dall’aula di tribunale in cui si stava regolarmente svolgendo il … Continua a leggere

  • Tieniti aggiornato: ISCRIVITI!


  • SOSTIENI IL BLOG!