Il flop del Circo Massimo.

Premesso che quella di ingrossare i numeri è ormai diventata una patetica regola valida per tutti quelli che sono scesi in piazza nel corso degli anni (vedi manifestazione del PdL del 2 dicembre scorso contro Prodi e il suo regime fiscale), facciamo le pulci a quelli che si sono autoproclamati “i migliori”. Sarà, ma intanto … Continua a leggere

L’uguaglianza a tutti i costi. Svarioni “democratici” sulle classi di inserimento!

Quando ho sentito parlare dell’arrivo delle classi d’inserimento per i bambini stranieri che non sanno spiccicare manco una parola d’italiano, ho fatto un balzo sulla sedia. Mi son detto: mi hanno letto nel pensiero! Era già da parecchio che covavo questa idea delle classi ponte per gli stranieri: più o meno da quando a scuola … Continua a leggere

Ipse dixit

Parola di uno che non ha mai lavorato…! “Tre milioni e mezzo di persone mi hanno scelto perché sono un dirigente che pensa che la vita sia più ricca della politica, un antidoto al male che vedo in tanta parte della politica italiana: un morboso attaccamento alla dimensione del potere.” Walter Veltroni, intervista all’Espresso, parlando … Continua a leggere

L’Italia delle due sinistre.

Tempi duri per i liberali di destra. Pare proprio che il Bel Paese abbia paura di affidarsi ad una vera politica liberale, non solo in campo economico. E anche i sostenitori di quella, sembrano viaggiare col freno a mano tirato. A questo, aggiungiamoci che negli ultimi 15 anni (e per almeno altri 5 a venire) … Continua a leggere

Le rivelazioni mistiche di Veltroni.

Dai, non è Veltroni, non è l’uomo nuovo della politica del centrosinistra, quello su cui puntare per il futuro…ditemi piuttosto che sono Elio e le Storie Tese che cantano la nuova versione di Mio Cuggino. Fate voi, leggete cos’ha detto Walter e trovate le differenze col testo della band milanese… il fantomatico “buco di bilancio” … Continua a leggere

Veltroni va blindato, ma non passa da lui il futuro della sinistra.

Piazza Navona, due giorni dopo. Una persona che si dedica da così tanto tempo alla politica e si propone come “uomo della svolta” per il futuro del Paese, non può commettere errori manco fosse il primo arrivato. Veltroni invece ha peccato di ingenuità, se gli vogliamo bene; altrimenti dovremmo dire che ha peccato in presuntuosità, … Continua a leggere

Veltroni ha deciso: in autunno il suicidio del PD.

Per chi già era sufficientemente convinto che a sinistra nessuno avesse davvero analizzato la sconfitta elettorale dello scorso aprile, il discorso di Veltroni non apparirà certo una novità, anzi…semmai sarà da intendersi come una conferma di quanto sospettato finora. Ma a questo punto, dovrebbe esser chiaro anche a chi l’aveva semplicemente intuito che il PD … Continua a leggere

Più veloce della luce…anche se sta nell’ombra.

A vedere le cose come stanno nell’opposizione, col senno di poi sono sicuro che molti elettori di sinistra si staranno mangiando i gomiti per aver dato un voto (in)utile al PD ed aver assicurato un posto ai giardinetti ai loro beniamini arcobaleno. Veltroni gli aveva assicurato un modo di fare politica diverso, gli aveva indicato … Continua a leggere

Sostenere Veltroni. Contro d’Alema.

C’era da aspettarselo. Dopo le sconfitte del PD alle politiche e alle comunali di Roma era prevedibile che il primo a patirne le conseguenze sarebbe stato il suo leader, Walter Veltroni. Era lui che si era presentato agli elettori come l’uomo nuovo della politica italiana, ed era stato sempre lui a proporre un nuovo soggetto, … Continua a leggere

La leadership di Veltroni.

Forse sarebbe meglio cambiare. Se le primarie lo avevano indicato come il miglior cavallo con cui sfidare Berlusconi e modernizzare la sinistra riformista, le elezioni hanno invece decretato che non era l’uomo giusto. Il Cavaliere ha stravinto oltre ogni più rosea aspettativa e il Partito Democratico si è rivelato l’ennesimo acerbo tentativo di riformare, ma … Continua a leggere

Lezione capitale.

(il titolo, lo ammetto, è ripreso dall’editoriale di oggi che Ezio Mauro ha scritto su Repubblica) L’ITALIA HA SCELTO: STA TUTTA CON BERLUSCONI. (immagine presa dalla prima pagina di Libero: disegno di Benny) Ma non erano a un’incollatura? Ma non era Roma il “modello” che si voleva e doveva applicare al Paese per rifondarlo e … Continua a leggere

Grazie Walter o grazie Gianni? Colpa di Veltroni o merito di Alemanno?

Ogni risposta o riflessione è più che gradita… In ogni caso Berlusconi e il PdL stanno godendo come matti! Il tutto, aspettando Napoli…l’anno prossimo: provate a immaginare: Milano, Roma, Napoli, Palermo. Tutte al centrodestra. What else?

L’Italia è divisa, ma non in parti uguali!

DEFINITIVO CAMERA DEFINITIVO SENATO Il dato definitivo parla chiaro: Berlusconi ha stravinto. Anzi: ha trionfato! Ha lasciato Walter e il suo PD dieci punti indietro. Si, quei famigerati dieci punti percentuali per cui veniva sbeffeggiato da molti, in primis proprio da quel Veltroni che di giorno in giorno annunciava una rimonta che non c’era. Poi … Continua a leggere

Chi di share ferisce, di share perisce.

Settimana scorsa Veltroni aveva sparato fuochi d’artificio a ripetizione, sentenziando che l’aver battuto di due punti di share Berlusconi nelle tribune elettorali Rai significava una palese disaffezione dell’elettore nei confronti del Cavaliere e che quindi la rimonta era compiuta. Non era servito spiegare al leader PD che in quell’occasione Berlusconi aveva dovuto “battersi” contro la … Continua a leggere

Al voto col cuore…nel portafogli.

Non solo di idee. La politica è fatta anche di scelte concrete. Che aiutano chi è in difficoltà, che migliorano la vita delle persone, che sostengono chi intraprende un nuovo cammino, che propongono soluzioni innovative, che realizzano i sogni di chi spera… La politica non può restare nei palazzi o nei salotti, ma deve scendere … Continua a leggere

  • Tieniti aggiornato: ISCRIVITI!


  • SOSTIENI IL BLOG!