Il vero partito di plastica.

Alla luce degli ultimi eventi, mi verrebbe da pensare che il PD pecchi di un eccesso di democrazia interna. O almeno, questo è ciò che danno a vedere all’esterno. Fanno le primarie e si scelgono il candidato premier, il sindaco, il deputato e il senatore;  fanno le primarie anche per decidere chi sostenere come presidente … Continua a leggere

In un universo parallelo

  Nel frattempo, in un universo parallelo…….. …….sono passati ormai 45 giorni dalle elezioni e di un governo neanche l’ombra. Il Paese è sul baratro della crisi economico-sociale e sul piede di una guerra civile. Il “non-vincitore”, Berlusconi, ha superato il suo avversario, Bersani, per una manciata di voti, pari allo 0,3%, alla Camera, senza … Continua a leggere

Dalle Stelle, allo stallo.

  Diciamoci la verità: nemmeno Grillo si aspettava di vincere queste elezioni. Il ruolo che aveva previsto per sè e il suo Movimento all’interno del Palazzo, era quello dell’antagonista o, se vogliamo, del controllore, in perfetta continuità con quello che aveva predicato già nelle piazze. Ritrovarsi tra le mani circa il 25% dei consensi a … Continua a leggere

Ingroia il partigiano.

“Nella caccia ai patrimoni degli evasori, si possono abbassare le garanzie e basarsi sugli indizi!” Firmato, Antonio Ingroia, candidato premier per la lista Rivoluzione Civile ed ex magistrato antimafia della procura di Palermo nonchè sedicente erede di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino. Che si fotta la Costituzione, insomma. E vadano a quel paese quelli che … Continua a leggere

Monti che sale, Grasso che scende.

  Forse, adesso qualcuno capirà. Forse, adesso qualcuno capirà che grave errore sia stato nominare Mario Monti come Presidente del Consiglio dei Ministri. E qualcun altro, magari, capirà che esiste davvero un problema se giudici e pubblici ministeri, dopo anni di battaglie nelle aule di tribunale, hanno tanta voglia di entrare in politica. Col Professore, lo … Continua a leggere

A chi serve la cura Monti?

E’ di queste ore la notizia che il debito pubblico del nostro Paese abbia sfondato quota 2000 miliardi di euro, avvicinandosi così, vertiginosamente, al 130% del pil. Volendo essere ancora più apocalittici, potremmo dire che ognuno di noi (compresi figli e nipoti appena affaciatisi alla vita) è costretto a portarsi sulle spalle un fardello di … Continua a leggere

Paura (?!)

Ascolti la radio, leggi i giornali, guardi la tv: oggi sono monotematici. Le borse calano, lo spread sale. I mercati, insomma, sentono tremare la terra sotto i piedi degli italiani. Immancabile, c’è chi attribuisce questo terremoto ai due scossoni assestati al tavolo della politica da Silvio Berlusconi: prima con l’annuncio della sua ridiscesa in campo; … Continua a leggere

Cronaca di una serata, dall’euforia allo sconforto.

Ore 20,45: calcio d’inizio della partita di Coppa Italia tra Fiorentina e Juve Stabia. Non ho alcuna intenzione di vedere il confronto tra Renzi e Bersani. Il precedente fumetto sui “Fantastici 5” che avevo letto tra le pagine di SkyTg24 non mi era affatto piaciuto e non volevo buttar via altro tempo. Ore 21, si … Continua a leggere

The day after

Fare finta di niente è impossibile. Negli ultimi mesi, i segnali di disagio sociale si erano moltiplicati e i rischi di una sua degenerazione violenta erano noti e prevedibili. La Crisi ha irretito tutti: in Italia, in Europa, i giovani, i vecchi, i padri di famiglia. Ad ognuno di loro ha tolto sicurezze, sogni e … Continua a leggere

Le fantastiche cippe.

Cosa abbiano di “fantastico” quei 5 è tutto da scoprire. Di sicuro, non l’hanno dimostrato durante “il Confronto” tv di ieri sera. Novità non ce ne sono state: i candidati (Vendola ha parlato di “competitors” e di “concorrenti”), sono stati prevedibili, tanto che al gong finale ci si poteva tranquillamente chiedere a cosa sia mai … Continua a leggere

Buongiorno Italia (dei Valori)

Parliamoci chiaro: prima o poi doveva succedere. Qualcuno sarà rimasto sorpreso, altri invece hanno esclamato qualcosa tipo: “lo dicevo, io!”. In ogni caso, di tutta questa vicenda che coinvolge Di Pietro, sono due gli aspetti più interessanti. Al di là di come la si pensi, infatti, è impressionante la fragilità di un partito che, colpito … Continua a leggere

C’eravamo tanto sbagliati.

Addio a Monti. Oggi sono in vena di riadattare vecchie citazioni e tutte mi sembrano descrivere al meglio l’attuale momento politico che stiamo vivendo. Dall’Italia e dall’estero fioccano i dietro front sulla figura del nostro presidente del consiglio e l’entusiasmo con cui era stato accolto sta pian piano inabissandosi nel mare dell’incapacità riformatrice in cui … Continua a leggere

Una Giustizia da rifondare.

Si è sbagliato di grosso il segretario Alfano! La Giustizia, quella con la G maiuscola, è ancora uno dei fardelli più pesanti che attanagliano il nostro sistema paese. Ce lo avevano spiegato in tutti questi anni di governo di centrodestra (?) ed è sorprendente si siano potuti rimangiare il tutto così velocemente. Non si può … Continua a leggere

Si stava meglio quando si stava peggio.

Ebbene sì: si stava meglio quando si stava peggio! Qui lo dico e lo confermo. Preferivo lo smisurato e spesso ingiustificato ottimismo del Cavaliere, al triste grigiore con cui questo governo tecnico sta offuscando il futuro del nostro Paese. Siamo passati dal “fare per crescere”, di berlusconiana memoria, all’odierno “meglio non creare aspettative” con cui Monti vuol … Continua a leggere

Nessuna rivoluzione. Così Monti ci ha fregati!

Confesso: pur essendo da principio e di principio contrario alle mosse del Capo dello Stato, ero sinceramente incuriosito dagli scenari che si andavano delineando con la caduta di Berlusconi e nutrivo una certa speranza che potessi sbagliarmi e che davvero una persona seria come Mario Monti e la sua squadra avrebbero potuto rilanciare l’Italia… In fondo, … Continua a leggere

  • Tieniti aggiornato: ISCRIVITI!


  • SOSTIENI IL BLOG!