Cronaca di una serata, dall’euforia allo sconforto.

Ore 20,45: calcio d’inizio della partita di Coppa Italia tra Fiorentina e Juve Stabia. Non ho alcuna intenzione di vedere il confronto tra Renzi e Bersani. Il precedente fumetto sui “Fantastici 5” che avevo letto tra le pagine di SkyTg24 non mi era affatto piaciuto e non volevo buttar via altro tempo. Ore 21, si … Continua a leggere

Brunetta, ma sei scemo?!

Non ci volevo credere, ma alla fine ho dovuto farlo. Vedere il ministro Brunetta giustificarsi in un video per la stoccata contro gli attivisti della “rete dei precari della pubblica amministrazione” è stato a dir poco imbarazzante. Un atteggiamento da irresponsabili, che forse in passato avrei interpretato con un punto di vista difensivista, ma che … Continua a leggere

Con che faccia?

Il risultato delle europee è stato sotto certi aspetti sorprendente. Sorprendente che Berlusconi e il PdL non abbiano stravinto, ma addirittura abbiano lasciato sul campo un paio di punti rispetto allo scorso anno. Sorprendente che Berlusconi e il PdL dopo un anno di governo tra crisi, terremoti e scandali giudiziari e gossippari abbia perso solo … Continua a leggere

Sondaggi (di Repubblica) e realtà: due cose diverse.

Leggo su Repubblica che il governo è in perdita di consensi e che l’opposizione è magicamente esplosa, accreditata di un incredibile (nel senso di non-credibile) 33%; non solo: il ministro che più soffrirebbe la disaffezione dei cittadini italiani sarebbe quello degli Interni, Roberto Maroni. Ebbene: non ci credo! Non ci credo non solo perchè ormai … Continua a leggere

Meglio un re come Berlusconi di un duce come Di Pietro.

E così il congresso fondativo del Popolo della Libertà è scivolato via con un grande successo mediatico. L’incoronazione di Berlusconi a suo leader incontrastato (anche se forse non è poi più così vero…) è stata salutata, come da copione, dal giubilo dei suoi fans e dagli strali dei suoi oppositori. Di tutte le critiche avanzate … Continua a leggere

Avanti Popolo…della Libertà!

Alla fine ce l’ha fatta! All’appello manca solo l’UDC, ma è difficile negare che Silvio Berlusconi non abbia raggiunto il suo obiettivo principe dal giorno della sua discesa in campo: creare un grande partito unico dei moderati di centrodestra sul modello del Partito Popolare Europeo ma anche del GOP americano. Oggi il Popolo della Libertà … Continua a leggere

Ciao Walter, non ti rimpiangeremo. Ma Berlusconi…

Veltroni conferma le dimissioni. Berlusconi sta con una sentenza di condanna sulla testa. Rinnovamento! E’ la prima parola che mi viene in mente alla luce delle cronache politiche delle ultime ore. Un’occasione unica per centrodestra e centrosinistra. Il PD traballa, ma dovrebbe saper cogliere l’occasione che s’è d’un tratto fatta d’oro: l’ex sindaco di Roma … Continua a leggere

A Napoli si stringe il cappio al collo di Veltroni. E del PD.

A vederli così abbarbicati sui loro sedili di governo, qualcuno potrebbe perfino pensare che vi sia stata un’eruzione del Vesuvio che li ha fossilizzati in quelle posizioni e che nessuno se ne sia accorto. Tant’è…per smuovere il ticket Bassolino-Iervolino ci vuole ben più di un terremoto politico-giudiziario. Ci vuole ben più di un terremoto…e basta, … Continua a leggere

La lezione del pizzino.

Forse hanno ragione Grillo e Travaglio a descrivere il PD una sorta di “PDL meno L”!

(S)coppola siciliana.

In Sicilia è successo qualcosa di inspiegabile. Com’è possibile ci sia stato un simile cappotto elettorale a favore del centrodestra, l’ennesimo, a pochi mesi dalla vittoria delle politiche e dopo tutte le polemiche scatenate praticamente su tutti i provvedimenti presentati dal governo, tacciati dall’opposizione di essere l’ennesimo tentativo di insaturare un regime, una dittatura dolce, … Continua a leggere

L’alba di Re Silvio IV. Al governo nè cattolici nè esterni. Credo sia un’opportunità.

Quando ieri sera ho spento la televisione ero straconvinto che stamane avrei riversato in questo post tutte le mie riflessioni sulla puntata di Porta a Porta che avevo appena finito di vedere; avrei parlato sicuramente delle due PD (piccole democratiche) ospiti del salotto di Vespa: giovani, ma con l’imprinting mentale e culturale già ben definito, … Continua a leggere

Silvio, non fare come Romano.

Se c’era una cosa che proprio Berlusconi non doveva fare era impantanarsi nelle beghe dello smistamento delle poltrone. Romano Prodi e l’Unione furono puniti immediatamente dagli elettori, che già dopo il voto espressero la più drastica sfiducia verso quell’esecutivo pletorico. Scegliere i ministri non è come il calciomercato, non entusiasma nessuno. Tutt’altro. Quando si protrae … Continua a leggere

Di Pietro scopre il punto numero uno del programma di Berlusconi.

Dicevano che invece di strapparli, i programmi degli avversari li leggevano. Mica vero… Altrimenti non si spiegherebbe come mai Di Pietro ha impiegato due mesi di campagna elettorale ed i quasi venti giorni successivi alle elezioni per capire che Berlusconi aveva ragione. Si, il Cavaliere, sono già quasi tre mesi che dice ciò che solo … Continua a leggere

C’è davvero una bella differenza.

SCHIFANI ELETTO PRESIDENTE DEL SENATO AL PRIMO TURNO CON 178 VOTI! Come dimenticare? Franco Marini ebbe bisogno di due giorni e 3 votazioni, per battere Andreotti 165 a 156, con soli 3 voti in più del quorum necessario e la stampella dei senatori a vita. Oggi, Renato Schifani è stato eletto Presidente del Senato in … Continua a leggere

Lezione capitale.

(il titolo, lo ammetto, è ripreso dall’editoriale di oggi che Ezio Mauro ha scritto su Repubblica) L’ITALIA HA SCELTO: STA TUTTA CON BERLUSCONI. (immagine presa dalla prima pagina di Libero: disegno di Benny) Ma non erano a un’incollatura? Ma non era Roma il “modello” che si voleva e doveva applicare al Paese per rifondarlo e … Continua a leggere

  • Tieniti aggiornato: ISCRIVITI!


  • SOSTIENI IL BLOG!