Parola di Roberto Saviano

Sono mesi che non scrivo.
Ammetto di aver perso (quasi del tutto) ogni interesse verso le questioni politiche e giudiziarie che per anni hanno tenuto vivo e insieme affossato il nostro Paese.
Ma ci sono ancora avvenimenti in grado di solleticare il mio spirito critico (nonchè polemico) e a rispolverare i mai sopiti convincimenti che davvero il lupo si traveste da agnello. E non si vergogna a puntare il dito contro gli altri animali.

Succede così che, sul caso Ruby, si possono leggere dichiarazioni di questo tenore:

Le sentenze vanno accettate ma allo stesso tempo non si può cedere alla logica poco democratica, secondo la quale non potrebbero essere commentate. Come ogni azione umana, come ogni azione pubblica che produce effetti sulla vita di ciascuno, anche le sentenze possono essere commentate. (cit)

Fabrizio Cicchitto? Sandro Bondi? Renato Brunetta? Nicolò Ghedini?
No….
Parola di Roberto Saviano!
Amen.

Proprio non gli è andata giù che la procura abbia perso 7 a 0. Peggio del Brasile nella semifinale mondiale, che almeno un gollettino l’aveva segnato.
Stavolta non c’è niente a cui appellarsi. Nemmeno una piccola prescrizione, una legge per aggiustare i processi, un acquisto di giudici…nulla.

Ma allora perchè questo ribaltamento totale di ciò che ci era stato detto fino a pochi mesi fa?
Un cappottamento ideologico, che probabilmente necessiterà dell’intervento di qualche esperto neuropsichiatra/chirurgo.

Domande a cui nemmeno il miglior Giacobbo saprebbe dare risposta.

Fatto sta che il Vate ha parlato!
Mi chiedo, dunque, se ora che finalmente è stato sdoganato questo concetto, si possa fare un salto indietro alle precedenti sentenze di condanna?

Tenendo sempre conto di quanto sia tristissimo non accettare le assoluzioni.
E’ il segno distintivo di un giustizialismo che oltraggia il diritto e non punta ad una Giustizia che sia Giusta, bensì ad una giustizia contra personam (e non importa chi sia la “personam”)…

Ma ormai abbiam capito: il lupo ha imparato a fare “beeeeee”!

Annunci
Comments
2.751 Responses to “Parola di Roberto Saviano”
  1. ............. ha detto:

    Ma dimmi il palloncino l’hai comprato?

    1 Può una non velocità andare più veloce di una non velocità? Può l’espansione spaziotemporale mettersi in competizione con le velocità che ha al suo interno (per esempio galassie e luce)?

    2 Può la cacca mettersi in gara di velocità con cesaruncolo fin quando resta all’interno di cesarucncolo? Cesaruccio dice di sì, non ha dubbi, gli daranno il premio ignobel

  2. Anonimo ha detto:

    “nel senso che a volte rallenta a velocità subluminali, poi accelera di nuovo.”
    indica dove l’avrei scritto, ebete

  3. cesare ha detto:

    sono le galassie ad allontanarsi da noi a velocita’ che puo’ essere anche maggiore di c…la luce viene verso di noi e viaggia sempre a c, eppure ci puo’ aver raggiunto, anche se Sagra non capisce perche’
    siete meravigliosi nella vostra stupidita’ 🙂

  4. cesare ha detto:

    “Per cesaruncolo la velocità della luce nel vuoto, cioè c, che si trova nel contesto spaziotemporale in espansione delle galassie di confine, è pù veloce della velocità della luce nel vuoto, cioè c, che si trova nel nostro contesto spaziotemporale non in espansione…”
    No, caro Sympa, sei tu che applichi alla luce la somma della velocita’ di trascinamento. La luce viaggia a c rispetto a qualsiasi SRI. Ma non ci arrivi proprio :))))))))))))

  5. Sagra ha detto:

    @ Cesaronzo, ondivago stronzo.

    “…Alcune galassie si sono allontanate da noi piu’ di c per il tempo cosmologico, quindi nelle opportune variabili hanno regredito ad una velocita’ maggiore di c a tutti gli effetti. Noi possiamo saperlo grazie al fatto che il rate di espansione non e’ costante e l’informazione e’ potuta giungere a noi…”

    Cesaronzo ci ha comunicato una importante novità: L’espansione dell’Universo varia la sua velocità.

    Alcuni fisici importanti hanno affermato che l’espansione è in accellerazione positiva, ovvero aumenta sempre. Ed ora il nostro novello genio ci comunica che l’espansione è ondivaga, nel senso che a volte rallenta a velocità subluminali, poi accelera di nuovo.

    Credo sia opportuno un chiarimento da parte del novello Einstein della fisica italiana, sempre che poi non divaghi come al solito davanti alle cagate pazzesche che tira fuori per cavarsi dìimpaccio.

    Forza Cesaronzo, spiegaci come funziona questo Universo che si espande, poi rallenta, poi riaccelera, per poi rallentare di nuovo, etc, etc, etc…

  6. ............. ha detto:

    cesaruncolo non possiede palloncini, ma li vendono anche ai non bambini…. basta soffiare, basta inflare il palloncino e ci si rende conto come funziona l’espansione dello spazio…. basta segnare con una biro due punti nello stesso contesto… un punto c e un punto galassie, c è collocato più avanti rispetto alle galassie perché in locale nello stesso contesto delle galassie è più veloce delle galassie e si vedrà in modo semplice come i due punti procedono o retrocedono, a seconda della collocazione dell’osservatore…. l’inflazione espansiva non farà mai in modo che il punto galassie raggiunga e men che meno superi il punto c… il gonfiamento del palloncino sortirà lo stesso effetto sia sulle galassie che su c. Sarà sufficiente un palloncino alla puerile intelligenza di cesaruncolo? Ho i miei dubbi!

  7. ............. ha detto:

    Il miserrimo cesaruncolo cerca miseramente di arrampicarsi sugli specchi, ma ormai la frittata l’ha fatta

    Per cesaruncolo la velocità della luce nel vuoto, cioè c, che si trova nel contesto spaziotemporale in espansione delle galassie di confine, è pù veloce della velocità della luce nel vuoto, cioè c, che si trova nel nostro contesto spaziotemporale non in espansione… Il ragionamento geniale di cesaruncolo non fa una grinza, ci sono due c.
    Come se non bastasse ha rincarato la dose… nel movimento ondulatorio della luce, il genio cesaruccio ha rinvenuto due c….. un c è rappresentato dall’intera onda di luce, l’altro c si trova nella fase dell’onda, sulla cresta dell’onda… il c della cresta dell’onda secondo cesaruccio è più veloce dell’onda complessiva, cioè dell’altro c. Oh ma come cacchio ha fatto ad arrivare a questo…. deve avere una mente sopraffina….

  8. cesare ha detto:

    “Ma sulle galassie superluminali “c” a che velocità naviga per portarci la lieta novella ”
    ha ragione l’anonimo, continui a chiamare c la luce, ed e’ una cazzata che continua a ripetere anche Sympatros.
    Il problema e’ che sta cosa vi confonde e create un casino pazzesco nelle vostre povere menti…
    c e’ unico.
    Alcune galassie si sono allontanate da noi piu’ di c per il tempo cosmologico, quindi nelle opportune variabili hanno regredito ad una velocita’ maggiore di c a tutti gli effetti. Noi possiamo saperlo grazie al fatto che il rate di espansione non e’ costante e l’informazione e’ potuta giungere a noi, ma Sagra questo non lo capira’ MAI…
    ciao ciao

  9. Sagra ha detto:

    “…Sagra, ma che significa “la velocità di “c”…

    La definizione è precisa e circostanziata:
    “c” è per definizione la velocità massima che la radiazione elettromagnetica può raggiungere nel vuoto ed essa non si somma geometricamente con le altre velocità, ma rimane costante, indipendentemente dalla direzione di propagazione.
    Questo non è un assunto teorico, ma è un fatto dimostrato ed acclarato dall’esperimento di Michelson e Morley.

    Ora accade che i nostro amabile Cesaronzo sostiene a spada tratta che esistono galassie superluminali. La cosa mi potrebbe anche andare bene, se non fosse che le galassie emettono radiazioni di ogni tipo e che noi le conosciamo dalla notte dei tempi perché (prima o poi) un po’ della luce arriva anche a noi; magari dopo qualche miliardo di anni, ma arriva.

    Arriva dopo tanto tempo perché “c” è in realtà maledettamente lenta, quantomeno in proporzione alle dimensioni dello SpazioTempo. Ma arriva !!

    Se ora “c”, che è invariata ed invariabile, viene emessa da una sorgente che viaggia (la parola non piace a Cesaronzo, che fa il purista dei miei coglioni, ma ce ne strafreghiamo allegramente) a velocità superiori a “c”, quando riusciremo a vederla ??

    Cesaronzo afferma e ribadisce che “c” rappresenta la massima velocità dell’informazione e questo significa automaticamente che la sua affermazione vale esattamente quanto il mistero della Concezione di Maria e dell’Angioletto che venne ad annunciarglielo.

    Sappiamo anche (da fonti non confermate) che lo stesso Angioletto venne ad annunciare alla mamma di Cesaronzo che di li a poco avrebbe partorito uno stronzo e possiamo testimoniare che è la sacrosanta verità, almeno secondo l’Evangelista Apocrifo Sagra, che narra minutamente l’esegesi del novello messia stronzo…

    Ma tutto questo resta solo una simpatica amenità sui Massimi Sistemi discussi con un minchia di professore di fisica che non vale un fico secco.

    Resta la domanda fatale: Ma sulle galassie superluminali “c” a che velocità naviga per portarci la lieta novella ????

    A Cesaronzo l’ardua risposta…

  10. ............. ha detto:

    l’anonimo vuol fare il sofistico, c ha già la parola velocità inclusa in sé….. e l’anonimo non sapendo che dire sulla sostanza si attacca alle quisquilie…. chi è l’anonimo?

  11. ............. ha detto:

    Chi sarà mai questo anonimo? Apriti sesamo!

  12. Anonimo ha detto:

    Sagra, ma che significa “la velocità di “c”

  13. ............. ha detto:

    Naturalmente tu cesaruncolo non capisci, l’intuito chi non ce l’ha non se lo può dare, poverino non è colpa tua, ma io sono paziente e ti assicuro che, se tu pigli regolarmente le due pillole qui sotto propinate, fra un’altra decina d’anni potrai capire… mi raccomando da assumere prima dei pasti quotidianamente.

    1 Ora facciamo un’ipotesi, mandiamo cesaruncolo, spediamolo nello spaziotempo in espansione con la funzione di riferimento e di osservatore… cesaruccio vedrà c andare a 300000 km al secondo, anche in quel contesto…… ma le galassie che ivi si trovino le vedrà andare a più di 300000 km al secondo? Non diciamo cazzate, le galassie pur trovandosi in uno spazio in espansione non andranno mai più veloci di c, cioé della velocità della luce nel vuoto che si trovi in quel contesto. Vuol dire quindi che le galassie non andranno mai più veloci di c, dovunque si trovi c.

    2 Cos’è che potrebbe andare più “veloce” di c, veloce tra virgolette? L’espansione dello spaziotempo potrebbe andare più veloce di c….ma questo è un discorso assurdo, perché per mettere in competizione la “velocità” dell’espansione con le velocità che hanno al suo interno le altre velocità ( galassie luce), si deve fare un’operazione impossibile, non si può collocare niente al di fuori dello spazio… e fin quando gli oggetti con le loro velocità restano all’interno dello spazio-espansione usufruiscono tutti in modo analogo degli effetti dell’espansione…. allo stesso modo che la cacca di cesaruccio, fin quando resterà all’interno di cesaruccio, andrà alla stessa velocità di cesaruccio-espansione

  14. Sagra ha detto:

    Adesso rispondi seriamente, sempre se ne sei capace:
    Qual’è la velocità di “c” emessa dalle galassie superluminali ???
    Forza bello, facci vedere come ragioni, che la cosa si fa interessante.
    Non divagare, come tuo solito.
    Vogliamo solo un numero, senza sfarfallamenti o cazzatelle usuali.

  15. Sagra ha detto:

    @ Cesaronzo scivoloso stronzo.

    “…Sono le galassie che possono avere una velocita’ definita rispetto al tempo cosmologico e alla distanza propria, che sono variabili non locali!…”

    E dalli !! Fai lo scemo per non andare alla guerra, avrebbero detto in tempi remoti.

    Quello che dici potrebbe andare bene per velocità >”c”, che ne trasporta l’informazione.

    Per velocità “supposte o ipotizzate” maggiori di “c”, non ci sarà mai il modo di appurarlo, visto che vanno più veloci dell’informazione.

    Ergo la tua suggestiva ipotesi resta un’ipotesi e le relative supposte te le puoi infilare su per culo.

    I tuoi poveri studenti hanno capito che sei uno scemo di potere e finché non ti si leveranno dai coglioni devono abbozzare e dare il contentino allo scemo di turno.

    Perché non provi ad indovinare chi sarebbe lo scemo turno ???

  16. cesare ha detto:

    “Perché non ci provi ???”
    Io ci sto provando da quasi dieci anni…eppure tutti gli studenti normodotati lo capiscono in due lezioni.
    Potreste porvi qualche domanda sulla vostra capacita’ di comprensione

  17. cesare ha detto:

    ” uno che che si trova in locale e un altro che si trova in NON locale”
    sei peggio di una capra! No! c e’ unica!
    Sono le galassie che possono avere una velocita’ definita rispetto al tempo cosmologico e alla distanza propria, che sono variabili non locali!
    c e’ sempre c e solo tu dici il contrario.
    Non e’ vero che niente possa superare c: ad esempio la velocita’ delle galassie definita in questo modo puo’. Questa e’ fisica, le tue sono speculazioni ad cazzum 🙂

  18. Sagra ha detto:

    “…Sagra, se lui ha fatto una domanda e’ perche’ non ha capito, coglione! E io ti ho postato la risposta, capra del caucaso!…”

    Lui non lo ha capito e con molta onestà lo ammette, essendo un fisico serio.
    Tu invece che hai capito tutto, non riesci a spiegarcelo.
    Perché non ci provi ???

  19. Sagra ha detto:

    Cesaronzo, caparbiamente sempre più stronzo.

    Ma queste galassie in espansione a velocità superiori a “c” emettono luce, radiazioni e quello che ti pare ???

    E a che velocità corre la radiazione che emettono ???

    Oppure non emettono un beneamato cazzo e pertanto è come se non esistessero ???

    Rispondi Cesaronzo dei miei coglioni, se ne sei capace…

  20. ............. ha detto:

    Ma sei completamente scemo…. bene con questa affermazione sei ritornato coerente… bravo il premio te lo daranno di sicuro, continua ad essere coerente…. sei ritornato ad affermare la tua scoperta e cioè che secondo te ci sono due c…. uno che che si trova in locale e un altro che si trova in NON locale. Pur essendo momentaneamente ritornato coerente, non c’è possibilità che tu diventi acuto.
    Dico da anni che le galassie che si trovino in uno spazio in espansione non sono e non possono essere più veloci della velocità della luce nel vuoto, cioè di c che si trovi nello stesso contesto, cioè in locale….. sono NON LOCALMENTE separati. Ergo la velocità della luce in uno spazio in espansione è superiore alla velocità delle galassie, quindi c>galassie.
    Ma STUPIDAMENTE rispondi e dici che le galassie in uno spazio espanso sono più veloci di c che si trovi in un altro luogo, in differente locale ( in NON LOCALE). Ma la tua cucuzza non si rende conto dell’enorme cazzata che stai dicendo…. stai dicendo che ci sono due c, ma tontolone la velocità di c è sempre quella, cioè 300000 km al sec….. Hai capito… no non hai capito, non ti preoccupare perché io sono paziente, anche se per te repetita NON iuvant

    1 Ora facciamo un’ipotesi, mandiamo cesaruncolo, spediamolo nello spaziotempo in espansione con la funzione di riferimento e di osservatore… cesaruccio vedrà c andare a 300000 km al secondo, anche in quel contesto…… ma le galassie che ivi si trovino le vedrà andare a più di 300000 km al secondo? Non diciamo cazzate, le galassie pur trovandosi in uno spazio in espansione non andranno mai più veloci di c, cioé della velocità della luce nel vuoto che si trovi in quel contesto. Vuol dire quindi che le galassie non andranno mai più veloci di c, dovunque si trovi c.

    2 Cos’è che potrebbe andare più “veloce” di c, veloce tra virgolette? L’espansione dello spaziotempo potrebbe andare più veloce di c….ma questo è un discorso assurdo, perché per mettere in competizione la “velocità” dell’espansione con le velocità che hanno al suo interno le altre velocità ( galassie luce), si deve fare un’operazione impossibile, non si può collocare niente al di fuori dello spazio… e fin quando gli oggetti con le loro velocità restano all’interno dello spazio-espansione usufruiscono tutti in modo analogo degli effetti dell’espansione…. allo stesso modo che la cacca di cesaruccio, fin quando resterà all’interno di cesaruccio, andrà alla stessa velocità di cesaruccio-espansione

  21. cesare ha detto:

    Sympa, tu non ti rendi conto (perche ‘sei ignorante e scemo) che stai dicendo semplicemente che due oggetti NON LOCALMENTE separati tra loro non possono avere velocita’ relativa maggiore di c.
    Ed e’ cio’ che vi dico da 10 anni.
    Ma dire che le galassie non si possono allontanare a velocita’ maggiore di c arrampicandoti sugli specchi sulle non velocita’ (tue definizioni improvvisate e che fanno un po’ tenerezza) e’ una sonora cazzata.
    Come dire che niente in assouto possa superare c 🙂

  22. cesare ha detto:

    Sagra, se lui ha fatto una domanda e’ perche’ non ha capito, coglione! E io ti ho postato la risposta, capra del caucaso!
    Certo che viene osservato il redshift!

  23. Sagra ha detto:

    Per il solito Cesaronzo di merda.

    Dal sito che hai pubblicato e che come al solito non sai nemmeno leggere:

    “…If a galaxy used to be within the observable universe, we can measure photons from that galaxy reaching Earth despite that that galaxy may be currently outside the observable radius of the universe. Galaxies can be projected as travelling faster than light due to the expansion of space, but I haven’t seen that we can directly measure them as doing such since the redshift of photons is proportional do the amount of space that is expanding between us and a certain distance…”

    “…but I haven’t seen that we can directly measure them…”

    “…but I haven’t seen that we can directly measure them…”

    “…but I haven’t seen that we can directly measure them…”

    “…but I haven’t seen that we can directly measure them…”

    Studia, capra di un sottoprodotto dell’università italiana !!!

    E vai a cagare…

  24. Sagra ha detto:

    @ Cesararazzo, sublime coglionazzo

    “…Niente supera c e’ una frase da bar e non un principio fisico.
    Alcune galassie si allontanano da noi a velocita’ maggiore di c…”

    Niente supera “c” è una frase pubblicata da fior di fisici che evidentemente frequentano anche i bar, mentre tu sei una sottocategoria di professore di fisica che frequenta solo i cessi, visto che non riesci a fornire il minimo supporto logico alle tua roboanti affermazioni. Sei il classico professore di merda, autoritario, ignorante e capace solo di di far valere il titolo, privo di consistenza e di spessore professionale.

    Che alcune galassie superino “c” è una ipotesi non dimostrabile, perché non ne avremo mai l’informazione, che è legata alla velocità di “c”. Pertanto la tua affermazione è dogmatica, ipotetica e contraddittoria. Sono anni che provi a darla per scontata, ma l’unica cosa che sai rispondere alle domande imbarazzanti è un “salviniano” “studia!!”. Esortazione del cazzo, fatta da una merda come te, incapace di spiegare la materia che pretendi di conoscere.
    Tu e Salvini fate a gara a chi è più stronzo e tu riesci sempre a superarlo nel tuo campo.

  25. ............. ha detto:

    1 cesarucnoclo è un autolesionista, riporta cose che gli danno torto… le galassie portano o non portano informazione? Portano quintalate di informazione, non potranno mai essere più veloci di c, cosa stupidamente affermata da cesaruncolo.

    2 Può una non velocità andare più veloce di una non velocità? Può l’espansione spaziotemporale mettersi in competizione con le velocità che ha al suo interno (per esempio galassie e luce)?

    3 Può la cacca mettersi in gara di velocità con cesaruncolo fin quando resta all’interno di cesarucncolo? Cesaruccio dice di sì, non ha dubbi, dice può non potrebbe, gli daranno il premio ignobel

  26. cesare ha detto:

    “take a flashlight and rotate it. The beam spot at a distance of, say, 1LY, is perceived to be moving at 2π∗c , but no actual energy or information is travelling at that speed.” Carl Witthoft
    https://astronomy.stackexchange.com/questions/25954/so-where-are-these-measurements-of-galaxies-moving-faster-than-light
    capre, ce la fate a capire che non e’ corretto dire che niente superi c, ma e’ necessario specificare che energia ed informazione (massa, segnale, ecc…) non possono superare localmente la velocita’ della luce nel vuoto: questo e’ il principio di causalita’ in TRR.
    Alcuni fatti:
    Niente supera c e’ una frase da bar e non un principio fisico.
    Alcune galassie si allontanano da noi a velocita’ maggiore di c.
    Sagra e Sympatros non capiscono un cazzo (non solo di fisica, purtroppo).

  27. cesare ha detto:

    ” c’è un “potrebbe” e ti ho pure spiegato perché non può”
    puo’ eccome, coglionazzo

  28. cesare ha detto:

    “Hai affermato decine di volte che il massimo dell’informazione possibile ci giunge con “c”, per poi sentenziare che esiste la “prova evidente” che nell’Universo in espansione le galassie si muovono a velocità superiori a “c”.”
    Localmente, sagretto…localmente il limite della velocita’ di propagazione dell’informazione e’ c.
    Studia, capra

  29. ............. ha detto:

    Chi tace acconsente… cazzoro tace, ergo acconsente… anche lui ha capito che cesaruncolo dice cazzate!

  30. Sagra ha detto:

    Santoronzo da l’impressione di aver capito…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

  • Tieniti aggiornato: ISCRIVITI!


  • SOSTIENI IL BLOG!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: