Parola di Roberto Saviano

Sono mesi che non scrivo.
Ammetto di aver perso (quasi del tutto) ogni interesse verso le questioni politiche e giudiziarie che per anni hanno tenuto vivo e insieme affossato il nostro Paese.
Ma ci sono ancora avvenimenti in grado di solleticare il mio spirito critico (nonchè polemico) e a rispolverare i mai sopiti convincimenti che davvero il lupo si traveste da agnello. E non si vergogna a puntare il dito contro gli altri animali.

Succede così che, sul caso Ruby, si possono leggere dichiarazioni di questo tenore:

Le sentenze vanno accettate ma allo stesso tempo non si può cedere alla logica poco democratica, secondo la quale non potrebbero essere commentate. Come ogni azione umana, come ogni azione pubblica che produce effetti sulla vita di ciascuno, anche le sentenze possono essere commentate. (cit)

Fabrizio Cicchitto? Sandro Bondi? Renato Brunetta? Nicolò Ghedini?
No….
Parola di Roberto Saviano!
Amen.

Proprio non gli è andata giù che la procura abbia perso 7 a 0. Peggio del Brasile nella semifinale mondiale, che almeno un gollettino l’aveva segnato.
Stavolta non c’è niente a cui appellarsi. Nemmeno una piccola prescrizione, una legge per aggiustare i processi, un acquisto di giudici…nulla.

Ma allora perchè questo ribaltamento totale di ciò che ci era stato detto fino a pochi mesi fa?
Un cappottamento ideologico, che probabilmente necessiterà dell’intervento di qualche esperto neuropsichiatra/chirurgo.

Domande a cui nemmeno il miglior Giacobbo saprebbe dare risposta.

Fatto sta che il Vate ha parlato!
Mi chiedo, dunque, se ora che finalmente è stato sdoganato questo concetto, si possa fare un salto indietro alle precedenti sentenze di condanna?

Tenendo sempre conto di quanto sia tristissimo non accettare le assoluzioni.
E’ il segno distintivo di un giustizialismo che oltraggia il diritto e non punta ad una Giustizia che sia Giusta, bensì ad una giustizia contra personam (e non importa chi sia la “personam”)…

Ma ormai abbiam capito: il lupo ha imparato a fare “beeeeee”!

Comments
3.469 Responses to “Parola di Roberto Saviano”
  1. Sagra ha detto:

    Per l’anonimo volpino:

    “…L’entanglement quantistico, un complesso e misterioso fenomeno della meccanica quantistica, definito da Einstein come “spaventosa azione a distanza”, è stato oggi fotografato per la prima volta da un team di fisici dell’università di Glasgow, nel Regno Unito. Il gruppo ha mostrato la prima immagine della strana interazione fra le particelle che è alla base fenomeno e del funzionamento dei computer quantistici…”

    L’entaglement quantistico funziona solo a brevi distanze.
    L’entanglement quantistico non trasporta informazione.
    Per avere uno straccio d’informazione è necessario codificarlo allo stesso modo dei bit del computer.

    Credo di riuscire ad immaginare chi sia l’anonimo volpino..

  2. Sagra ha detto:

    Venuto allo scoperto, il nostro ineffabile Cesaronzo continua con il solito ritornello da sofista del tubo.

    ” Ma nessuno, tanto meno Einstein si è mai sognato di postulare che niente superi c.”

    A parte il fatto che il WEB è strapieno di fisici veri, istituti di ricerca seri ed elitari, studiosi di varia provenienza che pubblicano allegramente “NIENTE e più veloce di c”, resta la palese contraddizione della mistifica correzione che propone, giusto per salvare le apparenze di un professore abborracciato colto in fallo.

    “…c è unico e ben definito e non può essere superato dalla velocità di propagazione dell’informazione, se è vero il principio di causalità…”

    In questa proposizione, degna di un leguleio di bassa lega il cui unico scopo è quello di darsi una immeritata importanza, giusto per far vedere “che ci sono anch’io”, non c’è assolutamente nulla di nuovo.

    Un inutile giro di parole per affermare che NIENTE supera “c”.

    Se poi al di fuori di quel NIENTE ci si vuol mettere tutto quello che fa parte di un mondo ipotetico e privo di qualsiasi possibilità di riscontro, si esce dalla scienza e si entra nel mondo della fantasia.

    Ma questo è un altro discorso…

  3. ............... ha detto:

    cesaruncolo per dimostrare che non si può postulare come principio il niente supera c, ha portato tra l’altro un esempio, quello della velocità di fase… così facendo non si è accorto di aver favorito la proliferazione degli c… come minimo ha inventato due c, come umilmente ho cercato di spiegarglielo nei post precedenti.
    Il secondo esempio che ha portato è quello delle galassie di confine, che, secondo lui, nonostante portino quintalate di informazione, superano c in velocità, insieme alla velocità di fase ai sogni alle ombre e naturalmente ai takioni… non si capisce se solo i takioni maschi o anche le takione!

  4. ............... ha detto:

    Siccome cesaruncolo, A SUA INSAPUTA, ha fatto una scoperta geniale e siccome io sono buono cercherò di spiegargliela.

    L’onda di luce nel vuoto, correndo nel vuoto, si può chiamare c, quindi è uguale a c

    La fase dell’onda di luce nel vuoto fa parte di c e si può chiamare c

    Se la fase, come vuole il genio cesaruncolo, è più veloce di c

    Ne consegue che c>c

    NB Ho trovato l’ultima risposta di cesaruncolo molto pacata, che si sia rinsavito e che voglia dare un termine alla galattica querelle?

  5. Cesare ha detto:

    c è unico e ben definito e non può essere superato dalla velocità di propagazione dell’informazione, se è vero il principio di causalità. Ma nessuno, tanto meno Einstein si è mai sognato di postulare che niente superi c.

  6. Sagra ha detto:

    @ Cesaronzo, gioca sempre a fare lo stronzo. (E ci riesce benissimo !!!)

    “… grazie che posti cose che non conosco🤣…”

    Il vero, drammatico, penoso problema non è tanto che non le conosci, quanto quello che non le hai mai capite e non le capirai mai.

    Ti contraddici in continuazione. Inventi fandonie che sono state ampiamente sputtanate da veri fisici che le hanno pubblicate con sul WEB.
    Ogni volta che te le facciamo notare, ti resta solo la vanagloria del classico “accademico del cazzo”, bolso, becero ed ignorante, che grazie al culo della sorella ed alle leccate al Barone di turno è riuscito a guadagnarsi un piccolo posto al sole.

    Fai il “gallo sulla monnezza”, come si dice a Napoli, ma sei la chiavica dei fisici.

    Ricordati che in Italia il “posto al sole” non lo levano a nessuno, neanche ad un coglione come te…

  7. ............... ha detto:

    fantasie in libera uscita sulla velocità di fase, frutto delle scoperte geniali di cesaruncolo

    Immaginando un punto, un luogo geometrico, sull’onda.. quel punto arrivando sulla cresta dell’onda va più veloce dell’onda, ma quel punto è un punto, ha un valore geometrico, non porta segnale… l’unica velocità reale è la velocità dell’onda.

    Immaginando un punto sulla lunghezza del serpente, arrivando sulla cresta dell’onda nel serpeggiare del serpente, quel punto immaginato va più veloce del serpente…ma l’unica velocità reale è quella del serpente

    Immaginando un punto sulla cresta dell’onda, di un’onda di luce nel vuoto.. quel punto va più veloce dell’onda di luce nel vuoto, quel punto cioè andrebbe più veloce di c, cioè di se stesso… arriveremmo sempre a c supera c… perché quel punto fa sempre parte di c…. ma c non può essere superato nemmeno da se stesso!

    Cesaruncolo è un genio, ha inventato due c!

  8. Cesare ha detto:

    Sagra, tesoro, grazie che posti cose che non conosco🤣…ma ti rendi conto di quanto sei scemo? No, non puoi rendertene conto. Ma una persona normale che vedesse un fotografo convinto di spiegare ad un fisico la relatività ristretta riportandogli cose che costui conosce benissimo, e infatti gliele sta ripetendo da un decennio, secondo me riderebbe assai.
    E l’altro cretino che si firma coi puntini continua a cercare di attribuire agli altri presunte contraddizioni per la sua incapacità di comprendere che la velocità di fase può tranquillamente superare c senza violare la ristretta.

  9. Sagra ha detto:

    Cesaronzo non demorde. Sopravvissuto al COVID19 ritorna più rimbambito che mai.

    Leggi, caro Cesaronzo. E cerca di darti pace:

    “…Altre sorprendenti conseguenze sono date dal fatto che, a velocità relativistiche, cioè paragonabili a quelle della luce, si riscontrano una dilatazione dei tempi (il tempo scorre più lentamente), una contrazione delle lunghezze (la lunghezza di un corpo diventa minore) e un aumento della massa degli oggetti.

    Immaginiamo di metterci in viaggio a bordo di un’astronave e di allontanarci da un orologio che segna una precisa ora, per esempio le 11. Poiché all’inizio stiamo viaggiando a velocità di poco inferiore a quella della luce, osserviamo che le lancette dell’orologio si muovono tanto più lentamente quanto più ci avviciniamo alla velocità della luce e una volta raggiunta le vedremo arrestarsi, fino a segnare sempre la stessa ora. Se invece riuscissimo a viaggiare a una velocità superiore della luce vedremmo le lancette scorrere all’indietro, finendo per essere trasportati nel passato. Quest’ultima ipotesi, ovvero viaggiare nel passato, ci suggerisce l’impossibilità di superare la velocità della luce. Infatti, se ciò fosse possibile verrebbe a cadere il principio di causalità, secondo il quale l’effetto non può mai precedere la causa.

    In questo ipotetico viaggio abbiamo trascurato di dire cosa accade alle lunghezze. A velocità prossime a quella della luce osserveremmo le lunghezze di un ipotetico regolo accorciarsi sempre di più, fino a diventare pari a zero quando il nostro tachimetro segnerà 300000 km/s. Nel caso riuscissimo a viaggiare più velocemente, il valore che misureremmo sarebbe immaginario. L’interpretazione fisica di quest’ultimo risultato conferma ancora una volta che la velocità della luce è una velocità limite.

    Per spiegare cosa accade alle masse bisogna introdurre la famosa formula della relatività ristretta che stabilisce l’equivalenza materiale tra massa (m, massa a riposo) ed energia (E, energia totale meccanica del corpo), ovvero E=mc2 (mc2, energia a riposo). In pratica, secondo questa formula, se un corpo assorbe una quantità di energia E, la sua massa non rimane la stessa, ma aumenta della quantità E/c2; viceversa, la massa del corpo diminuisce se perde energia, per esempio emettendo luce.

    In particolare, se il corpo, dotato di una certa massa, cerca di raggiunge la velocità della luce, l’energia fornita per accelerarlo verrà convertita in materia, portandolo ad assumere un massa via via crescente, fino a raggiungere un valore enorme e quindi l’impossibilità ad accelerarlo. Quest’ultimo caso mette ulteriormente in evidenza l’impossibilità per un corpo dotato di massa di raggiungere o superare la velocità della luce…”.

  10. ............... ha detto:

    Cesaruncolo ha ragione nel dire che niente supera c come principio non regge, l’ha pure dimostrato… difatti lui ha trovato qualcosa che supera c… ha trovato un c che supera c nella velocità di fase dell’onda di luce che corre nel vuoto, c>c! E’ un genio!

  11. Cesare ha detto:

    Non è vero che niente superi c, c è la massima velocità di propagazione di massa energia ed informazione…ma Einstein, che non era scemo come Sympatros, non ha mai scritto da nessuna parte che niente superi c

  12. Anonimo ha detto:

    Un’altra cosa che è stata fatta più velocemente della luce è Il processo a berlusconi…finalmente i giudici stanno parlando 😊

  13. ............... ha detto:


    Laboratorio del Gran Sasso, registrati segnali anomali nella caccia alla materia oscura: sono gli assioni?
    https://www.corriere.it/scienze-ambiente/20_giugno_18/sotto-gran-sasso-osservati-segnali-anomali-caccia-materia-oscura-7843bf4c-b127-11ea-842e-6a88f68d3e0a.shtml

    Memori dei neutrini superluminali, è bene andare cauti!
    Colgo l’occasione per ricordarvi che, allo stato attuale, niente è più veloce della velocità della luce… checché ne pensi cesaruncolo!

  14. Cesare ha detto:

    Buona Pasqua a voi

  15. Sagra ha detto:

    @ Santoro
    Perlomeno sei vivo. Oggi sono uscito per la prima volta dopo 6 settimane di arresti domiciliari, andando al supermercato. Felice di fare 80 minuti di fila a distanza di sicurezza. Sommati a circa 50 minuti per completare la spesa. Niente agnello e niente farina. Ci consoleremo con il gateu di patate.
    Auguri a tutti di Buona Pasqua e tenevi bene in salute, che dopo riprendiamo alla grande.

  16. Santoro ha detto:

    Santoro è in istato di reclusione, ci mancano i ferri …

    auguri di buona pasqua a tutti.

  17. Sagra ha detto:

    Che fine ha fatto Santoro ???

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

  • Tieniti aggiornato: ISCRIVITI!


  • SOSTIENI IL BLOG!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: