Parola di Roberto Saviano

Sono mesi che non scrivo.
Ammetto di aver perso (quasi del tutto) ogni interesse verso le questioni politiche e giudiziarie che per anni hanno tenuto vivo e insieme affossato il nostro Paese.
Ma ci sono ancora avvenimenti in grado di solleticare il mio spirito critico (nonchè polemico) e a rispolverare i mai sopiti convincimenti che davvero il lupo si traveste da agnello. E non si vergogna a puntare il dito contro gli altri animali.

Succede così che, sul caso Ruby, si possono leggere dichiarazioni di questo tenore:

Le sentenze vanno accettate ma allo stesso tempo non si può cedere alla logica poco democratica, secondo la quale non potrebbero essere commentate. Come ogni azione umana, come ogni azione pubblica che produce effetti sulla vita di ciascuno, anche le sentenze possono essere commentate. (cit)

Fabrizio Cicchitto? Sandro Bondi? Renato Brunetta? Nicolò Ghedini?
No….
Parola di Roberto Saviano!
Amen.

Proprio non gli è andata giù che la procura abbia perso 7 a 0. Peggio del Brasile nella semifinale mondiale, che almeno un gollettino l’aveva segnato.
Stavolta non c’è niente a cui appellarsi. Nemmeno una piccola prescrizione, una legge per aggiustare i processi, un acquisto di giudici…nulla.

Ma allora perchè questo ribaltamento totale di ciò che ci era stato detto fino a pochi mesi fa?
Un cappottamento ideologico, che probabilmente necessiterà dell’intervento di qualche esperto neuropsichiatra/chirurgo.

Domande a cui nemmeno il miglior Giacobbo saprebbe dare risposta.

Fatto sta che il Vate ha parlato!
Mi chiedo, dunque, se ora che finalmente è stato sdoganato questo concetto, si possa fare un salto indietro alle precedenti sentenze di condanna?

Tenendo sempre conto di quanto sia tristissimo non accettare le assoluzioni.
E’ il segno distintivo di un giustizialismo che oltraggia il diritto e non punta ad una Giustizia che sia Giusta, bensì ad una giustizia contra personam (e non importa chi sia la “personam”)…

Ma ormai abbiam capito: il lupo ha imparato a fare “beeeeee”!

Comments
3.042 Responses to “Parola di Roberto Saviano”
  1. Sagra ha detto:

    @ Cesarazzo fisicuccio da strapazzo

    “…ma la smetti di inventare la fisica? Che cazzo dici???…”

    Qui se c’è uno che s’inventa la fisica sei proprio tu !!

    La definizione di velocità in fisica classica è rappresentata da un vettore. Il che significa che viene definita con un segmento orientato di retta che ha una precisa lunghezza ed un direzione.
    In fisica classica le velocità si sommano algebricamente.

    ===

    Nella TRR questo accade solo ed esclusivamente per velocità inferiori di parecchi ordini di grandezza a “c”.
    Quando le velocità in questione si avvicinano a “c”, le cose cambiano parecchio, ti piaccia o no!!

    Nessuno mette in discuscussione l’ipotesi che l’Universo sia in espansione ultraluminale, ma questo crea dei problemi gravi, perché l’ipotesi (perché tale resta, non essendoci prove dirette, ma solo indotte!!!) non può al momento essere comprovata per il semplice motivo che se il confine di espansione ha superato “c”, nulla più ci può raggiungere come informazione e perciò come prova.

    In tutto questo la tua “velocità di espansione” è un controsenso, perché viola la definizione stessa di velocità, essendo proprio uno dei componenti della velocità a modificarsi.
    E quì, al di là delle discussioni su ciò che “può essere”, si vede tutta la tua arrogante spocchia da professore dei miei coglioni, perché è inammissibile che in uno spazio che varia nel tempo tu mi faccia competere una pietra miliare della fisica moderna come “c”.
    La luce che viaggia negli spazi ultraluminali appartiene ad un altro universo, ma anche in un altro universo non abbiamo motivo di pensare che esista qualcosa che la superi.

    Il tuo errore sta nel voler paragonare universi incompatibili fra loro.

    Ma sei troppo stronzo per riuscire a capirlo…

  2. .............. ha detto:

    Nello stesso spazio espanso delle galassie, per un osservatore IN LOCALE , i fotoni che ivi si trovino vanno a velocità maggiore delle galassie…. e l’eventuale NON velocità della recessione riguarderebbe anche i fotoni che vanno nella stessa direzione dell’allontanamento delle galassie, i fotoni vanno cmq e sempre più veloci delle galassie. Cesarucolo invece e a sua insaputa afferma che un osservatore in LOCALE nello stesso spazio espanso delle galassie vedrebbe le galassie andare più veloci e invece i fotoni si fermerebbero e tornerebbero indietro… secondo me gli daranno l’Ignobel.

  3. cesare ha detto:

    Ragazzi, potete insistere quanto volete con le vostre invenzioni di velocita’ che non sarebbero velocita’.
    L’astrofisica e’ chiara: la velocita’ di recessione di alcune galassie puo’ superare c e questo non da’ alcun problema alla Ristretta, in quanto essa e’ una teoria locale.
    Non ci sono paradossi causali in quanto nessuna informazione viaggia localmente a v>c in modo che possa esser comunicata tra osservatori inerziali. Ma due galassie lontane in un universo in espansione eccome che si allontanano a v>c quando il redshift supera un certo valore. Potete chiederlo a chiunque, senza bisogno di invocare concetti non fisici come le vostre non-velocita’.
    La velocita’ di fase e’ una velocita’.
    La velocita’ di recessione delle galassie e’ una velocita’.
    Alcune velocita’ possono superare c senza dar luogo a paradossi causali, in quanto il principio di causalita’ in relativita’ e’ ben chiaro e ve l’ho enunciato ormai centinaia di volte.
    Dire che niente superi c e’ una frase da bar che nulla ha a che fare con i principi fodnamentali della relativita’, che voi non solo non conoscete, ma vi rifiutate di recepire.
    Perche’ siete scemi

  4. cesare ha detto:

    “Se lo spazio si allarga cambiano le regole e pertanto”
    ma la smetti di inventare la fisica? Che cazzo dici???

  5. .............. ha detto:

    ….. viaggia insieme a “c” e cessa di esistere quando non c’è “c”. Pertanto non puoi metterla in competizione con “c” quando si cerca qualcosa che sia più veloce di “c”.

    efficace, concisa e chiara

  6. Sagra ha detto:

    @ Cesaronzo monotono stronzo.

    “…Anche la velocita’ di fase in mezzi con n<1 e la velocita' di recessione di galassie lontane…"

    Ti abbiamo pazientemente spiegato che la velocità di fase è una derivata di "c", viaggia insieme a "c" e cessa di esistere quando non c'è "c". Pertanto non puoi metterla in competizione con "c" quando si cerca qualcosa che sia più veloce di "c".
    Per farti capire il paragone, se non volessimo cercare uno più stronzo di te, non potremmo far competere la tua ombra, che resta pur sempre l'ombra di uno stronzo…

    La velocità di recessione delle galassie non è una velocità, perché la velocità viene definita come la derivata dello Spazio rispetto al Tempo. Se lo spazio si allarga cambiano le regole e pertanto, ammesso e non concesso che avessi ragione, resterebbe invariata la prevalenza di "c" su qualunque cosa riesca a viaggiare nel nostro Universo.

    In realtà non hai ragione neanche se te la regalassimo, perché dimentichi che nella TRR lo Spaziotempo è una entità indivisibile e pertanto in uno Spazio che si espande a velocità superiori a "c" si deve ammettere che la freccia del Tempo si modifichi in modo sostanziale, non escludendo che possa addirittura invertire la sua direzione.

    Come ben vedi, gira e rigira, la tua affermazione è contraddittoria e priva di significato all'interno della TRR, mentre è completamente avulsa da qualunque altra teoria decente che possa sostituirla.

    Ergo, sei un velleitario imbecille, oltre che uno stronzo naturale !!!

  7. .............. ha detto:

    se loro vanno comunque a velocità pari a c, le galassie che sono meno veloci di loro vanno a meno di c…. elementare Watson… lo hai sperimentato pure tu che vanno a meno di c, lo hai sperimentato quando ti ho mandato come osservatore IN LOCALE nello stesso spazio espanso delle galassie e dei fotoni…. In locale, nello stesso spazio espanso, i fotoni che vanno nella stessa direzione dell’allontanamento delle galassie sono più veloci delle galassie e siccome i fotoni vanno a 300000 Kms, le galassie andranno a meno di 300000 Kms… non si scappa… non scappare e non arrampicarti sugli specchi!

  8. cesare ha detto:

    “questi qui non possono andare meno veloci delle galassie”
    loro viaggiano comunque a c! Non ha senso definire per loro una derivata della distanza comovente, cosa che invece e’ legittimo fare per le galassie. Davvero non lo capisci o fai lo scemo?

  9. cesare ha detto:

    Ti rammento che sicuramente l’Arcangelo Gabriele ha superato “c”
    Anche la velocita’ di fase in mezzi con n<1 e la velocita' di recessione di galassie lontane…capra

  10. Sagra ha detto:

    Cesaronzo, ritardato stronzo, ha perso lo smalto lucente dei bei tempi, in cui spandeva stronzate a go go.

    Adesso si limita ad un paio di stronzate al mese e ci lascia in attesa del suo verbo fecale.

    Ti rammento che sicuramente l’Arcangelo Gabriele ha superato “c” quando venne ad annunciare alla tua povera mamma che stava per partorire uno stronzo storico.
    L’episodio biblico è descritto in uno dei Vangeli Apocrifi. “… verrà uno stronzo che insegnerà fisica all’università di Ferrara…”

    Le tragedie dell’umanità trapelano dall’esegesi evangelica.

    E tu sei una tragedia…

  11. .............. ha detto:

    E’ proprio tonto cesaruncolo, i fotoni, anche nello spazio espanso vanno in qualsiasi direzione, ci sono quelli che dallo spazio espanso vengono verso di noi, controcorrente, ma ci sono quelli che nello stesso spazio espanso vanno nella stessa direzione di allontanamento delle galassie… questi qui non possono andare meno veloci delle galassie… pure un bambino lo capirebbe…. per quale recondito e misterioso motivo questi fotoni dovrebbero restare fermi e non accompagnare le galassie nel loro allontanamento…. c’è una luce che dalle galassie viene verso di noi e un’altra che va nella direzione dell’allontanamento delle galassie e che naturalmente è più veloce delle galassie.
    Cesaruncolo non ha capito l’esempio della piscina eppure era semplice….. forse dovevo collocare una lampadina luminosa sulla testa dei due nuotatori che si trovano nella seconda parte della piscina che emanasse, controcorrente, fotoni verso i nuotatori collocati nella prima parte ma anche in favore corrente in direzione opposta, in direzione dell’allontanamento dei due nuotatori.
    Questo blog è uno spasso, peccato che cesaruncolo possa postare soltanto una volta la settimana, ha solo un’ora la settimana per potere postare di nascosto e non visto le sue cretinate settimanali.

  12. cesare ha detto:

    ” invece se ha ragione cesaruncolo avremo qualche speranza di vedere i fotoni ”
    e infatti li vediamo perché hanno “nuotato controcorrente” cosicche’ abbiamo informazione di galassie che si stanno allontanando da noi a v>c. Eppure l’informazione non viaggia localmente a v>c, rispettando il principio di causalita’.
    Ma voi siete davvero stupidi se dopo tanti anni ancora non lo capite.
    Non e’ vero che niente superi c

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

  • Tieniti aggiornato: ISCRIVITI!


  • SOSTIENI IL BLOG!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: