Fidarsi è bene, non fidarsi (di Ingroia) è meglio!

io non mi fido di lui!

Sale e scende da un palco all’altro.
Ha una lingua irrefrenabile ed una gran bella faccia tosta.
Si riempie la bocca del suo sodalizio col giudice Borsellino e non fa altro che sfruttare l’immagine che nel tempo si è costruito e che gli hanno appiccicato addosso di magistrato antimafia.
Pubblica libri e partecipa a trasmissioni.
E’ la toga più in vista del panorama italiano. Una specie di star, con tanto di fans. Non sappiamo se debba difendersi come un rocker da battaglioni di groupies, ma abbiamo la certezza che un intero “popolo” (viola) pende dalle sue labbra. E’ amico di giornalisti (e non solo), con cui va in vacanza e a cui affida le prefazioni dei libri che scrive.
Si dichiara un attivista a difesa della Costituzione. Ed è arrivato già una volta a proporre una sorta di commissariamento da parte dell’UE dei governi in odore di rapporti con una delle associazioni a delinquere che infestano il nostro Paese.
Ha la responsabilità di pentiti come Ciancimino Jr (“l’idolo di AnnoZero”), da cui possono dipendere le sorti di processi giudiziari e politici.
E nonostante ciò, ha tra le mani le inchieste più scottanti della procura di Palermo; tra i faldoni sulla sua scrivania sono evidenziati i nomi più altisonanti della politica italiana degli ultimi 20 anni, accostati a quelli dei più tristemente famosi boss della malavita siciliana.

Sapete cosa penso? Che di un magistrato così non ci si possa fidare.
Nei palazzi di Giustizia non devono stare dei “partigiani”, ma dei servitori dello Stato che facciano dell’imparzialità il loro stile di vita, dentro e fuori le aule dei tribunali.
Come si può rimanere insensibili di fronte a tanta sfrontatezza?
E’ vero: un magistrato è innanzitutto un uomo, con delle convinzioni e delle passioni a cui è giusto non rinunci. Ma questi, in virtù di un solenne giuramento sulla Carta fondamentale del nostro Stato (di diritto), ha il dovere di contenere le proprie esuberanze e le proprie smanie di successo, così come di controllare il suo smisurato ego e le megalomanie di chi si sente un salvatore della Patria.

Il dottor Ingroia, si ricordi che non è stato eletto da nessuno per difenderci da presunti violentatori della Costituzione. Non è nemmeno tra le sue mansioni occuparsi in maniera militante di politici e politica.
Non è un burattino del potere esecutivo, ha ragione. Eppure, non è nemmeno un poliziotto armato di martelletto per giudicare e condannare l’operato politico di un governo!

Sarò schietto: io, di un magistrato come Ingroia, non mi fido.
Chi mi assicura che sia sempre lucido e libero durante il suo lavoro?
Chi mi assicura che, sentendosi in animo di dover combattere il nemico che si è raffigurato, non sia talmente ossessionato da condurre una personale crociata contro una maggioranza o un esecutivo di cui non condivide l’azione riformatrice?
Chi mi assicura che, nel corso di un’inchiesta, raccolga le prove non soltanto per rafforzare l’accusa contro l’indagato?
Chi mi assicura che, durante un procedimento giudiziario, il suo interesse sarà solo quello all’emersione della Verità e non invece di “una” verità, quella che ritiene più utile per eliminare il politico di turno che non sopporta?
Chi mi assicura che non imbeccherà un pentito o non lo proteggerà soltanto perchè grazie ai racconti di quest’ultimo può inchiodare “l’invasore”?

Temo che il signor Ingroia non sia in alcun modo compatibile con la posizione che ricopre nell’Ordinamento del nostro Stato.
Dobbiamo già fare i conti con una Giustizia disastrosa e disastrata. Ma far finta di non vedere i mali che l’hanno ridotta in queste condizioni è assolutamente ingiustificabile!

Comments
203 Responses to “Fidarsi è bene, non fidarsi (di Ingroia) è meglio!”
  1. Filippo Spatola scrive:

    A Marco Caruso vorrei chiedergli , secondo lui chi è il politico italiano che può risposndere a tutte le sue domande ? Chi ? Forse Silvio Berlusconi ? O qualch’altro della sua gang ? Se Ingroia non è credibile,non è affidabile, forse neanche tu lo sei, scrivendo tutte queste idiozie. Rimango dell’opiniione che finchè c’è gente che la pensa come te, questo Paese rimarrà sempre di più nel fango, grazie ai politici che ci hanno governato fino adesso.

  2. Santoro scrive:

    Michele o come altro cazzo ti fa comodo chiamarti.

    Certo che il mio nick racconta qualcosa di me: il mio nick è epigono di colui che per stronzate – cose più piccole di un’offesa – ha mandato pubblicamente altri affanbicchiere.

    Perciò, adeguandomi a cotanto esempio, tutti quelli che vengono qui a insultare il Santoro che non la pensa come loro beccano il vaffabicchiere, e nell’incertezza che tu capisca, il vaffanculo.

    Tu non puoi venire qui, nascosto dal tuo anonimato a dire che uno non ha le palle di Ingroia, di De Magistris, di fare schifo, di puzzare di morto. Tu non puoi offendere per primo un Santoro che non sa se ha mai scambiato commenti con te. Ci sono altri blog sulla rete per fare come hai fatto tu.

    Fattelo spiegare dalla mammina, bischero.

  3. cesare1 scrive:

    “Chiaasà chi è quel simpatico coglione che ci contempla da Udine ???”
    Io no di sicuro!

  4. michele scrive:

    @Santoro scrive:
    4 novembre 2011 alle 20:13
    Sei un cretino, adesso che mi sono firmato cosa cambia? …ma che stupido sei, secondo te il tuo nick racconta qualcosa di te? …cristo quanto sei scemo!

    @cesare1 scrive:
    4 novembre 2011 alle 20:18
    Tu sei un cretino e basta, non serve dimostrarlo come non serve dimostrare che domani ci sarà un’altro giorno…. in cui ti dimostrerai cretino un giorno di più :)))

    Allora scemotti lo volete capire o no che avete torno da sempre e che berlusconi e una testa di cazzo che ha fregato pure voi?..no?! no lo capite?! Allora siete più scemi di quanto si possa immaginare.

  5. Sagra scrive:

    Chiaasà chi è quel simpatico coglione che ci contempla da Udine ???

    Indovina indovinello ???

  6. Sympatros scrive:

    Cesare>fisico>chimico>comico

    Guzzanti> soltanto comico a sua insaputa, è uno scilipoti con la barba!

    Guzzanti politico è ormai finito… alla prossima legislatura non ci sarà….. se finisce Berlusconi, lo sa pure lui che questo è il destino che gli spetta. L’unica cosa che gli resta è il giornalismo e per questo si è venduto l’anima e ha fatto il salto della quaglia!

    E sì è comico, non si rende conto quando parla…. se popolo e territorio gli fa schifo e lui fa parte di popolo e territorio… traete voi le conseguenze logiche!

    http://www.ilvelino.it/agv/news/articolo.php?idArticolo=1469357&t=Camera__Guzzanti__Popolo_e_territorio__Mi_fa_schifo__e_accozzaglia

  7. Sagra scrive:

    Lo Squallore Rosso (pateticamente tinto) contempla mestamente quel che resta del suo amato Berlusca.

    Come mi sento “castigato”…

    Ma andate a cagare insieme a lui, che vi fa tanto bene…

  8. cesare1 scrive:

    http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/topnews/2011/11/04/visualizza_new.html_643787831.html
    Guardate, Sagra e Sympa, che anche il vostro odiato castigatore la pensa come voi sulle sorti di questo governo😀😀😀

  9. cesare1 scrive:

    Anonimo, dicci chi sei, su🙂

  10. Santoro scrive:

    Io sono vivo e vegeto.

    E tu invece hai le “palle” dietro l’anonimato.

    Ma vai a fare in culo, bischeretto🙂

  11. Sagra scrive:

    per Cesaronzo, fortunato stronzo

    “…“Siamo tutti con lui. Almeno quelli onesti…”
    Come te?…”

    Pensa un po’ che fra pochi giorni il tuo amato Berlusca andrà finalmente affanculo e tu smetterai di essere uno stronzo berluscones e tornerai ad essere un normale elettore di Destra.

    La stronzaggine sarà comunque sempre con te, come tara ereditaria.

  12. Anonimo scrive:

    Caruso,Santoro e cesarino, non avete nemmeno un centesimo delle “palle” di Ingroia o di De Magistris e puzzate di morto…
    A quando una bella secchiata d’acqua in faccia per risvegliare un po di buon senso e per purgarvi del berlusconismo? Ma proprio non vi rendete conto di fare schifo, che la verità sulle cose che vengono discusse qui sono evidenti a tutti e che le vostre argomentazioni pelose sono state sputtanate?
    Ma le vostre mamme non vi pigliano a calci nel culetto?

  13. cesare1 scrive:

    “Siamo tutti con lui. Almeno quelli onesti…”
    Come te?

  14. Santoro scrive:

    Riferiscono invece che si tratta di protesta di disoccupati ai quali Giggino aveva promesso lavoro per la raccolta differenziata:

    “Luigi de Magistris contestato, la sua auto blu (ma non aveva promesso di andare in bici?) accerchiata da un gruppo di disoccupati, insulti, pugni contro la berlina con lampeggiante: questa mattina la “rivoluzione arancione” a Napoli ha dovuto fare i conti con la rabbia dei senza lavoro….

    Ma da dove nasce la rabbia dei senza lavoro Semplice: in campagna elettorale De Magistris – secondo quanto sostengono i Bros – aveva prospettato ai disoccupati organizzati in possesso delle necessarie competenze la possibilità di essere impiegati nella raccolta differenziata: un impegno che più volte i leader della lista hanno ricordato al sindaco di Napoli.

    E Giggino, questa mattina, ha dovuto sperimentare sulla sua pelle la durezza della contestazione sociale: “Sei come tutti gli altri !” l’accusa più soft tra quelle, alcune irripetibili, lanciate nei confronti dell’ex pm.”

    Così dice Dagospia: http://www.dagospia.com/rubrica-3/politica/giggino-contestato-de-magistris-fa-i-conti-con-la-rabbia-dei-disoccupati-organizzati-stamattina-31733.htm

    E’ ‘o vero? nunn è ‘o vero?

  15. Sagra scrive:

    per Santoronzo

    “…Che sta succedendo?
    Notizie, please,
    e non il solito ritornello che devo pensare a Berlusca …”

    Te le do io le notizie:

    Giggino a manetta ha incominciato la guerra ai parcheggiatori abusivi ed al grande caos del traffico partenopeo, vera “Forca Caudina” dei napoletani onesti.

    Una guerra senza quartiere a chi ha fatto della “piccola camorra” l’essenza della propria vita.

    Dopo 50 anni di pessime abitudini, non è facile sdradicare “certi privilegi”.

    E Giggino è uomo di coraggio.
    Siamo tutti con lui. Almeno quelli onesti…

  16. Santoro scrive:

    Sagra,

    “Maleparole a tutta forza verso l’ex pm, da settimane bersaglio di una durissima contestazione….E Giggino, questa mattina, ha dovuto sperimentare sulla sua pelle la durezza della contestazione sociale: “Sei come tutti gli altri !” l’accusa più soft tra quelle, alcune irripetibili, lanciate nei confronti dell’ex pm”

    Che sta succedendo?

    Notizie, please,

    e non il solito ritornello che devo pensare a Berlusca🙂

  17. cesare1 scrive:

    “Ciaula, martedì non si vota l’emendamento, ma un’altra cosa”
    Io ho riportato una notizia, Sympa, che cazzo capisci?

  18. Paolo Marani scrive:

    Infatti meglio fidarsi di Straquadagno che spacca le telecamere ai giornalisti….

    Ingroia è un bravissimo magistrato, che criticato da un movimento politico composto quasi esclusivamente da criminali prezzolati non può che esserne valorizzato.

    Io non ho bisogno di decidere se fidarmi o meno di ingroia, la legge parla da se al di la di chi rappresenta le istituzioni, ma sicuramente NON MI FIDO DI VOI. So che Ingroia vuole difendere la costituzione, mentre voi la volete affossare.

    Pensatore, torna nella tua voragine di qualunquismo, lasciaci in pace.

  19. Sympatros scrive:

    Ciaula, martedì non si vota l’emendamento, ma un’altra cosa, sulla quale non per forza bisogna votare contro, basta astenersi e dimostrare che la maggioranza non c’è, se gli astenuti sono numericamente maggiori dei votanti, a quel punto interviene Napolitano. L’emendamento i radicali se vogliono lo possono votare con un altro presidente del consiglio. In questi giorni i suoi “amici” cercheranno di convincere il catramato a cedere in favore di Letta, in modo da non perdere capre e cavoli.

  20. cesare1 scrive:

    “sei nato sfortunato”
    tu sei solo sfortu-nato..impara la semplicita’, caro!
    E comunque vedo che hai recuperato un po’ di memoria…sui muli del Cadore, bravo🙂

  21. Sympatros scrive:

    Mi sto chiedendo…. si sa che chi è dotato di anima intellettiva vive certe situazioni avverse con angoscia e depressione… mi sto chiedendo, cesare sprovvisto di anima intellettiva e avendo a mala pena superato l’anima vegetativa, come vivrà il dramma della caduta di Silvio… quali reazioni inconsulte da uomo di Neanderthal dimostrerà? Nel blog si potrebbe creare un’unità di crisi in supporto psicologico per i berlusconiani del blog, ma con cesaruccio come si farà, gli psicologi non sono adatti allo scopo, la psiche di cesaruccio è solo in embrione… forse ci vorrebbero degli etologi. Io cmq non lo vorrei lasciare solo a se stesso… gli si potrebbe dare un forte sonnifero, così si rincoglionisce più di quello che è, e non capirà e non soffrirà per la perdita di Silvio! Se poi lo vogliamo veder soffrire lo affido a Sagra!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Tieniti aggiornato: ISCRIVITI!


  • SOSTIENI IL BLOG!

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: