I macabri Radicali Italiani.

Con la solita virulenza delle notizie sulla rete, anche il video sulla “dolce morte” proposto dai Radicali Italiani e promosso dall’Associazione Luca Coscioni si sta imponendo all’attenzione degli italiani cui è indirizzato.
In 46 secondi il “perchè” di una scelta definitiva ed una richiesta finale: il governo ascolti la maggioranza del Paese che, secondo un sondaggio Eurispes, sarebbe favorevole all’eutanasia.
Ora, so bene quanto possano essere antitetiche le posizioni dei singoli su un argomento così delicato, ma volevo comunque invitarvi ad una serie di rflessioni sul tema, perchè il messaggio è terribile ed stato lanciato con parole crudeli…
Nel filmato c’è un uomo, un malato terminale, che non si perde in infiniti giri di parole; segue un percorso e lo fa quasi precipitando dalla sua sommità fino al fondo, seguendo una consecutio logica terrificante:

..ho scelto di fare l’università, di studiare ingegneria. Ho scelto di sposare Tina e avere due figli splendidi, ho scelto che macchine guidare, la maglietta che indosso, il taglio di capelli..

La Morte, insomma, considerata alla stessa stregua di una macchina da guidare o di una maglietta da indossare: si dovrebbe poter decidere di lasciare questo Mondo un po’ come si opta per un look piuttosto che un altro.
La Vita secondo la moderna concezione materialistica di un’Umanità senza più valori, senza più sentimenti.
Il proseguio del video è quasi più spaventoso, dal momento che si vorrebbe trasmettere l’idea che decretare anzitempo la fine dei nostri giorni sarebbe un gesto di grandissima generosità nei confronti della famiglia, costretta a soffrire le stesse pene del moribondo.
Eppure, sfido chiunque abbia avuto a che fare con una persona malata a sè cara a confessare d’aver provato il desiderio che quella ci liberasse della sua invadenza.
Piuttosto, il sentimento più comune è quello di pietà e il distacco terreno è vissuto come uno strappo dagli affetti che si vorrebbe rimandare il più a lungo possibile.
Volere la fine delle sofferenze altrui è una cosa; volere la fine delle nostre è tutt’altra…

Così come ci sarebbe da riflettere sul dato che viene citato sul finale: il 67% degli italiani vuole legalizzare la “dolce morte”.
Col filmato di cui vi parlo, però, si fa riferimento ad un tipo di eutanasia che non sono sicuro gli italiani approvino con percentuali così clamorose.
I casi Welby ed Englaro (con le loro differenze, che non starò qui ad elencare) hanno sicuramente sollevato un problema e smosso le coscienze relativamente all’accanimento terapeutico.
Lo stesso Welby, così come il padre di Eluana, chiedevano di interrompere quei trattamenti medici senza i quali non sarebbe stato possibile lasciare in vita due corpi ormai quasi del tutto sopraffatti dalla malattia.
Con questo video, però, i Radicali Italiani, sulla scia delle associazioni internazionali, si spingono oltre, chiedendo invece l’introduzione nel nostro Paese del diritto al suicidio assistito, che ponga fine alla vita di un malato benchè non “costretto alla vita”!

Non si può certo sindacare sulle scelte personali di chi intende metter fine alla propria vita, ma non si può restare impassibili di fronte alla richiesta d’introduzione di una legge contraria ai principi fino ad oggi riconosciuti e difesi dalla nostra cultura e nella nostra società.
Perfino il nostro ordinamento penale è chiaro sul punto: l’omicidio del consensiente è un reato.

Ed ecco come una battaglia giusta, quale può essere intesa quella sull’imposizione di limiti all’accanimento terapeutico e sul rafforzamento delle proprie libertà, si possa trasformare in una macabra campagna contro i valori fondandi la nostra civiltà.

 

Il video…

Comments
113 Responses to “I macabri Radicali Italiani.”
  1. Anonimo scrive:

    Ma allora non capisci nulla di nulla.
    Hai cambiato discorso! Ladro-fesso e pure furbetto ( almeno così credi! ahahah )

  2. cesare scrive:

    Anonimo e Nick,
    io ho riportato una definizione che ho dimostrato esser presente su diversi siti, e’ di tutti non e’ “proprieta’ di Wikipedia”, ci arrivi? Vi ho anche mostrato la definizione originale dalla quale i vari siti italiani, tra cui Wiki, hanno dato traduzioni. E ho riportato la fonte: il libro di Dawkins.
    Nick, torniamo a noi:
    “Ti consiglio di impararlo bene perchè tutte le riviste scientifiche più importanti accettano una pubblicazione solo se è scritta in Latex!”
    Nature e’ una rivista scientifica importante e preferisce pubblicazioni NON scritte in LAtex. Ergo quella che hai scritto e’ una BUGIA, o CAZZATA come preferisci. Punto. Preso atto di questo hai provato a spostare il discorso…benissimo!
    Adesso dici, per aggiungere cazzate e peggiorare la tua figuraccia:
    “Nature non è una rivista di fisica e quindi esula dal discorso.
    Non mi dire che con l’aiuto di qualche tuo amico “esperto” di Medicina hai pubblicato pure su Nature.”
    Se vuoi non te lo dico ;)…comunque, se sei bravino, su Nature pubblichi ricerche di fisica anche senza aiuti da parte di medicina: ti pare che sia una rivista medica?????????
    http://www.nature.com/nature/journal/v467/n7318/pdf/467924a.pdf
    Sei proprio un ignorante completo in tema di riviste scientifiche 😀

  3. Anonimo scrive:

    “I contenuti di Wiki sono dinamici, ce la fai a capirlo??”

    ““Se vuoi usare il materiale di Wikipedia su un sito web, gli ultimi due obblighi sopra scritti possono essere soddisfatti includendo un link alla voce di Wikipedia che si trova su questo sito (it.wikipedia.org), e collocandolo in una posizione che ne consenta un’adeguata visibilità. Devi inoltre fornire, come specificato al punto 3, l’accesso alla copia trasparente del testo. Un link diretto alla pagina della cronologia o la sua riproduzione completa, in caso fosse difficile individuare l’autore o gli autori principali della voce, è caldamente raccomandato”
    hxxp://it.wikipedia.org/wiki/Wikipedia:Copyright#Se_trovi_una_violazione_del_copyright
    Capito ? !

    Capito, ladro-fesso?”

    Qui iniziano e qui finiscono le tue stronzate, fesso!
    Sympatros….sicuramente più fesso!

  4. Nick scrive:

    Ma non parlavi di Elsevier ? Ho capito, hai ammesso che quanto sostenevi prima non vale un tubo.

    Ma non si parlava di riviste di Fisica? non era questo il contesto del discorso?
    O si parlava di riviste di Medicina?
    Se io dico che le riviste specializzate di fisica e di matematica preferiscono LateX a Word tu perchè te ne esci con Nature?
    Nature non è una rivista di fisica e quindi esula dal discorso.
    Non mi dire che con l’aiuto di qualche tuo amico “esperto” di Medicina hai pubblicato pure su Nature.

    Quanto al resto: http://it.wikipedia.org/wiki/Aiuto:Come_citare_Wikipedia
    Questo se temi che il contenuto possa cambiare: devi comunque citare la fonte.

    Te lo dico in maniera diversa stavolta. Sempre dalla stessa pagina.

    “Tutti i testi di Wikipedia sono rilasciati sotto la licenza libera CC-BY-SA, che permette il libero riutilizzo e la libera rielaborazione del testo, ma alle seguenti condizioni:

    che il testo finale sia a sua volta rilasciato sotto licenza CC-BY-SA;
    che venga attribuita la paternità della voce almeno con un collegamento alla stessa”.

    Capito?!

  5. cesare scrive:

    “Ti consiglio di impararlo bene perchè tutte le riviste scientifiche più importanti accettano una pubblicazione solo se è scritta in Latex!”
    Adesso TE LA RIMANGI!
    ahahahahahhahahaha!

  6. cesare scrive:

    Nick il fatto dei contenuti dinamici si rifa’ al virgolettare o meno! Se io ti virgoletto una cosa che dopo due minuti e’ cambiata visto che ci sei qua tu🙂 sei subito pronto a dire che sono un falsario come te…ma io non ci casco😀
    Tornando alla tua cazzata:
    “Ti consiglio di impararlo bene perchè TUTTE le riviste scientifiche più importanti accettano una pubblicazione SOLO se è scritta in Latex!”
    Ti ho dimostrato che e’ una falsita’ e tu provi pateticamente ad insistere?
    Adesso mi chiedi:
    “Semmai devi essere tu a mostrarmi una pubblicazione specializzata che si occupa di Fisica (casa editrice Elsevier) che non accetta TeX e accetta Microsoft Word.”
    No, e’ SUFFICIENTE che ti abbia mostrato che una rivista scientifica ISI (quindi “importante”) accetta Word o qualsiasi altro wordprocessor DIVERSO da Latex, per dimostare che la tua affermazione e’ FALSA. Ma la logica tu proprio non sai che cosa sia?
    Non fare il furbo che con me fai palla corta😀

  7. Nick scrive:

    cesare, dopo questo ci rinuncio .
    Ti è forse sfuggito che Elsevier pubblica anche di : Economia, Finanza , Agricoltura, Giurisprudenza, Sociologia, Arte, Filosofia, Religione?
    Alcuni giornali di Elsevier non accettano LateX? Vero. Ma alcuni giornali di Elsevier non sono pubblicazioni scientifiche specializzate. Punto.

    Semmai devi essere tu a mostrarmi una pubblicazione specializzata che si occupa di Fisica (casa editrice Elsevier) che non accetta TeX e accetta Microsoft Word.
    Io dico anzi che dove si parla di pubblicazioni di Fisica specializzate e quindi dove TeX è supportato, esso è anche il formato preferito e che l’uso di TeX è incoraggiato. In altre parole: potendo scegliere ci fai una figura migliore se le tue pubblicazioni di Fisica su Elsevier le scrivi in LateX

    hxxp://www.elsevier.com/framework_authors/misc/elsdoc.pdf

    A better way to format your submission : traduci .

    Usa quello che vuoi, ma non ti permettere di dire che scrivo falsità.
    Il senso del mio discorso è questo : anche se ufficialmente Word in alcune riviste specializzate è “supportato” in pratica non lo è perchè nel caso di pubblicazioni con molte formule non è adatto.
    Inoltre in alcuni casi il supporto è scadente :

    hxxp://rmp.aps.org/info/word.html
    “While articles may be submitted to RMP in Microsoft Word format, we have found the use of Word files in production to be PROBLEMATIC. In many cases, our compositor, AIP, finds it necessary to rekeyboard

    “prima dicevi che TUTTE le riviste scientifiche ACCETTANO SOLO Latex”
    No, dicevo quelle più IMPORTANTI.
    Chi è meglio supportato in ambito scientifico? Dai! Il nuovo formato di Word spesso non è supportato.

    Cesare, che c’entra il fatto dei contenuti dinamici ?

    La licenza dice:

    “Se vuoi usare il materiale di Wikipedia su un sito web, gli ultimi due obblighi sopra scritti possono essere soddisfatti includendo un link alla voce di Wikipedia che si trova su questo sito (it.wikipedia.org), e collocandolo in una posizione che ne consenta un’adeguata visibilità. Devi inoltre fornire, come specificato al punto 3, l’accesso alla copia trasparente del testo. Un link diretto alla pagina della cronologia o la sua riproduzione completa, in caso fosse difficile individuare l’autore o gli autori principali della voce, è caldamente raccomandato”

    hxxp://it.wikipedia.org/wiki/Wikipedia:Copyright#Se_trovi_una_violazione_del_copyright
    Capito ? !

    La licenza non dice: proprio perchè wikipedia contiene contenuti dinamici quanto detto sopra non vale, in special modo se a citarmi è cesare.

    Capito ? !

  8. Nick scrive:

    cesare, dopo questo ci rinuncio .
    Ti è forse sfuggito che Elsevier pubblica anche di : Economia, Finanza , Agricoltura, Giurisprudenza, Sociologia, Arte, Filosofia, Religione?
    Alcuni giornali di Elsevier non accettano LateX? Vero. Ma alcuni giornali di Elsevier non sono pubblicazioni scientifiche specializzate. Punto.

    Semmai devi essere tu a mostrarmi una pubblicazione specializzata che si occupa di Fisica (casa editrice Elsevier) che non accetta TeX e accetta Microsoft Word.
    Io dico anzi che dove si parla di pubblicazioni di Fisica specializzate e quindi dove TeX è supportato, esso è anche il formato preferito e che l’uso di TeX è incoraggiato. In altre parole: potendo scegliere ci fai una figura migliore se le tue pubblicazioni di Fisica su Elsevier le scrivi in LateX

    http://www.elsevier.com/framework_authors/misc/elsdoc.pdf

    A better way to format your submission : traduci .

    Usa quello che vuoi, ma non ti permettere di dire che scrivo falsità.
    Il senso del mio discorso è questo : anche se ufficialmente Word in alcune riviste specializzate è “supportato” in pratica non lo è perchè nel caso di pubblicazioni con molte formule non è adatto.
    Inoltre in alcuni casi il supporto è scadente :

    hxxp://rmp.aps.org/info/word.html
    “While articles may be submitted to RMP in Microsoft Word format, we have found the use of Word files in production to be PROBLEMATIC. In many cases, our compositor, AIP, finds it necessary to rekeyboard

    “prima dicevi che TUTTE le riviste scientifiche ACCETTANO SOLO Latex”
    No, dicevo quelle più IMPORTANTI.
    Chi è meglio supportato in ambito scientifico? Dai! Il nuovo formato di Word spesso non è supportato.

    Cesare, che c’entra il fatto dei contenuti dinamici ?

    La licenza dice:

    “Se vuoi usare il materiale di Wikipedia su un sito web, gli ultimi due obblighi sopra scritti possono essere soddisfatti includendo un link alla voce di Wikipedia che si trova su questo sito (it.wikipedia.org), e collocandolo in una posizione che ne consenta un’adeguata visibilità. Devi inoltre fornire, come specificato al punto 3, l’accesso alla copia trasparente del testo. Un link diretto alla pagina della cronologia o la sua riproduzione completa, in caso fosse difficile individuare l’autore o gli autori principali della voce, è caldamente raccomandato”

    http://it.wikipedia.org/wiki/Wikipedia:Copyright#Se_trovi_una_violazione_del_copyright
    Capito ? !

    La licenza non dice: proprio perchè wikipedia contiene contenuti dinamici quanto detto sopra non vale, in special modo se a citarmi è cesare.

    Capito ? !

  9. cesare scrive:

    strano concetto di definizione?
    A meme is a recognizable unit of cultural ideas, symbols or practices, which can be transmitted from one mind to another through writing, speech or gestures. Upholders of the concept regard memes as cultural analogues to genes, in that they self-replicate, mutate and respond to selective pressures. The British scientist Richard Dawkins coined the word “meme” in The Selfish Gene (1976).
    Per me sei strano tu
    ahahahahahahhahahahahaahah!

  10. Sympatros scrive:

    Incontri tra Berlusconi e Ciancimino
    La vedova dell’ex sindaco: «Io c’ero»
    La moglie dell’ex primo cittadino conferma la sua presenza a due incontri a Milano

    http://www.corriere.it/cronache/10_novembre_12/ciancimino-vedova-incontri-berlusconi_33749da2-ee52-11df-8dee-00144f02aabc.shtml

  11. Sympatros scrive:

    Cesare ha un singolare concetto di definizione….. d’altronde lui è un personaggio definito, anzi ben definito e confinato, dove finiscono i territori degli stronzi, finisce pure lui!

  12. cesare scrive:

    Errore, caro Sympastronz:
    L’hai aperta tu…e ‘mo so’ cazzi tuoi…😀😀😀

  13. cesare scrive:

    Luigi,
    ti descrivo bene la chicca di Nick:
    Nick:
    “Ti consiglio di impararlo bene perchè TUTTE le riviste scientifiche più importanti accettano una pubblicazione SOLO se è scritta in Latex!”
    Io, gli dimostro che Nature, che e’ la piu’ importante preferisce Word.
    Alche’ lui ha corretto il tiro e ha scritto:
    “Impara TeX e sei a posto, perchè nel caso di riviste specializzate è sempre il metodo preferito.”
    Io quindi gli ho mostrato dal sito Elsevier, una delle principali case editrici di riviste scientifiche specializzate, quello che scrivono a proposito di Latex:
    “Please note that not all journals accept LaTex submissions and you should check the External link Guide for Authors for your journal before proceeding.”
    Adesso godiamoci la sua prossima NEGAZIONE DELLA REALTA’
    ahahahhahahaahhahahahahahahaha!!
    Menomale che Nick c’e’, e’ meglio di Sagra come passatempo.

  14. Sympatros scrive:

    Cesare ha aperto la virgoletteide che entrerà a far parte della sua opera somma, la stronzeide…. da qui a Pasqua avremo di che parlare! E ‘nu gattu avia tre pili e…. tre pili avia ‘nu gattu! Forte Cesare, più forte di Homer!!

  15. cesare scrive:

    Per Nick:
    http://www.elsevier.com/wps/find/authorsview.authors/latex

    “Welcome to the Elsevier LaTeX pages. These pages are intended to support journal authors who are writing their manuscripts in LaTeX. Please note that not all journals accept LaTex submissions and you should check the External link Guide for Authors for your journal before proceeding. ”
    Nemmeno lo accettano tutti i giornali…ahahahhahahahahahahahahahahahahahah!!
    Ma dove vivi?
    Mi dici se hai mai pubblicato…almeno su qualche rivista della Marvel😉

  16. cesare scrive:

    “Il problema più grave a amletico da stabilire”
    Come mai sei diventato dislessico pure tu, Sympa? L’Anonimo scemo ti ha contagiato?😀😀😀

  17. cesare scrive:

    Sympa, ladro sarai tu, che hai rubato una frase della canzone di Mina senza virgolettare🙂. Io ho riportato una definizione e ho messo l’autore. I contenuti di Wiki sono dinamici, ce la fai a capirlo?? Quindi sei pure fesso.
    Anonimo quando sbagli, perche’ sei ignorante come una capra, ammettilo invece di fingere di farlo apposta, e’ una difesa Luttazziana.
    ahahahahahhahahahahahahahahaha!

  18. Sympatros scrive:

    Il problema più grave a amletico da stabilire… è se è più ladro che fesso o più fesso che ladro!!

  19. Anonimo scrive:

    “Se vuoi usare il materiale di Wikipedia su un sito web, gli ultimi due obblighi sopra scritti possono essere soddisfatti includendo un link alla voce di Wikipedia che si trova su questo sito (it.wikipedia.org), e collocandolo in una posizione che ne consenta un’adeguata visibilità. Devi inoltre fornire, come specificato al punto 3, l’accesso alla copia trasparente del testo. Un link diretto alla pagina della cronologia o la sua riproduzione completa, in caso fosse difficile individuare l’autore o gli autori principali della voce, è caldamente raccomandato”
    hxxp://it.wikipedia.org/wiki/Wikipedia:Copyright#Se_trovi_una_violazione_del_copyright
    Capito ? !

    Capito, ladro-fesso?

  20. Anonimo scrive:

    Non ci posso credere! Ci è caduto un’altra volta!ahhahaahhahahahah resta il fatto che oltre che ladro sei anche fesso! hahahha

  21. cesare scrive:

    Nick
    “Tu sei scemo! L’ho citata decine e decine di volte!!”
    Piano con le offese. Il che significa che hai fatto lo stesso errore decine e decine di volte.
    Semplice no? ”
    Era rivolto a Sympatros, leggi bene! E gli spiegavo che ho citato decine di volte Wikipedia, non si parlava di virgolette o no: l’ho sempre scritto senza alcuna vergogna quando mi riferivo a wiki, tranne che per le DEFINIZIONI (che non sono certo proprieta’ di Wiki), come ad esempio quella di meme!
    “Impara TeX e sei a posto, perchè nel caso di riviste specializzate è sempre il metodo preferito.”
    Ma non e’ vero nemmeno questo!! Ci sono riviste specializzate che preferiscono Word, per esempio quelle dell’Elsevier! Ma non hai mai pubblicato un cazzo davvero?
    E poi vedi come ti rimangi cio’ che dici: prima dicevi che TUTTE le riviste scientifiche ACCETTANO SOLO Latex, adesso che stai capendo come stanno le cose ritratti…tra un po’ dirai che non hai mai detto che tutte le riviste scientifiche accettano solo latex.😀😀
    Sei ridicolo!

  22. cesare scrive:

    “Ladro, ma allora non hai capito un cazzo di quello che ti scritto e riportato!!!!”
    Se non sei capace di scrivere in italiano come pretendi di esser capito?
    Scemotto!

  23. Nick scrive:

    “Tu sei scemo! L’ho citata decine e decine di volte!!”

    Piano con le offese. Il che significa che hai fatto lo stesso errore decine e decine di volte.
    Semplice no?

    “Se vuoi usare il materiale di Wikipedia su un sito web, gli ultimi due obblighi sopra scritti possono essere soddisfatti includendo un link alla voce di Wikipedia che si trova su questo sito (it.wikipedia.org), e collocandolo in una posizione che ne consenta un’adeguata visibilità. Devi inoltre fornire, come specificato al punto 3, l’accesso alla copia trasparente del testo. Un link diretto alla pagina della cronologia o la sua riproduzione completa, in caso fosse difficile individuare l’autore o gli autori principali della voce, è caldamente raccomandato”

    http://it.wikipedia.org/wiki/Wikipedia:Copyright#Se_trovi_una_violazione_del_copyright
    Capito ? !

    “Ti consiglio di impararlo bene perchè TUTTE le riviste scientifiche più importanti accettano una pubblicazione SOLO se è scritta in LateX ”

    hxxp://rmp.aps.org/info/word.html
    “While articles may be submitted to RMP in Microsoft Word format, we have found the use of Word files in production to be PROBLEMATIC. In many cases, our compositor, AIP, finds it necessary to rekeyboard”

    Cesare. in pratica non te lo dicono ma molto spesso molte pubblicazioni vengono scartate proprio per lo stile.
    Quindi riconfermo quello che ho appena detto. Ti interessa che la tua pubblicazione venga pubblicata ? O ti interessa quello che ti dicono?
    Lo capisci cosa stanno dicendo? E’ possibile pubblicare in Word, MA alcune volte la formattazione
    viene persa e la devono rifare per te in alcune parti. Ha senso?

    Impara TeX e sei a posto, perchè nel caso di riviste specializzate è sempre il metodo preferito.
    Puoi usare Word se la tua pubblicazione contiene un “numero limitato di formule matematiche” e di figure (le figure in Word sono pure problematiche perchè spesso non possono essere incorporate nel file, ma sono file .PS o . EPS separati).
    Risultato ? Oltre un a certo livello il risultato in termini di output è pessimo. E’ una limitazione intrinseca di qualunque wordprocessor, fidati. Semplici consigli. Poi fai come vuoi.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Tieniti aggiornato: ISCRIVITI!


  • SOSTIENI IL BLOG!

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: