Provaci ancora Woodcock!

Ironia della sorte, negli anni più torbidi del regime berlusconiano, a finire sotto inchiesta è il Giornale della famiglia del Presidente del Consiglio.
Sembra un paradosso, eppure i magistrati hanno fatto irruzione nella sede del quotidiano milanese e negli appartamenti del direttore e di un cronista, alla ricerca di prove con cui documentare un’attività di dossieraggio di cui, sinceramente, ancora sfugge la corretta definizione.
Forse a non tutti è chiaro il quadro della situazione, ma basta soffermarsi un secondo sugli ultimi fatti per comprendere la gravità di questo intervento della Procura napoletana: nel cercar di far giustizia di un torto mai commesso, perchè, allo stato, non risulta vi siano nemmeno gli estremi per parlare di violenza privata nei confronti della Marcegaglia, le toghe hanno di fatto agito in modo intimidatorio contro chi dovrebbe esser tutelato ad esercitare il proprio diritto alla libertà di stampa e alla libertà di esprimere opinioni e pensieri.
Evidentemente, parlare di certi principi è molto più facile che viverli e rispettarli realmente.
Ciò che appare lampante in questa vicenda è l’assenza del corpo del reato: dove sono i “dossier”?
Una ventina di carabinieri sono stati sguinzagliati da Napoli a Milano alla ricerca di cosa?
La domanda è tutta qui: cosa cercavano le forze dell’ordine? Cosa si aspettavano di trovare i magistrati?
Dossier o semplicemente notizie?
La distinzione tra questi due concetti, però, è talmente labile che si percepisce senza sforzi il pericolo che si corre nel lasciarli in balia del pregiudizio soggettivo di chi li strumentalizza.
Ancor più detestabile è che nonostante si possa filosofeggiare su questi aspetti, non secondari, della faccenda, il dato più certo è che abbiamo assistito ad un vero e proprio assalto giudiziario a dei cronisti, rei di avere intenzione (e sottolineo intenzione) di produrre notizie su fatti di cui pensavano (e ripeto, pensavano) di mettere a parte i propri lettori.
Se vogliamo, e con un minimo di onestà intellettuale, dovremmo parlare di intimidazione subita da Il Giornale.
Aggressore e vittima si sono invertiti i ruoli!
Nessuno si interroga, per esempio, sul modo adottato dalla Presidentessa di Confindustria per bloccare sul nascere una qualsiasi inchiesta nei suoi riguardi?
Nessuno s’interroga sulla inusualità di questo atteggiamento pregiudizievole della magistratura?
Sarà un caso(?), ma più si parla di regime e più le intimidazioni hanno come obiettivi i presunti membri o servi di quello, mentre i suoi detrattori e contestatori possono agire serenamente, indisturbati.
Curioso, per esempio, che nessuno si ponga domande sul modo in cui Repubblica/l’Espresso o Il Fatto Quotidiano possano vantare documenti secretati e non solo, mentre al Giornale non possano manco permettersi di avviare un’inchiesta giornalistica…
Curioso, ma reale…

Comments
443 Responses to “Provaci ancora Woodcock!”
  1. Sympatros scrive:

    Joker stai tranquillo, Cesare è venuto in terra a miracol mostrare, difatti è l’unico organismo vivente su cui si puo’ adoperare con efficacia l’analisi al carbonio C14, pur essendo in vita, si può stabilire con precisione la data della sua nascita con l’analisi al carbonio, perchè da quel preciso momento Cesarino ha cominciato a non scambiare CO2, difatti il suo cervello ne ha risentito e vive in una situazione anossica permanente!

  2. cesare scrive:

    Non sei obbligato a leggermi, Joker. E poi sto parlando della carta adesso.

  3. Anonimo scrive:

    basta cesare, basta…..te ne prego….ho i coglioni a terra…scrivi a questo magistrato e facci sapere.

    Joker

  4. cesare scrive:

    fisico si’

  5. Sympatros scrive:

    E comunque chi ti ha detto che io sia un fisico nucleare?

    Lo sappiamo, Cesaruccio, non c’è bisogno che ce lo ricordi tu, lo sappiamo che non sei né nucleare e né fisico!!

  6. Sympatros scrive:

    enrix
    14 ottobre 2010
    Sympatros, ma tu l’hai letta, nevvero, la perizia?

    Ma fossi matto…… io leggere la perizia? Ma scherzi? Poi quella che avresti messa a disposizione tu,nel tuo sito, dopo esserti fatto pregare…. ma che scherzi? Ho un orgoglio e una dignità da difendere. Non leggerò mai la perizia. Specie quella elargita da te. Io aspetto, per risparmio energetico, l’evolversi della realtà in fieri e fino adesso l’unica cosa che ho registrato è che la bomba non è scoppiata, difatti Cesare è ancora in vita!

  7. cesare scrive:

    Nick ti ha gia’ risposto Enrix, come fai ad avere quella precisione se non in base ad informazioni sulla data di fabbricazione della carta stessa?
    E comunque chi ti ha detto che io sia un fisico nucleare?

  8. cesare scrive:

    Gianluca
    “TRADUZIONE GIANLUCA: rispetto al quale (l’atto) la successiva condotta di ricezione del denaro o di accettazione della promessa assume valenza esclusivamente causale (nel senso che origina il reato o fa ciò che il reato avvenga scegli tu Cesare) , in presenza di un precedente comportamento orientato specificamente a favorire o danneggiare una parte processuale.”
    Quindi tu stai traducendo:
    “rispetto al quale (l’atto) la successiva condotta di ricezione del denaro o di accettazione della promessa assume valenza esclusivamente causale (nel senso che origina il reato o fa ciò che il reato avvenga scegli tu Cesare) , in presenza di un precedente comportamento (l’atto) orientato specificamente a favorire o danneggiare una parte processuale”
    Non vedi che e’ comunque assurda? Tu stesso stai dicendo rispetto all’atto, in presenza dell’atto!!!
    E in piu’ ti INVENTI di SANA PIANTA che valenza causale rispetto all’atto (tieni conto che e’ NEL MEDESIMO INCISO) significhi “origina il reato”!!
    Possibile che tu non ti rassegni a prendere la frase cosi’ com’e’ e ammetta che dice una cazzata?
    Che ci vuole?!🙂

  9. Nick scrive:

    E allora, enrix, mi spieghi come fa Angeloni a dire che sono i periodi sono compatibili ???

    Sicuro di quello che dici?
    Perchè guarda che quando escono i risultati rischi l’ennesima figura…

  10. enrix scrive:

    Sympatros, ma tu l’hai letta, nevvero, la perizia?

    Forse non ti stai rendendo conto che sono un paio di mesi che stai a riempire questo spazio di minchiate.

    Chi te l’ha detto che il carbonio 14 è stato usato per i due documenti datati con precisione mensile?

    I periti non hanno mica detto questo.

    I metodi di cui hanno parlato sono due: il carbonio14, ed il riconoscimento di stock commerciali di carta aventi marca e data di fabbricazione note.

    Mi pare evidente che i documenti datati entro range temporali definiti approssimati al mese, appartengono alla seconda categoria di analisi.

    Invece quelli assegnati a decadi generiche con approsimazione di alcuni anni (i papelli, ad esempio), sono quelli datati con metodo radiometrico, la cui attendibilità è contestata dal nostro scugnizzo Sagra.

    Sympatros, non avresti qualcosa di meglio da fare che non scrivere cazzate sui blog?

    Che so io, dare lezioni private agli adulti bisognosi della licenza media, a prezzo scontato, ad esempio.

  11. Nick scrive:

    Ma tu queste cose le dovresti sapere, visto che, coma la Serafini non ti perdi un processo. Avrai senz’altro assistito alla dotta lezione del professor Terrasi sulla tecnica utilizzata, no?

  12. Nick scrive:

    @enrix

    Non ci posso credere!!!

    Ma siamo sicuri che dalla perizia si ricavi che la precisione con cui vanno presi i risultati è al più di un mese?
    E’ questo il punto.
    I periti dicono NO. Dicono che le date sono compatibili. E sono i periti che devono spiegare la perizia, mica tu.
    Che cazzo significa : errano nel commento verbale ???

    Sagra sta dicendo che la precisione i con mezzi usuali è inadeguata e con mezzi di eccellenza non può essere quella che racconti tu. Punto. Sarà al massimo di qualche anno. 5, 10 . non so. Vediamo quel che dicono Angeloni e Terrasi.
    Non secoli, ovviamente .
    Mica sono tutti scemi . Altrimenti se si attendevano questi risultati non l’avrebbero fatta, dico io.

    Chi ha fatto la perizia è un incompetente? E’ questo che stai sostenendo adesso?

    Forse non sai che per la datazione della carta è stato scomodato uno dei più grandi centri che si occupa di questo, presenti nel nostro paese.

    hxxp://www.scienzaonline.com/archeologia/circe.html

    Leggiti anche questo dove si dice di sfuggita che la tecnica AMS. ATTRAVERSO QUESTI ACCELERATORI, può essere impiegata tra l’altro anche per gli studi forensi.

    hxxp://pio.ictp.it/italiano/Comunicato_AMS11_finale.pdf

    Hai scritto nel tuo libro che non è possibile? Se si hai scritto una puttanata.
    Hai scritto che la precisione arriva al mese ? Se è vero quello che raccontano i giornali , altra puttanata.

    Mi spieghi come possono stare insieme le due cose ?????

    PS.
    Ma adesso che si parla di fisica e di argomenti complessi il nostro fisico nucleare si è volatilizzato?
    cesare, qual è la precisione raggiungibile con la tecnica AMS ultrasensibile utilizzando un acceleratore come quello presente nel laboratorio CIRCE? Fai un rapido calcolo e ci dai la risposta.

    PPS
    Leggiti quello che ha appena scritto Sympatros e dimmi se non ti scappa da ridere. A me si

  13. Gianluca scrive:

    FRASE INCRIMINATA: Il dolo specifico, nella corruzione in atti giudiziari susseguente, si incentra nel compimento dell’atto, che di per sé non è condotta punibile, rispetto al quale la successiva condotta di ricezione del denaro o di accettazione della promessa assume valenza esclusivamente causale, in presenza di un precedente comportamento orientato specificamente a favorire o danneggiare una parte processuale.

    TRADUZIONE CESARE: MA LA FRASE IN ITALIANO sta dicendo letteralmente:
    “Rispetto alla testimonianza reticente (l’atto) il secondo elemento (prendere i soldi) causa L’ATTO solo in presenza dell’elemento uno (la testimonianza reticente).”

    TRADUZIONE GIANLUCA: rispetto al quale (l’atto) la successiva condotta di ricezione del denaro o di accettazione della promessa assume valenza esclusivamente causale (nel senso che origina il reato o fa ciò che il reato avvenga scegli tu Cesare) , in presenza di un precedente comportamento orientato specificamente a favorire o danneggiare una parte processuale.

    Tu hai spiegato nei tuoi post il significato della tua traduzione e le ragioni che ti hanno portato a quanto scrivi, come del resto ho fatto io. Ora finiamola e non fare ancora domande o altro perchè in questa sintesi emerge il ns pensiero divergente. Chi vorrà capire come siamo arrivati alle rispettive traduzioni riportate ha molto da leggere, oltra a poter vedere nei post precedenti come rispettivamente riteniamo illogiche le altrui motivazioni che hanno portato a queste interpretazioni della FRASE INCRIMINATA.

    il resto e’ fuffa.

    Gianluca

  14. Sympatros scrive:

    Però come facciamo.. se la perizia al C14 è aleatoria e ci garantisce soltanto che i documenti sono compatibili con le date di Ciancimino perché sono presumibilmente dello stesso secolo, come faremo?
    Ciancimino non può essere dichiarato falsario e le radiazioni termonucleari non ci saranno. Ci potrà esse solo una scurreggia, nella perizia aggiuntiva della fotocopia ancora non periziata, in cui la scrittura di Vito Ciancimino non sembra essere messa in dubbio, si potrà vedere soltanto se il foglio A4 è stato allungato. Chi ha allungato, se è stato allungato, il foglio a4 per mettere scritte autentiche di Vito Ciancimino? Della bomba termonucleare annunciata, resterà soltanto questa interrogativa scureggia.

  15. Sympatros scrive:

    E, nel suo sito, a quel povero anonimo che gli faceva notare che le datazioni vanno per approssimazioni e per decadi, lo strigliava perché aveva osato mettere in dubbio la perizia della scientifica al C14, che gli dava ragione al minuto secondo di giugno e gli permetteva di confezionare la sua bombetta!

  16. Sympatros scrive:

    C’è da scompisciarsi dalle risate.. quando il C14 gli indicava il minuto secondo dell’anno Domini 1996, ha fatto salti di gioia, ha messo in subbuglio la blogosfera e ha preparato la sua amata bomba termonucleare al carbonio C14. Viva le risate.

  17. enrix scrive:

    Ma guarda un po’ la coincidenza, Sagretto. Le cose che hai scritto tu sul carbonio 14 sono ESATTAMENTE quelle che ho scritto io in un capitolo del mio libro, per commentare la notizia che stavano datando le carte dello Junior con quel metodo. Lo vedi che per una volta andiamo d’accordo?

    E allora Sagretto? Cos’è sta storia delle perizie delle carte degli anni 90 col C14?

    Non sarà mica che in qualche Procura pensano di prenderci allegramente per il culo?

    Fammi sapere, tu che sei esperto di Procure e scartoffie.

  18. Sagra scrive:

    per Tartufon

    …“Allora sintetizziamo, nella seduta di ieri i periti hanno detto che le carte, tutte le carte, sono compatibili con la data fatta da Ciancimino, ad esclusione di nessuna.”…

    Piantala di fare la zitella acida e ragiona con me:

    Il Carbonio 14 è un sistema di radiodatazione basato su un principio semplicissimo:
    C14 è un isotopo radioattivo con una emivita di circa 6.000 anni. Per chi ha pratica di “belle lettere”, significa che ogni 6.000 anni la concentrazione si dimezza. Il sistema è comodissimo per datare le sostanze “vive” che assumono CO2 dall’atmosfera, perché alla morte smettono di assumerla e la perdono soltanto.

    Ammettiamo che il mulo preistorico antenato di Cesaronzo perda i suoi coglioni in un dirupo ghiacciato. Li ritroviamo, rinsecchiti e spelacchiati, al disgelo in una caverna ghiacciata a Domegge di Cadore.

    Tutti noi siamo curiosi di sapere quanto sono antichi i coglioni del progenitore di Cesaronzo.

    Facciamo l’analisi al C14 e scopriamo che la concentrazione è esattamente al 51 % . Se fosse al 50 %, l’antenato avrebbe giusto 6000 anni, ma poiché lo strumento consente una precisione fino all’1%, dobbiamo sottrarre 1/100 di 6000 = 60; pertanto possiamo affermare con sicurezza che i coglioni del nobile antenato di Cesaronzo hanno un’età databile 5.940 ± 60 anni, collocabile fra 5.880 ÷ 6060 anni orsono.

    Se avessi uno strumento con precisione di 1/1.000 giocherei con una precisione di 6 anni (72 mesi).
    Se poi avessi un fantastico strumento con precisione di 1/10.000 arriverei a circa 7 mesi.
    E qui mi fermerei, perché dovrei considerare l’influenza delle Eruzioni vulcaniche, di eventuali meteoriti, delle macchie solari e dei vari “el Niño”, che modificano la concentrazione media di C12/C14.

    Ad occhio sembrano assolutamente fuori luogo datazioni per periodi più ravvicinati di 60±6 anni, perché la precisione degli attuali mezzi con la spettrometria di massa impedisce accuratezze superiori all’1/100%.
    Al tipo che scoperse la Radiodatazione conferirono il Nobel.
    Se la Polizia Scientifica sa fare di meglio, merita il Nobel.
    Forse ti daranno il Nobel per la Letteratura Poliziesca…

    Bacetti da Sagra

  19. Nick scrive:

    @tequilero

    A proposito del carbonio 14.
    Pare che Filippo Terrasi, ordinario di Fisica applicata alla Seconda Università di Napoli, abbia tenuto in aula una “dotta e appassionata lezione sul carbonio 14, strumento indispensabile per datare le lettere e gli scritti consegnati da Ciancimino junior ai giudici”
    Quando uscirà l’audio del processo ne sapremo di più del metodo utilizzato.
    Mi hai incuriosito…

    http://19luglio1992.com/index.php?option=com_content&view=article&id=3426:autentici-i-pizzini-di-ciancimino&catid=20:altri-documenti&Itemid=43

    Saluti

  20. Anonimo scrive:

    @Cesare: un troll?Detto da te che è da mesi che scassi la minchia con le tue cazzate giuridiche! Ridicolo. Gianluca e Tequilero hanno risposto alla tua stupida domanda. Riesci a capirlo? Mi sa di no. In questo caso, cosa bisogna fare? Darti ragione. Bravo cesare, bravo cesare, hai ragione. Adesso per cortesia terminata questa ridicola lagna. Scrivi a “quel magistrato” e non romperci più i coglioni su questo argomento chiuso da tempo.

    @Luigi, scrivere una cosa ovvia significa essere padroni di questo blog? Non mi sembra una comunità di recupero. Infatti non lo è. Punto. Fine delle tua cazzata.

    Joker

  21. Anonimo scrive:

    @Luigi dire una cosa ovvia significa essere padrone del blog? Vedi scritto da qualche parte “Il pensatore: comunità di recupero”?Io no. Punto. Fine della tua cazzata.

    Joker

  22. cesare scrive:

    Gianluca,
    il solo fatto che tu dia ragione ad un troll come Joker non depone a tuo favore.
    Comunque anch’io il mio l’ho detto e non ho certo dovuto aggiungere la parola REATO per interpretare la frase letteralmente🙂
    Inoltre non mi hai risposto sul fatto che la frase come la interpreti tu, cioe’ non letteralmente, annulla il nesso causale tra la dazione (o accettazione della promessa) e l’atto.
    Se avessero voluto dire quel che dici tu, non pensi avrebbero scritto:
    “assume valenza esclusivamente causale rispetto al reato”
    Oppure piu’ semplicemente “assume valenza di reato”
    Perche’ mai invocare la causalita’?..non chiedertelo Gianluca senno’ crollano i tuoi castelli di carte🙂
    Contento tu!

  23. Luigi scrive:

    “Questo blog non è una comunità di recupero.

    Joker”

    Adesso il padrone e’ lui…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Tieniti aggiornato: ISCRIVITI!


  • SOSTIENI IL BLOG!

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: