Il pettegolezzo quotidiano.

Altro che fatti.
Di quotidiano, al giornale di Padellaro e Travaglio, c’è solo il pettegolezzo spacciato per notizia.
Non importa si tratti di politica, mafia o economia: il complotto, per gli articolisti del “gazzettino delle procure”, è sempre dietro l’angolo. E’ ovunque.
E nel paese di calciopoli (evidentemente le nuove intercettazioni hanno fatto eccitare le antenne dei solerti segugi manettari) non potevano mancare i sospetti di combine e allerta per partite da commentare col solito e ormai rodato pregiudizio.
Così, voci e chiacchiere da bar diventano materia prima per parlare di cose di cui molto probabilmente non si conosce granchè; ed ex terroristi ora noti “opinionisti” di parte, si trasformano in preziose fonti in grado di confermare dubbi e suspicioni.
Il 9 aprile, per farla in soldoni, il Fatto Quotidiano esce riservando ai suoi lettori un favoloso pistolotto su come le partite di campionato e coppa tra Fiorentina e Inter potrebbero essere già state concordate in modo da accontentare un po’ tutti: a Milito e compagni la sfida di sabato, che gli garantirebbe di mantenere inalterate le distanze dalla Roma e alla truppa di Prandelli il ringraziamento martedì col passaggio alla finale di Coppa Italia, che varrebbe un sicuro posto in Europa League.
Si vocifera addirittura di uno scontatissimo pareggio tra Bologna e Lazio.
Le prove?
Nessuna.
A parte il gossip di una irrealistica amicizia tra Diego Della Valle e Moratti, nonchè gli infallibili umori della piazza e dei biscazzieri.

Morale della favola?
I Viola spaventano l’Ambrosiana, si fanno rimontare e infine pareggiano.
Il Bologna, oggi, un tempo mette al tappeto la Lazio e un tempo si fa asfaltare.

Pensate forse siano arrivate o arriveranno delle scuse dagli autori dell’articolo? Assolutamente no: siamo realisti. Quindi niente illusioni.
Ma la smettessero, da quelle parti, di ergersi a giornalisti seri e indipendenti, chè tutto sono meno che diversi dai molti altri di cui appena possono sparlano manco fossero appestati.

Della serie: peggio del metodo usato da Travaglio è il metodo Travaglio usato dai suoi colleghi.
Blah…

Comments
621 Responses to “Il pettegolezzo quotidiano.”
  1. Sergio Rizzitiello scrive:

    Per sympatros:
    se la psicologia + Sergio Rizzitiello(nonostante la copertura della presa in giro) fosse veramente così innocua non si spiegherebbe l’ira feroce del vicesegretario del PLI!

  2. Anonimo scrive:

    Berlusconi e i suoi sodali sono un male per l’Italia sostanzialmente per le seguenti tre principali ragioni:

    1) Berlusconi dal punto di vista etico e morale rappresenta il peggio della cultura moderna;

    2) Berlusconi sta attentando ai principi fondanti dello stato di diritto e della costituzione facendo leggi a proprio uso e consumo;

    3) questo governo fa quasi esclusivamente leggi a favore dei più potenti, ricchi e corrotti, leggi per curare gli interessi aziendali di Berlusconi, per risolvere i problemi giudiziari di Berlusconi, senza preoccuparsi dei precari, dei disoccupati, delle famiglie più povere.

    Ecco un elenco, in ordine temporale, per chi non ricorda o non sa quali e quanti loschi provvedimenti, spesso tenuti nascosti dalla disinformazione televisiva, Berlusconi e i suoi sodali hanno preso dall’inizio della legislatura, mettendo da parte la questione etica, morale, e i problemi giudiziari del premier:

    1) Berlusconi appena tornato al governo ha abrogato norme di contrasto all’evasione fiscale varate dal governo precedente.

    2) Ha abolito i tetti agli stipendi dei manager pubblici varati dal precedente governo.

    3) Ha abrogato le norme più restrittive varate dal precedente governo sull’utilizzo dei voli di stato.

    4) Ha cancellato la legge n.188 del 17 ottobre 2007 fatta dal governo Prodi che contrastava la sottoscrizione delle “dimissioni in bianco” (pratica illegale tesa ad obbligare i neoassunti a firmare una lettera di dimissioni priva di data, contestualmente alla sottoscrizione del contratto di lavoro) da parte del lavoratore al momento dell’assunzione, così da poter poi ricattare e licenziare il lavoratore in qualsiasi momento.

    5) Non si è detto che i debiti di Alitalia sono finiti tra i debiti dello stato ma si è parlato di un fantomatico salvataggio da parte del “messia” Berlusconi che invece l’ha svenduta ai loschi personaggi della Cai.

    6) Si è nascosta la gravità della proposta di legge blocca-intercettazioni, che favorisce i delinquenti e mette il bavaglio al diritto di cronaca.

    7) Si sono nascosti i tagli che sono stati fatti alla scuola (150 mila posti di lavoro in meno in 3 anni) e all’università facendo passare una legge di bilancio come riforma.

    8) L’Italia è stata condannata a pagare una multa di 350 mila euro per ogni giorno di ritardo nell’applicazione della direttiva europea a partire dal 1° gennaio 2009 e con effetto retroattivo fino al 1° gennaio 2006 (circa 130 milioni di euro all’anno) perché Rete 4 trasmette in modo abusivo sulle frequenze analogiche che spettano ad Europa 7.

    9) Il governo Prodi aveva già detratto di 200 euro l’Ici a tutte le prime case, escluse ville e castelli, con la Finanziaria del 2008, mentre Berlusconi ha completato togliendo l’Ici alle famiglie più ricche e benestanti che non ne avevano certamente bisogno.

    10) Dopo essere stata rinviata per due volte, il primo gennaio 2010 è entrata in vigore la class action, ma risulta fortemente debilitata rispetto alla vera class action come negli Stati Uniti. Infatti: si è deciso che i creditori di Parmalat e Cirio non potranno essere risarciti dato che non sarà retroattiva; le associazioni dei consumatori non avranno la possibilità, come previsto inizialmente, di farsi promotori delle azioni legali, ma solo di ricevere il mandato dai cittadini danneggiati; i cittadini danneggiati devono vantare dei “diritti identici”, non basta che siano omogenei; niente azione collettiva contro le società di revisione, amministratori delle società quotate e agenzie di rating; non sarà possibile ricevere un risarcimento che vada oltre al danno subito, il cosiddetto “danno punitivo”; la parcella degli avvocati che seguono la causa potrà essere incassata solo in caso di vittoria; la class action nella P.A. non prevede risarcimenti, come nel caso dei ricorsi collettivi nel settore privato, ma punta solo al miglioramento nella produzione del servizio, correggendone le eventuali storture.

    11) Sono state rinviate alcune norme sulla sicurezza del lavoro presenti nel T.U. ed è stato approvato un decreto correttivo al Testo Unico sulla sicurezza, che fu varato dal Governo Prodi, il quale peggiora gravemente il testo, abbassando di fatto le tutele per i lavoratori.

    12) Sono stati privatizzati enti beneficiari di beni pubblici come le risorse idriche.

    13) Si sono dati aiuti alle banche tramite l’emissione dei cosiddetti Tremonti Bond e, contemporaneamente, non sono stati trovati soldi per i precari.

    14) Le bugie e promesse non mantenute ai terremotati abruzzesi:

    − il governo si è preso il merito per la consegna delle prime case a Onna che invece sono state realizzate con i fondi raccolti dalla Croce Rossa; si tratta delle prime case di legno per le quali la Croce Rossa ha impiegato 5 milioni e 200 mila euro: 94 unità abitative costruite per iniziativa della Protezione civile su progetto realizzato dalla Provincia autonoma di Trento;

    − niente rimborso totale per la ricostruzione di tutte le abitazioni (il governo copre solo un terzo della cifra totale a fondo perduto, il resto deriva da un mutuo a tasso agevolato e dal credito d’imposta);

    − a partire dal 1° luglio 2010 riprenderà la tassazione normale e, se non arriverà la copertura finanziaria, si dovranno restituire le imposte non versate nei mesi di sospensione, ovvero un trattamento molto peggiore rispetto a quello riservato per i terremotati del Molise, delle Marche e dell’Umbria;

    − a un anno di distanza dal terremoto, il centro storico dell’Aquila è ancora chiuso ai cittadini e la ricostruzione non è iniziata.

    15) Berlusconi si è fatto approvare dalla sua maggioranza e governo il lodo Alfano, una legge sull’immunità per le alte cariche dello stato, dichiarata incostituzionale, fatta per risolvere i propri problemi giudiziari, che gli ha consentito di stralciare la sua posizione nel processo a carico suo e di Mills, e lo stesso lodo Alfano è servito al sig. Berlusconi per rinviare il processo a suo carico per diffamazione nei confronti di Antonio Di Pietro.

    16) Il consiglio di ministri non ha voluto sciogliere il consiglio comunale di Fondi per infiltrazioni mafiose, diversamente da quanto fatto per altri comuni, nonostante vi siano stati 17 arresti il 6 luglio 2009.

    17) È stata approvata la norma sullo “scudo fiscale” (riciclaggio di stato) che aiuta i criminali a “lavare” il denaro sporco e ad assicurare loro l’impunità.

    18) È stata approvata una norma che riduce il potere di indagine e il campo di intervento della Corte dei conti.

    19) Con il “piano casa” viene autorizzata la cementificazione selvaggia del territorio e si favoriscono gli affari della criminalità organizzata che mette le mani sugli appalti.

    20) Il governo Berlusconi ha emanato norme contenute nel pacchetto sicurezza, fortemente criticate da “Famiglia Cristiana” e da autorevoli esponenti della Conferenza Episcopale: norme razziali sull’immigrazione che equiparano il clandestino ad un delinquente e l’istituzione delle ronde, per un megaspot a favore del governo, cavalcando l’onda emotiva esasperata dalla visibilità data dai media ad alcuni episodi avvenuti in un particolare periodo (gli stupri mica sono finiti, perché non se ne parla più come prima?); si istituiscono le ronde, che sono totalmente inutili, mentre sono stati tagliati i fondi alle forze d’ordine, sono stati tagliati 7.900 cancellieri e 1.800 ufficiali giudiziari al funzionamento della giustizia (manca persino la benzina per le volanti): che modo è di fornire la sicurezza?

    21) Il governo Berlusconi ha approvato una leggina ad personam per Corrado Carnevale (quel magistrato che fu noto come “l’ammazzasentenze”, per via dei processi di mafia che annullava dalla Suprema corte per vizi formali) per consentirgli di ricoprire l’incarico di primo presidente della Cassazione alla veneranda età di 80 anni anche se i colleghi vanno in pensione a 75.

    22) Sono stati ridotti gli ecoincentivi cioè le detrazioni sui lavori di riqualificazione energetica sulla casa (impianti solari termici, impianti di climatizzazione invernale con caldaie a condensazione, finestre con doppivetri,ecc…) introdotti da Prodi con la Finanziaria 2007 e confermati sempre da Prodi con la Finanziaria 2008.

    23) E’ stato rinviato prima di un anno, e poi ancora di un anno, l’obbligo per gli edifici di nuova costruzione d’essere alimentati con «impianti per la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili» per una produzione energetica di almeno 1 kW per ciascuna unità abitativa previsti dal governo Prodi nella legge finanziaria per il 2008.

    24) Il governo Berlusconi ha stabilito che l’Italia stanzierà 5 miliardi di dollari nei prossimi 20 anni al dittatore libico Gheddafi a titolo di risarcimento per i danni causati durante l’occupazione coloniale in cambio di un controllo dei flussi migratori, però si stanno attuando respingimenti dei barconi carichi di naufraghi e rifugiati in attesa di asilo, violando le norme del diritto internazionale; inoltre, da un documentario di Gatti sull’Espresso, risulta che gli immigrati bloccati in Libia dall’accordo Roma-Tripoli vengono abbandonati nel deserto ai confini col Niger e di fatto ciò rappresenta una forma di condanna a morte.

    25) Berlusconi ha risolto il problema della spazzatura a Napoli?

    Tutto falso ovviamente.

    Innanzitutto il problema non è risolto, al momento è stato possibile ripulire le strade della città, mentre in alcune zone della provincia ci sono ancora cumuli di spazzatura per la strada, grazie all’apertura delle discariche di Savignano Irpino e Sant’arcangelo Trimonte, stabilite con l’ordinanza del 5 marzo 2008 fatta da Prodi. Poi è stata realizzata una discarica a cielo aperto in un’area denominata “sito di interesse strategico nazionale” in località Ferrandelle, che si trova tra i comuni di Casal di Principe, Santa Maria La Fossa e Grazzanise.

    Inoltre Berlusconi ha millantato anche la realizzazione dell’inceneritore di Acerra, che era già in fase di ultimazione quando è tornato al governo, ma c’è da ricordare che è adibito per bruciare solo le ecoballe, mentre dalla denuncia del sindaco di Acerra, nell’inceneritore viene bruciato qualsiasi tipo di rifiuto; ciò sta mettendo in grave pericolo la salute dei cittadini di Acerra. Da ricordare che dal 2001 al 2006, il governo Berlusconi non si è occupato per niente dei problemi di Napoli e della Campania.

    26) È stato abrogato l’obbligo di allegare all’atto di compravendita (o di locazione) di un immobile l’attestato di certificazione energetica che andava incontro all’interesse di acquirenti e inquilini di conoscere l’efficienza energetica di un’abitazione prima dell’acquisto.

    27) Il governo Berlusconi ha introdotto la “Tassa Sky” ai quasi 5 milioni di abbonati Sky raddoppiandogli l’Iva sull’abbonamento.

    Siccome in questi anni Sky stava crescendo e stava facendo concorrenza a Mediaset rubandogli telespettatori e quindi introiti pubblicitari, il premier ha pensato bene di approvare una nuova leggina (in conflitto di interessi) per tirare una bella mazzata agli abbonati Sky così da fargli disdire l’abbonamento e ridimensionare Sky a favore di Mediaset e a scapito del pluralismo e della concorrenza.

    28) Il governo ha reintrodotto l’obbligo dei bollini Siae tramite decreto nonostante una sentenza contraria della Corte Europea.

    29) Il governo Berlusconi decide di puntare sulla tecnologia nucleare di terza generazione che è obsoleta ed antieconomica, oltre ad essere pericolosa socialmente e per l’ambiente, che sarà un affare per le lobby francesi e non potrà portare alcun beneficio nell’immediato, visto che per costruire una centrale nucleare occorrono 10 anni.

    30) Il governo Berlusconi dice no al solare termodinamico con l’approvazione della mozione n° 1-00155 di D’Alì, Gasparri, e sposta gli investimenti dal solare termodinamico al nucleare.

    31) Il ministro della Cultura Bondi ha rifinanziato per il 2009, con soldi pubblici, la Fondazione Craxi, cioè la fondazione in memoria di un politico corrotto, morto latitante con due sentenze definitive di condanna a complessivi 10 anni di reclusione.

    32) Il governo ha congelato gli 800 milioni di euro che aveva promesso di stanziare per la diffusione della banda larga.

    33) L’emendamento n. 2.1385 alla Finanziaria per il 2010 riscrive buona parte degli articoli del Testo unico delle spese di giustizia (dlgs 115/2002) e aumenta il costo della giustizia per molte cause, ad esempio 38 euro in più per ogni ricorso al giudice di pace per multa.

    34) Nella finanziaria 2010 sono stati varati tagli agli enti locali, danno che si aggiunge alla beffa delle sanzioni per chi non rispetta il patto di stabilità interno.

    35) L’articolo 2 comma 23 della legge Finanziaria 2010 stabilisce che le forze armate italiane smettono di essere gestite dallo Stato e diventano una società per azioni alimentata con soldi pubblici che fa affari privati. Questa spa potrà costruire centrali energetiche d’ogni tipo sfuggendo alle autorizzazioni degli enti locali: dal nucleare ai termovalorizzatori, nelle basi e nelle caserme privatizzate sarà possibile piazzare di tutto. Segreto militare e interesse economico si sposeranno, cancellando ogni parere delle comunità e ogni ruolo degli enti locali.

    36) Nella Finanziaria 2010 sono state introdotte norme finalizzate a condonare gli abusivismi edilizi attraverso il sequestro dei locali da parte dell’amministrazione pubblica e la loro locazione agli abusivi stessi in una sorta di subaffitto di Stato.

    37) I beni confiscati alla mafia potranno essere ricomprati dalle organizzazioni criminali tramite aste pubbliche avvalendosi di banali prestanome.

    38) Nella Finanziaria 2010 non sono state finanziate alcune infrastrutture strategiche, come il completamento dell’alta velocità ferroviaria o i sistemi di trasporto urbano su rotaie, ma sono stati stanziati 470 milioni per il ponte sullo stretto di Messina, che appare sempre più un’opera inutile visto che mancano gli adeguati collegamenti stradali sulla terraferma.

    39) La manovra Finanziaria 2010 trascura le famiglie colpite dal disastro di Messina, dimentica la famiglia non prorogando il bonus, non cita nemmeno i più poveri. È previsto per il 2010 un decremento del Fondo per l’occupazione di 100 milioni di euro e mancano interventi per sostenere il potere d’acquisto dei redditi bassi e delle pensioni. Per non parlare dei terremotati de L’Aquila, chiamati a restituire il 100% delle tasse sospese. Il capitolo più pesante, dal punto di vista finanziario, è l’assenza di risorse per i rinnovi contrattuali dei pubblici dipendenti.

    40) Lo stanziamento dei 103 milioni di euro per la fornitura gratuita dei libri di testo nella scuola dell’obbligo, che nella Finanziaria 2010 era stato inizialmente soppresso, è affidato al recupero dei fondi provenienti dallo scudo fiscale. Inoltre dallo scudo fiscale fondi per 130 milioni nel 2010 per il sostegno alle scuole non statali.

    41) Con il decreto del ministro Bondi del 30 dicembre 2009, il governo estende a tutti i prodotti elettronici dotati di memoria il cosiddetto “equo compenso”, somma che i produttori di beni tecnologici devono versare a Siae, a “compenso” della copia privata che l’utente può fare utilizzando i supporti di memoria; l’equo compenso ha fatto aumentare il prezzo di tali prodotti. Prima di tale decreto, l’equo compenso era gravato, così come in altri paesi d’Europa, solo su supporti (cd, dvd) e su masterizzatori. L’assurdo è che in Italia l’industria o i consumatori finanziano Siae anche per prodotti che non c’entrano nulla con la copia privata, o che c’entrano solo marginalmente.

    42) Non è stato restituito il fiscal drag degli ultimi due anni e sono stati svuotati, mediante il click day, i crediti di imposta per ricerca e innovazione, e per gli investimenti nel Mezzogiorno.

    43) Il disegno di legge voluto dal ministro Gelmini stabilisce tagli indiscriminati alla ricerca e aumenta la precarietà dei ricercatori con la figura del ricercatore a termine e con la messa ad esaurimento del ruolo dei ricercatori, invece di prevedere per i precari reali sbocchi in ruolo e per i ricercatori il pieno riconoscimento del loro ruolo docente.

    44) E’ stato approvato il ddl sul lavoro, che contiene norme sull’arbitrato per risolvere le controversie di lavoro e indebolisce o vanifica l’art.18 dello Statuto dei Lavoratori. Così, dopo l’eliminazione delle misure sulle dimissioni in bianco, le deroghe alle norme e l’indebolimento delle sanzioni sulla sicurezza sul lavoro, la rimozione dei limiti ai contratti a termine, il re-inserimento dei contratti a chiamata, la cancellazione della responsabilità in solido dell’appaltatore con il sub-appaltatore per arginare il lavoro nero, si arriva persino a smantellare le tutele contro gli ingiusti licenziamenti.

    45) La decisione del Cda della Rai di sospendere i programmi di approfondimento politico in campagna elettorale è una grave violazione del diritto dei cittadini ad essere informati ed anche del dovere del servizio pubblico radiotelevisivo di dare un’informazione plurale e corretta.

    46) Con il decreto Romani, viene tagliato di un terzo lo spazio pubblicitario per Sky, e viene premiata invece Mediaset trasformando le televendite in programmi, e non più in spazi pubblicitari. Aumenta perciò la pubblicità che le reti del Biscione potranno mandare in onda a scapito di Sky. Il decreto interviene anche sulla rete, equiparando alcuni siti web, considerati “servizi audiovisi”, che trasmettono video in streaming, ai canali tv.

    47) E’ stato approvato il cosiddetto legittimo impedimento, che andrebbe definita legge scansa processi per Berlusconi e i ministri. Saranno oggetto di legittimo impedimento a sottrarsi alle convocazioni in sede giudiziaria anche tutte quelle attività “coessenziali” alle funzioni di governo. A certificare che esiste un impedimento “continuativo e correlato allo svolgimento delle funzioni”, sarà la Presidenza del Consiglio.

    48) Da intercettazioni telefoniche condotte dalla procura di Trani, legate a un’inchiesta su carte di credito e tassi di usura, risulta che Berlusconi, nel tentativo di mettere il bavaglio ad Annozero, ha fatto pressioni su Giancarlo Innocenzi, membro dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, con inviti molto espliciti a chiudere il programma; nell’ambito della stessa inchiesta della procura di Trani, risulta da un’altra intercettazione che il direttore del Tg1 Minzolini ha promesso a Berlusconi di intervenire con editoriali per screditare Spatuzza e alcuni magistrati.

    49) Con il cosiddetto decreto “salva liste” il governo è intervenuto, abusando della costituzione (comma IV art. 72, art.117 della costituzione), nel tentativo golpista di cambiare le regole nel corso della competizione elettorale.

    50) Con il decreto Bondi sulle Fondazioni Lirico-Sinfoniche vengono tagliati fondi alla lirica, arrecando grave danno alla cultura. Infatti, il decreto prevede lo stop ad assunzioni e concorsi; il blocco del turn over; il divieto di lavori extra come insegnare in Conservatorio; la discussione sugli integrativi nei contratti presso l’agenzia nazionale Aran e non più nei singoli teatri; ballerini in pensione a 45 anni; sparizione dei corpi di ballo, di arti e mestieri altamente specializzati che nascono e crescono nei teatri stessi.

    51) Il Governo ha negato lo stanziamento dei fondi Fas (ridotti in Finanziaria 2010 di 200 milioni di euro) per la copertura del deficit sanitario a 4 regioni (Campania, Lazio, Calabria, Molise) e ha invitato i loro governatori ad alzare le tasse fino al ripianamento del deficit.

    52) Ben 31 miliardi di euro sono i fondi che il governo ha sottratto al mezzogiorno negli ultimi due anni, prelevandoli dal Fondo aree sottoutilizzate (Fas): 53,7 miliardi destinati al mezzogiorno, dei 63 miliardi stanziati dal governo Prodi nella Finanziaria 2007, insieme al Fondo sociale europeo; tali fondi, vincolati a interventi per lo sviluppo e l´occupazione al Sud, sono stati ridistribuiti verso le regioni del nord e in ambiti non direttamente connessi con la missione concernente il riequilibrio territoriale.

    Insomma, il governo Berlusconi toglie ai poveri per dare ai ricchi e non si preoccupa della grave situazione precaria di milioni di famiglie a ridosso e al di sotto della soglia di povertà, ma anzi si cerca di nascondere la situazione di questa gente, facendo apparire che niente di drammatico ci sia.

    L’elevato numero delle note precedenti, che ho cercato di rendere quanto più sintetiche possibile, testimonia quante ne ha combinate questo governo di bugiardi, piduisti, eversivi, evasori, corruttori, corrotti, filo-mafiosi, che vuole mettere il bavaglio all’unico baluardo di informazione rimasto ancora libero, cioè la rete, per nascondere all’opinione pubblica tutte le malefatte riportate sopra.

  3. Grigio scrive:

    pippo io… sei un grande!🙂

  4. Sagra scrive:

    per Nini

    Un discorso è fatto di toni e di contenuti. Ed entrambi hanno pari dignità.

    Immagina un uomo che fa la sua dichiarazione d’amore alla sua donna con il tono con cui un poliziotto chiede i documenti.
    Oppure un medico che ti comunica con tono da barzelletta che hai una brutta malattia.

    “…Qui,cara testina di minchia,si premia il lavoro e non le cazzate!Chiaro!E adesso tornatene a farti le bazzighe!…”

    Certi toni fanno francamente girare le balle, soprattutto se usati con l’alibi dell’antiberlusconismo di facciata.

    Se qualcuno che lavora alla corte del Re Sole mi viene a far notare che “solo chi è ammesso alle dipendenze del Sovrano” è degno di parlare, sottolineando che gli altri sono degli inetti e scansafatiche, mi viene spontaneo fargli notare che lui ha un privilegio di riflesso (chiamala sicurezza di lavoro), che qualche suo omologo che magari lavora per una piccola televisione, schiacciata dal colosso Fininvest, non può certo vantare.

    Nel mare in tempesta della nostra economia, pulire i cessi del Transatlantico Fininvest è sicuramente più sicuro e remunerativo che fare il capitano su un piccolo peschereccio.
    Ma il capitano del peschereccio lavora e rischia molto di più dello spocchioso puliscicessi.

    Imparasse pertanto il lavoratore Mediaset a tenere la bocca chiusa e a ringraziare il Padreterno.

    Tanto di cappello e massimo rispetto per chi lavora per per il Caimano!
    Nulla tocca la sua qualità di persona perbene.
    Ma non venisse a fare la morale a nessuno, perché è come l’uccellino nella gabbia dorata.

    Cordiali saluti da Sagra

  5. Anonimo scrive:

    Sagra, mi pare che Luigi parli di “lavoro”!Cosa dovrebbe fare secondo voi,rinunciare al suo lavoro solo perche’ il suo “padrone” e’ il Berlusca!Io del Berlusca me ne fotto,ho tanti amici che lavorano per Fininvest con idee a dir poco di ,estrema sinistra!
    E con questo?Fatemi capire,uno deve fare a meno del suo lavoro solo perche’voi siete contrari al Berlusca?Forse bisognerebbe distinguere le due cose,la fede politica e il lavoro!Sbaglio?E se sbaglio mi dite il perche’?
    Tra l’altro,i miei amici che lavorano per Berlusca(mi vien la nausea a nominarlo…)non trafficano ne’ in droga e tanto meno sono dei mafiosi!Posso farti una domanda:Tu che lavoro fai?
    Grazie per la risposta
    Nini

  6. pippo io scrive:

    sarebbe proprio commovente sapere quale afflato sta insufflando saggenzza all’interno del microcefalo berluscones del pensatore in questo momento.
    Probabilmente lo Spirito Santo di Arcore non riesce più a innescare la scintilla nella depauperata materia grigia del caruso, tutto preso nei suoi esamini da leguleio e a costruisrsi il futuro da precario che la sua italia berlusconiana gli ha riservato. Tanta perseverata idiozia da parte del caruso va sicuramente premiata da una manovra ammazzatutto come quella in preparazione da tremonti, tanta cieca e religiosa ignoranza, trasudata da ogni pixel di questo blog, merita un pernacchione e una manganellata sui denti a chi, gran neo liberista per semplice pigrizia mentale e spirito da bastian contrario gratuito, per anni ha elevato a mito il re dei cazzari che, grazie soprattutto a coglionazzi della sua risma, ha potuto regnare incontrastato, promettendo l’impromettibile al solo scopo, documentato e conclamato, di salvarsi le terga dalla merittata galera, alla facciazza dell’Italia tutta e dei suoi servi, presto disoccupati pure loro

    Oh pensatore
    gioventù rincorsa
    ricchezza agognata
    pensiero inseguito
    merda pestata
    suola annusata
    pagnotta splamata.
    Cagata di Dio.

  7. Nick scrive:

    Grande Travaglio !

    Una sola è la strada: La DISOBBEDIENZA CIVILE.

  8. Sagra scrive:

    per l’anonimo

    “…Io lavoro per la fininvest non voto pdl,ma ho un buon lavoro,che non ti sto neanche a spiegare,tanto tu di lavoro non capisci una sega.Eppure nessuno mai mi ha rotto le palle!E ti assicuro,se ti entra in quella piccola testa di cazzo,che siamo in molti in azienda a non votare pdl!Qui,cara testina di minchia,si premia il lavoro e non le cazzate!Chiaro!E adesso tornatene a farti le bazzighe!…”

    Tu lavori alla corte del Re, godi di privilegi che altri non hanno e soprattutto sei protetto, perché lavori e produci la ricchezza del Re.

    Molti altri, bravi quanto te, non hanno il privilegio di essere protetti perché servono alla corte del Re.

    Per salvare la faccia e la coscienza magari ti dichiari pure Repubblicano ed Antimonarchico.

    Ma chi non gode della mensa del Re, non ti guarda con simpatia.
    E soprattutto non ti crede!

    Sagra

  9. Mork scrive:

    Tanto per rigirare il coltella nella piaga…

    LA LEGGE BAVAGLIO
    Il governo americano
    “Intercettazioni utilissime”

    Il governo americano “Intercettazioni utilissime”

    ROMA -Anche il governo americano si schiera contro la legge sulle intercettazioni, con una presa di posizione che ha pochi precedenti. Per l’Amministrazione Obama le intercettazioni telefoniche sono uno “strumento essenziale delle indagini” che non va indebolito. “Non vogliamo che succeda niente che impedisca ai magistrati italiani di continuare a fare l’ottimo lavoro fatto finora”, ha affermato il sottosegretario del Dipartimento Penale Usa con delega per la lotta alla criminalità organizzata, Lanny Breuer, commentando il disegno di legge in discussione al Senato. Nel corso di un incontro con la stampa all’ambasciata americana a Roma, Bleuer ha ricordato l'”ottimo livello di cooperazione” con la giustizia italiana. “Sono cosciente del fatto che contro la criminalità possiamo e dobbiamo fare di piu'”.

  10. Sagra scrive:

    per Cesarazzo

    “Nessuno mi ha detto se il reato di corruzione susseguente in atti giudiziari esiste nel diritto di altri stati e ho chiesto ad esperti, ma come sempre sottolineo che non e’ il mio campo, quindi chiedo.

    Io ho fatto ricerche sul diritto Britannico e non l’ho trovato e nemmeno nel diritto romano. E i latini in quanto a consecutio se ne intendevano…
    E’ un reato illogico in quanto prevede il “do ut dederis”.
    Proprio tu accetti la causalita’ invertita? Eppure mi pareva di avertela spiegata bene…
    ahahahahahah…”

    Attento a cagarti addosso per scompiscio da risate.

    Tanto per cominciare, il dato di fatto è che c’è un pagamento susseguente.
    Ma è nella logica delle cose che i pagamenti per corruzione possano avvenire dopo la corruzione, che può essere tranquillamente pattuita prima.
    Sempre che il corrotto sappia di avere il corruttore per la briglia.
    I veri retroscena di questa storia non li conosceremo mai, ma è sicuramente possibile intuirli.
    Molto probabilmente Mills ha ritenuto i 600.000 dollari insufficienti per per la sua “non testimonianza” e quando il Berlusca ha risposto picche, sentendosi ormai al sicuro, ha incominciato il curioso stillicidio di dichiarazioni, fino alla conclamata ammissione.
    Noi non sapremo mai quanto e dove sia pervenuto il prezzo della seconda tacitazione né dove sia stato pagato, ma quello fra Mills e Berlusconi è stato sicuramente un gioco delle parti abilmente condotto e finito con altri soldi.

    Mills è l’unico dei corrotti di Silvio che abbia vuotato il sacco.
    Berlusconi ha una storia intessuta di corruzioni.
    Ha comprato di tutto e di più.

    Le tue difese d’ufficio sono semplicemente patetiche.

    La corruzione resta corruzione, indipendentemente se il pagamento avvenga prima o dopo.

    Pagare impunemente un testimone che ti favorisce equivale a garantire che qualunque procedimento d’ora in avanti sarà a favore di chi è più generoso.

    E la generosità di Silvio è mitica.

    Sagra

  11. Mork scrive:

    21 maggio 2010 a 09:58
    Anonimo

    Abbi pazienza, lavorerai anche per la Fininvest, non voterai per il pdl, ma non provare a far passare che lo psiconano sia una brava persona perché lo faresti solo per bieca convenienza, per una forma un po mafiosa di riconoscenza verso chi ti paga lo stipendio fregandotene bellamente del fatto che costui è di fatto un border-line della delinquenza (non lo dico io ma le sentenze, le macchinazioni per evitarle e le “provvidenziali” prescrizioni)

    L’onestà intellettuale prima di tutto!

  12. anonimo scrive:

    @Anonimo : Scrivi alle 10 di mattino e dici agli altri di andare a lavorare?
    Saresti tu quello che capisci di lavoro?
    Perche’ non torni ai tuoi siti porno a spippeggiarti ? L’avevi notato che sei tu a rompere le palle alla gente che siccome parla deve andarsene all’estero?.Oppure deve partire per non vedere pipparoli come te?
    Perche’ non ti fai pagare dalla Fininvest (ahahahaha , oddio la Fininvest, manco lo psichiatra puo’ fare qualcosa) qualche prostituta e la finisci di farti le seghe alle 10 di mattina fantasticando di lavorare?
    Ma va a zappare cialtrone che le seghe fanno male.

  13. Anonimo scrive:

    @anonimo: lavorare no eh?
    Sgurlarsi il pesce senza fare un cazzo dalla mattina alla sera ‘ meglio eh,anonimo?
    Io lavoro per la fininvest non voto pdl,ma ho un buon lavoro,che non ti sto neanche a spiegare,tanto tu di lavoro non capisci una sega.Eppure nessuno mai mi ha rotto le palle!E ti assicuro,se ti entra in quella piccola testa di cazzo,che siamo in molti in azienda a non votare pdl!Qui,cara testina di minchia,si premia il lavoro e non le cazzate!Chiaro!E adesso tornatene a farti le bazzighe!
    luigi

  14. anonimo scrive:

    @Anonimo

    Ti piacerebbe, ma preferisco restare a vedere ancora i rincoglioniti come te appresso ad un delinquente che ha rovinato un paese.

    Quando sarai con le pezze al culo a chiedere l’elemosina all’angolo spero di passare a vederti seduto e con il tuo santino di quella faccia di plastica ancora in mano.

  15. Anonimo scrive:

    @anonimo
    ti prendi e te ne vai a fare in culo in un’altro paese!L’europa e’ grande,il mondo e’ grande,se l’Italia non ti va ti prendi e te ne vai!Non sentiremo certo la mancanza di un idiota come te,questo e’ certo!
    Salutoni Gege’.

  16. anonimo scrive:

    come sei ridicolo pensato’, continua cosi’ nella tua vita da rincoglionito berlusconiano e vivi felice fino alla rovina di questo paese.

    I tuoi incubi sono i giornali che parlano dei tuoi idoli?Altri giornali ne conosci?

    Ah si vero ci sono le tue bibbie da cui attingi tutto il tuo sapere.

    A proposito dopo la moglie di Berluscni messa alla gogna ora tocca al “povero” Bocchino ….

    http://www.repubblica.it/politica/2010/05/02/news/bocchino_replica_agli_attacchi_del_giornale_soldi_a_mia_moglie_ne_prende_di_pi_la_fininvest_-3760632/

    Questi si che sono “GIORNALI” altro che pettegolezzi quotidiani.

    Ahahahhaah , ma in che razza di paese viviamo e che razza di gente ci abita, come il proprietario di questo blog.

  17. Anonimo scrive:

    Le centrali nucleari saranno pronte fra 15 anni, produrranno scorie che non sapremo gestire, assorbiranno risorse economiche enormi che sicuramente aumenteranno durante la costruzione. Questi sono fatti.

    Le Centrali Solari termodinamiche, possono essere pronte in 1 o 2 anni, non produrrano scorie, con il costo di una nucleare se ne costruiscono decine di solari termodinamiche infatti i colossi come Siemens stanno decisamente puntando su quelle, basta leggere il link http://www.repubblica.it/ambiente/2010/04/21/news/solare_archimede-3526430/. Questi sono fatti.

    Cesare è un coglione. Questo è un fatto.

    Cesare quando non ha la velina di partito a suggerigli su quale specchio arrampicarsi si innervosisce e offende stupidamente. Questo è un fatto.

    Cesare è un fatto, nel senso stra-fatto di una droga che si chiama Berlusconi.

    Cesare, curati.

  18. Anonimo scrive:

    Anche oggi lo spettacolo indegno di un cialtrone che trattava tutti come dei poveri servi.

    Qualcuno oggi non e’ piu’ d’accordo dopo anni di nefandezze, ma ormai il paese e’ rovinato.

    La testa caro Fini la dovevi alzare tanto tanto tempo fa’.

    Altro che litigare oggi con il dittatorucolo pieno di soldi rubati da tutte le malefatte e aggiustate con le leggi adpersonam.

    Si e’ comprato anche il tuo ex partito grazie ai soldi.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Tieniti aggiornato: ISCRIVITI!


  • SOSTIENI IL BLOG!

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: