La scomparsa dei fatti e la loro miracolosa ricomparsa. Il caso dell’intervista a Paolo Borsellino. Parte 2.

Non lasciatevi fuorviare dal titolo.
Per ora Enrix, il Segugio, non ha rilasciato nuovi video nè ci sono novità da pubblicare o commentare.
Apro questo post per facilitare chi vuole aggiungere un commento alla vicenda, senza che debba aspettare che siano prima caricati gli oltre 400 che l’hanno preceduto…

Buona discussione!

PS: quasi dimenticavo.
Chi volesse capire di cosa parliamo, perchè magari ha attraccato ora su questo blog, può semplicemente scorrere in giù col mouse di pochissime righe, oppure clikkare sul questo link

Comments
499 Responses to “La scomparsa dei fatti e la loro miracolosa ricomparsa. Il caso dell’intervista a Paolo Borsellino. Parte 2.”
  1. Nick scrive:

    Scusate, ovviamente ero di nuovo io.

  2. Anonimo scrive:

    @Sympatros

    Cambio discorso, ritornando al post.

    Enrix dice che è uno scandalo che l’intervista (sia quella del Fatto sia quella di Rainews: non gliene va bene nessuna) abbia evidenziato il fatto che secondo Borsellino c’erano indagini riguardanti i rapporti tra Mangano Dell’Utri e Berlusconi, facendo dire al giudice cose che non aveva detto.

    Infatti secondo lui e secondo tra l’altro Elio Veltri, il giudice non si è mai riferito a queste indagini.

    Non la pensa così LA DIFESA DELL’UTRI che ha presentato al processo il video del Fatto (si… proprio quello manipolato…!!!!) dicendo che visto che esisteva un fascicolo di Guarnotta il processo era da annullare, in base al principio del no bis in idem…

    Insomma l’intervista “manipolata” secondo la DIFESA dell’Utri poteva servire a qualcosa: a far saltare un processo.
    🙂

    http://www.antoniodipietro.com/processo_dellutri/

  3. cesare scrive:

    Non ho mai cambiato discorso:
    io ho detto solo che velocita’ di fase e di gruppo, quando superano c, non sono causali. Se vuoi te lo ribadisco altre 100 volte: non causali significa che non trasportano informazione (segnale), ma sto scrivendo in copto?
    “Non vedo il principio di causalita’ tra i principi fondanti la relativita’ ristretta…sbaglio?
    Perche’ non ti attieni ai principi di Einstein della relativita’ ristretta?”
    Li’ mi stavo riferendo ai 2 postulati di Einstein, non fare il furbo…o non hai capito davvero? Visto che pensavi che il principio di causalita’ fosse violato dall’esistenza di eventi non in nesso causale tra di loro…
    Chi e’ che cambia discorso?
    Ancora le tue domande fuorvianti: il “bullet” NON e’ un evento.
    Non l’ho scritto io che il “bullet may travel faster than c” ma degli scienziati che hanno pubblicato quel lavoro su PRL, sarai piu’ bravo di loro
    🙂🙂🙂

    “Siccome per me velocità e velocità causali sono sinonimi per me quella frase è sacrosanta.”
    Questo e’ il punto di DISCORDANZA vero tra me e te, hai finalmente ammesso che per te velocita’ e velocita’ causale sono SINONIMI!
    Vallo ad insegnare ad Einstein e a Cardone e spiega loro e a tutti i professori di fisica che ho avuto che e’ INUTILE aggiungere l’aggettivo CAUSALE al sostantivo velocita’ nel principio della TRR: ahhahahahahahah! Sei incredibile.

  4. Nick scrive:

    Cesare

    Il precedente è il mio ultimo commento sull’argomento.
    Puoi tentare di rispondere alle domande (non mi interessa comunque l’ultima cosa che era una provocazione), stravolgere quello che dico, citare per l’ennesima volta tutto il repertorio delle frasi che ho detto, stravolgerlo, dire che in una frase ti ho dato ragione, dire che non parto dai principi, dire che se non rispondo a delle tue domande hai ragione……..

    NON RISPONDO.

    BASTA.

    Qualunque cosa tu dica.
    E’ una discussione che è diventata inutile.
    Da troppo tempo.

  5. Nick scrive:

    Sympatros

    Hai perfettamente ragione.

  6. Nick scrive:

    Cesare, fai finta di non capire?
    Hai letto le cose che ti ho postato?
    Sostieni ancora che la velocità di fase e quella di gruppo rappresentano SEMPRE delle velocità? SI O NO?
    O adesso cambi discorso scrivendo:

    “Ti rendi conto che non puoi sapere a priori quali e quante velocita’ “non causali” possono esistere che superino c, ma solo che “velocita’ causali” sperimentalmente non l’hanno mai superato?”
    Non è quello che ti avevo chiesto. Hai detto una cosa che non significa niente non potendo ammettere che avevi detto una fesseria.

    Cesare se la velocità di gruppo non sempre è una velocità chi te lo dice che nel caso del “bullet” lo sia?
    E quindi chi te lo dice che una velocità ha superato c?
    Solo una velocità di gruppo l’ha fatto.
    Per me una velocità di gruppo non essendo una velocità può superare c.(te l’ho spiegato che il mezzo non deve essere DISPERSIVO innanzitutto affinchè L’APPROSSIMAZIONE di considerare questa una velocità sia accettabile). PUNTO.

    Cesare
    La frase che tu citi io non l’ho mai contestata quindi non vedo dove mi sono contraddetto.
    Siccome per me velocità e velocità causali sono sinonimi per me quella frase è sacrosanta. E quindi la ripeto.

    “la velocita’ del segnale (informazione) non puo’ superare c”.

    E infatti Einstein dice.

    “Per velocità superluminali le nostre considerazioni sono prive di senso”

    Secondo te ha torto?

    Non ti accorgi che lo contraddici parlando di velocità non causali che non violerebbero il principio di causalità, ma che interagiscono con il nostro universo?

    E perchè non rispondi alle domande ma continui sempre con questa tiritera:
    al commento del giorno tale hai detto…
    L’ho detto e l’ho ripetuto.

    Vediamo se a te va di ripetere delle cose che hai sostenuto in passato:

    Ad esempio questa.
    Prima che io parlassi di Cardone e prima che dicessi che la relatività si può fondare tra l’altro sul principio di causalità tu dicevi:

    “Non vedo il principio di causalita’ tra i principi fondanti la relativita’ ristretta…sbaglio?
    Perche’ non ti attieni ai principi di Einstein della relativita’ ristretta?”

    RIPETILO
    🙂

    PS.

    Mi stai facendo esasperare col tuo comportamento. RISPONDI ALLE DOMANDE INVECE DI CERCARE SCAPPATOIE, ALTRIMENTI MI METTO A FARE COME TE.

    Il qualcosa che viaggia a velocità >c (ad esempio il tuo bullet) è un evento dello spaziotempo?
    si/no
    A esso è possibile assegnare un cono di luce?
    si/no
    O è un evento dello spazio tempo al quale non è possibile assegnare un cono di luce?
    RISPONDI

    Ti ricordo tra l’altro che la relatività è fondata sul principio implicito che lo spazio e il tempo sono omogenei e che lo spazio è isotropo.

  7. Sympatros scrive:

    Ma siete ancora qui? Vi devo confessare che, rivedendovi fermi sullo stesso punto, oltre che meravigliato della vostra meravigliosa tenacia, ho pure anche una strana sensazione, sensazione e non certezza, perché non leggo più i vostri post, ho la strana sensazione che, anche se non alla velocità della luce, comunque voi vi stiate avvicinando al buco nero che rasenta il patologico. Mille di questi post…. ancora!

  8. cesare scrive:

    Ti ricordo che questo e’ cio’ che sostenevi tu dal 5 gennaio:
    “Il fatto che secondo la relatività la velocità della luce non possa essere superata è un fatto INDUBITABILE che puoi chiamare principio se vuoi o puoi pensare discenda dai due postulati.”
    E adesso, 30 gennaio invece dici:
    “entrambe possono essere maggiori di c”

    non ti rendi conto che nell’ultimo commento di oggi sei arrivato FINALMENTE a dire solo quello su cui ho sempre insistito io:
    “la velocita’ del segnale (informazione) non puo’ superare c”
    Sei forte sai, rileggilo bene!
    L’importante e’ che tu abbia capito che quest’ultimo e’ IL principio giusto!

    Ti rendi conto che non puoi sapere a priori quali e quante velocita’ “non causali” possono esistere che superino c, ma solo che “velocita’ causali” sperimentalmente non l’hanno mai superato?

    Adesso hai capito perche’ il PRINCIPIO e’ quello che dico io (e tutti i fisici) e non quello che sostenevi tu?

  9. Nick scrive:

    LEGGI QUA.

    Ti spiega che in teoria la maggior parte delle volte la velocità di fase e quella di gruppo sono velocità apparenti.

    Motivi per cui la velocità di fase può non rappresentare una velocità:

    in order to actually convey information, a signal cannot be a simple periodic wave, so we must consider non-periodic signals, making the notion of “phase” somewhat ambiguous. If the wave profile never exactly repeats itself, then arguably the “period” of the signal must be the entire signal. On this basis we might say that the velocity of the signal is unambiguously equal to the “phase velocity”, but in this context the phase velocity could only be defined as the speed of the leading (or trailing) edge of the overall signal.

    Motivi per cui una velocità di gruppo può non rappresentare una velocità

    To see why the group velocity need not correspond to the speed of information in a wave, notice that in general, by superimposing simple waves with different frequencies and wavelengths, we can easily produce a waveform with a group velocity that is arbitrarily great, even though the propagation speeds of the constituent waves are all low. A snapshot of such a case is shown below. In this figure the sinusoidal wave denoted as “A” has a wave number of kA = 2 rad/meter and an angular frequency of wA = 2 rad/sec, so it’s individual phase velocity is vA = 1 meter/sec. The sinusoidal wave denoted as “B” has a wave number of kB = 2.2 rad/meter and an angular frequency of wB = 8 rad/sec, so it’s individual phase velocity is vB = 3.63 meters/sec.
    The sum of these two signals is denoted as “A+B” and, according to the formulas given above, it follows that this sum can be expressed in the form 2cos(kx-wt)cos(Dkx-Dwt) where k = 5, w = 2.1, Dk = 0.1, and Dw = 3. Consequently, the “envelope wave” represented by the second factor has a phase velocity of 30 meters/sec. Nevertheless, it’s clear that no information can be propagating faster than the phase speeds of the constituent waves A and B. Indeed if we follow the midpoint of a “group” of A+B as it proceeds from left to right, we find that when it reaches the right hand side it consists of the sum of peaks of A and B that entered at the left long before the current “group” had even “appeared”. This is just one illustration of how simple interfering phase effects can be mis-construed as ultra-high-speed signals. In fact, by simply setting kA to 2.2 and kB to 2.0, we can cause the “groups” of A+B to precess from right to left, which might mistakenly be construed as a signal propagating backwards in time!

    Non ti offendere. Ma per favore studiatelo bene.
    🙂

    http://www.mathpages.com/home/kmath210/kmath210.htm

  10. Nick scrive:

    A PROPOSITO
    Cesare me lo dici qual è il significato della parola superluminale?
    Io dico che si parla di velocità superluminali per riferirsi a ipotetiche velocità maggiori di c.
    Secondo te?

    Una velocità superluminale è
    “una velocità che permette di propagare le informazioni o di spostare la materia ad una velocità superiore a quella della luce nel vuoto”?

    Ecco cosa dice Einstein:

    “Per velocità superluminali le nostre considerazioni sono prive di senso”

    E quindi sono IO che non sa interpretare correttamente quello che dice Einstein quando esclude dalla teoria velocità superluminali?
    L’HAI DETTO

    E allora cosa si intende quando si parla di velocità di gruppo superluminali?
    Secondo molti fisici sono state raggiunte, e non sono quelle che dice Wikipedia
    🙂
    .

  11. Nick scrive:

    Si parla di una velocità di gruppo superluminale e si dice che NON E’ la VERA velocità del fotone. O secondo te lo è ?

  12. Nick scrive:

    E poi che significato di velocità dai tu a una velocità di gruppo negativa in cui impulsi SEMBRANO arrivare prima che partino?

    Non mi dire che per te in realtà le cose stanno così
    E che il tempo per quegli impulsi scprre all’idietro.

    se l21>0
    e
    l21=vt21 con v<0

    allora deve essere t21<0

    e cioè t2<t1…..

  13. Nick scrive:

    Cesare
    Hai detto quindi che la velocità di gruppo è sempre una velocità VERA

    Leggi qua.

    Si parla di una velocità di gruppo superluminale e si dice che la VERA velocità del fotone. O secondo te lo è ?

    http://www.iop.org/EJ/abstract/1367-2630/11/2/023036

  14. cesare scrive:

    “La velocità di gruppo rappresenta sempre una velocità?”
    Se e’ maggiore di c e’ una velocita’ “non causale” (e’ OVVIO che non rappresenta in quel caso la velocita’ di propagazione del segnale, come devo spiegartelo, in aramaico?!)😉
    Se tu RESTI della tua convinzione che le velocita’ non causali NON sono velocita’, bene, affar tuo non ci posso mica far niente io!
    Cio’ che resta VERO pero’ e’ che non PUOI cambiare un principio della TRR:
    “nessun segnale o informazione puo’ viaggiare piu’ velocemente di c”
    (in realta’ non ti rendi conto di come le tue osservazioni spieghino esattamente la ragione del perche’ e’ stato concepito proprio in questa forma!) e non diventera’ mai al mondo:
    “tutta la teoria ristretta si basa sul principio che c sia non superabile”
    Che rimane la cavolata iniziale nonostante tutto il tuo lavoro per insabbiare la verita’!🙂🙂🙂🙂🙂🙂🙂🙂🙂

  15. Nick scrive:

    La verità che è venuta fuori è che non sai rispondere alle mie domande…
    Se rispondessi ad esempio a quest’ultima, sarebbe evidente perchè il tuo ragionamento è sbagliato ANCHE su questo punto.
    🙂

  16. cesare scrive:

    Poche balle:
    “tutta la teoria ristretta si basa sul principio che c sia non superabile”
    Questo e’ cio’ che TU sostieni da un mese E TUTTI POSSONO CONTROLLARE ed io da un mese ti sto dicendo che e’ una cavolata!
    Tu continui ad inventar domande che non c’entrano nulla, per coprire i tuoi errori, tecnica patetica: NON PUOI cancellare la VERITA’.
    ORAMAI e’ venuta FUORI. Ciao!🙂🙂

  17. Nick scrive:

    cioe’ TU stai sostenendo che “niente supera c”

    no io sto sostenendo che nessuna velocità supera c

  18. Nick scrive:

    Cesare quando io di una frase sono convinto la ripeto.

    Entrambe possono essere maggiori di c.
    In questo caso non rappresentano delle velocità

    Dato che insisti a non rispondere alla mie domande e che ti sei fissato con questa velocità di gruppo ti faccio un’altra domanda. Vediamo se questa ti piace di più

    La velocità di gruppo rappresenta sempre una velocità?
    SI o NO?

    RISPONDI.

  19. cesare scrive:

    Nick come fai a non renderti conto che la frase incriminata fin dall’inizio e cioe’:

    “tutta la teoria ristretta si basa sul principio che c sia non superabile”

    (cioe’ TU stai sostenendo che “niente supera c”!!! E che il tuo sarebbe pure un principio!!!)
    e’ in contraddizione PALESE con cio’ che sei arrivato a sostenere adesso:
    “Cesare cosa si propaga?
    E’ una velocità di fase?
    Una velocità di gruppo?
    Entrambe possono essere > c
    In questo caso non sono vere e proprie velocità. E’ tutto qua il problema.”
    HAI DETTO: “entrambe possono essere maggiori di c”
    “entrambe possono essere maggiori di c”
    “entrambe possono essere maggiori di c”
    “entrambe possono essere maggiori di c”

    E’ impossibile ragionare con una persona che non si rende conto delle proprie contraddizioni e si offende se gliele rilevi.
    Tu pensavi (l’hai detto, lo sai e non voglio citarti ancora) che la velocita’ di fase fosse una velocita’ angolare e adesso con la stessa arroganza sostieni che le “velocita’ non causali” non esistono!
    Come fai ad insistere contro l’evidenza in questo modo?

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Tieniti aggiornato: ISCRIVITI!


  • SOSTIENI IL BLOG!

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: