Era meglio il lodo Alfano…

Bocciata una legge, se ne fa un’altra.
Ma se il lodo Alfano aveva elementi condivisibili, questa pseudo riforma del processo, giustificata sulla scorta delle indicazione della Corte Europea dei Diritti, ha veramente poco di apprezzabile. E di salvabile.
Solo le intenzioni, forse.
Si, perchè che i procedimenti in Italia siano interminabili e violino costantemente il principio costituzionale della “ragionevole durata” è una verità impossibile da smentire, ma era davvero questa del “processo breve” l’unica via per risolvere l’annoso problema?
Direi di no.
Anzi: se ne intacca uno per crearne altri cento.
Il provvedimento proposto in Senato vuole i processi chiusi in 6 anni: due per ogni grado di giudizio a partire dalla richiesta di rinvio dell’indagato/imputato al dibattimento.
Peccato che in tutta Europa i tempi iniziano a decorrere da molto prima, ovvero dal primo avviso di garanzia.
Cade perciò da subito lo spirito imitativo a cui il ddl sembrava inizialmente ispirato.
Perchè dire di voler seguire i diktat UE e poi non farlo?
Questa la prima assurdità!
In secondo luogo, è impossibile pensare ad una velocizzazione e ad uno snellimento del nostro sistema Giustizia partendo da singole norme del tutto scollegate da una necessaria visione d’insieme.
In questo caso, le contraddizioni di cui il provvedimento è gravido denotano una superficialità del legislatore veramente imbarazzante.
Non starò qui a fare un elenco noioso delle cose che non vanno, basti però pensare a come con una legge del genere si creerebbero disparità di trattamento tra incensurati e recidivi e tra imputati per reati diversi che difficilmente supererebbero il vaglio di costituzionalità.
Oppure: pensate all’assurdo caso per cui un processo si prescrive prima ancora che si prescriva il reato. Avremmo quindi una situazione per cui un reato sarebbe perseguibile per un tempo ulteriore alla morte del processo.

Insomma, per tornare all’incipit del post: era molto meglio il lodo Alfano.

Una soluzione, comunque ci sarebbe: imporre tempi certi ai magistrati.
Trasformare i termini “ordinatori” in termini “perentori”, in modo da costringere le Toghe a ritmi “forzati” a pena di sanzioni disciplinari e ovviamente la chiusura anticipata del processo a causa di una loro negligenza.
Ma servirebbe molto di più…anche se purtroppo all’orizzonte non si vede granchè…

Certo è che se son questi i frutti degli accordi politici tra il Cav e Fini, beh…meglio che continuino a litigare, fanno più bella figura!

Comments
33 Responses to “Era meglio il lodo Alfano…”
  1. Nick ha detto:

    E’ ricomparso 🙂

  2. Nick ha detto:

    Avevo scritto un commento per Mork ma non lo vedo

  3. Nick ha detto:

    @Mork

    Giustissimo quello che dici.
    Senonchè a non rispettare quella legge è stata proprio la sinistra

    http://www.terzoocchio.org/controinformazione/sull-ineleggibilita/2006/03/

    E il signor d’Alema non è che sia poi tanto diverso dal signor Berlusconi.
    A me fanno schifo allo stesso modo (scusa, Marco).

    http://www.beppegrillo.it/2008/11/passaparola_lun_4.html

    PS

    E poi come mai la sinistra non ha mai fatto una legge sul conflitto d’interessi?

  4. pippo io ha detto:

    non è ancora il momento nick.
    Le idee adesso servono per contrastare la rtensione sociale molto alta che s’è venuta a creare e quindi non vanno sprecate.

  5. Mork ha detto:

    No Marco, non era meglio il Lodo Alfano (rabbrividisco!).

    Era meglio RISPETTARE LE LEGGI che di fatto impedirebbero a Berlusconi di candidarsi FIN DAL ’94!

    http://www.facebook.com/topic.php?uid=39167941143&topic=6767
    http://www.riforme.net/1999/rass003.htm

    Ed i fatti degli ultimi 15 anni mi danno ragione, IL PARLAMENTO ha passato un porzione IMBARAZZANTE di tempo a ricucire l’assurdità di un PdC impelagato con la giustizia ed i conflitti di interessi FINO AL COLLO, anche prima di entrare in politica.

  6. Nick ha detto:

    @tutti
    Dai ragazzi, mettiamo qui le nostre idee. Può darsi che qualche esponente del governo legga questo blog e che magari ci ascolti

    🙂

  7. Nick ha detto:

    Bravissimo Marco, condivido in pieno.

    🙂

    E devo dire una cosa: a Annozero alcune cose dette dall’esponente del PDL erano del tutto condivisibili.
    Quello che ha detto Belpietro invece mi è parso l’ennesimo slogan,

    Che cosa fare dunque?
    Il problema sono i magistrati?
    Io direi meglio UNO dei problemi è rappresentato da ALCUNI magistrati. Difendere la categoria e santificarla è altrettanto sbagliato che demonizzarla.
    Ci sono alcuni magistrati fannullloni. Bisogna prenderne atto e io non avrei nulla in contrario a una riforma che colpisca le singole persone che sbagliano come chi deposita le motivazioni di una sentenza dopo ANNI.
    Come dice tequilero però bisogna mettere i magistrati nelle condizioni di poter lavorare e qui DESTRA E SINISTRA, a parte qualche eccezione (non voglio essere polemico) da ANNI fanno di tutto per mettere la giustizia nelle condizioni di NON POTER lavorare, togliendole non solo le risorse necessarie, ma soprattutto gli STRUMENTI.
    Come dice pippo io infatti, per la massima parte la lentezza dei processi è dovuta proprio a questo….

    Allora cosa fare?

    -Razionalizzazione degli sprechi e delle risorse
    -Azioni nei confronti dei magistrati che non fanno il loro dovere
    -Depenalizzazione di moltissimi reati.
    Molti reati per cui si fa INUTILMENTE il processo dovrebbero essere puniti con una sanzione (una semplice multa) e il processo non dovrebbe nemmeno iniziare…
    Invece si introducono continuamente nuovi reati.
    Le carceri inoltre sono piene perchè ci sono moltissimi extracomunitari irregolari che dovrebbero essere regolarizzati (perchè le colf si e gli altri no?).
    In questo modo gli onesti lavorano e pagano le tasse, e i disonesti se delinquono vengono puniti come tutti i cittadini italiani.
    Inoltre che ne diresti della depenalizzazione delle droghe leggere?
    -Si deve fare in modo che chi è colpevole confessi subito, abbreviando i tempi della giustizia con sconti di pena se la confessione avviene prima del processo e gradualmente più lunghe man mano che si va avanti.
    -Le intercettazioni sono uno strumento necessario e deve essere utilizzato.
    Allo stesso modo vanno abolite tutte le leggi che ostacolano il lavoro dei magistrati fatte da vari governi DI DESTRA E DI SINISTRA per salvare sempre qualche politico, e lo sai di cosa parlo 🙂
    -la prescrizione dovrebbe essere abolita. E’ uno strumento di cui si abusa per cui moltissimi colpevoli la fanno franca. Ad alcuni avvocati interessa fare in modo che il processo vada in prescrizione non dimostrare l’innocenza del loro assistito con conseguente rallentamento della macchina giudiziaria.
    Se si vuole imitare gli altri paesi perchè non si inizia da qui?
    -più soldi ai magistrati e alle forze dell’ordine, premi per quelli più efficienti,
    e soprattutto LOTTA DURA CONTRO LA MAFIA E LA CAMORRA, con carcere duro per i detenuti e confisca dei capitali mafiosi.

    Ecco,questa è quella che io chiamo una vera RIFORMA DELLA GIUSTIZIA.
    Che ne pensi?

  8. mazapegul ha detto:

    B. non vuole questo ddl, e’ lo stessa manfrina della blocca processi. ovvero lui dice: “ragazzi, arrivo e vi bombardo a tappeto tutti quanti!”. e gli altri rispondono: “no, lei e’ un pazzo, come si permette!?”. e lui: “va bene, solo un cazzotto nel naso allora…”. gli altri: “ok, va bene, come e’ buono lei!”.
    basta leggere le ultime dichiarazioni di Casini per capire che aria tira.

  9. bruce0wayne ha detto:

    gabriele merita un premio per la sua risposta. Assieme a Caruso. L’una e l’altra sono la chiave del problema.

    Di certo sappiamo che questa legge rischia di fare danni alla popolazione esattamente come -di fatto- i processi danneggiano per certo anche gli innocenti.

    Il governo attuale è l’unico degli ultimi anni che ha la possibilità di iniziare a cambiare la (in)giustizia italiana, ma sta iniziando malissimo.

  10. giovanni dalla bande rosse ha detto:

    Un saluto affettuoso alla ESCORTRANS Marco CARUSO

    Oramai anche tu ti VERGOGNI della porcheria che sta mettendo in atto il tuo CAPOCOSCA.

    Ma prevedo che questa è soltanto una piccola e momentanea presa di coscenza che cancellerai immediatamente, al fine di non smentirti.

    Con la speranza che finalmente hai trovato il tasto giusto che colleghi il tuo cervello.

    Sono sicuro che la mia resterà solo una speranza.

  11. pippo io ha detto:

    non ho letto imprecedenti post e la risposta al mio dubbio è già stata data.
    Secondo me però è molto importante che passi un principio che io ritengo assoluto.
    Cioè che la lentezza dei processi non sia dovuta alla “fannullaggine” dei magistrati, come la vulgata berluscones vuol far credere, ma alle numerosi eccezioni, cavilli codicilli e cazzilli vari che rallentano la macchina giudiziaria.
    Posso condividere l’antipatia per l’eccesso di protagonismo che certi magistrati possono avere, mai però lontanamente equiparabile ai bastoni messi volutamente tra le loro ruote dalla politica mediante leggi volutamente casiniste.
    scusa caruso se non t’insulto 😀
    e sappi che quando dico berlusones mi riferisco a uno status mentale (la difesa ad oltranza)

  12. pippo io ha detto:

    ma ammesso che questa storia del processo breve sia la panacea di tutti i mali (parlo da non giurisprudente), ammesso che contribuisca a risollevare i tribunali dall’enorme mole di lavoro giacente e marcescente, perchè non iniziare da ora? perchè dev’essere per forza retroattivo?
    se fossi un berluscones mi preoccuperei seriamente, perchè questa mossa mi sembra sbagliatissima, come lo dimostrano i numerosissimi distinguo che sono emersi: tanto vale che il ddl vada al voto e venga clamorosamente bocciato alla camera o al senato (qualora questo sia l’iter da seguire).
    Sicuramente secondo me non era meglio il Lodo Alfano (incostituzionale).

    Volenti o nolenti un governo berlusconi non potrà mai e poi mai fare una riforma della giustizia.
    Quindi questo governo per sopravvivere lasci stare la giustizia. Non piò farne a meno per svariati motivi? cada.
    Non c’è nessuna alternativa?
    Ragazzi, belruscones e no, morto un papa se n’è sempre fatto un altro.
    su dai coraggio tutti.
    crediamoci e andrà bene.

  13. Orlando ha detto:

    Beh, complimenti, questo è lo spirito: esigere che i propri voti significhino qualcosa e che si dia attuazione a quanto promesso veramente.

    La cosa che sconcerta è che se non si mettono d’accordo su questo abominio salta tutto. E il momento è forse il meno indicato in assoluto.

  14. Marco Caruso ha detto:

    @ orlando: niente paura…sono sempre io. E’ solo che mi son rotto di farmi il sangue amaro pensando ai soliti Di Pietro, Travaglio e compagnia cantante…
    siccome vorrei ALTRO dal governo che ho sostenuto e per altre questioni sostengo, allora tento di dire la mia…

    questa legislatura doveva essere e deve essere quella della Rivoluzione…e ci tengo che lo spirito rimanga quello.
    c’è anche molta più disillusione, lo ammetto…

  15. Orlando ha detto:

    Senti, devo aver paura? concordo in pieno col tuo post di oggi. Forse meriterebbe un approfondimento sul discorso “magistrati negligenti” perché ieri sera Belpietro tentava di dire che i processi lunghi sono colpa esclusiva dei magistrati fannulloni. In realtà non è così.

    Sono comunque convinto che di magistrati negligenti, sbrigativi in certi casi approssimativi in altri, siano uno dei mali che va debellato. Non si può arichiviare un’inchiesta frettolosamente o consentire la scarcerazione di mafiosi per decorrenza dei termini semplicemente per non aver depositato la sentenza in tempo. Questi comportamenti andrebbero sanzionati in maniera esemplare, come avverrebbe per poliziotti corrotti/fannulloni e qualsiasi altro criminale.

    Comunque concordo: se questi sono i risultati della riforma della giustizia era meglio lasciargli il Lodo… se passa questo abominio la truffa e la corruzione diventeranno una prassi normale.

  16. Marco Caruso ha detto:

    @ david: probabilmente è in più parti incostituzionale questo ddl…vedremo come si pronunceranno le varie commissioni…ma soprattutto vedremo in che modo sarà modificato il provvedimento…

  17. david ha detto:

    credo cia siano gli estremi per l’incostituzionalità, ma servirà a rallentare i processi in attesa dell’immunità parlamentare.

    immunità parlamentare che è nell’ambito costituzionale

  18. Marco Caruso ha detto:

    @ paolo: il paragone non credo regga…e tutto sommato, ti ripeto, la ratio del provvedimento in esame non è così fuori dal mondo. E’ stupido il modo in cui si vorrebbe applicarla…

    di limiti temporali la Giustizia è piena, ma non per questo si può dire che si voglia ucciderla burocraticamente.
    al contrario, i limiti di tempo servono per renderla più efficace ed efficiente…
    solo che ad oggi questi limiti non sono imperativi, per cui ogni magistrato se la prende comoda…e la frittata è fatta!

    serviva una Riforma organica della Giustizia e non una legge sparata là per salvare le chiappe a Berlusconi.
    o meglio: poteva anche starci che una legge ad personam fosse l’impulso per una buona riforma, ma così non è…e questo è grave ed inaccettabile!

    mi auguro che quel testo venga emendato a raffica fino a renderlo decente, altrimenti son guai…

  19. Paolo Marani ha detto:

    Senza eccedere in esternazioni di natura emotiva…. cominci finalmente a capire che questa gente è animata da principi che esulano da ogni elementare concetto di bene comune e di giustizia ?

    Prova a pensare a questa similitudine:

    Rendere i processi per legge invalidati se superano 6 anni equivale in tutto e per tutto imporre ai medici di eseguire EUTANASIA a un malato se questo non si decide di GUARIRE entro sei giorni.

    Guarisci entro questo termine, altrimenti ti UCCIDO.

    Questa riforma mi evoca lo stesso sgomento.

    Pensaci. Sei una persona intelligente, non ti sprecare con costoro.

  20. Marco Caruso ha detto:

    @ garbriele: non ci sono dubbi che qualcosa andasse fatto, ma la domanda a questo punto è: quel che si vuole fare serve o non serve alla causa?

    se conosci il blog saprai benissimo che ho votato e sostenuto questo governo in svariate occasioni, ma quando si è di fronte a svarioni di questo tipo, beh…non si può rimanere con gli occhi chiusi…bisogna dirlo che si sta facendo una cazzata. Altrimenti il ruolo dell’opinione pubblica si annichilisce a quello di meri spettatori e non è nè cosa buona nè cosa giusta…

    riformiamola tutta la Giustizia…e se qualcosa resta fuori lo correggiamo con leggi specifiche e chi se ne frega se le definiscono ad personam…se servono a tutti mi sta bene che avvantaggino anche uno solo…
    ma non si può accettare che tutto parta da un interesse particolare e finisca per creare più danni che benefici per tutti…

  21. david ha detto:

    “col ricatto della legge” è meravigliosa!

  22. gabriele ha detto:

    Ammetto di non intendermene molto, ma credo che qualcosa il gorverno dovesse fare.
    La lentezza dei processi provoca danni enormi a tutti i conivolti, sia personali che economici. Direi anzi che da quegl’atti spesso dipende la vita o la morte dei protagonisti.
    Purtroppo tutto ciò é causato dalla negligenza e dall’incompetenza sia dei giudici, ma soprattutto dei magistrati. Quest’ultimi negl’ultimi anni si sono costruiti, con il ricatto della legge e con la forza mediatica delle loro iniziative, un potere enorme. Un potere che spesso e volentieri va contro l’interesse sia dei cittadini che del paese.
    Andava fermato, o comunque ridimensionato e per farlo secondo me il governo ha dovuto prendere iniziative impopolari, ma che accendevano i fari dell’opinione pubblica su questo gravissimo problema.

  23. tequilero ha detto:

    Concordo con te, Marco.
    Ma è bizzarrro che una legge che contiene già inspiegabili disparità di trattamento si preoccupi solo di questo aspetto….
    Credimi, nonostante sia fortemente contrario, una legge del genere avrebbe maggiore senso se realizzata successivamente ad una amnistia e vi ricomprendesse tutti gli imputati compresi i recidivi.
    Sugli emendamenti ho dei forti dubbi, questo testo è già il risultato di un difficile equilibrio politico.
    Qualsiasi modifica porterebbe ad un cambiamento di posizioni all’interno della magggioranza e ad un conseguente stallo che farebbe decadere la portata ed il significato della legge.

  24. Marco Caruso ha detto:

    @ tequilero: dimenticavo un PS.

    credo che non si possa far valere solo per i processi successivi all’entrata in vigore della legge perchè andrebbe ad intaccare il principio del “favor rei”, creando così una disomogeneità di trattamento anch’essa incostituzionale…

    mi sa tanto che serviranno parecchi emendamenti a questo testo…

  25. Marco Caruso ha detto:

    @ tequilero: maggiori risorse assolutamente. Ma anche una più congrua razionalizzazione del sistema. Ieri sera il pm Davigo ad AnnoZero ha detto cose assolutamente condivisili su come si potrebbero reperire maggiori risorse e snellire tutto l’apparato…

  26. Marco Caruso ha detto:

    @ wellburn: il troppo storpia sempre…

  27. tequilero ha detto:

    Ed aggiungiamoci anche maggiori risorse, sia umane che finanziarie, alla giustizia.
    Ci sono Tribunali, e te lo dico per esperienza diretta, in cui mancano i cancellieri ed i magistrati non sono in numero adeguato per gestire la mole di lavoro che gli si presenta.
    Non è solo questione di dire: vi costringo ad essere più veloci, si devono anche mettere nelle condizioni di essere più veloci.
    Altra cosa che non condivido e l’applicazione della legge ai processi in corso.
    Ad oggi il rinvio diposto dai giudici dei processi viene stabilito tenendo conto dei tempi di prescrizione del reato.
    Quindi tutta una seria di procedimenti si è basata sul computo di questi termini per arrivare a sentenza.
    Accorciare in questo modo la tempistica nei procedimenti in corso, di fatto, realizza un colpo di spugna per una svariata serie di reati.

  28. wellburn ha detto:

    da sempre voto centrodestra… ma ora Berlusconi sta esagerando… se ne tornasse a casa non si possono piu’ vedere tutte queste leggi ad personam.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

  • Tieniti aggiornato: ISCRIVITI!


  • SOSTIENI IL BLOG!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: