O la Riforma o niente!

O la Riforma oppure è meglio non far niente, perchè qualunque provvedimento questo governo voglia avanzare sarà difficile non interpretare come l’ennesimo tentativo di proteggere Berlusconi disinteressandosi dei veri problemi che affliggono la Giustizia in questo Paese.

Così è anche stavolta.
Che senso ha annunciare la Grande Riforma, in campagna elettorale come pure da un anno e mezzo a questa parte, e poi partorire topolini innoqui almeno quanto velenosi.
Di fatto, norme come il Lodo Alfano o la cosiddetta “aggiusta processi” di cui si parlava ad inizio legislatura non hanno prodotto alcun effetto in virtù degli interventi della Corte Costituzionale o di veri e propri dietro front politici sul tema, ma hanno comunque contribuito ad invelenire il clima tra gli schieramenti e in seno alla stessa opinione pubblica, col risultato che oggi c’è addirittura chi parla di “emergenza democratica” nel modo meno opportuno che si possa immaginare e, soprattutto, senza che sia manco stato intaccato il cancro che affligge il nostro sistema giudiziario.

Oggi il teatrino prevede in scena lo stesso copione: una norma, quella sul “processo breve”, che del tutto decontestualizzata come si presenta fa giustamente drizzare le orecchie a chi vede buio sempre e comunque e impedisce in concreto qualunque confronto.
L’Italia non ha bisogno di leggi così “personalizzate”, ma di una seria Rivoluzione che riguardi in generale la Giustizia e ne tocchi i singoli problemi sdradicandoli alla radice e non invece come si vorrebbe fare ora potandoli di qualche rametto rinsecchitto (sempre ammesso che poi non arrivi l’ennesima ghigliottina Costituzionale…)!

Berlusconi aveva detto che avrebbe fatto vedere a tutti come si sarebbe difeso. Nelle aule di tribunale, però.
Lasci perdere quelle parlamentari…che manco gli portano granchè bene!

Comments
7 Responses to “O la Riforma o niente!”
  1. Marco Caruso scrive:

    @ lm: stavo pensando giusto a questa cosa che hai detto. Ho formulato lo stesso dubbio sul mio profilo di FaceBook…ovviamente senza ottenere risposta da alcuno, ma non ci facevo troppo affidamento.

    magari qualcuno potrebbe darci una mano a capire, perchè a me, sinceramente, sembra assurdo! Un altro bel colpo alla credibilità della magistratura, che riesce ad inventarsi responsabilità penali lontane da qualunque appiglio legale o codicistico!

  2. lm scrive:

    l’accordo e la dazione della corruzione sono stati posti in essere dopo che Mills ha testimoniato.

    Pensatore, mettiamo insieme le conoscenze giuridiche per capire che vuol dire.

    che è la corruzione susseguente???

  3. Nick scrive:

    Anche questo è un post equilibrato e che condivido.
    Magari su cosa dovrebbero fare dissentiamo.
    Ma su cosa stanno facendo siamo tutti daccordo.
    E’ uno schifo.

  4. donato scrive:

    IMHO il delirio di onnipotenza è quello della Magistratura che non riesce a svolgere nemmeno i suoi compiti ordinari,figurarsi attività di supplenza politica.

  5. Cougar84 scrive:

    “a quanto ho capito vogliono imporre un tetto temporale ai processi, pena la loro decadenza.
    premesso che sarei d’accordo in via generale ed astratta, la cosa che mi preoccupa è la differenziazione che sarebbe prevista in questa legge tra reati con pena maggiore o inferiore a tot anni e tra censurati e incensurati: altra roba da bocciatura della Corte Costituzionale.”

    Esatto, anche perché sarebbe totalmente inutile accorciare la durata dei processi se poi per prepararne uno ci si mette lo stesso tempo.
    Finirebbero tutti nel cesso quei processi.

    Ciao,
    Marco

  6. Marco Caruso scrive:

    @ paolo: non mi risulta che vogliano abbassare ulteriormente i tempi di prescrizione.
    a quanto ho capito vogliono imporre un tetto temporale ai processi, pena la loro decadenza.
    premesso che sarei d’accordo in via generale ed astratta, la cosa che mi preoccupa è la differenziazione che sarebbe prevista in questa legge tra reati con pena maggiore o inferiore a tot anni e tra censurati e incensurati: altra roba da bocciatura della Corte Costituzionale.

    e comunque: la Giustizia va riformata tutta e non solo a pezzetti, perchè altrimenti si perde il senso del percorso ancora da iniziare!
    se non si fosse perso troppo tempo dietro ai vari “lodi” a quest’ora avevano già rivoluzionato il sistema giudiziario e probabilmente avrebbero anche ottenuto quel che volevano per salvare le chiappe al Cav senza altri sotterfugi…

  7. Paolo Marani scrive:

    Leggi “personalizzate”, ebbravo!!! Ci sei arrivato, complimenti.
    Ti pare sensato che si vogliano abbassare ulteriormente i tempi di prescrizione proprio ora che il lodo Alfano è caduto per incostituzionalità ? Se avevano davvero a cuore la lentezza dei processi, non potevano farlo prima ?

    Si parla sempre di giustizia ad orologeria, ed in parte è pure vero, ma se non riusciamo a vedere questa INCREDIBILE COINCIDENZA AD OROLOGERIA di interessarsi della giustizia solo quando ha finito di garantirti l’impunità, allora abbiamo davvero il prosciutto sugli occhi e la segatura nel cervello.

    Ci sarà pure anche qualche giudice che professa politicamente le sue convinzioni, ma queste DEVONO essere calmierate dagli organi di autogoverno e disciplina. Così come un parlamentare che si mette a fare il giustizialista sentenziando chi è colpevole e chi è innocente, oppure semplicemente usa la politica per il suo bieco interesse di parte, DEVE essere controllato dal potere esecutivo a lui superiore.

    Se poi il bieco interesse è quello del presidente del consiglio stesso, che limite può avere salvo la sua propria repulsione (tutta ancora da dimostrare) per la dittatura ?

    L’unico limite per la follia di onnipotenza di Berlusconi è stata la costituzione stessa, perchè in quanto ai reati da lui commessi è sempre riuscito a farla franca con la magistratura.

    Che quel buffone lasci l’incarico e si faccia processare come tutti noi, che non possiamo certo sceglere il giudice che più ci aggrada ma ci dobbiamo pigliare quello della sede competente dove il reato si è svolto.

    Il processo breve, quello verò, prima o poi sarà quello di una nuova piazzale loreto, se mister B corruttore di giudici e imputati continua a infangare così clamorosamente le istituzioni

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Tieniti aggiornato: ISCRIVITI!


  • SOSTIENI IL BLOG!

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: