Travaglio e D’Avanzo, procuratori aggiunti del pool antiberlusconiano.

Pensate a un reato. Uno qualsiasi.
Non ditemelo. Non importa.
Vi so già dire chi è il colpevole.
Berlusconi Silvio!
Vero?

Ecco…se vi chiamate Giuseppe D’Avanzo o Marco Travaglio o fate parte dell’allegra combriccola, la vostra risposta sarà sempre: SI!
A prescindere da tutto (o quasi).
E se mai qualcuno vi dovesse spiegare che forse state pisciando un po’ fuori dal vaso, beh…non preoccupatevi, continuate pure a dargli di “servo”, “zerbino”, “escort”, “berluscoide”, “plagiato” etc etc etc…tanto ormai c’abbiamo fatto il callo!

Anche stavolta perciò non mi tiro indietro.

Ormai sarete tutti a conoscenza del “caso Marrazzo”: quattro carabinieri hanno fatto illecita irruzione nell’appartamento di un trans dove sapevano che avrebbero trovato anche il governatore del Lazio, all’insaputa del quale (a quanto risulta dalle ultime dichiarazioni rese ai magistrati) avrebbero ripreso un video per poterlo poi rivendere. Cosa effettivamente avvenuta: dopo averlo affidato nelle mani di un’agenzia fotografica, il filmato è stato proposto a diversi direttori di riviste e giornali, i quali tutti si sono rifiutati di acquistarlo (per una cifra, trattabile, di circa 200mila euro).
In quei pochi minuti di riprese si vede e si sente Marrazzo implorare i militari dell’Arma di non rovinarlo e staccargli alcuni assegni.

Fin qui, se ne deduce che Marrazzo è vittima di un ricatto, di un’estorsione.
Passano i giorni e nella ridda di voci che si accavallano sui giornali e in televisione, spunta il nome di Silvio Berlusconi.
Il presidente del Consiglio avrebbe telefonato a Marrazzo per fargli sapere che quel video era arrivato anche alle redazioni dei suoi giornali, ma che non lo avrebbe mai fatto pubblicare. Di più: gli avrebbe anche detto dove poter trovare il venditore di quel filmato.

A questo punto entrano in azione i due segugi del pool antiSilvio: D’avanzo e Travaglio.
In rapida successione, prima uno su Repubblica, poi l’altro dalle colonne del Fatto Quotidiano e dalle pagine del suo blog, impiccano il Cavaliere lanciando un’accusa abbastanza fantasiosa: è Berlusconi il vero autore del ricatto!
Non si spingono a dire che sia stato il Cavaliere a mandare i carabinieri in casa di Nataly, ma qualcosa ci spinge a credere che pensano anche quello.
Comunque…
I reati che secondo “i due” andrebbero ipotizzati nei confronti di Berlusconi, oltre a quello morale, come si diceva, di voler tenere sotto ricatto politico il signor Marrazzo (avversario politico del Cavaliere) sono quello di ricettazione (art 648 cp) e omessa denuncia da parte di pubblico ufficiale venuto a conoscenza di un illecito (art 361 cp).

L’assurdità di questa accusa, che denota la sempre più scarsa affidabilità dei due giornalisti, sta tutta proprio nelle sue premesse logiche.
In pratica, si dovrebbe supporre che Berlusconi sapesse della provenienza illecita di quel filmato. Ma questo è impossibile da dimostrare.
Pensate poi al fatto che le riviste scandalistiche pubblicano foto “rubate” in ogni modo e non per questo si parla di ricettazione.
Ancora: pensate a quante volte proprio Travaglio, D’avanzo, Repubblica e altri quotidiani hanno sbattuto in prima pagina stralci di verbali secretati, provenienti quindi da un illecito decisamente grave come la rivelazioni di segreti d’ufficio.

Insomma, già così i fatti assumono i contorni della baggianata.
Ma c’è di più.
Anche la seconda accusa nei confronti del Cav sta come le foglie sugli alberi d’autunno.
Per imputare a Berlusconi l’omissione di denuncia dovremmo innanzitutto sapere di quale reato sia venuto a conoscenza.
Nel caso specifico, la procura ha imputato ai quattro carabinieri la realizzazione illecita del video in cui appare Marrazzo con le brache calate e la cocaina sul comò.
Detto reato (615bis cp) è procedibile d’ufficio, ma solo perchè coinvolti sono dei pubblici ufficiali (i 4 carabinieri).
Altrimenti è un reato a querela di parte (perchè realizzato non nel domicilio di Marrazzo), ovvero era prima necessario che Marrazzo o la trans si recassero dai magistrati e sporgessero querela nei confronti dei “registi”.
Poteva, Berlusconi, sapere che quel filmato fosse stato girato da 4 carabinieri e che quindi fosse stato commesso un reato (per il quale altrimenti non si procede se non a querela di parte???) ?
Credo proprio di no. Non poteva saperlo! Come avrebbe potuto?
Poichè l’articolo 361 cita esplicitamente che le sue disposizioni non si applicano nei casi di reati a querela di parte, se ne deduce che, se Berlusconi non sapeva che questi erano carabinieri non poteva sapere se si fosse o meno consumato un reato, per cui, pur essendo un pubblico ufficiale non aveva alcun obbligo di denuncia (d’altronde, non l’avave fatto manco Marrazzo)!

Il quadro, a questo punto si completa: Travaglio e D’avanzo sono ossessionati da Berlusconi e s’inventerebbero qualunque cosa pur di “incastrarlo” ad una qualsiasi responsabilità, anche quando per una volta non ne ha.

Ecco, adesso potete pure darmi addosso come al solito, ma intanto spero che qualcuno meno ottuso dei “travagliones”, comprenda il pericolo dell’affidamento cieco a personaggi alquanto equivoci e mossi da impeto ideologico contro qualcuno.

Comments
83 Responses to “Travaglio e D’Avanzo, procuratori aggiunti del pool antiberlusconiano.”
  1. Anonimo scrive:

    Oggi il delinquente di arcore pressa gli alleati bossi e fini affinche’ gli appoggino l’ennesima porcata sulla “durata del processo” per prescriversi dai processi mills e mediaset.

    Ma come cavolo fate a non avere vergogna? Ma come cavolo fate a difendere sempre questo schifo? Ma come cavolo fate a restare impassibili mentre tutto deve andare a scatafascio per una sola disonesta persona?

    Gli ignoranti ed ebeti manipolati potrei capirli, a chi capisce davvero invece cosa vuol dire tutto cio va tutto il mio disprezzo.

  2. Jean Lafitte scrive:

    “intanto, Berlusconi è certamente un pubblico ufficiale, MA: non viene a conoscenza di alcun reato. Come fai a sostenere che sapesse della provenienza illecita di quel video? Non puoi”

    caruso ma che stai a di?

    “oltretutto, come già detto, quel reato è perseguibile solitamente a querela di parte e quindi rientra nel caso in cui anche il pubblico ufficiale che ne venisse a conoscenza potrebbe non denunciarlo senza per questo commettere reato d’omissione di denuncia.”

    ahhhhrgh!

    “non puoi denunciare tu un reato subito da altri che manco si prendono la briga di andare dal magistrato.”

    ari-ahhrgh!

    “inoltre, il discorso del Marrazzo ricattabile è caduto nel momento esatto in cui Berlusconi alza la cornetta e lo chiama per dirgli che c’è un video che lo sputtana e che poteva trovarlo in via tal dei tali al numero bla bla bla.”

    vabbè, è ufficiale, questo è scemo.

    “la depravazione di Marrazzo non c’entra, anzi facciamolo subito santo, il santo addicted.”

    lm il depravato sei tu. che depravazione sarebbe andare a trans? boh? quindi pure i gay sono depravati? così per curiosità?

    no, qui quello che marrazzo fa tra le lenzuola non è affare nostro.

    “questa è malafede: se Berlusca lo avesse fatto stareste tutti gli antiSilvio a parlare di quanto è cattivo lo spione che cerca il vantaggio politico (vedi sopra Hustlazz)”

    può darsi ma anche per questo un editore non dovrebbe fare il presidente del consiglio!

    “abbastanza ovvio: certo non vado a vendermi un filmato in cui mi si ritrae mentre ricatto qualcuno o gli fotto dei soldi…”

    e si che i carabinieri sono tanto furbi da riprendersi mentre ricattano marrazzo! un vero genio questo caruso!!!

    “ma a questo Travaglio e D’avanzo non hanno pensato…”

    e mano male….

    ad ogni buon conto credo che nessuno di voi abbia capito bene il succo della questione. il nano non aveva grande interesse a ricattare o sputtanare Marrazzo, ma lo fa. perché?
    per dare un avvertimento. a chi? a quegli altri politici che vanno a trans, guarda caso di An ovvero finiani.
    e infatti e tutto rientrato con straordinaria sincronia : non sono usciti i nomi dei politici di An ed è rientrata come per magia la crisi di governo.
    miracoli delle “coincidenze”…

  3. raffa59 scrive:

    Sfugge un particolare molto importante il filmato viene tratto all interno di UN ABITAZIONE PRIVATA..Ed e` solo per questo e non per la cifra che viene rifiutato dai vari Feltri Signorini..etc etc….E quindi l inutilizzo viene spacciata per una cortesia che comunque doveva essere denunciata(visto che c entrava anche la droga)e nello stesso tempo si poteva mettere Marrazzo nella posizione di debitore…..Capisci a me……

  4. giovanni dalle bande rosse scrive:

    @lm

    Come mai che Marrazzo si dimette e il Berlusca no??

    Gli atteggiamenti del Berlusca sono forse + condivisibili solo perché va a troie?

    Mentre le continue ritrattazioni a battute che è costretto a fare ogni volta che apre bocca e che guarda caso sono prese e travisate malignamente dalla stampa di sinistra????

  5. lm scrive:

    si, ci siamo capiti

  6. tequilero scrive:

    lm, io faccio il sarcastico con il tuo permesso, ed anche senza.
    A meno che sul blog di Caruso tu non abbia il monopolio del sarcasmo e sia tu a decidere su cosa si possa ridere e su cosa no.
    Basta saperlo.

    Perchè ti faccio la domanda?
    Semplice curiosità.
    Volevo capire il tuo metro di giudizio.
    Marrazzo è depravato perchè va a trans e sniffa coca.
    E poi nega.
    Se, invece, non negava e faceva outing andava tutto bene.
    Ok, ci siamo capiti.

  7. Nick scrive:

    @Marco

    Questo caso oltre che il caso Noemi, mi ricorda anche il caso Boffo.

    Una cosa che non capisco in tutta questa vicenda è il motivo per cui Signorini si è fatto fare una copia del video e per cui ha informato Marina Berlusconi e le ha fatto vedere il video.
    Berlusconi non si sa che cosa c’entri in tutta questa storia.
    Non abbiamo il video e non possiamo dire qual è la sua posizione.

    Ci sono però “giornalisti” che quando si imbattono in una notizia che può screditare un qualche avversario politico di Berlusconi la conservano in un cassetto (perchè farsene una copia?).
    E poi o la pubblicano al momento più opportuno
    O informano Berlusconi di questo fatto.
    Ti sembra normale?

    In pratica il post di Travaglio che mi hai linkato, oltre a prendersela con Berlusconi, dicendo che questi si era trovato nella posizione di poter ricattare Marrazzo (e dicendo forse avventatatamente che quel video costituisce prova di reato) dice appunto questo.
    Il video ha girato per mesi, prima di andare a finire nelle mani di Berlusconi.
    Possibile che nessuno si sia accorto che c’era qualcosa che non andava?

    Anche nel caso Boffo non sappiamo se Feltri è stato semplicemente troppo “zelante” e abbia fatto tutto da solo all’ insaputa di Berlusconi (lui dice così) o se le cose stanno diversamente.
    Comunque sia il fatto che ci siano giornalisti che vanno alla ricerca di notizie per “sputtanare” qualcuno, notizie che poi conservano in un cassetto, per compiacere il premier è un segnale pericoloso per la democrazia.

    Insomma più ci rifletto e più ci vedo qualcosa di malsano in tutto questo.
    Attenzione: non in Berlusconi che (non lo sappiamo) magari ha avvertito Marrazzo mosso da sincero spirito di amicizia, o, come dice D’ Avanzo lo ha fatto per averne un tornaconto politico (dimostrando in questo modo di essere un “gentiluomo”)
    Vedo qualcosa di malsano in chi gli sta attorno e che gli fabbrica scoop per compiacerlo

    PS
    I carabinieri non sono i veri ricattatori in quanto non hanno incassato gli assegni.
    E poi: chi ha avvertito i carabinieri?
    La cosa mi puzza, e parecchio

  8. lm scrive:

    tequilero

    perché mi fai la domanda?

    Signorini ha dichiarato esplicitamente che gli piacciono uomini e donne.

    Marrazzo (perché l’ho definito un depravato, è a questo che ti riferisci) va a trans, anzi a due trans, assume coca, nega e paga il silenzio di chi lo mette in croce, salvo poi rimangiarsi tutto quando viene scoperto.

    ah, si, negava per salvaguardare la funzione istituzionale che rivestiva.

    non fare il sarcastico perchè non c’è niente da ridere.

  9. tequilero scrive:

    Ma nick,
    ovviamente crediamo a Signorini.
    Che è quel tizio che ha pubblicato la fantastica e vera storia d’amore tra la pulzella napoletano e un tipo che tutti chiamano tronista.
    Ed ovviamente crediamo a Berlusconi perchè il caro leader mai mente e mai si contraddice.
    La colpa di una discordanza tra le due dichiarazione è solo ed eslcusivamente dei giornalisti comunisti dai calzini turchesi.

    lm, scusa la domanda.
    Ma Signorini secondo te è un depravato?

  10. Nick scrive:

    @lm

    Ci sono due dichiarazioni contrastanti quindi

    Non ho nessun problema di esegesi.

    Forse lo ha Berlusconi o Signorini.

    Non si sono intesi.

    A chi vogliamo credere?

  11. Nick scrive:

    Non ti stavo dicendo di rispondere per lm. lm ha semplicemente riportato le parole di Signorini.

    Signorini però ha mentito, se è vero quello che dice Berlusconi.

    Questa comunque non è la sola menzogna che viene fuori.

    Le cose che diceva Marrazzo prima (che sono riportate nell’articolo di repubblica che mi hai linkato) sono contrastanti con quelle che afferma adesso.
    Anche qui perchè?

    Insomma non sono le ricostruzioni di Anno Zero o di Travaglio o D’Avanzo che lasciano il tempo che trovano, ma sono le dichiarazioni dei protagonisti della vicenda che sono quanto meno confuse e contraddittorie.

    PS.

    D’Avanzo in base agli elementi allora in suo possesso (dichiarazioni di Marrazzo fatte PRIMA) parla di una “ipotetica ricettazione”

    Nell’articolo si legge:

    Tre carabinieri, tre tipi sinistri, con la complicità di un pusher tossicomane (Gianguarino Cafasso), penetrano con la forza in un appartamento dove il governatore è in compagnia di un viado. Lo sbattono contro un muro. Lo obbligano a sfilarsi i pantaloni (è l’ultima versione di Marrazzo). Sistemano un palcoscenico con trans scollacciato, denaro, cocaina, tessera dell'”Associazione nazionale esercenti cinema” con foto. Riprendono la scena con un cellulare. Gli svuotano il portafoglio (2.000 euro). Lo obbligano a firmare tre assegni per 20 mila euro (che non incassano). Se ne vanno.

    Pensi che se questo fosse stato quello che è accaduto e che se il video avesse contenuto queste immagini il reato di ricettazione per Berlusconi che ha visionato il video e ha avvertito Marrazzo dopo 15 giorni, sarebbe configurabile in via ipotetica o no?

    Attenzione: D’Avanzo non dice e nemmeno ipotizza che Berlusconi volesse ricattare Marrazzo.
    La ricettazione non c’entra niente col ricatto.
    Egli invece ipotizza QUESTO:

    “Da un lato, come presidente del consiglio, il 19 viene informato che magistrati e carabinieri sono sulle tracce di “un video del presidente” che potrebbe coinvolgerlo. Dall’altro, come proprietario della Mondadori, quel mattino ha sul tavolo il video che magistrati e carabinieri stanno cercando. Non devono essere state ore serene. Se non si muove, se non fa qualcosa, chi toglie dalla testa dell’opinione pubblica che il presidente del consiglio – protetto da uno straordinario conflitto di interessi – governi una “macchina del fango”, nel tempo sbattuta contro la reputazione di Dino Boffo (direttore dell’Avvenire), Gianfranco Fini (presidente della Camera), Raimondo Mesiano (giudice responsabile di avergli dato torto in una causa civile)? Chi azzittirà le grida della “solita sinistra” e dei “comunisti” persi dietro al cattivo pensiero che quel video – né pubblicato né restituito né consegnato alla magistratura – sia custodito in attesa di tempi migliori, magari elettorali? Berlusconi decide d’impulso, come sempre. Vuole uscire dall’angolo, ribaltare la scena. Chiama il governatore: “Non mi potranno dire che non sono stato un gentiluomo”.

  12. lm scrive:

    nick, o cavolo,

    Signorini nella intervista a Libero del 3.11.2009

    domanda: quando lo diede a Marina Berlusconi?
    risposta: non glielo ho mai dato. glielo feci soltanto vedere poco dopo;

    domanda: Marina quando consegnò il filmato a suo padre?
    risposta: al presidente del consiglio non è stato consegnato alcun filmato.

    che è un problema di esegesi delle risposte di Signorini?

    non so se Berlusca abbia affermato di aver visto il filmato.

    salvo altra evidenza, per me la cosa finisce qui.

  13. lm scrive:

    Nick,

    “Chi la invoca la dirittura morale e la schiena dritta?”

    per la fortuna della ordinata discussione nel blog, non sei tu.

    ma qualche buontempone se ne è riempito la bocca. basta leggere i commenti di qualche giorno fa. qualche volta ho la memoria di un elefante.

  14. Marco Caruso scrive:

    @ nick: io rispondo per me e non per gli altri…

  15. Marco Caruso scrive:

    @ tequilero: come vedi si ragiona per ipotesi…

  16. giovanni dalle bande rosse scrive:

    Un saluto affettuoso alla ESCORTRANS Marco CARUSO

    Mi sembra che l’unica cosa che continui a fare e mal ci riesci è, e continua ad essere, il gioco delle tre carte.

    Rimesta e rimesta ma il gioco è sempre quello e ti riduci ad essere soltanto un’illusionista demente e incompetente che non riesci più a nascondere il palese imbarazzo che ormai ti porti dietro con queste continue elugubrazioni mentali.

    Se ho ben capito i rapporti tra il CAPOCOSCA e MARRAZZO erano d’amicizia fraterna e quando il CAPOCOSCA lo contatta telefonicamente lo fa in veste d’amico, e quindi lui in questo caso si trova a rivestire il ruolo dell’editore.

    E’ così VERO!!!

    Pertanto il CAPOCOSCA assume il ruolo del Pubblico Ufficiale “nell’esercizio delle sue funzioni” a corrente alternata, un ora si un ora no, e ovviamente a decidere come e quando essere “nell’esercizio delle sue funzioni” è sempre lui VERO!!!!!

    Ti ricordo che il mio cervelletto è abbastanza sveglio da non farmi trasportare dall’entusiasmo di CAZZATE che mandi in giro.

  17. Nick scrive:

    allora pippo io non è supponente come dice lm (commenti del 3 novembre 16:58 e 17:19)

    e a mentire è Signorini.

    Perchè?

  18. tequilero scrive:

    @ Marco:
    partiamo dalla tua ipotesi.
    Marrazzo si fa riprendere, con il suo consenso, mentre è con un trans in mutande e sniffa cocaina.
    Perchè nei giorni successivi dovrebbe sporgere denuncia?
    Cosa avrebbe dovuto dire?
    C’è un video, fatto con il mio consenso, in cui mi si riprende con trans e sniffo coca, ma non so chi lo ha fatto e chi ne sia in possesso. Trovateli perchè potrebbero ricattarmi.
    E comunque, questo presuppone che Marrazzo fosse a conoscenza dell’esistenza di un video e, quindi, quando lo ha chiamato Berlusconi potrebbe avergli detto:
    “lo hai visto anche tu? Hai visto come vengo bene in mutande?”

  19. Marco Caruso scrive:

    @ nick: Si, lo ha visto.

  20. Marco Caruso scrive:

    @ tequilero: non è la prima volta che sappiamo di gente che filma le proprie prestazioni sessuali. Potrebbe essere stato chiunque, oltretutto, e se fosse stato visto mentre lo faceva non sussisteva alcun reato.
    resta poi da capire perchè mai nè il trans nè Marrazzo sporgono denuncia…

  21. Nick scrive:

    Partiamo da qui:

    Berlusconi ha visto il video o no?

  22. tequilero scrive:

    @ Marco:
    “ogni ricostruzione possibile che fin qui può esser stata fatta manca dei FATTI, che a tutt’oggi sono nelle sole mani degli inquirenti (che guarda un po’ stavolta sono molto prudenti e molto accorti a che non esca niente dai loro uffici).”

    Ricostruire i vari passaggi del video è possibile farlo.
    Ci sono le dichiarazione della Masi e delle giornaliste di Libero.
    Il video viene visto e nessuno ci trova reati.

    “a quanto risulta leggendo i giornali, il video viene proposto alle varie redazioni ben due mesi dopo, cioè a inizio settembre.”

    No. A quanto risulta viene proposto a luglio a due giornaliste di Libero che informano Feltri e viene dato alla PhotoMasi per piazzarlo. Ad Agosto si contatta Oggi del gruppo RCS.

    “ora: mi spieghi come può Berlusconi essere accusato di qualcosa? allo stesso modo: mi spieghi come può un direttore di giornale, posto nelle stesse condizioni di ignoranza di Berlusconi, essere accusato di qualcosa?”

    Perchè dovrei spiegarti di che cosa deve essere accusato Berlusconi?
    Ha visto il video come altre persone e non ha ritenuto che fosse frutto di un reato.
    Come i direttori dei giornali,avrà pensato che fosse stato girato con il consenso di Marrazzo e delle altre persone coinvolte.
    Non conoscendo la natura delittuosa dell’origne del video, e fino a prova contraria è così, perchè lo devo accusare di qualcosa?

    Il mio ragionamento era diverso e lo hai sfiorato solo nel tuo l’ultimo tuo paragrafo:

    “il caso Zappaddu è ben diverso, per il semplice fatto che quelle foto erano state “rubate” con mezzi tecnologici invasivi in piena violazione del domicilio privato e quindi della privacy di Berlusconi e dei suoi ospiti.
    quegli scatti non potevano certo essere stati fatti da Berlusconi o dai suoi ospiti: era ovvio che li avesse fatti qualcun’altro, appostato a X metri dalla recinsione, con un teleobiettivo molto potente e che avesse commesso un’intrusione in proprietà privata…”

    Mentre non era per niente ovvio che un video girato con il telefonino di pessima qualità, come riferito da tutti, che riprende il Presidente della Regione Lazio in mutande con un trans e la cocaina sul tavolo, fosse stato fatto commettendo un’intrusione in una proprietà privata senza il consenso del protagonista.
    L’art. 615 bis c.p. punisce chiunque mediante l’uso di strumenti di ripresa visiva o sonora, si procura indebitamente notizie o immagini attinenti alla vita privata svolgentesi nei luoghi indicati nell’articolo 614 (dimora privata).
    Non si tratta di essere o meno invitati a casa o essere ospiti di qualcuno, si tratta di aver girato immagini attinenti la vita privata di una persona che si svogeva in un luogo privato, senza nessuna autorizzazione.
    Mi stupisce la mancanza di riflessi di Belpietro, che qualche mese prima aveva dato prova di grande prontezza. Ma anche lui deve aver pensato che era un’altra strana voglia di Marrazzo: farsi riprendere in mutande con la coca e un trans.

  23. Marco Caruso scrive:

    @ nick: riportiamo la questione nei suoi argini…

    dunque: qualche giorno fa, prima D’avanzo e poi Travaglio cominciano a calcare la mano su Berlusconi, perchè, a detta di Marrazzo, il Cavaliere lo avrebbe avvisato dell’esistenza di un video compromettente su di lui.
    I due giornalisti imbastiscono una pseudo inchiesta sui tempi e i modi in cui è stato fatto girare questo filmato in cui Marrazzo è ripreso in compagnia di un trans e dove si può vedere la presenza di cocaina.
    dove vogliono arrivare? cosa vogliono far dedurre al lettore?
    D’avanzo è esplicito: il pres del cons è colpevole di ricettazione.

    http://www.repubblica.it/2009/10/sezioni/cronaca/marrazzo-caso/video-davanzo/video-davanzo.html

    Travaglio invece ci gira intorno, ma solo un cieco non riuscirebbe a leggere tra le righe del suo ragionamento.
    anche per lui ci sarebbero gli estremi per incolpare Berlusconi di ricettazione o almeno di omessa denuncia.
    in ogni caso, sempre seguendo le sue argomentazioni sul fatto (e su Il Fatto) sembrerebbe arrivare ad ipotizzare per il Cavaliere una posizione tale da permettergli di ricattare politicamente Marrazzo.

    http://www.voglioscendere.ilcannocchiale.it/2009/11/02/la_diretta_con_marco_travaglio.html

    Sempre Travaglio, però, fa una ricostruzione dei fatti parecchio romanzata, arrivando a collegare fatti e circostanze in perfetto stile complottistico (come facevo notare nei commenti più su!).

    a questo punto, mi son preso la briga di spiegare tre cose:

    1) perchè è sciocco pensare che uno voglia ricattare politicamente un avversario quando poi è il primo ed unico ad avvisarlo del trappolone in cui potrebbe ulteriormente finire imbrigliato (perchè è Berlusconi a chiamare Marrazzo, quindi, almeno in teoria, il Cav si priva dell’unica arma che ha a sua disposizione!)

    2) che accusare Berlusconi di ricattazione è fantasioso, perchè bisognerebbe assumere che Berlusconi fosse a conoscenza di essere in possesso di un video frutto di un illecito e che da esso volesse trarne un qualche profitto. Il problema di questa teoria è che si potrebbe capire che il video è stato realizzato con un reato solo e soltanto se fosse possibile vedere l’originale (quello poi ricostruito ad AnnoZero). Anche ieri sera, il direttore di OGGI, che ha visto il video oggetto di vendita, ha dichiarato che durava circa due minuti e si vedeva solo Marrazzo, il trans e la coca…niente più.
    Ergo: è difficile immaginare un reato quando poi quel video potrebbe essere stato filmato da un altro trans presente nella stanza, quindi senza commettere alcun illecito.

    3) che anche l’ipotetica omissione di denuncia non sussiste. Primo perchè non si sa se il video sia frutto di un reato. Secondo perchè, oltretutto, Berlusconi non viene a conoscenza del video in quanto pres del cons, bensì in quanto editore superiore di Signorini.

    ora: volendo riassumere, non sto difendendo Berlusconi perchè mi piace Berlusconi! Sto provando a sbugiardare Travaglio e D’avanzo, che hanno ormai dato prova di essere ossessionati da Berlusconi a tal punto da volerlo incastrare a responsabilità che non ha. La cosa peggiore è che tentano di farlo usando formule del tutto ipotetiche, che vanno benissimo per chi si difende ma sono deleterie per chi accusa (e il perchè si capisce da solo…)
    sto cercando di provare come sia rischioso fidarsi (almeno su certe questioni) di chi dà segnali di poca lucidità quando si parla di Berlusconi…

    infine: non vedo contraddizioni tra quel che dice Berlusconi e quel che ha raccontato Marrazzo, perciò no…non noto nessuna somiglianza tra questo e il caso Noemi…

    concludendo: Marrazzo s’è fatto fregare e s’è fregato prima di tutto da solo, perchè il primo a dover sporgere denuncia doveva essere proprio lui.
    non lo ha fatto.
    e allora perchè avrebbero dovuto farlo gli altri, sputtanandolo politicamente?

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Tieniti aggiornato: ISCRIVITI!


  • SOSTIENI IL BLOG!

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: