Avanti così.

Non ho voglia di maramaldeggiare sulle spoglie già abbastanza ridicolizzate di certa stampa nazionale e internazionale o su quelle di alcuni politici nostrani che avevano previsto il declino del Cav e si son ritrovati a dover mandar giù il boccone amaro dell’ennesimo successo di Berlusconi.
Come al solito, è la Storia e sono i fatti a dare le migliori risposte.

In un momento come questo, però, si potrebbe anche correre il rischio di eccedere negli entusiasmi, finendo per perdere un’occasione irripetibile e irrinunciabile: dare una svolta e fissare una rotta sicuramente vincente.
Meno “Papi” e più “Silvio”, anche se entrambe sono facce della stessa medaglia.

L’Italia ha bisogno del Berlusconi statista che ha dimostrato di saper essere nei giorni scorsi e che la comunità internazionale ha riconosciuto come tale.
Ciò di cui non ha più bisogno invece, è di ritrovarsi in balia degli scandali che il buon Papi può creare coi suoi atteggiamenti più libertini e che frenano il Paese stringendolo nella morsa della morbosità di un’opposizione a caccia del pretesto giusto per delegittimare il voto popolare.

Il G8 è passato e che piaccia o no ha sancito il trionfo del Cavaliere sui menagramo che lo avevano messo all’angolo e speravano nel suo definitivo knok out, ma le polemiche non tarderanno a riaffacciarsi sulle prime pagine dei giornali e a dettare i temi dell’agenda politica.
A tutto questo, Berlusconi dovrà rispondere come ha fatto nei tre giorni appena passati: da statista!

Dunque, avanti così, Presidente…

Comments
223 Responses to “Avanti così.”
  1. mah!!! scrive:

    Berlusconi “grande statista” dei miei stivali

    http://www.repubblica.it/2009/07/sezioni/economia/eni-gas/turchia-berlusconi/turchia-berlusconi.html?rss

    Gli accordi tra Mosca e Ankara per far passare il gas russo attraverso le acque turche del Mar Nero fino all’Europa erano “già stati conclusi – racconta la fonte alla Reuters – quando il governo turco ha ricevuto un’inaspettata richiesta dell’ultimo minuto da parte di Berlusconi che voleva partecipare alla cerimonia della firma” del premier russo Vladimir Putin e di quello turco Tayyip Erdogan, ad Ankara. La fonte aggiunge che si è creata una “certa sorpresa” quando ci si è resi conto che Berlusconi voleva rivendicare l’accordo come un suo successo personale.

    “E’ il tipo di cosa che può causare un problema diplomatico – dice ancora la fonte turca – Ma siccome si trattava di Berlusconi, ha solo fatto sorridere i due leader”. La Reuters cita anche il sito del governo italiano che riporta la dichiarazione secondo cui il progetto South Stream è “un successo personale del primo ministro italiano”. Per i turchi, una vera “esagerazione”.

    Caruso, SEI UN EMERITO COGLIONE!

  2. Anonimo scrive:

    ahahahahaha e su facebook si dovrebbe diventare fans di un lobotimizzato come te? Ma va a caga” va e cerca di collegare due neuroni se riesci

  3. mah!!! scrive:

    La stampa inglese e il paradigma Berlusconi
    “Modello negativo da non imitare”

    http://www.repubblica.it/2009/08/sezioni/politica/berlusconi-divorzio-19/stampa-estera-6/stampa-estera-6.html

    Buffoni si nasce, vero berlusca? ….ma giullari lo si diventa, caro pagliaccetto Caruso!

    Bisogna essere proprio rintronati per difendere sto berlusca.

  4. pippo io scrive:

    http://espresso.repubblica.it/dettaglio/le-accuse-di-paolo-guzzanti/2106062&ref=hpsp

    è un vero peccato che un mero oppositore al governo come me non riesca a collegarsi a http://www.paologuzzanti.it per leggere quanto dice il senatore. Forse ci saranno troppi contatti, chissà…più diritti all’italia gossippara che s’incazza se il premier sodomizza una cliente e poi la fa ministro o cosa!!

    Immagino che il Pensatore sia in ferie o impegnato nei suoi studi, ma mi piace pensare che si vergogni un po’ non ovviamente di se stesso e delle sue convinzioni politiche, ma bensì dell’uomo e del sistema clientelare largamente diffuso dallo stesso che guida in questo momento il paese.
    Che fosse uno schifo era palese, ribadirlo non fa male.
    Può anche essere la panaces di tutti i dolori universali, ma se per fare carriera bisogna dare il culo allora vada a fare in culo lui ed i suoi sostenitori

  5. Vito scrive:

    Scusa ero io al messaggio precedente

  6. Anonimo scrive:

    @ennio
    Scusa ennio, ma tu hai verificato queste notizie?

    http://idvaltocasertano.blogspot.com/2009/05/travaglio-su-patriciello.html

    dopo aver letto questo non sono riuscito più ad andare avanti …

    Che c’entra Patriciello con Di Pietro??????????

  7. Anonimo scrive:

    sarà anche morto come dice Pippo io@ ma il tema è stato molto interessante, come del resto tutte pubblicazioni del buon Caruso, ed anche molto dibattuto, purtroppo intervengono alcune persone schierate che negano l’evidenza, non spiegano il motivo del dissenso e quindi portano disdoro al thread; se posso permettermi vorrei invitare il titolare del blog a non prenderli in considerazione e a bannare gli offensivi tout court

  8. pippo io scrive:

    questo blog è morto, le idee (?) del suo fondatore sono evaporate. E’già alla deriva come un iceberg, come daw e come la prestigiacomo. Bruciati dal cieco amore per il porcello.
    Buona rivergination.

  9. Anonimo scrive:

    Statista? Dovresti elencare i risultati di papi.Quali sono a qeusto g8? fatti non pugnette.Dove sono? Aver fatto il cameriere e non aver fatto la solita figura di cacca avendo tenuto la bocca chiusa almeno questa volta? Illustraci dati e risultati che provengono dal grande statista invece di fare sempre la figura del lobotomizzato che fai ad ogni post di questo tuo povero blog.

  10. Matteo Maratea scrive:

    Si và a rota.

    LO STATO DI ECCEZIONE
    di Massimo Giannini
    Il decreto anti-crisi è discutibile nel merito. L’ennesimo patchwork di ben 25 articoli scombinati e incorenti, l’ennesimo pacchetto di oltre 100 commi di norme palesemente “tossiche” insaccate insieme a norme apparentemente virtuose.

    Il miserabile spettacolo del decreto anti-crisi è un misto tra il teatro di Ionesco e l’opera dei pupi. C’è l’assurdo: il governo impone con una mano la conversione di un primo “provvedimento urgente” infarcito di errori ed orrori, con l’altra ne presenta un secondo che riscrive quello appena approvato. C’è la farsa siciliana: il Parlamento svilito nella quinta di un’opera buffa, dove gli eletti del popolo, povere marionette, si scambiano legnate fragorose ma inutili.

    http://www.wallstreetitalia.com/articolo.aspx?art_id=763375

  11. Vito Poma scrive:

    Scusa Ennio, non capisco…
    Mi dici: non discuto l’affaire Antocri, ma prima il link che mi hai dato parlava appunto di questo (titolando: Antonio Di Pietro non dice la verità… ecco i documenti). Ho fatto notare che se si vedono i documenti (la sentenza) Di Pietro dice la verità.
    Adesso cambi discorso. Vuol dire che accetti il fatto che nell’affaire Antocri non c’è nulla nè di illecito nè di moralmente rilevante? E quindi che almeno sull’onestà di Di Pietro quell’articolo non ha portato nulla di nuovo ? (tra l’altro questo è quello di cui inizialmente parlavo con Lucius: lui mi aveva detto che Di Pietro era disonesto, ma non era riuscito a motivare questa sua affermazione se non come “sensazione personale”)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Tieniti aggiornato: ISCRIVITI!


  • SOSTIENI IL BLOG!

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: