Finalmente un direttore con le palle al TG1!

augusto minzolini

augusto minzolini

Nonostante su Repubblica provino a dimostrare un’improbabile incoerenza tra le parole che l’attuale direttore del Tg1 pronunciò quindici anni orsono e l’atteggiamento con cui sta affrontando il caso-Patrizia, Augusto Minzolini sta meritoriamente guidando l’ammiraglia dell’informazione pubblica fuori dal guano in cui è stato trascinato l’intero Paese da quotidiani sempre più simili a rotocalchi rosa che ad altro.

Non dice che non sia giusto indagare sulla vita privata degli uomini pubblici, bensì che non si può usare il pettegolezzo come un’arma politica e trasformarla magicamente in una notizia pretendendo che sia così per tutti.

Perciò, non si è lasciato intimidire e davanti ai suoi telespettatori ha spiegato:

Ad urne chiuse voglio spiegare a voi telespettatori perche’ il Tg1, malgrado le polemiche, ha avuto una posizione prudente sull’ultimo gossip o pettegolezzo del momento: le famose cene, feste o chiamatele come vi pare, nelle dimore private di Silvio Berlusconi a palazzo Grazioli o Villa Certosa. Il motivo e’ semplice: dentro questa storia piena di allusioni, testimoni piu’ o meno attendibili e rancori personali non c’e’ ancora una notizia certa e tantomeno un’ipotesi di reato che coinvolga il premier e i suoi collaboratori.

Accade che semplici ipotesi investigative e chiacchericci si trasformino in notizie da prima pagina nella realta’ virtuale dei media o per strumentalizzazioni politiche o per interessi economici. E’ avvenuto in passato, come ricorderete, quando si tento’ di colpire il presidente del consiglio di allora strumentalizzando la foto che ritraeva un suo collaboratore in una situazione definita scabrosa. E’ accaduto piu’ volte in queste settimane in cui e’ stata messa sotto i riflettori la vita privata del premier in nome di un improvviso moralismo: abbiamo visto addirittura celebri mangiapreti vestire i panni di novelli Savonarola. Queste strumentalizzazioni, questi processi mediatici, non hanno nulla a che vedere con l’informazione del servizio pubblico. Nella settimana in cui gli Stati Uniti hanno scelto le nuove regole per proteggere il risparmio nel mondo, mentre esplodeva il caso Iran, e alla vigilia del G8, sarebbe stato incomprensibile privilegiare polemiche sul gossip nazionale solo per scimmiottare qualche quotidiano o rotocalco. Questa e’ la linea editoriale del Tg1 che vi ho promesso, cari telespettatori, fin dal primo giorno. E che continuero’ a garantirvi.

Un gesto di risposta agli attacchi e alle intimidazioni di chi si ritiene depositario dell’Unica Verità e che non accetta che altri possano dissentirne.

Bravo Minzolini!
Finalmente un direttore con le palle che non confonde il pettegolezzo con l’informazione!

SEGNALAZIONI:  DAW, “L’informazione corretta e completa secondo il pd“.

Comments
82 Responses to “Finalmente un direttore con le palle al TG1!”
  1. Anonimo scrive:

    “Augusto Minzolini sta meritoriamente guidando l’ammiraglia dell’informazione pubblica fuori dal guano”

    http://www.corriere.it/cronache/14_ottobre_27/rai-minzolini-condannato-appello-peculato-78bf4912-5df1-11e4-8541-750bc6d4f0d9.shtml

  2. Anonimo scrive:

    Solo in un paese governato dal Berlusca e ridotto a una repubblica delle banane puo’ succedere che il proprietario della concorrenza nonche presidente del consiglio nomini il servo Minzolini per distruggere il Tg1 della Rai e di conseguenza i nostri soldi del canone.

    Questi i risultati …

    http://www.corriere.it/cronache/11_novembre_28/tg5-stacca-tg1-cinque-punti_4a3593b6-19ad-11e1-8452-a4403a89a63b.shtml

    Per gli ignoranti e stupidi invece e’ un direttore con le palle

    Tanto … paga sempre Pantalone

  3. anon@anon.eu scrive:

    Dopo il crollo di ascolti e un TG1 andato a puttane il Minzolini confondeva la carta di credito aziendale con quella sua personale

    http://www.ilmessaggero.it/articolo.php?id=160097

    Che dire di piu’ Bravo Minzolini! Un direttore sempre con le palle.

    Si, con le palle che si bevono gli imbecilli berlusconiani.

  4. Matteo Maratea scrive:

    Allora Marco, alla luce dei fatti, dicci, come sono le palle del Minzolini?

  5. Anonimo scrive:

    Certo che un blog piu’ ridicolo di questo ultimamente non lo trovato.Non pensavo che potesse esserci un tipo piu’ deficiente di questo lobotomico televisivo telecomandato.Ma i medici che dicono? Ti puoi riprendere da tutta questa deficienza?

  6. Anonimo scrive:

    Oddio anche la figlia di Berlusconi e’ comunista. Ha detto che il politico non ha privato.Ora che scrivera’ nel suo blog il pensatore lobotomizzato?Che non e’ figlia di Silvio ma di Stalin? Collegali due neuroni va’, poi mettiti il poster di Minzolini anche in bagno mi raccomando.

  7. Anonimo scrive:

    sei una mente sempliciona

  8. enzo scrive:

    e sul servizio del tg1 sul privato di Berlusconi? in una foto il premier sta al pianoforte col nipotino, in un’altra sta alla finestra. no questo è vero giornalismo. del servizio sull’inchiesta di dalema di dieci anni fa? quella si che è una grande notizia

  9. Orlando scrive:

    @Caruso: riguardo al tuo ultimo commento… ti prego, sembra tratto da quelle parodie sugli USA da guerra fredda… se ragioni così allora il tuo Premier non sarà mai criticabile da nessuno perché automaticamente diventa “di sinistra”, “comunista”, “giustizialista”, “moralista”, ecc. ecc.

    Questa è roba da setta, non da partito…

  10. Marco Caruso scrive:

    @ pippo: ma non erano tutti servi in Rai? ora l’unico rimasto è Minzolini.
    delle due l’una: o son tutti di destra…e allora non si capisce come mai la rai insorga; o son tutti di sinistra e allora Minzolini dà fastidio.

    credo sia la seconda la più giusta…quindi, orgoglioso di lui!

  11. pippo io scrive:

    minchia pensatore ma ti rendi conto di quanto riesci a fare schifo ar cazzo?
    titoli con sicumera provocatoria “Un direttore con le palle” e pochi secondi dopo tutta la rai insorge contro lo stesso.
    Hai la più grande collezione di figure di merda del mondo, puoi entrare nel guinness dei primati con tutti gli altri ominidi tuoi simili.

  12. claudio scrive:

    pensatore lobotomizzato, guarda qui

    PURE I GIORNALISTI RAI INSORGONO

    vergognati.

  13. Orlando scrive:

    @Caruso: che sia gossip lo dite TU, i “beluscones” e qualche altro adoratore di Silvio.

    Rimaniamo nel merito dei fatti: c’è un’inchiesta che sta accertando un traffico di mazzette e squillo di due imprenditori Baresi che avrebbero in cambio ricevuto favori per la propria azienda. Purtroppo, una di queste, sarebbe stata inviata ad una “festicciola” a Palazzo Grazioli (=attuale dimora del Presidente del Consiglio) con il quale avrebbe intrattenuto rapporti intimi.
    La notizia, in questo caso, NON è come la si vuol far passare “scandalo! Berlusconi va a mignotte”… questa è la versione di comodo che permette di giustificare la frase “è solo gossip”. Le vere notizie, da approfondire sono rispettivamente:
    1- c’è estrema facilità, per personaggi malavitosi, di infiltrare ai VERTICI DELLO STATO persone che possano attentarne anche alla sicurezza;
    2- a prescindere che sapesse/non sapesse fosse una Escort, Berlusconi pare in ottimi rapporti con queste persone (che in fase di accertamento hanno già confermato il ‘giro di squillo’);
    3- se tra quelle belle fanciulle si fossero stati agenti di stati nemici, o qualche terrorista, ora non potresti più godere del bel sorrisone del tuo “uomo del fare”. E non è bello che in un comizio pubblico la polizia metta le mani addosso ai manifestanti, mentre a questi festini privati chiunque possa mettere le mani addosso ad uno dei nostri vertici.

    Ecco già queste tre considerazioni a me non sembrano assolutamente il gossip evitato da Minzolini, quanto 3 aspetti inquietanti e imbarazzanti evitati da Minzolini. E da te.

  14. tequilero scrive:

    Strano il mondo.
    il fatto che a in una residenza di Stato si possa entrare senza alcun controllo, portando addosso apparecchi fotografici e registratori è una non notizia di gossip.
    il fatto che una signora dica, confermato dalla testimonianza di altre due ragazze, di aver passato la notte a palazzo Grazioli con il Presidente del Consiglio perchè pagata da un terzo, è una non notizia di gossip.
    il fatto che questa signora affermi di aver registrazioni e foto di quella notte è una non notizia di gossip.
    il fatto che questa signora affermi di aver chiesto un favore, non ottenuto da Berlusocni è una non notizia di gossip.
    il fatto che questa signora sia stata candidata alle elezioni comunali a bari in una lista collegata al PDL è una non notizia di gossip.
    il fatto che questa signora dica di essere stata candidata per tenerla buona è una non notizia di gossip.
    il fatto che ci sia un’indagine in corso per sfruttamento della prostituzione a Bari per ottenere agevolazione su appalti e affari pubblici in cui sono coinvolti anche esponenti del PD è una non notizia di gossip.
    Craxi che si trombava la Pieroni era uno scoop.
    Belle palle sto MInzolini.
    Ho l’impressione che non siano le sue, però.

  15. Marco Caruso scrive:

    @ Paolo: ho già ribattuto a ciò che hai appena segnalato e non ho cambiato idea da ieri. Non vedo nessuna incoerenza. Semplicemente, nelle scelte editoriali di un tg è possibile che si decida di dedicare meno spazio ad una non-notizia come il gossip di cui si spettegola da mesi.
    ci sono temi ben più importanti degli affari di letto del presidente Berlusconi (che tra le altre cose non risulta nè indagato nè niente!).

  16. Paolo Marani scrive:

    Caruso.

    Sei il solito ignorantone di prima categoria!

    Ecco cosa diceva il tuo Minzolini qualche lustro fa:

    http://www.phonkmeister.com/post/128672660/devo-dire-che-stata-veramente-una-sorpresa

    Basta con questi servi della gleba, cacciamoli via dal servizio pubblico.

  17. Orlando scrive:

    Confuto il tuo titolo citando le parole di Minzolini: “Il motivo e’ semplice: dentro questa storia piena di allusioni, testimoni piu’ o meno attendibili e rancori personali non c’e’ ancora una notizia certa e tantomeno un’ipotesi di reato che coinvolga il premier e i suoi collaboratori.”
    A prescindere dal fatto che questa è un’opinione e non un dato di fatto, perché c’è una notizia su un’inchiesta pesante, ricordiamo lo stesso su una notizia che non c’era:
    “C’è una frase che torna spesso nella mente di Silvio Berlusconi in questi giorni. Una frase che un testimone di cui il Cavaliere si fida ciecamente avrebbe sentito uscire dalla bocca del presidente del tribunale di Milano che dovrebbe emettere la sentenza nei suoi confronti sul «processo Mills», Nicoletta Gandus: «Io a Berlusconi gli faccio un c… così. Lo condanno a sei anni di carcere e poi voglio vedere come fa il presidente del Consiglio».” Minzolini, La Stampa, 21 giugno 2008
    Dimostrazione evidente ed incontrovertibile che la prima opinione espressa si applica “ad personam”. Come sempre tra l’altro.

    Forse lui è un direttore con le palle… o più probabilmente ad alcuni fa piacere credere alle “palle” che vengono raccontate.

  18. seth wickmund scrive:

    @ grigio, claudio e agli altri che scrivono cose sensate in questi commenti.

    ma che ci scrivete a fare su questo blog? non lo vedete che questa gentaglia nn cambierebbe idea su berlusconi nemmeno se lo vedesse scippare una vecchia in carrozzella?
    questa gente che si ostina a difendere l’indifendibile ha una coscienza del mondo pari alla distanza dal divano alla televisione. crede ai fantasmi comunisti (ce ne fossero 3-4 di comunisti VERI in parlamento!), crede che berlusconi sia onesto, politicamente capace e stimato all’estero e a tutte le altre fiabe che la televisione ci racconta.
    lasciateglielo credere tanto quando il sogno azzurro sarà finito saranno i primi a saltare la barricata e a sputare sentenze.

  19. pippocervella scrive:

    davvero! Il pus berlusconiano sta lentamente spurgando!
    Non c’è neanche bisogno di franceschini che parli di una riscossa che vede solo lui, i berluscones stanno facendo tutto da soli!
    Lasciamoli lavorare! Ci sono amministrazioni e realtà locali passate al centrosinistra dove 5 anni fa i berluscones avevano vinto al primo turno con il 65%!! Ci sono liste civiche che hano deeciso ballottaggi in comuni con più di 30.000 abitanti, anche 50.000!
    Questi matusa alla Pensatore, degli under 30 vecchi e bacucchi, godono della sconfitta del Pd per dire che il PDL ha vinto, i milgioristi della sinisrtra godono della sconfitta di berlusconi per dire che il PD ha vinto.
    La realtà è che la “terza via”, intrinsecamente pratica sul territorio, quindi nè piddina nè pidiellina, ha dato importanti segni di vita ed è stata spesso decisiva.

  20. Luigi scrive:

    “Le smentite a ripetizione rivelano solo che abbiamo una classe politica nuova che non ha ancora assimilato il fatto che un politico è un uomo pubblico in ogni momento della sua giornata e che deve comportarsi e parlare come tale. Il rinnovamento del Parlamento italiano è un fenomeno anche sociologico di cui la stampa deve dare conto: io non dimentico mai che il mio referente è il lettore e non il politico e che il mio compito è quello di rappresentarlo come è senza mediazioni”. Rappresentarlo anche nei suoi aspetti privati? E’ giusto frugare nella vita intima di chi ci governa, è utile? “Quattro anni fa, e cioè in tempi non sospetti, scrissi che la nomina di Giampaolo Sodano alla Rai nasceva dai salotti di Gbr, la televisione di Anja Pieroni. Oggi penso che se noi avessimo raccontato di più la vita privata dei leader politici forse non saremmo arrivati a tangentopoli, forse li avremmo costretti a cambiare oppure ad andarsene. Non è stato un buon servizio per il paese il nostro fair play: abbiamo semplicemente peccato di ipocrisia. Di Anja Pieroni sapevamo tutto da sempre e non era solo un personaggio della vita intima di Craxi. La distinzione fra pubblico e privato è manichea: ripeto, un politico deve sapere che ogni aspetto della sua vita è pubblico. Se non accetta questa regola rinunci a fare il politico” (Augusto Minzolini 29 ottobre 1994)

    VERMIIIIIIIIII

    http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/1994/10/29/il-politico-non-ha-un-privato.html

  21. Grigio scrive:

    “Berlusca ha risolto in tre mesi l’emergenza spazzatura per le vie di Napoli!”

    Certo, spostandola quà e là!

Trackbacks
Check out what others are saying...
  1. […] stampa estera giorno per giorno), il caso di Bari perché è solo gossip e vicende personali. E i berlusconiani abboccano. Evidentemente per l’invertebrato berlusconiano affidare le decisione sulle loro vite a delle […]



Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Tieniti aggiornato: ISCRIVITI!


  • SOSTIENI IL BLOG!

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: