Non illudetevi.

Matteo Renzi

Matteo Renzi

Debora Serracchiani e Matteo Renzi sono due nomi che negli ultimi tempi vanno molto di moda.
Giovani, determinati, alla ribalta delle cronache per i loro exploit all’interno del Partito Democratico.
Di loro si parla come delle facce nuove che potrebbero far cambiare il passo alla sinistra riformista italiana.
Lui, ha vinto le primarie che lo hanno investito della candidatura a sindaco di Firenze.
Lei, prima di raccogliere più preferenze di Berlusconi alle Europee, si era distinta per i suoi accalorati discorsi critici nei confronti della dirigenza del partito.
Matteo è stato addirittura definito l’Obama italiano. Il volto del cambiamento non solo per il capoluogo toscano, ma proprio del PD.
Debora ormai può vantare più interviste e presenze televisive di qualunque navigato politico di professione.
Sono stati identificati come il “futuro” dalla stampa nazionale (e internazionale: il Time ha già sbattuto due volte Renzi in prima pagina!) e da molti osservatori politici.

Debora Serracchiani

Debora Serracchiani

Ma perchè tutto questo entusiasmo?
Li avete mai sentiti parlare?
Avete notato le loro espressioni?
Avete mai indagato la loro storia personale?

Dopo tante belle parole, onestamente, quando un paio di sere fa mi sono sintonizzato su rai3 ero ben contento di ascoltare un po’ la fresca voce della Serracchiani a Ballarò: una delusione pazzesca!
Spocchiosa come la Finocchiaro e demagogica quanto e forse più della Bindi, lasciava intendere che la strada per battere il Cavaliere fosse solo una: tornare alle alleanze in stile prodiano (ricordate l’Unione????!!!) e in particolar modo seguire la linea dipietrista, cui infatti riconoscere il merito d’aver fatto da solo opposizione.

E questo sarebbe il futuro in cui sperare?
Scusate, ma in cosa si distinguerebbe dal resto della platea, a parte l’età anagrafica?
Non basta avere 26 anni per dirsi “giovani”: avevamo già visto un altro paio di fanciulle conquistarsi l’onore delle cronache (che fine hanno fatto la signorina Marianna Madia e la signorina Pina Picerno?!) e dopo i primi fuochi d’artificio sappiamo perfettamente dove siano finite. Nel dimenticatoio…cannibalizzate.

Vogliamo parlare di Renzi?
L’Obama italiano ha le classiche origini del radical chic (famiglia decisamente agiata), del comunista in cachimire alla Bertinotti per intenderci.
Fa politica dagli anni del liceo (classico).
Da sempre inserito nella macchina del partito, quindi.
E’ giovane (solo 34 anni) e ha alle spalle 5 anni di governo della Provincia fiorentina.
Promosso a candidato sindaco di Firenze.
Si diceva dovesse sbaragliare la concorrenza e vincere al primo turno contro un avversario cui nessuno dava un soldino di credito.
E invece non è riuscito ad arginare l’emorragia di voti in uscita dal PD e la sua lista civica è stata doppiata da quella di Giovanni Galli.

Sapete perchè?

Beh, a sentirlo parlare si potrebbe anche avere la sensazione di avere a che fare con una persona concreta, ma poi…basta ascoltarlo un po’ meglio per capire che non è poi tanto diverso da chi lo ha preceduto.
Grandi elementi di novità non ce ne sono.
Sguazza nelle ambiguità dei 100 punti di governo che da solo ha individuato facendo infuriare gli avversari.
Dice una cosa e poi ne fa un’altra (basti pensare alle sue contorsioni sulla Tramvia).
Firma un programma che gli fa vincere le primarie e poi lo straccia per riscriverne un altro daccapo in cui, sempre in perfetto stile Unione prodiana, c’è tutto e il suo contrario.
Borioso. Acido.
Perfetto per confondersi con un Rutelli qualsiasi.

Idee innovative?
Alzi la mano chi ne sa dire almeno una.

Della serie: sicuri di non esservi lasciati ipnotizzare?

Comments
81 Responses to “Non illudetevi.”
  1. Mork scrive:

    per 1984,

    ah già, me ne ero dimenticato.

  2. 1984 scrive:

    si, però mork devi considerare che ghedini difende il nuovo messia sceso in terra. quindi il suo intento è sicuramente più nobile

  3. Mork scrive:

    Abbiate pazienza ma questa perla dell’avv. LurchMalavàGhedini non posso ometterla:

    “Non è casuale che l’avvocato (Giommaria Uggias) che difende Zappadu (il fotografo che ha scattato le foto a Villa Certosa) sia un eurodeputato dell’Italia dei Valori di Antonio Di Pietro. C’è una doppia veste – avvocato e parlamentare – che non si dovrebbe confondere …”

    Mentre lui no, non si macchierebbe MAI di tale immorale irriverenza… mavalà Ghedini, valà!!!

  4. Mork scrive:

    Quando il ministro dell’istruzione NON impianta una riforma sulla base di ponderate e autorevoli considerazioni di carattere pedagogico di una apposita commissione, ma lo fa obbedendo agli ordini del ministro delle finanze, questo è il minimo che può accadere:

    Milano, la Gelmini contestata
    abbandona la presentazione di un libro
    Il ministro era nella libreria Mondadori in piazza Duomo insieme con Fedele Confalonieri e Mario Giordano.

    http://milano.repubblica.it/dettaglio/milano-la-gelmini-contestata-abbandona-la-presentazione-di-un-libro/1652130

    La ministra (errore voluto) MILLANTA cambiamenti illuminati ma NON è ASSOLUTAMENTE in grado (e non potrebbe esserlo perchè mentirebbe spudoratamente) di avallare le scelte con considerazioni autorevoli formulati da una commissione scientifica (e quindi super-partes) di pedagogisti, e poi si lamenta delle proteste!
    Fantascientifico…

  5. benedetto scrive:

    LA RIVOLUZIONE E’ VICINA

  6. Mork scrive:

    lm,

    dimenticavo di sottolineare che già adesso siamo in infima posizione sulla classifica di “Freedom House” rispetto, per esempio, alla libertà di informazione.

    Parliamone ma senza annichilire fatti importanti.

  7. Der Suchende scrive:

    ho visto il pensatore, era tra le camicie nere della guardia nazionale.

  8. Mork scrive:

    lm,

    certo che non me lo sono studiato bene, leggo quello che si sa ed infatti pure io ho chiesto a caruso di dire, onestamente, la sua.

    Lo sai che io di battute, se non apertamente dichiarate, non ne faccio.

    PS: per l’anonimo “francese”: ma non sai davvero scrivere altro che queste sciocchezze? Scusa tanto ma almeno firmale così possiamo deriderti meglio.

  9. david scrive:

    lm,
    ah, la mia era una battuta stupida? pensavo quella dell’amico tuo inglese…

    perchè uno obbiettivo non direbbe mai una stronzata del genere.

  10. lm scrive:

    Mork

    “Fra non molto non ci sarà nemmeno lo spazio per fare certe battute (”Mork 13 Giugno 2009 a 23:52″).”

    Mork, te lo sei studiato bene il combinato disposto tra la legge sulla stampa e la nuova norma?

    per me è ancora presto parlarne.

    Vorrei che il padrone di casa, ilpensatore, dicesse la sua e aprisse il balletto. Vediamo come possiamo ragionarci sopra. ma senza battute eh, perchè non mi interesserebbe.

  11. Anonimo scrive:

    paolo marani,…..ma va a cagher. compris

  12. Mork scrive:

    lm

    Fra non molto non ci sarà nemmeno lo spazio per fare certe battute (“Mork 13 Giugno 2009 a 23:52”).

    Sempre convinto che questi al governo stiano lavorando bene e, soprattutto, in buona fede? Se la risposta è si allora non vedo spazio per il confronto civile.

    ciao

  13. lm scrive:

    david,

    se io ti dico che il tuo commento dimostra la tua capacità di fare battute stupide e niente affatto consone ad un blogger che vuole discettare in materia di norme sulle intercettazioni, che fai, aspetti che la norma sia approvata dal senato per chiedere la rettifica sul giudizio che ho testè scritto nei tuoi confronti?

    sei obbiettivo…?

  14. david scrive:

    Mi ha detto: sto buco di c… di Belusca, noi piangiamo sullo stato delle nostre banche e lui si ritrova senza problemi. Voi italiani, zitti zitti state meglio di noi. se non facciamo qualche cosa per tenervi sotto pressione, ci fregate a tutti con le vostre capacità ed il vostro ingegno. Dovunque andiamo a sviluppare lavoro ci siete passati prima voi.

    …se non facciamo qualche cosa per tenervi sotto pressione, ci fregate a tutti con le vostre capacità ed il vostro ingegno. Dovunque andiamo a sviluppare lavoro ci siete passati prima voi…??????????

    si parla di criminalità organizzata, vero? perchè l’unica azienda florida che si espande in certi contesti a livello internazionale è la ‘ndrangheta

  15. Mork scrive:

    Caruso,
    scappi in spiaggia invece di pensare alle cose serie che riguardano pure il tuo blog?

  16. Mork scrive:

    Gabriella Carlucci ha una (non) cultura indegna per il ruolo che ricopre, ma quanti italiani lo capiscono? Purtroppo l’ignorante ignora pure quanto è ignorante la Carlucci… scusate il gioco di parole.

    Il primo male italiano è l’ignoranza dei teledipendenti.

  17. PRENDETE E RETTIFICATENE TUTTI

  18. Paolo Marani scrive:

    CARUSO.

    Appena uscirà il DDL per la trasparenza in rete internet, ti subbisserò di richieste di pubblicazione di rettifiche.
    E se non lo farai, ti denuncerò al garante, ed intanto conterò i tuoi soldi a te sottratti con innumerevoli cause civili.

    Prepara il portafoglio Caruso, e di grazie ai tuoi amici corruttori di giudici e imputati, nonchè pluriprescritti.

  19. Baluba scrive:

    @ Mork Ben Detto. Secondo la logica della legge citata allora anche a Hide Park (Londra) si dovrebbe obbligare alla rettifica coloro che esprimono le proprie opinioni appollaiati sopra a una cassetta di legno.

  20. Mork scrive:

    Il disegno di legge sulle intercettazioni può far chiudere la Rete. Se questo succederà, la responsabilità di ciò che verrà dopo sarà del Governo e del Parlamento. La Rete è lo strumento, lo spazio, il media che ha permesso a milioni di italiani di credere a un cambiamento democratico. Di illudersi di essere cittadini e non sudditi. Senza la Rete, con le televisioni e gran parte dei giornali in mano allo psiconano e ai suoi amici piduisti e mafiosi questo Paese si avvia verso una dittattura senza controllo e dagli esiti sociali imprevedibili.
    I gestori di siti informatici dovranno procedere entro 48 ore dalla richiesta, alla rettifica di post, commenti, informazioni ed ogni altro genere di contenuto pubblicato. Non dar corso alla richiesta da parte di blogger, gestori di newsgroup, piattaforme di condivisione di contenuti e di chiunque sia definibile “gestore di sito informatico” avrà come conseguenza una sanzione da 15 a 25 milioni di vecchie lire. Si potrà richiedere a questo o a un altro blog, per ogni commento, per ogni video pubblicato su YouTube, per ogni fotografia, una rettifica. Più informazione pubblichi, più rettifiche puoi ricevere e dover pubblicare. Ci potrebbe essere il caso di chi invia un commento con un nickname e poi chieda lui stesso la rettifica.
    E’ una legge insensata e chi l’ha scritta è un analfabeta di Internet o uno che vuole metterle il bavaglio. I blog di liberi informatori come Martinelli o Byoblu chiuderanno dopo le prime multe e con loro centinaia di altri. Solo per gestire le richieste di rettifica entro 48 ore dovrei assumere 10 persone, e forse non sarebbero sufficienti. In un anno dovrei pagare probabilmente alcuni milioni di euro di multa. Una legge che non esiste neppure in Cina o in Birmania, concepita per fottere la libertà di espressione. Se passa, sarà la morte della blogosfera italiana. Se dovesse avvenire non dimenticheremo chi l’ha firmata, chi l’ha votata e chi, eventualmente, la controfirmerà. La Rete non è un ballo delle debuttanti, questi golpisti se ne accorgeranno. Loro non si arrenderanno mai (ma gli conviene?). Noi neppure.

    Leggi l’articolo di Punto Informatico: http://punto-informatico.it/2641517/PI/Commenti/chiuso-rettifica.aspx

    Caruso, mi sa che il giochino di provocare per generare traffico e salire di pagerank potrebbe costarti la chiusura, altro che offerte con PayPal!

    A parte gli scherzi, non pensi che sia questo un argomento di discussione più degno? Guarda che se è tutto vero allora tu non potrai più stare dietro al blog, a meno di sforzi quotidiani spesi a rettificare. Anzi, i tuoi detrattori meno gentili potrebbero intasarti il blog di materiale da rettificare, giusto?

    Pensaci.

  21. Matteo Maratea scrive:

    Che fate, non ci provate nemmeno??

    Partito Delinquenti Liberi
    Un paio di quiz alla portata di tutti, esclusi i deputati del Pdl e i 20 dell’opposizione che han votato la legge-bavaglio. 1) Oggi, quando si trova un morto ammazzato, o una ragazza stuprata, o un bimbo abusato, o quando scompare una persona rapita, e non si sa chi è stato, si indaga contro ignoti e si intercettano parenti, amici e conoscenti per scoprire il colpevole. Per farlo, basta sapere che un grave delitto è stato commesso («indizi di reato»). Con la nuova legge bisognerà prima scoprire il colpevole («evidenti indizi di colpevolezza»), poi si potrà iniziare a intercettarlo. Ma per scoprire il colpevole bisogna intercettare, dunque non si scoprirà mai il colpevole e non s’intercetterà più nessuno. Domanda: chi può aver ideato una legge del genere? a) Un fine umorista; b) un totale deficiente; c) il colpevole di cui sopra o un suo amico; d) un’allegra brigata di appartenenti alle categorie a, b, c. 2) Esaminate attentamente queste tre affermazioni: a) «Con questa legge non si rovinerà più la vita della gente» (soprattutto dei delinquenti); b) «Non avremo più intercettazioni illimitate nel tempo: adesso si andava avanti nella speranza di scoprire qualcosa» (così non si scoprirà più nulla); c) «Abbiamo fatto una nuova legge perché quella vecchia veniva violata» (come dire che, siccome è vietato uccidere ma si continua a farlo, bisogna riformare il reato di omicidio). Chi potrebbe mai esserne l’autore? a) un fine umorista; b) un totale deficiente; c) il colpevole di cui sopra o un suo amico; d) il ministro della Giustizia. Stavolta la domanda è a risposta plurima.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Tieniti aggiornato: ISCRIVITI!


  • SOSTIENI IL BLOG!

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: