Adoro le corse clandestine!

L’attesa è finita.
I giri di prova, anche.
Domani, tutti sulla griglia di partenza.

Il fantino di Arcore, giusto poco fa, ha fatto sapere a tutti il tempo cui crede di poter arrivare: un bel 45 secco.
Sappiamo che in passato è sempre andato vicinissimo alle sue previsioni, merito anche di un ottimo osservatore americano in grado di suggerirgli tutti i dati col miglior sistema di telemetria.

Per la gara di sabato e domenica, quindi, sono attesi risultati abbastanza clamorosi.
Come detto, la scuderia brianzola si è mostrata in grande spolvero proprio nell’ultimo turno di prove libere, dimostrando di saper uscire dalle difficoltà in cui erano incappati dopo un affaticamento dovuto alla troppa pressione muscolare e ai tentativi di sabotaggio da parte delle squadre avversarie.
La lancetta dell’orologio, quindi, potrebbe fermarsi ad uno strpitoso 45!

Staccatissimo, il fantino romagnolo emiliano in caduta libera e mai veramente competitivo. Per lui ci si aspetta un tempo decisamente imbarazzante e che potrebbe costringerlo ad appendere la sella al chiodo: 26!

Alleato del galoppino con residenza in Sardegna, un settentrionale doc decisissimo a portare a casa un risultato molto onorevole, con il cronometro che dovrebbe assestarsi sull’8!

Chi invece dovrebbe fare gioco di squadra con la scuderia del ferrarese, in realtà gli gioca sempre contro, ma sembra che questa potrebbe non rivelarsi una strategia vincente. I tempi dell’anti-cavaliere non vanno oltre il 6,9 (facciamo 7)!

Per il rotto della cuffia, poi, si guadagnerà una fettina di gloria anche il casinista dei fantini, lentissimo in pista: a stento arriva al 4,1!

Questi gli arrivi che meriteranno un podio.
Tutti gli altri non ce la faranno!

Ricapitolando:

Silvio: 45.
Umberto: 8.
Dario: 26.
Tonino: 6,9.
Pierferdinando: 4,1.

Dimenticavo: alle prove hanno preso parte anche 10mila spettatori.
Le presenze attese nei prossimi giorni si aggirano attorno al 75% di quelli che potrebbero andare all’ippodoromo.

Una cronaca più dettagliata potete trovarla QUI!

Comments
109 Responses to “Adoro le corse clandestine!”
  1. Grigio scrive:

    @Osservatore Attonito,

    per me un politico è un mio fornitore di servizio, io lo pago e lui risolve problemi; se a te va di pagare un professionista per servizi non dati sulla base di preventivi sbagliati… fallo pure; anzi se hai bisogno di un software dimmelo così ti faccio un super preventivo, ti vendo codice super-bacato che un programma che non soddisfa le tue esigenze e mi paghi pure bene!

    Fossero tutti come te!🙂

  2. Alessio in Asia scrive:

    Osservatore:”Alessio, Belrusconi disse, come dirà sempre, che l’IDEALE SAREBBE pagare 33% di tasse. Che il suo obiettivo è quello. E’ evidente che non possa farlo in 1, 2 o anche 5 anni. Ed è anche chiaro che non c’arriverà nel 2013.”

    Quello che dici e’ falso. Berlusconi promise le due aliquote di 23 e 33% in televisione, da Vespa, dove firmo’ una buffonata denominata CONTRATTO CON GLI ITALIANI. Lo stesso si leggeva nel rpogramma di Forza Italia nel 2001. Oltretutto, B. promise che se non sarebbe riuscito a rispettare ilc ontratto non si sarebbe piu’ candidato. Si sarebbe ritirato a vita privata.
    Ovviamente ha mentito a ripetizione.
    Ora mi meraviglio che un suo sostenitore acritico come te si permetta di dichiarare che “non c’arrivera nel 2013”.
    Cornuti e mazziati.
    Maoschismo o sindrome di Stoccolma. Non trovo altre spiegazioni.

  3. Grigio scrive:

    Osservatore Attonito… quello che scrivi lascia attonito l’osservatore!

    “E’ evidente che non possa farlo…”

    cazzo dici???

  4. Orlando, forse non sai leggere, non so.
    Io non associo i governi di destra a meno tasse, era il socialista urlatore Benedetto che affermava che i governi socialisti picchiano le tasse al 60%. Mi sono limitato a ribattore che non è comunque divertente pagare un frego di tasse. Tutto lì.

    Alessio, Belrusconi disse, come dirà sempre, che l’IDEALE SAREBBE pagare 33% di tasse. Che il suo obiettivo è quello. E’ evidente che non possa farlo in 1, 2 o anche 5 anni. Ed è anche chiaro che non c’arriverà nel 2013.

    La paura la instilla solo il PD che grida alla povertà quando invece in giro non mi risultano esserci cadaveri per la strada, morti di stenti.

  5. Alessio in Asia scrive:

    Orlando,
    hai ragione.
    Berlusconi aveva già promesso un drastico taglio delle tasse nel 2001 (due aliquote del 23 e 33%). Ma come al solito mentì. Nulla fu fatto.
    Oggi in un anno di nuovo governo Berlusconi le tasse sono aumentate, il debito pubblico è aumentato, il PIL è crollato e via dicendo.
    Solo promesse e balle poi nascoste sotto il tappeto dalla propaganda della PAURA.

  6. Orlando scrive:

    @Osservatore: il tuo commento delle 16:02 mi lascia presagire che associ un governo di centro-destra ad una diminuzione delle tasse. Non tirarmi fuori sempre la solita scusa dei “nuovi governi”: il momento è difficile (quando si sono insediati però non c’era la Crisi… tra l’altro dicono che non c’è nemmeno ora… quindi o non sei d’accordo col Premier o non ti sei accorto che ultimamente ha dato contro anche a Draghi pur di dire che non c’è Crisi in Italia), colpa del Governo precedente, ecc. ecc.
    Tutte BALLE. Nel senso che gli studi di settore si possono (e si devono) rivedere proprio perché il momento è difficile e quindi chiedere le stesse tasse di quando non c’era la Crisi significa strangolare molte attività che sono sull’orlo della chiusura per mancanza di liquidità.

    E non lamentatevi sempre che le campagne sono contro Berlusconi… perché è lui che ha voluto che tutto il suo movimento fosse identificato con la sua figura. Non penso proprio che il PDL rappresenti al meglio le idee di destra… anzi. Attualmente rappresenta bene le idee solo di Berlusconi.

  7. Mork scrive:

    QUOTO Alessio.

    in questo blog l’onestà intellettuale non esiste nemmeno come coppia di parole, figuriamoci in quanto concetto.

  8. Alessio in Asia scrive:

    “La propaganda berlusconiana non esiste. Lo stesso mr B. è stato in tv massicciamente per queste elezioni per soli 2 giorni. Franceschini e tutti gli altri sono mesi che vanno in tv in qualsiasi strapuntino dove gli fanno dire le loro minchiate.”

    Quello che dici è falso: http://lottantanove.wordpress.com/2009/05/15/agcom-la-tv-da-troppo-spazio-al-governo/

  9. Aessio, solo chi vuole vedere Berusconi dietro ogni tetta o culo mostrato in tv può affermare che il diavolo di Arcore abbia raggirato e circuito le menti degli italiani con spot e tv generalista.
    Per quanto vedo io, c’è solo il tg4 schifosamento pro Berlusconi, bada, tg4, non rete 4. Sono 15-20 minuti al giorno. Andiamo a sommare i tempi di tutte le trasmissioni (serie e meno serie) che invece insultano o accusano Berlusconi dei più svariati reati o bugie politiche varie: il risultato è schiacciante a favore di queste ultime.

    Non credo che la “distruzione culturale” operata dalle tv (non solo italiane però) vada necessariamente a vantaggio di Berlusconi… il dramma è che dall’altra parte non c’è un solo partito che abbia dimostrato di saper governare bene e per l’intera legislatura. Il grando di consenso a Berlusca arriva in massima parte da questo.
    La propaganda berlusconiana non esiste. Lo stesso mr B. è stato in tv massicciamente per queste elezioni per soli 2 giorni. Franceschini e tutti gli altri sono mesi che vanno in tv in qualsiasi strapuntino dove gli fanno dire le loro minchiate.

    Vedi tu…

  10. Anonimo scrive:

    @ sagra

    Ciò non toglie che la rivincita del socialismo americano sul liberismo di Bush sia una affermazione a cazzo di cane. Evidentemente non sei mai stato in the States.

    Dai, ammettilo, hai detto una stronzata da centro sociale.

    Invece a te i peli del culo ti fanno stare in uno stato di continuo rodimento, eheh.

  11. Alessio in Asia scrive:

    Osservatore,
    me ne sono andato per il disgusto.
    Ma come me al mondo la pensano tutti tranne i dipendenti di Berlusconi e qualche decina di milioni di telespettaori italiani, influenzati da quasi 30 anni di distruzione culturale operata dalle televisioni private e dalla pubblicità (che condizionano gli stili di vita) e propaganda.
    Rimango del parere che la situazione italiana sia tragicamente unica nel panorama dei paesi occidentali, e me ne preoccupo come se ne preoccupano tutti quanti. No, Murdoch e l’Economist e gli altri innumerevoli giornali internazionali non sono comunisti, queste sono menzogne di Berlusconi e del suo esercito di giornalisti e avvocati a pagamento.

  12. Alessio, rimani in Asia, per carità.
    Forse non hai ben presente il panorama televisivo italiano.

  13. Grigio scrive:

    … in cerca di banane, s’intende.

  14. Grigio scrive:

    “Dar colpa all’imprenditore Berlusconi (o agli imprenditori in generale) perchè i politici si lasciano abbindolare a far favori più o meno leciti, è davvero patetico.”

    Non ho scritto questo, il mio pensiero mi sembra chiaro.

    Mi sa che sei salito pure pure tu sugli alberi insieme al Pensattore e al pseudo-economista-dei-miei-stivali-Im… mentre Anonimo porta un cero a Mangano.

    Buona penzolata.

  15. Alessio in Asia scrive:

    Anche il mio cane vincerebbe le elezioni se sapesse parlare e avesse la possibilità di fare propaganda per 30 anni su 3 televisioni nazionali.
    Inoltre, il mio cane non se la fa con i mafiosi.

  16. Dar colpa all’imprenditore Berlusconi (o agli imprenditori in generale) perchè i politici si lasciano abbindolare a far favori più o meno leciti, è davvero patetico.

    Il liberismo e il libero mercato non hanno fallito. Hanno fallito i meccanismi di controllo di garanzia del mercato stesso. Hanno fallito i politici (mai veramente liberisti) nel non varare leggi a difesa della chiarezza della concorrenza. Questo proprio perchè hanno voluto mischiare liberismo ed elementi di socialismo selvaggio a favore di questo o quello.

    Come politico infatti, dal punto di vista del mercato, non ritengo Berlusconi un liberale. Non ha fatto mezza liberalizzazione e non ha varato leggi che stimolino la concorrenza e l’eccellenza nei mercati.
    Però dato che nel PdL qualche liberale c’è, a differenza di altri partiti, si spera che diventino sempre più influenti. Anche perchè altrimenti tra 5 anni non potrebbero più definirsi liberali…

  17. sagra scrive:

    per Anonimo

    “ma guarda che stronzate che tocca sentire. e poi dici agli altri che non capiscono un cazzo.”

    Ma tu gongoli nel sentire le solenni puttanate del Berlusca e poi ti rizeli perché gli altri la raccontano in maniera diversa.

    Rasati prima i peli sullo stomaco, poi quelli del culo, e poi chiamerai stronzate quelle di chi non sdilingua la merda che ti rifila Mediaset

    Sagra

  18. Grigio scrive:

    Osservatore Attonito, la posizione di oligopolio Berlusconi l’ha comprata politicamente! Prima da Craxi quando comprava “paludi” attorno Milano e il politico (socialista all’italiana) le rendeva edificabili; poi dallo stesso politico con concessioni semi-rubate e leggi chieste e ricevute (prima che se le facesse da solo).

    Da imprenditore faceva, alla grande, quello che fanno gli imprenditori che hanno a che fare con la politica; sai di cosa parlo se hai un minimo di materia grigia… dare-avere!

    Ti piace farti governare da uno così? A me no!!!!

    Bene… se in 15 anni di governo berlusconiano, a noi sudditi non è cambiato un cazzo da quando governava il pentapartito, e l’economia italica lo dimostra, ringraziati da solo.

    Berlusconi, la sua propaganda e i suoi interessi hanno tolto spazio anche alla destra… quella vera s’intende… di cui non c’è nessun rappresentate perchè oramai sono tutti appecorati al suo volere.

  19. sagra scrive:

    per Osservatore Vongolaro

    “Quindi da imprenditore non gli si può imputare il fatto di non aver fatto il “liberista”. Cazzo faceva, andava contro i propri interessi? Su dai, che liberismo hai in mente!”

    E’ esattamente lo stesso ragionamento che fa un qualunque capomafia.
    Qui comando io e tutti gli altri fanno quello che permetto io!

    E la chiami pure democrazia?

    La vongolata della sconfitta del socialismo l’hai sparata tu, ed io ti ho risposto per le rime.

    Le stronzate di Bush erano ampiamente magnificate dal Berlusca, grande amicone.

    Se gli interessi del singolo imprenditore vengono prima di quelli dello Stato, mi spieghi che speranze abbiamo ora che il maggiore imprenditore italiano si fa le leggi asuo comodo e chiude la bocca alla Magistratura?

    Dove va a finire lo stato di diritto?

    Quanto conta il mio ed il tuo diritto davanti a quello di Berlusconi?

    Sforzati di essere un po’ più coerente e meno Attonito!

    Sagra

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Tieniti aggiornato: ISCRIVITI!


  • SOSTIENI IL BLOG!

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: