Mi sa che si mette male. Per Repubblica.

Forse le risposte che stanno arrivando sul “caso Letizia” non andranno troppo a genio a quelli di largo Fochetti…

Prima il padre di Noemi al Mattino.
Poi Emilio Fede alla Stampa.

E il povero ex-fidanzato è mezzo smontato.

Stai a vedere che alla fine il buon Silvio riesce a ribaltare il tavolo anche stavolta.
I sondaggi intanto lo danno sopra il 40%: non male per un premier che sta sulla graticola…

PS: ho notato che anche Ferrara si è cimentato nel gioco delle risposte alle 10 domande di Repubblica e sono sorprendetemente simili a quelle date anche da me in questo post

Comments
51 Responses to “Mi sa che si mette male. Per Repubblica.”
  1. Sergio Rizzitiello scrive:

    A proposito della polemica sul termine di pederastia, rilevo che Sagra non abbia tenuto ben presente il ruolo maschile e femminile nella Grecia antica ma soprattutto classica.
    Il rapporto sessuale tra un adulto maschio e un fanciullo maschio era all’interno di un processo consueto che aveva come intento, oltre che quello di consumare un piacere che doveva comunque essere moderato, di sottoporre il fanciullo maschio a tutta una serie di esercizi educativi per formarlo nella sua futura vita virile di cittadino.
    L’intento era eminentemente pedagogico e la scuola era consentita solo ai maschi.
    Il corrispettivo era dato come eccezione da Saffo che con le sue fanciulle praticava una sessualità finalizzata ad una concezione religiosa.
    La pratica di pederastia era perciò una pratica molto frequente in Grecia soprattutto quella influenzata dalla cultura Ateniese ed era riservata a maschi adulti con fanciulli maschi.

  2. enrix scrive:

    Di conseguenza, come rinunciare a divertirsi con lui?

    Proprio mi è impossibile.

  3. enrix scrive:

    Cara Marika, forse non hai ben inquadrato il personaggio Sagra.

    E’ affetto da quella turba psichica piuttosto nota col nome di “Napoleonismo”, con la variante che lui non si crede solo Napoleone, ma anche qualcosa di più.

    Supera infatti l’imperatore originale in quanto a spocchia.

    In sintesi, se a Waterloo il generale fosse stato Sagra Bonaparte, sarebbe finito esattamente come l’altro, e vale a dire dandosela a gambe.

    Però strillando “vittoria”.

  4. marika scrive:

    enrix, sagra, ditemi che state scherzando, che non state facendo sul serio!
    Leggendo enrix non posso credere che esista uno così ostinato nell’infierire, e soprattutto non posso credere che esista uno tanto imbecille come Sagra, capace di resistere per giorni e giorni a farsi umiliare in questa maniera!

  5. enrix scrive:

    “Per broccolix

    ““La pederastìa è una forma di omosessualità che può comportare reato, se condotta con minori.””

    Sei sempre più anguillosamente imbecille.

    Ora ti faccio il disegnino, come piace a te:”

    MA BRAVO SAGRETTO, FORSE COI DISEGNINI SEI PIù BRAVO CHE CON LA LINGUA ITALIANA. VEDIAMO.

    “Ammesso e non concesso:”

    AMMESSO E NON CONCESSO COSA, SAGRETTO? CHE I DIZIONARI PARAVIA, HOEPLI, DE AGOSTINI, ECC…ECC… SUL SIGNIFICATO DEI TERMINI SCRIVANO COSE PIù ATTENDIBILI DI WIKIPEDIA? MA DAI, STAI CADENDO IGNOBILMENTE IN BASSO, AD AZZARDARE IPOTESI DEL GENERE.
    CHE DELUSIONE.

    Dizionari, ad es., come questi?

    http://old.demauroparavia.it/80679

    pe|de|ra|stì|a
    s.f.
    CO omosessualità maschile, spec. rivolta ai giovani

    ESATTO SAGRETTO, GIOVANI. UN TREDICENNE E’ UN RAGAZZINO MOLTO GIOVANE. A SEDICI ANNI O A DICIOTTO SI E’ GIOVANOTTI, MA SEMPRE GIOVANI. NON CERTO VECCHI E RIMBAMBITI COME TE.

    http://dizionari.corriere.it/dizionario_italiano/P/pederastia.shtml
    pederastia
    [pe-de-ra-stì-a] s.f.
    • Omosessualità maschile, spec. se rivolta verso adolescenti
    • sec. XVII

    http://www.dizi.it/pederastia

    pederastia 1 (sf.) Omosessualità maschile, indirizzata verso i bambini

    http://dizionari.hoepli.it/Dizionario_Italiano/parola/pederastia.aspx?idD=1&Query=pederastia&lettera=P

    pederastia
    [pe-de-ra-stì-a]
    s.f. (pl. -stìe)

    Omosessualità maschile, spec. rivolta verso i fanciulli

    http://doc.studenti.it/index.php?testo=pederastIA+dizionario&pag=1&tipo=5&index=default&tipologia=0

    Lo hai scritto tu, di tua pugno (tastiera)

    NON E’ ESATTO, SAGRETTO. L’HO RICOPIATO COL COPIA-INCOLLA. DAI DIZIONARI, QUELLI CHE SECONDO TE “AMMESSO E NON CONCESSO”, PERCHè WIKIPEDIA SAREBBE PIù AGGIORNATA. E LO SAI CHE COSA SIGNIFICA “SPEC” SEGUITO DA UN PUNTO? SIGNIFICA “SPECIALMENTE”.
    “SPECIALMENTE SE RIVOLTA VERSO ADOLESCENTI” (sott. “ma anche verso giOvanotti non più adolescenti”) e “SPECIALMENTE SE RIVOLTA VERSO I FANCIULLI” ( “ma NON SOLO, ECC…ECC…”)

    “Il codice penale considera reato gli atti sessuali nei confronti dei minori, comunque sotto i 14 anni.”

    COME AD ESEMPIO UN “ADOLESCENTE” DI 9 ANNI, O UN “GIOVANE” DI 6 ANNI, SAGRETTO?

    “Ne consegue che il pederasta è sicuramente tale se si inchiappetta un minore maschio o femmina che sia.”

    NO, FEMMINA SOLO SE E’ TUA SORELLA, DAL MOMENTO CHE TUTTI I DIZIONARI CHE HAI APPENA CITATO TI SPIEGANO CHE E’ UNA FORMA DI OMOSESSUALITA’ MASCHILE.

    “Ergo, chi afferma che “può, (forma condizionale)” esprime una eventualità che non è tale, perchè è invece una assoluta certezza.”

    L’UNICA CERTEZZA QUI E’ CHE TU SEI UN CAZZONE, E PURE FANNULLONE PERCHE’ NON SOLO NON CAPISCI I DIZIONARI, MA NEPPURE LI LEGGI.

    Ergo, è sicuramente uno stronzo chi ha scritto una tale scemenza.

    COME DICI, COME DICI, SAGRETTO? IL COMPILATORE DEL DIZIONARIO PARAVIA CHE HA SCRITTO CHE “PEDERASTIA” SIGNIFICA “omosessualità maschile, spec. rivolta ai giovani”, SAREBBE “UNO STRONZO CHE HA SCRITTO UNA SCEMENZA”?
    CHE NE DICI, SCRIVIAMO UNA LETTERINA ALLA CASA EDITRICE?
    MA SI, SCRIVIAMOLA, E VEDIAMO SE MAGARI ASCOLTANO IL TUO CONSIGLIO E VANNO A LEGGERSI WIKIPEDIA PER AGGIORNARSI.

    “Ergo, sei sicuramente due volte più stronzo tu che mi fai scrivere 10 post per spiegarti l’acqua calda.”

    SONO SOLO UNO CHE HA UN PO’ DI TEMPO DA DEDICARE AGLI SQUALLIDI VERMICIATTOLI NAPOLETANI CHE SI CREDONO FURBI E INTELLIGENTI, ESSENDO INVECE DELLE VOLGARI TESTE DI MINCHIA.
    E’ PUR SEMPRE UN NOBILE PASSATEMPO.

    E adesso vai definitivamente ammorì ammazzato tu e quell’ungherese de tù’ nonno in carriola.

    PRIMA DI MORIRE, AVREI UN ULTIMO DESIDERIO. MI FARESTI FARE UN ULTIMO TIRO CON QUELLA ROBACCIA CHE TI STAI FUMANDO DA TRE GIORNI? FORSE NEGLI ULTIMI MINUTI DI VITA RIUSCIRO’ A DELIRARE UN PO’ ANCH’IO CON QUALCHE PUTTANATA TIPO QUELLA DEI PEDERASTI ETEROSESSUALI.

    “Sagra” – graaaa- graaaa- grraaaa….

  6. sagra scrive:

    Per broccolix

    ““La pederastìa è una forma di omosessualità che può comportare reato, se condotta con minori.””

    Sei sempre più anguillosamente imbecille.

    Ora ti faccio il disegnino, come piace a te:

    Ammesso e non concesso:

    Dizionari, ad es., come questi?

    http://old.demauroparavia.it/80679

    pe|de|ra|stì|a
    s.f.
    CO omosessualità maschile, spec. rivolta ai giovani

    http://dizionari.corriere.it/dizionario_italiano/P/pederastia.shtml
    pederastia
    [pe-de-ra-stì-a] s.f.
    • Omosessualità maschile, spec. se rivolta verso adolescenti
    • sec. XVII

    http://www.dizi.it/pederastia

    pederastia 1 (sf.) Omosessualità maschile, indirizzata verso i bambini

    http://dizionari.hoepli.it/Dizionario_Italiano/parola/pederastia.aspx?idD=1&Query=pederastia&lettera=P

    pederastia
    [pe-de-ra-stì-a]
    s.f. (pl. -stìe)

    Omosessualità maschile, spec. rivolta verso i fanciulli

    http://doc.studenti.it/index.php?testo=pederastIA+dizionario&pag=1&tipo=5&index=default&tipologia=0

    Lo hai scritto tu, di tua pugno (tastiera)

    Il codice penale considera reato gli atti sessuali nei confronti dei minori, comunque sotto i 14 anni.
    Ne consegue che il pederasta è sicuramente tale se si inchiappetta un minore maschio o femmina che sia.

    Ergo, chi afferma che “può, (forma condizionale)” esprime una eventualità che non è tale, perchè è invece una assoluta certezza.

    Ergo, è sicuramente uno stronzo chi ha scritto una tale scemenza.
    Ergo, sei sicuramente due volte più stronzo tu che mi fai scrivere 10 post per spiegarti l’acqua calda.

    E adesso vai definitivamente ammorì ammazzato tu e quell’ungherese de tù’ nonno in carriola.

    Sagra

  7. enrix scrive:

    @Sagra.

    “Per sempre più rincoglionix”

    “La pederastìa è una forma di omosessualità che può comportare reato, se condotta con minori.”

    “Se non fosse condotta su minori, non sarebbe pederastia!
    Tu conosci una pederastia condotta su maggiorenni?”

    Si, un vecchio pederasta rimane tale anche se cerca di farsela con un diciottenne.
    Vedo comunque che anche la tua capatosta dopo soli tre giorni ha iniziato a recepire che per intanto con la pederastìa si definisce un comportamento omosessuale.
    Un piccolo passo per l’umanità, ma enorme per il nostro Sagretto.

    Il quale Sagretto però continua imperterrito sulla fregnaccia che la pederastìa troverebbe inquadramento nel nostro codice penale, essendo riferibile, come termine, solo a pratiche sessuali con minorenni, e quindi reato in quanto tale.

    Invece, purtroppo per te Sagretto, il termine non esiste nel nostro codice penale, che definisce solo ed esclusivamente il reato di pedofilìa.

    Il termine esiste invece nei dizionari di lingua italiana, quelli che tu ignori ed intendi persistere nell’ignorare, e definisce una pratica omosessuale in genere verso adolescenti, ma anche giovanotti, eventualmente diciottenni, senza ovviamente fissare un’età precisa, essendo il dizionario cosa diversa dal codice penale.

    Il dizionario esprime il significato del termine in lingua italiana, quella che io conosco e dove invece tu zoppichi alla grande.

    “Ma chi cazzo te le scrive ste minchiate.”

    Le prendo dal dizionario, quello che tu ignori.

    “Altro che Lapalisse.”

    Infatti. Qui siamo all’avaro di Molière, un’icòna dell’ignoranza più profonda.

    “E tu saresti quello che conosce le regole della sintassi.”

    Più che altro, so leggere, a differenza di te.

    “Stiamo freschi!”

    Come cozze appena pescate.

    “Lo vedi cosa succede a farsi gli enteroclismi col Barolo?”

    No, ma vedo cosa succede a te quando fai il furbo. Succede che ti infogni.

    “Sagra” – gra-gra-gra-gra.

  8. sagra scrive:

    Per sempre più rincoglionix

    “La pederastìa è una forma di omosessualità che può comportare reato, se condotta con minori.”

    Se non fosse condotta su minori, non sarebbe pederastia!
    Tu conosci una pederastia condotta su maggiorenni?

    Ma chi cazzo te le scrive ste minchiate.

    Altro che Lapalisse.

    E tu saresti quello che conosce le regole della sintassi.

    Stiamo freschi!

    Lo vedi cosa succede a farsi gli enteroclismi col Barolo?

    Sagra

  9. enrix scrive:

    “Dalle nuove disposizioni del Codice Penale, che fa una differenza non da poco fra omosessuale (Lecito!) e pederasta (Reato!).”

    Ma va’? Potresti dirmi in quale articolo farebbe questa differenza non da poco, Sig. Avvocato? Hai finito sagra di infognarti inventandoti ‘ste minchiate?

    Guarda Sagra che non è un reato neppure un rapporto eterosessuale, ma lo è se è praticato con minori, così come quello omosessuale.

    La pederastìa è una forma di omosessualità che può comportare reato, se condotta con minori.

    E dunque Sagra? Vuoi vincere il premio Lapalisse?

    “La tua definizione è corretta per la storia e la letteratura greca, ma nel frattempo sono passati 2.500 anni.”

    …al termine dei quali continuano a stampare dizionari che spiegano agli ignorantelli come te che la pederastìa è una forma di omosessualità.

    “E tu non te ne sei accorto.”

    Può darsi, in compenso mi accorgo ogni giorno che passa che sei un povero cazzone.

    “Anche i vecchi rincoglioniti come te si dovrebbero aggiornare.”

    Ma io ho Sagra, il minchione che mi tiene costantemente aggiornato sui contenuti di wikipedia; non mi costa fatica dunque, aggiornarmi.

    “Scoreggina da Sagra”

    Una più, una meno…

  10. sagra scrive:

    per coglioncellix

    ““l termine pederastia (dal greco antico παιs- pais/paida, “ragazzo”, e ἐραστής erastès, “amante”) indica inequivocamente un’attrazione per i minori senza distinzione di sesso.”

    Da dove è uscito fuori, quel bellissimo “inequivocamente”, Sagretto?”

    Dalle nuove disposizioni del Codice Penale, che fa una differenza non da poco fra omosessuale (Lecito!) e pederasta (Reato!).

    La tua definizione è corretta per la storia e la letteratura greca, ma nel frattempo sono passati 2.500 anni.

    E tu non te ne sei accorto.

    Anche i vecchi rincoglioniti come te si dovrebbero aggiornare.

    Scoreggina da Sagra

  11. enrix scrive:

    “Sagra-gra-gra-gra-gra””

    “Annoiato per il tuo squallore mentale.”

    Ignorante, è neo-futurismo.

  12. enrix scrive:

    @Sagra

    “Rispondi a me:
    Cosa significa pediatra?”

    Non c’è problema, prendo un dizionario.

    pediatra
    [pe-dià-tra]
    s.m. e f. (pl. m. -tri, f. -tre)
    MED Medico specializzato in pediatria

    “Cura solo maschi oppure anche le femmine?”

    Che io sappia, cura sia i maschi che le femmine.

    “Cosa significa pedofilo?”

    Dizionario:

    pedofilo
    [pe-dò-fi-lo]
    s.m. (f. -la)
    Chi pratica la pedofilia

    “E attratto sessualmente solo da maschi oppure anche dalle femmine?”

    Se è un pedòfilo maschio attratto sessualmente da bambini maschi, è sempre un pedofilo, ma che nello specifico pratica la pederastia, che sempre sullo stesso dizionario, è definita in questo modo:

    pederastia
    [pe-de-ra-stì-a]
    s.f. (pl. -stìe)

    Omosessualità maschile, spec. rivolta verso i fanciulli.

    E dunque, Sagra? Quale sarebbe il tuo obiettivo?
    Farmi ripassare il dizionario?
    Ma guarda che qui l’ignorante sei tu, io non ho bisogno di ripassi.

    Tuttavia il tuo problema centrale non è l’ignoranza, ma la disonestà.
    La quale, quando si mescola all’ignoranza, ti rende ridicolo e grottesco.

    Come quando qui sopra hai provato a forzare i contenuti di wikipedia, incollando una tua fesseria in una frase estrapolata dalla superenciclopedia:

    “l termine pederastia (dal greco antico παιs- pais/paida, “ragazzo”, e ἐραστής erastès, “amante”) indica inequivocamente un’attrazione per i minori senza distinzione di sesso.”

    Da dove è uscito fuori, quel bellissimo “inequivocamente”, Sagretto?

    Dal dizionario degli scugnizzi?

    Fammi sapere, genio, e cerca di non scrivere simili strafalcioni quando redigi le perizie, che fra un po’ ti cacciano dal tribunale a pedate e ti rimandano a studiare.

    Stammi bene.

  13. sagra scrive:

    per coglionix

    ““Ma v’ammorì ammazzato, tu e quell’ungherese de tu’ nonno”
    Nervosetto, eh sagretto?
    “Sagra-gra-gra-gra-gra””

    Annoiato per il tuo squallore mentale

    Sagra

  14. sagra scrive:

    per coglionix

    “Ma no Sagra, io ti adoro. Perchè mi diverti: ti faccio sempre fesso.”

    “Anzi, più è grossa la vongola che spara fuori, maggiore è la soddisfazione nel riuscire a farla ingurgitare nel contraddittorio.”
    “Dopo lunghi esercizi di logica sofistica, ha imparato a giocare con le frasi e con i concetti esattamente come qui a Napoli fanno con il giochetto delle tre carte.”
    “Carta vince, carta perde. Giocate la carta, senza inganno e senza imbroglio”.

    Riesci sempre a darti le martellate sui poveri coglioni.

    Sagra

  15. sagra scrive:

    Per il povero coglionix

    “Esatto, Sagra. Se sai ancora leggere la lingua italiana, così ho scritto. “Pederasta significa omossessuale”, e non “omosessuale significa pederasta”.
    Sei anche orbo, oltre che imbecille?”

    Rispondi a me:
    Cosa significa pediatra?
    Cura solo maschi oppure anche le femmine?
    Cosa significa pedofilo?
    E attratto sessualmente solo da maschi oppure anche dalle femmine?

    Soliti bacetti da Sagra

  16. enrix scrive:

    “Caro pippo, avrai capito che gli scazzi fra me ed il povero coglionix sono frequentissimi.”

    Che vuoi mai, ce l’ho nel sangue, di far del bene.

    “Il personaggio ha fatto voto di riuscire ad avere ragione anche quando svongola puttanate, per puro gusto di sopraffazione.”

    Più che altro vorrei vedere sino a quando e sino a che punto uno che scrive perizie in italiano nei Tribunali della Repubblica riesce a negare il contenuto dei dizionari di lingua italiana pur di salvare la sua faccia da culo. Pura curiosità.

    “Anzi, più è grossa la vongola che spara fuori, maggiore è la soddisfazione nel riuscire a farla ingurgitare nel contraddittorio.”

    Verissimo, però, per l’appunto, bisogna riuscire, Sagretto.

    “Dopo lunghi esercizi di logica sofistica, ha imparato a giocare con le frasi e con i concetti esattamente come qui a Napoli fanno con il giochetto delle tre carte.”

    Diciamo pure che tu che sei di Napoli cerchi di fare con me, frescamente, il giochetto delle tre carte, ma io, anche se non son di Napoli, ti porto puntualmente a vendere. Ogni tanto ti può capitare, di trovare qualcuno.

    “Carta vince, carta perde. Giocate la carta, senza inganno e senza imbroglio”

    Esatto, quello. Lo sappiamo che lo conosci bene. Con me però non attacca.

    “E parecchi ci cascano. Magari si accorgono pure che il cartaro ha barato, ma preferiscono tacere per la vergogna di essersi lasciati infinocchiare.”

    Quando si dice l’esperienza.

    “Sagra è uno cresciuto in mezzo agli scugnizzi, e preferisce risolvere la questione dando semplicemente un calcio al tavolino.”

    Si, ma solo quando ti va buca col sistema del cartaro. E quindi sempre, quando hai a che fare con il sottoscritto.

    “Ora sai perché enrix non mi vuole tanto bene.”

    Ma no Sagra, io ti adoro. Perchè mi diverti: ti faccio sempre fesso.

    “Cordiali saluti da Sagra”

    Ricambiàti, ricambiàti.

  17. enrix scrive:

    @Pippo

    “ecco se avessi scritto pedofilo invece di pederasta non ci sarebbe stato questo scazzo tra enrix e sagra.”

    Sicuro. Ma comunque sappi che non c’è uno “scazzo fra enrix e sagra”.

    Soltanto Enrix che da lezioni ad un bambinetto ripetente, con forti carenze in italiano (troppa esposizione al sole della capatosta).

  18. enrix scrive:

    @sagra

    “Per arcicoglionix”

    Si bambino mio, sono qui.

    “Perchè io non ho mai affermato che essere omosessuale equivale ad essere un pederasta….”

    Infatti.

    “Pippo, occhio che pederasta significa omosessuale.”

    Esatto, Sagra. Se sai ancora leggere la lingua italiana, così ho scritto. “Pederasta significa omossessuale”, e non “omosessuale significa pederasta”.
    Sei anche orbo, oltre che imbecille?

    “Sei scemo come l’acqua calda.”

    Sagra, stai sbroccando, L’acqua calda come metafora rappresenta l’ovvietà, e non la stupidità. Spero che la tua insegnante di seconda elementare non possa mai leggerti e vedere, neppure da morta, che cosa ha combinato con te.

    “Troppo scemo!!!”

    E certo, come l’acqua calda.

    “Ma v’ammorì ammazzato, tu e quell’ungherese de tu’ nonno”

    Nervosetto, eh sagretto?

    “Sagra-gra-gra-gra-gra”

  19. enrix scrive:

    “Qualche volta i dizionari vanno aggiornati, e Wikipedia in questo è parecchio più veloce.”

    Io direi invece che è il tuo cervello, a necessitare di qualche aggiornamento.

    Quindi, se ho capito bene, sagretto, che il termine “pederasta” sia equivalente a “pedofilo”, cioè indichi “attrazione per i minori senza distinzione di sesso” anzichè “omosessualità maschile, spec. rivolta ai giovani”, come vorrebbero i dizionari di lingua italiana, sarebbe una novità dell’ultima ora di wikipedia, secondo te, che i dizionari non hanno ancora riscontrato, proprio neanche uno. E dimmi, quando sarebbe avvenuta esattamente la metamofosi? Forse con la nascita di wikipedia? Fammi sapere, genietto.

    “Soprattutto quando le definizioni contrastano sul piano del Codice Penale.”

    Immagino che tu, quale perito del tribunale, saprai indicarmi senza esitazione l’articolo del codice penale che punisce nello specifico la “pederastìa”, distinguendola dalla pedofilìa. Fammi sapere anche questo, piccolo chimico.

    “Sagra-gra-gra.”

  20. sagra scrive:

    Caro pippo, avrai capito che gli scazzi fra me ed il povero coglionix sono frequentissimi.

    Il personaggio ha fatto voto di riuscire ad avere ragione anche quando svongola puttanate, per puro gusto di sopraffazione.
    Anzi, più è grossa la vongola che spara fuori, maggiore è la soddisfazione nel riuscire a farla ingurgitare nel contraddittorio.

    Dopo lunghi esercizi di logica sofistica, ha imparato a giocare con le frasi e con i concetti esattamente come qui a Napoli fanno con il giochetto delle tre carte.

    “Carta vince, carta perde. Giocate la carta, senza inganno e senza imbroglio”

    E parecchi ci cascano. Magari si accorgono pure che il cartaro ha barato, ma preferiscono tacere per la vergogna di essersi lasciati infinocchiare.

    Sagra è uno cresciuto in mezzo agli scugnizzi, e preferisce risolvere la questione dando semplicemente un calcio al tavolino.

    Ora sai perché enrix non mi vuole tanto bene.

    Cordiali saluti da Sagra

  21. pippo io scrive:

    ecco se avessi scritto pedofilo invece di pederasta non ci sarebbe stato questo scazzo tra enrix e sagra.🙂

    Evviva le Langhe!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Tieniti aggiornato: ISCRIVITI!


  • SOSTIENI IL BLOG!

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: