Torrini per Scandicci.

bannerniccoblog

Ciao Scandicci,

Niccolò Torrini per Scandicci

Niccolò Torrini per Scandicci

mi chiamo Niccolò Torrini e ho deciso di candidarmi nella lista del PdL per mettere al servizio della città tutto il mio entusiasmo di giovane studente appassionato di politica, da sempre convinto liberale che ha trovato nel Popolo della Libertà la sua casa ideale.

Sono nato a Firenze, ho 27 anni e sono laureando in Giurisprudenza.
Tifosissimo Viola, gioco a basket da quando avevo 9 anni ed inoltre da un anno alleno la squadra dello Scandicci Basket categoria UISP.
Imitatore per diletto, giornalista per svago, faccio dell’ottimismo il mio maggior pregio e vorrei trasferire questo mio entusiasmo in campo politico.

Iscritto a Forza Italia dal 2004, innamorato della Rivoluzione Liberale avviata dalla discesa in campo del presidente Silvio Berlusconi!

Sostengo con forza e convinzione la candidatura a sindaco di Paolo Marcheschi per trasformare Scandicci da dormitorio di Firenze a vera e propria città: viva, interessante ed all’altezza delle aspettative dei suoi abitanti.
Per troppi anni le precedenti amministrazioni l’hanno ridotta a satellite di Firenze, costretta a subire le pessime decisioni di Palazzo Vecchio e frustrata nelle sue grandi potenzialità.
Pensate che Scandicci con i suoi circa 50mila abitanti potrebbe competere con realtà non solo provinciali, ma addirittura regionali per prestigio e rilevanza strategica.

Niccolò Torrini per Scandicci

Niccolò Torrini per Scandicci

Propongo, in particolare, di snellire la macchina burocratico amministrativa ormai inadeguata ai tempi, attraverso la digitalizzazione dei servizi al cittadino e la liberalizzazione della connessione internet per un libero accesso alla rete da parte di tutti.

Fidati, Scandicci!

Vota PdL, scegli MARCHESCHI, scrivi TORRINI.

Link: Paolo Marcheschi, “perchè mi sono candidato a sindaco“.

bannerniccoblog

Comments
21 Responses to “Torrini per Scandicci.”
  1. pippo io scrive:

    44 VOTI lo 0.72% di quelli del partito.
    Riprova sarai più fortunato

  2. Sharino scrive:

    Grazie Marco😉

  3. Marco Caruso scrive:

    e infine ancora Sharino:

    Se solo tutti i candidati fossero così chiari PRIMA delle elezioni…

    Scusami per l’insistenza e grazie per le risposte.
    Non ho altre domande.

    Sharino.

  4. Marco Caruso scrive:

    risposta di Niccolò:

    ciao Sharino,
    avrei risposto prima alle tue domande, ma come puoi immaginare, in un comune della cintura fiorentina come quello di Scandicci, rosso da decenni, è molto più efficace la campagna elettorale tra la gente che quella sul web.
    Ho chiesto comunque uno spazio al mio amico Marco sperando di intercettare qualche visitatore interessato, senza però contarci troppo e quindi senza farci troppo affidamento.
    E’ la prima volta che mi candido e il modo migliore per farsi conoscere è il buon vecchio porta a porta.

    Venendo ai tuoi quesiti.
    Mi perdonerai se non mi perderò troppo in parole:

    1) credo che il riciclo sia la strada maestra per un migliore smaltimento dei rifiuti, ma ad oggi è praticamente impossibile fare a meno degli inceneritori.
    Anche su di essi va attuato un controllo più che serio affinchè non si trasformino in killer legalizzati, ma credo siano per ora imprescindibili.
    D’altronde, la raccolta differenziata non è ancora ai dovuti livelli di civiltà.
    Ci si può impegnare, ma non si può pensare che le cose cambino dalla sera alla mattina.

    2) sono per una sinergia tra tutte le fonti: rinnovabili, ma anche nucleare.
    Al di là dei tanti proclami, soprattutto in regioni come la Toscana dove i Verdi hanno da tempo immemore un certo peso, è evidente che siano molti i problemi relativi ad un uso massivo dei sistemi ad energia rinnovabile. Non starò qui ad elencarli, ma non è semplice come sembra dar vita ad una rivoluzione energetica che escluda le classiche fonti di energia da cui oggi siamo dipendenti.
    Per questo trovo il nucleare una soluzione responsabile, sebbene vi possano essere mille dubbi e possano essere posti mille interrogativi.

    3) nessuna obiezione. Ognuno deve prendersi le proprie responsabilità ed è giusto che i cittadini sappiano.
    Anche se dubito siano in tanti gli interessati che poi effettivamente vanno a visionare le registrazioni delle sedute consiliari.

    4) non sono proprietario di alcuna società, ma non avrei alcuna riserva ad accettare la vittoria in una gara d’appalto della società di un mio collega, alleato o avversario che sia, purchè sia garantita la massima trasparenza e della gara e della concreta realizzazione dei lavori o della somministrazione dei servizi.
    Non vedo perchè un comune dovrebbe privarsi di un’occasione di risparmio quando può tutelarsi semplicemente mostrando a chi ne fosse interessato la convenienza di quel rapporto contrattuale?!

    5) su questo non mi trovi tanto d’accordo: un politico rimane sempre un uomo e la sua intimità non dovrebbe essere intaccata a meno di necessità investigative dettate da atti giudiziari. Il rischio di una strumentalizzazione della vita privata di una persona per fini politici sarebbe troppo alto.
    Sono convinto che non ci sia bisogno di fare i guardoni o gli spioni per capire che politico si ha di fronte.

    6) sono stato abituato ad ascoltare e poi rispondere, ma sempre in maniera pacata. Detesto l’offesa gratuita.
    Ti confesso che più leggo i commenti sul blog di Marco e più inorridisco: non capisco come sia possibile degenerare così in basso ricorrendo alla volgarità che mina le basi di qualunque confronto.
    Ovviamente ho le mie idee, coltivate in anni e anni di appassionata vita politica, ma non mi sono mai sottratto ad un “duello intellettuale”.

    7) no, non convengo. Tra il dire e il fare c’è sempre di mezzo il mare. Si può essere in malafede, durante la campagna elettorale, ma si può anche esser convinti sostenitori delle proprie istanze. Poi però c’è da confrontarsi o scontrarsi addirittura con la realtà e spesso le cose non vanno come ce le si era immaginate.
    Perciò, perchè mai dovrei dimettermi se dopo due anni non fossi riuscito ad adempiere una mia promessa elettorale? Se ciò accadesse al terzo anno?
    Alla fine del mandato, qualunque sia il ruolo, saranno gli elettori a decidere sulla base di ciò che complessivamente è stato fatto o non fatto.

    Spero che la brevità di queste risposte non abbia compromesso la loro comprensione.

    Per altri chiarimenti, Marco mi informerà dei tuoi futuri contatti.

    Saluti, Niccolò.

  5. Marco Caruso scrive:

    Sharino:

    Ciao Niccolò
    Ti faccio solo alcune domande:

    1) Sei più per gli inceneritori o per il controllo del ciclo produttivo ed il riciclo?
    2) sei più per le energie rinnovabili e la riduzione dei consumi o per il nucleare?
    3) che intenzioni hai in merito alla disponibilità online delle registrazioni dei consigli comunali?
    4) convieni con me sul fatto che una volta eletto non dovresti poter dare appalti a società alle quali sei direttamente collegato?
    5) Convieni con me che nel momento in cui decidi di dedicarti professionalmente ad un ruolo “pubblico” rinunci automaticamente ad una fetta della tua vita “privata”, e dovrai dar conto a chi ti ha votato (e anche a chi non ti ha votato) della parte pubblica che a quel punto includerà problemi giudiziari, scandali, amicizie sospette e così via?
    6) Accetterai di confrontarti in maniera aperta anche con chi ha idee diverse dalle tue o sei uno di quelli che ascoltano solo gli applausi?
    7) convieni che una promessa fatta in campagna elettorale, se disattesa nei primi due anni dev’essere motivo di dimissioni?

    Grazie delle risposte che vorrai darmi, aiuteranno me a farmi un’idea della persona e gli altri lettori del blog ad avere un’idea più chiara delle motivazioni per cui potrebbe essere giusto votarti.

    Sharino.

  6. Marco Caruso scrive:

    @ TUTTI:

    siccome ho fatto casino io tra post e pagina dedicata al mio amico e candidato Torrini, ho finito col cancellare i commenti che Sharino aveva lasciato a Niccolò in cui gli rivolgeva alcune domande per capirne meglio l’orientamento su alcuni importanti argomenti.

    ebbene, poichè io non ho idea di come si possano importare mantenendoli inalterati, ho optato per riportarveli con un classico copia/incolla.

    eccovi dunque il “botta e risposta”.

  7. Marco Caruso scrive:

    @ Sharino: facciamo così…aggrego qua le tue domande e le sue risposte…

    ciao ciao…

  8. Sharino scrive:

    ok, nessun problema,
    grazie😉

  9. Marco Caruso scrive:

    @ Sharino: effettivamente c’era…ora devo capire come mai non c’è più…forse perchè ho reso “privato” il post, ma devo verificare…

  10. Sharino scrive:

    Ragazzi ma sbaglio o manca il mio botta e risposta con lui?
    Gli ho chiesto delle cose e lui molto gentilmente e da persona corretta mi ha risposto punto per punto.

    Era un diverso post? se si perché non li accorpiamo per ordine e pulizia del discorso, anche se archiviato ormai?

    Grazie.
    Sharino.

  11. amico del suddetto torrini scrive:

    amici cari,ma tutto questo livore nei confronti delle persone da dove nasce?trovatevi una fidanzata,fatevi degli amici,cercate di vivere sereni accontentadovi delle piccole cose e cercate di godervi la vita che ce n’è una e una soltanto..auguroni vivissimi a voi tutti..

  12. pippo io scrive:

    ho la realtà dei fatti che ho davanti ai miei occhi, caro marco.
    mi sa che sta storia del berlusconi che si fa una legge apposta per evitare un processo ti sta andando un po’ troppo di traverso

  13. Marco Caruso scrive:

    potrai non crederci, ma il budget a disposizione di Niccolò è stato di ZERO euro.
    nessun aperitovo, nessun gadget, nessuna discoteca, nessuna chiesa, nessun campo nomadi.

    solo volantini e santini da lasciare nei bar o roba simile e ovviamente, il passaparola tra gli amici…niente più.

    perfino la sua candidatura fa eccezione: nessuno gliel’ha chiesto. Si è proposto lui.
    evidentemente si è fatto apprezzare…

    mi sa che hai un po’ troppi stereotipi in testa, Pippo…

  14. pippo io scrive:

    in ogni caso il prototipo dello yes man berlusconiano da piazzare in consiglio comunale è incredibilmente monotono:
    – under 30
    – laureando in giurisprudenza (come il papi);
    – 4/5 slogan studiati a tavolino e ripetuti a mantra; tanto in consiglio comunale devono solo far presenza nelle votazioni.
    – ma soprattutto un budget più o meno fisso (sui 2000 euri dalle mie parti per le amministrative messi a disposzione dal partito, la maggior parte dei quali rientra poi con il gettone di presenza) da spendere in aperitivi elettorali. Da me i berluscones stanno girando per gruppi sportivi a offrire palloni o giochi di maglie in cambio del voto (sarebbe voto di scambio ma chi se ne frega), o nelle discoteche a offrire da bere ai gggiovani (e poi banfano di campagne no alcol al sabato sera).
    I più arditi si spingono anche nei campi nomadi o alla domenica fanno volantinaggio davanti alle chiese.

  15. Marco Caruso scrive:

    i veri falliti sono quelli come te, dersuchende, che pensano di poter giudicare le persone che non conoscono nemmeno.

    anzi, no, scusa, mi sono confuso: quelli come te sono solo dei coglioni…

  16. dersuchende scrive:

    fallito hai 27 anni e ancora studi? pensa a laurearti va

  17. Marco Caruso scrive:

    no Filippo…non è lui…

  18. filippo tacchini scrive:

    http://www.pdfirenze.it/index.php?option=com_content&task=view&id=6&Itemid=22

    ditemi che non è lo stesso responsabile al turismo ex pd… cazzo già a 27anni a fare i ping pong politici?😀

  19. Anonimo scrive:

    se tu vinci mi trasferisco a scandicci !!!!!!!!!

  20. pippo io scrive:

    Si figuri! Alla faccia del liberale!
    Lei cerca come molti una scorciatoia nella vita, pensando di fare della politica un mestiere, perchè i suoi sogni ed il suo futuro se li sono mangiati la stessa politica di cui lei anela di fare parte, mangiandosi a sua volta i sogni ed il futuro di quelli che la seguiranno, secondo il cristianissimo precetto “Mors tua vita mea”.
    Per la politica c’è tempo, prima è meglio attivarsi per un po’ in qualsiasi associazione di volontariato, per conoscere davvero i problemi, la gente, la città in cui si vive.
    Comunque auguri Torrini, magari Le va bene e dovrò mantenere pure Lei con le mie tasse. Nel caso la prego di non fare eccessive cazzate e di smarcarsi il prima possibile da quel corruttore satirista conclamato dell’attuale presidente del consiglio.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Tieniti aggiornato: ISCRIVITI!


  • SOSTIENI IL BLOG!

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: