Avanti Popolo…della Libertà!

Alla fine ce l’ha fatta! All’appello manca solo l’UDC, ma è difficile negare che Silvio Berlusconi non abbia raggiunto il suo obiettivo principe dal giorno della sua discesa in campo: creare un grande partito unico dei moderati di centrodestra sul modello del Partito Popolare Europeo ma anche del GOP americano.

Oggi il Popolo della Libertà avrà il suo varo ufficiale dopo dieci (e più) mesi di preparazione in cui abbiamo assistito allo scioglimento prima di Forza Italia e poi di Alleanza Nazionale; dopo la vittoria delle elezioni politiche del 2008 e quelle delle successive tornate amministrative che hanno riconsegnato al centrodestra comuni e regioni da tempo in mano alle sinistre; dopo quasi un anno di governo e consensi mai visti prima sia per il presidente dello consiglio, sia per l’esecutivo e i suoi ministri, sia per il partito in sè.

A ben vedere, battesimo migliore non poteva essere bagnato da altre virtù!

In bocca al lupo al PdL e all’Italia tutta!

La diretta del Congresso su Corriere.it

Comments
14 Responses to “Avanti Popolo…della Libertà!”
  1. alessandro scrive:

    ossignur, ma caruso quanto ti manca a sta laurea? su su…

    sapevi che l’effetto serra non esiste?
    http://www.repubblica.it/2008/06/sezioni/ambiente/effetto-serra/mozione-pdl/mozione-pdl.html

    coraggio, 3,2,1, post.. ci starebbe bene un bel post dove enunci coristicamente l’inesistenza dell’effetto serra.. good job soldier!

  2. Caposkaw scrive:

    mai in bocca al lupo fu più motivato, visto il rischio mortale che stiamo correndo, noi stupidi servi felici.

  3. cougar84 scrive:

    @il ridicolo: il ridicolo era appunto riferito al PD non al PdL …

  4. il ridicolo scrive:

    Se Berlusconi è ridicolo, come è da considerare D’Alema?
    L’amico degli Hezbollah crede che l’apertura di Fini possa essere sfruttata a vantaggio dell’opposizione, pensando al “Divide et Impera”? Non ha capito che Fini per ora è solo il Presidente della Camera? E’ Berlusconi che decide! Vecchia politica, che riflette che cosa sia il PD. Il Vecchio.

  5. bepi scrive:

    @cougar
    “Tranquilli non darò mai il voto a Mr. B.”
    e un bel “chissenefrega”….

  6. cougar84 scrive:

    Ne ho visto solo un pezzetto e mi è dispiaciuto vederlo demonizzare quella sinistra legata ai dittatori per poi non riconoscere i dittatori a cui è stata legata la destra.
    Per poi tornare a tormentare la sinistra e poi dire che loro fomentavano l’odio.

    Bah … che bel discorso per fomentare i combattenti di destra.

    Su alcune cose comunque gli do ragione, anche se la sua spiegazione è diversa dalla mia.
    Il PD ha fallito non perché è rimasta legata ai vecchi dittatori ( cazzata in quando questi di comunismo non sanno manco cosa singnifichi ) ma perché antepongono gli interessi personali a qualsiasi decisione che prendono. Ergo per prendere una decisione si accoltellano alle spalle l’un l’altro. Vedi Mastella che faceva i capricci ogni 2 minuti.

    Ridicoli … Ora però mi duole dirlo, ma io, pensatore di sinistra non so veramente chi votare.
    Tranquilli non darò mai il voto a Mr. B.

    Yo!
    \m/

  7. Anonimo scrive:

    Berlusconi rimane ridicolo, al di la’ del fatto che possa essere una cosa positiva aver creato un unico partito. Uno che annuncia la creazione di un nuovo partito da un predellino, fa comprendere il personaggio. Inoltre e’ molto facile mantenere il consenso quando si ha in mano la maggior parte dei media.

    ciao

  8. Kazuma scrive:

    Strano che non abbiano invitato uno dei dirigenti più importanti ed attivi del partito: il papa o qualcuno dei suoi tirapiedi.
    Delusione

  9. Anonimo scrive:

    Tranquillo………….,meglio in bocca al lupo che in bocca a voi…..,voi,…..ma voi chi…????!!!!

  10. tranquillo, ci siamo già scrive:

    Tranquillo pensatò che l’Italia, in bocca al lupo, c’è già!

  11. matteo scrive:

    Marco, dimmi che ne pensi del mio post. Se ti va.

    http://ilprimopasso.wordpress.com/2009/03/27/il-partito-unico/

  12. tequilero scrive:

    Sembrano interessanti alcune indiscrezioni sullo Statuto del nuovo Partito.
    Il Presidente che, inizialmente doveva durare in carica tre anni, non ha più scadenza di mandato
    http://iltempo.ilsole24ore.com/2009/03/24/1005280-statuto_berlusconi_vita.shtml
    Riporto parte dell’articolo:
    Ovvero: il Presidente ha tutto il partito in mano, le nomine, le linee politiche e programmatiche. Ultimo capoverso: «In caso di dimissioni o impedimento permanente – si legge testualmente – l’Ufficio di Presidenza convoca immediatamente il Consiglio nazionale che provvede alla sua sostituzione temporanea per il periodo strettamente necessario alla convocazione del Congresso nazionale».
    Mi risulta, anche, che i 120 membri degli organi direttivi siano già stati scelti con lista bloccata da Berlusconi e la loro elezione verrà ratificata al Congresso.
    Se questo sarà il testo definitivo l’unica libertà che vedo è quella di alzare la mano per confermare quanto già deciso.
    E’ già qualcosa….

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Tieniti aggiornato: ISCRIVITI!


  • SOSTIENI IL BLOG!

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: