La metamorfosi di Travaglio.

……….eppure, non più di una settimana fa aveva elogiato De Bortoli perchè aveva fieramente deciso di continuare a fare il giornalista-e-solo-quello!
e poi me lo ritrovo che si improvvisa prima cantante (ironizzando su Berlusconi sulle note della canzone vincitrice di San Remo giovani, Sincerità) e poi ballerino (ieri sera a Very Victoria, su La7)…

A natale che farà? uscirà con un cd per far concorrenza a quelli di Berlusconi-Apicella?
Forse lo distribuirà insieme a qualche Passaparola dal blog di Grillo!

Comunque ormai è chiaro che la sua evoluzione(?)/trasformazione è compiuta: un tempo c’erano i cantastorie che si inventavano giornalisti (vedi i figli del senatore Guzzanti o i vari Luttazzi et similia); oggi abbiamo un giornalista coi controcoglioni(?) che piano piano sta abbandonando la penna per trasferirsi sul palcoscenico per intrattenere il pubblico in un one man show.

un vero peccato!

Comments
105 Responses to “La metamorfosi di Travaglio.”
  1. Maury scrive:

    @Chirichicchi
    e’ evidente……
    Maury

  2. Chirichicchi scrive:

    vai anonimo che sei un grande sulla polemica!

  3. Anonimo scrive:

    a chirichicchi….. ,l’hai fatto l’ovo….., beh,….. fanne n’altro.

  4. Maury scrive:

    @Chirichicchi
    e’ evidente……
    Maury

  5. Chirichicchi scrive:

    Maury non tieni proprio un cazzo da fare hahahahahahahah!!!

  6. Maury scrive:

    @ENRIX

    Ho passato due giorni a rileggermi il testo delle intercettazioni telefoniche ed ho sentito e risentito l’intervista di Minoli linkata da Sagra.
    Cazzo, Enrix, hai di nuovo ragione!
    Praticamente quelli della RAI hanno telefonato al russo, dicendogli che Scaramella lo aveva titato in mezzo a delle gravi accuse contro Prodi, mentre nelle intercettazioni si capisce benissimo che il russo non voleva assolutamente essere tirato in ballo.
    E’ solo logico che il russo si sia incazzato ed abbia preso ad insultare Scaramella, però l’intervista fatta così è una bastardata, e tu Enrix hai ragione quando sostieni che si fonda su una fabbricazione.
    Inoltre la traduzione è forzata per fare peggiorare i toni contro Scaramella.
    Sagra, ma ci hai presi per fessi?
    Hai senz’altro ragione Enrix, quell’intervista rappresenta un’altro bel punto a favore di Scaramella.
    Cordiali saluti Maury

  7. Chirichicchi scrive:

    evvai forse anche tra me e anonimo potrebbe nascere una polemica millenaria, come tra sagra ed enrix! ok ora decidiamo chi è che insulta per primo!

  8. Anonimo scrive:

    a chirichicchi………ma vai a fare l’uovo.

  9. Chirichicchi scrive:

    Che Palle Enrix! Ma parli sempre delle stesse cose…e ogni volta è sempre la stessa cosa! e cambia un pò il repertorio!

  10. enrix scrive:

    @SAGRA

    “Ci…”

    “Ci” chi? Pluralia maiestatis? La banda di picchiatelli del CSM (Centro salute Mentale) dell’Asl di Napoli5? Tu e il tuo PC? Tu e il wc che usi come un trono? Tu e i tuoi ex commilitoni fottuti assaltatori delle mondine del vercellese? Tu e tua sorella? Fammi sapere.

    “…hai francamente rotto i coglioni, sempre a ripetere la stessa solfa.”

    D’accordo Sagretto, allora torniamo all’argomento originale, e cioè a come sei riuscito a farti riconoscere subito da Sabina Guzzanti per un “falsario”, un “disonesto intellettuale”, un “funari in un talk show”, uno capace di scrivere soltanto ” coktail frizzanti di bugie”, “luoghi comuni” e “minacce
    col sapore dell’impotenza”.

    In pratica, alla Sabina son bastati 2 o 3 messaggi dei tuoi, di quelli giusti, per capire che sei uno stronzo.

    E pensare che tu, che sei sempre così sincero e mai bugiardo, la stavi solo consolando per “il coinvolgimento parentale di Paolo Guzzanti da parte della Carfagna per alcune sgradevoli dichiarazioni alquanto inopportune, sul “papà che non sapeva badare alla figliola”.
    Dichiarazioni che la Carfagna avrebbe fatto 4 mesi dopo.

    Sagra Frate Indovino. Uno davvero previdente, uno che sa consolare una persona per cose che accadranno in futuro. Un mago. Un mago buono, gentile, e soprattutto onesto e sincero.

    Ed è sempre grazie alle tue capacità divinatorie, che sei riuscito a capire subito che un finto “Sagra”, un Jolly Joker migliore dell’originale sbucato su da Paradisi, era nientepopodimeno che Paolo Guzzanti che aveva deciso di farti il verso.

    A te non la si fa, eh Sagra? No davvero. Troppo furbo.

    E’ perchè sei così furbo che capisci subito quando un’intervista è genuina ed un imputato è colpevole anche senza prove.

    Se fossero tutti furbi come te, non sarebbe neppure necessario celebrare i processi.

    A che serve l’esame del DNA?
    A che serve una perizia grafologica?

    A nulla, se te li puoi fare in uno scantinato con le fide apparecchiature taroccate comprate al mercato nero.

    E poi a che servono le perizie?

    Sagra ha le prove della colpevolezza di Scaramella che sono le seguenti:
    1) E’ stato in custodia cautelare, in carcere
    2) Ha patteggiato una pena per interrompere il regime custodiale, che se no non lo liberavano.

    Minchia, che prove, è colpevole di sicuro. Che cazzo vuoi di più? Tutte le altre son sottigliezze, o sottilette.

    Lo dicono anche i magistrati di Teramo, nella sentenza di assoluzione dei 4 ucraini che trasportavano le 2 granate sul furgone.

    Siccome il pacchetto contenente le granate era in bella vista sopra tutti gli altri, come se chi l’aveva messo lì volesse che la polizia perquisendo lo vedesse subito, è probabile che la stessa persona che ha segnalato alla polizia la presenza delle armi, e cioè Scaramella, abbia messo o fatto mettere quel pacchetto visibile in quella maniera perchè fosse scoperto. e quindi gli ucraini sono innocenti e Scaramella è probabilmente lui che ha messo lì quel pacchetto. Così dicono i magistrati nella sentenza.

    Peccato che nei rapporti di polizia ci sia scritto che gli agenti prima di intervenire bloccando gli ucraini, hanno assistito ad un trasbordo di TUTTI i pacchetti, compreso quello contenente le granate, da un furgone ad un altro furgone (quello dove poi c’era il pacchetto “in bella vista”), trasbordo effettuato PROPRIO PER MANO DEGLI UCRAINI innocenti.

    Ma poi in sentenza leggi che probabilmente è stato Scaramella, e che gli Ucraini che invece han collocato lì quel pacchetto, non sono stati loro a collocare lì quel pacchetto.

    Ma son queste le sentenze che fan godere Sagra.

    Lui è un onestuomo. Vero, Sagretto?

  11. Alessandro scrive:

    x enrix

    sul patteggiamento resto della mia idea..diciamo che da questo punto di vista sono abbastanza forcaiolo, mettiamola cosi’…;-)
    detto questo non voglio assolutamente discutere lo specifico caso di scaramella di cui nn so niente e dunque assolutamente non mi esprimo nel merito…

  12. sagra scrive:

    per coglionix

    “Ognuno di essi è per me un’occasione di divertimento quando l’imbecille di turno li va a ripescare, come fai tu con l’intervista che ti piace tanto.”

    L’imbecille di turno le andrà pure a ripescare, ma la figura di merda continuano a farla Scaramella e Guzzanti.

    E per te è pure un occasione di divertimento!

    Sei completamente ed irrimediabilmente scemo.

    Adesso capisco perché Guzzanti ti ha dichiarato specie protetta.

    La prossima volta ti porto le noccioline.

    Sagra

  13. sagra scrive:

    per il sempre più rimbambito coglionix

    “Ma tu Sagra, godi per le cose assurde.
    Sono le uniche alla tua portata.”

    Le cose assurde le fanno in Parlamento e le applicano i giudici.
    Sagra non ci gode non si lagna. Commenta, com’è sacrosanto diritto dei cittadini che s’interessano della cosa pubblica.
    Le illazioni e le recriminazioni sono tutte tue.

    Sei tu che ci stai facendo due palle così, senza concludere una beneamata minchia, visto e considerato che Scaramella comunque si è fatto la galera, si è beccato una condanna, patteggiata o meno, che ce ne strafotte più di tanto.
    Le sottigliezze sono l’unico appiglio che ti resta, e ti ci aggrappi come un naufrago disperato, inveendo contro la sorte malvagia, il destino cinico e baro ed altre stronzate del genere.

    Ci hai francamente rotto i coglioni, sempre a ripetere la stessa solfa.

    Quelli per cui parteggiavi con accidia ed acredine hanno clamorosamente ceduto, e tu recrimini come quei “cavallari incattiviti” che hanno puntato sul brocco sbagliato.

    Tornatene a casa e trovati un cavallo migliore!

    Sagra

  14. tequilero scrive:

    Enrix, quello che scrive lo studio Gallo è tutto giusto.
    Mi ha colpito, però, questo passaggio, che, forse non tiene conto di una sentenza a Sezione Unite della Suprema Corte del 2005:
    “queste peculiarità del rito del patteggiamento sono state poste a base dell’affermazione secondo cui la sentenza ex art. 444 c.p.p. non comporta la decadenza dal beneficio della sospensione condizionale della pena, perché l’art. 168 c.p., riferendosi alla “condanna”, senza ulteriori specificazione, “postula sempre un accertamento dotato di quelle caratteristiche di completezza in ordine alla commissione del reato e, quindi, alla colpevolezza dell’imputato, accertamento che è conseguibile solo mediante una sentenza pronunciata in esito ad un giudizio con plena cognitio del reato e della pena”.
    A me risulta che con la novella introdotta dala Legge 134 del 2003 il quadro normativo di riferimento sia notevolmente mutato.
    Ed in particolare la corte di Cassazione con sentenza del 29.11.2005 a sezioni unite , “sulla premessa che la sentenza ex art. 444 deve essere equiparata ad una pronuncia di condanna, con la conseguenza che ad essa devono essere riconosciuti quegli effetti giuridici tipici di tale pronunce che non siano espressamente esclusi, ha riconosiuto a tutte le sentenze di patteggiamento l’idoneità a costituire titolo per la revoca della sospensione condizionale precedentemente concessa”.
    Comunque la questione è molto complessa e non può certo risolversi in quattro righe scritte velocemente su un blog.
    Su una cosa, però, non possono esservi dubbi e cioè che una pronuncia di patteggiamento non è una decisione di condanna ma è solo ad essa equiparata, equiparazione che vale solo ed esclusivamente con riguardo agli effetti conseguenti all’applicazione della pena su richiesta che sono identici a quelli di una sentenza di condanna salvo, appunto, “che non siano espressamente esclusi”

    Ciao

  15. enrix scrive:

    Sagra, gli articoli e le interviste che espongono Scaramella al pubblico ludibrio sono centinaia.

    Ma poichè sono tutti falsi e frutto di manipolazioni, per me possono stare dove sono.

    Ognuno di essi è per me un’occasione di divertimento quando l’imbecille di turno li va a ripescare, come fai tu con l’intervista che ti piace tanto.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Tieniti aggiornato: ISCRIVITI!


  • SOSTIENI IL BLOG!

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: