Chi è davvero Gioacchino Genchi?

Ma chi è davvero questo Gioacchino Genchi?

Dall’anonimato più assoluto ad una celebrità nè richiesta e probabilmente non voluta, ma in cui di certo si trova benissimo.
E’ un mesetto ormai che lo vediamo e lo sentiamo imperversare da un programma tivù ad una prima pagina di giornale e poi ancora su youtube e su migliaia di blog pronti a rilanciare le sue dichiarazioni. E tutte le volte lo stesso leit motiv; tutte le volte lascia intendere di essere a conoscenza di fatti che noi umani non possiamo neanche immaginare; tutte le volte punta il dito contro fumosi massoni, eminenze grigie, novelli piduisti e ancora uomini delle istituzioni rei (o presunti tali) di svariati misfatti.
In poche parole: chi lo accusa è lo stesso che Genchi avrebbe contribuito ad investigare.

E’ di pochi giorni fa la sua ennesima “sparata” sui carabinieri che hanno effettuato perquisizioni e sequestri nei suoi uffici: “si sono voluti pulire i coltelli perché è dal 1989 che mi imbatto in porcherie fatte dai Ros”.

A questo punto la faccenda si fa seria: di che parla il signor Genchi? Il suo detto non detto è disarmante, perchè ci lascia tutti con l’amaro in bocca, sollevando nell’animo dubbi e sospetti che di questo passo resteranno insoluti.

C’è da chiedersi poi perchè Genchi centellini queste pseudo rivelazioni e non spiattelli tutto in una volta in modo che l’opinoine pubblica venga finalmente a conoscenza di fatti da cui è stata finora tenuta indebitamente all’oscuro!?

Ma cosa sa realmente Genchi?
Quando parla lascia sempre intendere che ai suoi danni vi sia un complotto ordito da chi ha bisogno del suo silenzio; ci parla di indagini che risalgono a decenni fa, ma anche di quelle più attuali: eppure, in entrambi i casi nenache un nome.
E com’è possibile che nonostante così tante informazioni schiaccianti nei confronti di ognuno dei suoi accusatori nessuno di quelli sia già finito alla sbarra? Perchè nessuna denuncia, nessuna pronuncia di tribunale?

Non so chi sia veramente Gioacchino Genchi, ma vorrei che delle due l’una: o vanno dentro gli altri (quelli che lo accusano e che lui ricambia) o va dentro lui.
Qualcuno dovrà pur dirci la Verità!
O no?!

Comments
19 Responses to “Chi è davvero Gioacchino Genchi?”
  1. Giovanni scrive:

    Adesso si dirà che il Tribunale del Riesame di Roma è governato da un covo di comunisti!!!
    Ah,quant’è dura la legge!!🙂

  2. pippo io scrive:

    Gioacchino Genchi, additato dal Copasir, da politici di destra e sinistra e dalla stampa al seguito come un mostro che spia tutto e tutti e dunque «merita l’arresto» (Gasparri), «ha agito correttamente» senza violare alcuna legge. Lo scrive il Riesame di Roma, presieduto da Francesco Taurisano, nelle motivazioni all’annullamento dei sequestri dei computer di Genchi, disposti dai procuratori Toro e Rossi ed eseguiti dal Ros. Di più: i giudici demoliscono pure le fantasiose accuse mosse a suo carico (abuso d’ufficio, accesso abusivo a sistema informatico, violazione dell’immunità parlamentare e del segreto di Stato). Genchi «non ha violato le guarentigie dei parlamentari interessati all’acquisizione dei tabulati» (Mastella & C.): «agiva di volta in volta in forza del decreto autorizzatorio del pm De Magistris, comunicandogli ogni… coinvolgimento di membri del Parlamento intestatari delle utenze».

    L’accesso all’anagrafe dell’Agenzia delle Entrate «non ha arrecato nocumento» ad alcuno. Quanto ai tabulati di uomini dei servizi segreti, «non è dato comprendere il nocumento per la sicurezza dello Stato», ma soprattutto «il tribunale non rinviene la norma di legge» che vieterebbe di acquisire i tabulati di uno 007: «Genchi agì nell’esercizio delle sue funzioni di ausiliario del pm De Magistris». Domandina: quando tre pm di Salerno perquisirono la Procura di Catanzaro e il Riesame diede loro ragione, il Csm li cacciò su due piedi. Ora che due pm di Roma han perquisito Genchi e il Riesame ha dato loro torto, cosa pensa di fare il Csm? Per coerenza, non potrà che promuoverli.

  3. pippo io scrive:

    Il Riesame ha annullato i due decreti di sequestro dei computer di Gioacchino Genchi, l’ex consulente di De Magistris indagato a Roma e perquisito dal Ros per abuso d’ufficio, accesso illegale a sistema informatico, violazione del segreto di Stato e dell’immunità parlamentare. Crolla così miseramente l’iniziativa dei procuratori aggiunti Nello Rossi e Achille Toro, che aveva portato al linciaggio di Genchi (Gasparri ne aveva addirittura chiesto l’arresto). Le motivazioni non sono ancora note. Ma l’avvocato Fabio Repici ha dimostrato che i reati contestati sono puro dadaismo giudiziario.

    Accesso abusivo all’Agenzia dell’Entrate: non era abusivo perché autorizzato da vari pm. Acquisizione di tabulati “riconducibili a parlamentari” senza il permesso del Parlamento: per sapere che un telefono è riconducibile a Tizio o Caio, bisogna acquisirlo. E ad acquisirlo non è il consulente, ma il pm. E l’autorizzazione delle Camere è richiesta per usare i tabulati nel processo, non nelle indagini. E i tabulati non erano riconducibili a parlamentari: quello di Mastella era intestato alla Camera e al Dap, quello di Minniti a un tizio di Treviso, quello di Pisanu a tale Stefania I., quello di Loiero non era coperto da immunità perchè Loiero non era parlamentare. Quanto a quelli dei servizi segreti, non sono coperti da alcun segreto. In ogni caso non si vede che c’entri la Procura di Roma con un signore che vive e opera a Palermo. Si spera che il Riesame chiuda l’ennesima pagina nera della giustizia italiana sul caso Catanzaro. E che qualcuno, magari, torni a occuparsi del caso Catanzaro.

  4. Giovanni scrive:

    Gioacchino Genchi è un uomo che per anni ha lavorato al servizio dello Stato e della Polizia,dato che svolgeva il ruolo di Dirigente della squadra mobile di Palermo durante gli omicidi della mafia.
    Criticarlo mi sembra la cosa più sbagliata che si possa fare,dato che lo ritengo un uomo importante per la Giustizia Italiana e per lo svolgimento di tutte le indagini (come lui,mi riferisco a coloro che lavorano in questo settore: saranno smanettoni,ma incastrano parecchie persone).
    Come è possibile che Rutelli,Berlusconi,Dell’Utri si siano indignati di fronte a quest’uomo,se lo stesso (e anche tu lo hai scritto nel post) non ha mai “recitato” il loro nome?
    E’ il solito “carbone bagnato” ?
    Perché tanto ardore nel gettar merda addosso ad un uomo che rispetta il silenzio del mestiere (per fortuna potrà svelare tutto di fronte al giudice,adesso che la Polizia ha deciso di licenziarlo),senza che egli abbia mai detto qualcosa nei confronti di chi lo attacca?
    E’ come se un giorno decidessi di urlare al mondo il mio odio nei confronti di certa gente e,scoperta la mia vita,la mia ideologia politica,ne venissero colpiti rappresentanti di Forza Nuova o gente fascista sparsa per l’Italia.
    Avrò pur detto che odio certa gente,ma per quale motivo dovrebbero incazzarsi proprio loro?
    Genchi avrà pur detto che qualcuno è nei guai,ma per quale motivo dovrebbero incazzarsi gente come Silvio o Rutelli?
    Proprio Silvio,poi,che dovrebbe star zitto,dovrebbe tacere,così potente e convinto delle sue capacità,che si è reso immune da ogni condanna,a dimostrazione che la legge non è uguale per tutti.
    In Italia.

  5. Sharino scrive:

    —————
    vorrei solo un po’ di chiarezza: non è possibile nè accettabile che tutti stiano fuori e nessuno finisca dentro.
    ————-[MC]

    Se non servisse l’autorizzazione parlamentare, se non si depenalizzasse per sport, se non si amnistiasse/indultasse, se non si finisse a prescrizione in tempi matematicamente inferiori ai tre gradi di giudizio (per poi cantare “mi hanno assolto!!”), se non si avocassero le inchieste scomode…..

    QUALCUNO LO VEDRESTI DENTRO.

  6. Polìscor scrive:

    Chi è Genchi? Ma è facilissimo! E’ il figlio illegittimo di una torbida relazione tra Marco Travaglio e Carlo Taormina. :->

  7. Sharino scrive:

    Qualcuno ci vede il nuovo Falcone, qualcuno lo prende per un neo-tronista, per adesso nessuno può dire con certezza di aver ragione o torto.

    A me è sembrata una brava persona ed ovviamente posso sbagliarmi, se paolo ci ha parlato in chat allora gli do atto di avere voce in capitolo, ma resta un parere nell’ambito delle sensazioni.

    A rigor di logica mi sembra che sia il caso di aspettare nuovi sviluppi per vedere quale tesi coincide con gli avvenimenti.

    Sharino.

  8. Marco Caruso scrive:

    Grazie Paolo!
    non immaginavo l’avrei mai detto, ma…GRAZIE!
    Grazie per aver dato una possibile risposta ai miei dubbi senza inveire contro di me!

  9. Paolo Marani scrive:

    Quella foto truce del papa non è originale, già è stata utilizzata da altre blogstar come lameduck. In ogni caso centra con Genchi come i cavoli a merenda, non capisco oltre alla provocazione dove volevi andare a parare. Sei un po esibizionista anche tu ?

  10. Paolo Marani scrive:

    Io credo, anzi voglio credere, al rasoio di occam.

    Premesso che conosco Genchi solo tramite facebook e avrò scambiato con lui meno di due minuti di chat, ho pensato io pure le stesse cose che ha pensato pensatore (che orrido gioco di parole).

    L’idea che mi sono fatto è che questa persona semplicemente trovi delizioso sguazzare fra tanta notorietà, nemmeno lui se lo aspettava. E’ diciamo “drogato” di fama, forte anche del fatto di non avere commesso abusi ma di essersi trovato in una posizione delicata…

    E’ come se uno smanettone maniaco di Linux potesse per qualche giorno essere al centro dell’attenzione della comunità Linux ancora di più di Torvald stesso.

    In realtà non sa molto di più di quanto ha scritto nella valanga di atti che ha gestito per le procure. Se mai si deve porre un problema è perchè affidare sempre a lui e quasi solamente a lui la maggioranza delle perizie diciamo “delicate”, da via d’amelio, a why not, al rapimento di Denise Pipitone. Non c’è cosa che non sia passata da lui, ma non l’ha cercato lui.

    Ora, ebbro di notorietà, gode masochisticamente degli attacchi a lui rivolti e lascia intendere verità rivelate che centellina con il contagoccie, per tenere viva l’attenzione su di lui.

    Io credo che non abbia commesso alcun abuso, è un bravissimo smanettone informatico, ecco tutto. L’unica cosa che può sapere è che tizio ha parlato con caio, con un intreccio inverosimile di rapporti dove sembra che tutti parlino con tutti, mafiosi, piduisti, massoni, criminali, parlamentari, sottosegretari, TUTTI.

    Che vantaggio ne trae ? Non lo so, però se la stanno facendo sotto tutti, e lui ci gode.

    Secondo me scherza con il fuoco…

  11. Marco Caruso scrive:

    sarò anche verboso, Pippo, ma tu non sei da meno: non so se hai provato a riguardare il tuo ultimo commento. Un sacco di parole per non dire niente, se non accreditando una presunta quanto indimostrabile teoria complottista.

    il mio ragionamento era decisamente più semplice, ma il tuo intelletualismo ha dovuto complicarlo: a cosa si riferisce Genchi parlando dei coltelli sporchi del ROS?
    possibile che quest’uomo sappia così tanto ma tutte queste informazioni non sia uscito niente di niente?
    Eppure lui continua a rendere dichiarazioni che suonano molto come delle minacce: della serie…stai zitto perchè se io parlo…..

    al che, l’altra domanda: che senso ha voler mettere a tacere una persona dandole in realtà la possibilità di parlare, magari proprio durante un processo a suo carico?

  12. pippo io scrive:

    chiaramente non lo so neanch’io. non t’interessa ma ti do la mia opinione: genchi è uno strumento nelle mani della magistratura utilissimo che però ha toccato qualche filo “pericoloso” e quindi va messo a tacere possibilmente con le buone, come annunciato a tutti i tg dal presidente del consiglio qualche tempo fa quando preannunciò che da lì a poco sarebbe scoppiato uno scandalo intercettazioni di dimensioni epocali. Genchi non deve parlare e va messo a tacere. Se poi abbia “venduto” informazioni come spera vivamente il Giornale e come puoi scommetterci verrà fuori a alla fine per screditarlo, questo ecco non posso saperlo. Perchè non parla? non fare l’ingenuo, una verità “scomoda” non sarà mai una verità, lo metterebbero dentro per calunnia o troverebbero la gabola per mandarlo ai domiciliari.
    Potrebbe parlare solo se dicesse di aver intercettato Prodi parlare con Mitrokhin di tratta di organi di bambini dall’est pedofili e piromani
    Perchè de magistris e forleo non parlano? professionalità? oppure hanno fatto inchieste farlocche? o è meglio che non lo facciano?

    sei verboso da matti pensattore.

  13. Marco Caruso scrive:

    io non ho risposte su chi sia veramente Genchi, ma se permetti qualche domanda ce l’ho.
    tu che invece sei così certo di tutto perchè non provi a dare qualche spiegazione?

    vorrei solo un po’ di chiarezza: non è possibile nè accettabile che tutti stiano fuori e nessuno finisca dentro.

    su Travaglio canterino/ballerino: Daw ha già detto tutto…

  14. pippo io scrive:

    tutti chi?
    no no, non ci tengo, tremo solo all’idea di spiegare chi possa essere questo genchi. Quando avrò il mio blog lo farò.
    Fallo tu, dai, perchè non ti sbilanci eh?
    E’ Genchi o non è Genchi l’assassino di Garlasco? E’ o non è, signori della corte, un pericoloso comunista, terrone tra l’altro, infiltrato e programmato per portare a termine il golpe mediatico giudaico giudiziario per sovvertire la sovrana volontà nazional popolar elettorale?

    ah, daw ha fatto un post x prendere x il culo travaglio……….. cosa stai aspettando? se in ritardo! muoviti!

  15. Marco Caruso scrive:

    Pippo: spiegamelo tu, così facciamo tutti prima…

  16. Marco Caruso scrive:

    il tuo problema Sharino è interpretare le mie risposte come non-risposte, talchè ti sembra che io non abbia risposto mentre in realtà l’ho fatto.

    che io sia un corista è dimostrabile tanto quanto è dimostrabile che lo sia tu; frignare che io non sia chi so già di non essere mi pare tempo perso e sprecato con chi come voi comunque non ascolta; dimostrarlo l’ho già ampiamente dimostrato, ma si torna al punto A; aprire un nuovo post è la conseguenza più logica del fatto che la vita va avanti e certamente non posso star dietro a chi ripete sempre le stesse sciocchezze e non accetta le risposte…

  17. pippo io scrive:

    D)!
    ma chi c’è dietro a Matrix? Jack Jencki? esaltante questa spy-story all’amatriciana, ci vorrebbe una nuova Mitrokhin per capire chi è il master of puppets.
    non l’hai capita vero pensattore?

  18. Sharino scrive:

    Mancano un po’ di risposte alle varie contestazioni che hai ricevuto, spesso ben documentate, ma la scelta era difficile:

    A ) – Ammettere che sei un corista
    B ) – Frignare che non lo sei
    C ) – Dimostrare che non lo sei
    D ) – Aprire un nuovo post

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Tieniti aggiornato: ISCRIVITI!


  • SOSTIENI IL BLOG!

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: