Un motivo c’è!

Dunque, mentre Franceschini è impegnatissimo a riconquistare i voti dei nostalgici del comunismo e dello stato assistenzialista proponendo assegni ai disoccupati (alias, incentivi al licenziamento chè tanto poi ci pensa Pantalone) e aumenti di tasse ai “ricchi” che hanno un reddito superiore ai 120mila euro (ovvero stroncando le reni a qualunque forma di ripresa in tempi di crisi), il governo e la maggioranza hanno tirato fuori dal cilindro un pacchetto straordinario di investimenti in opere pubbliche ed elaborato un piano-edilizia che, a detta del presidente dell’ANCE (l’ associazione di categoria), potrebbe mobilitare circa 60miliardi di euro avviando così un volano per l’economia di tutto il Paese.

Sarà anche fastidioso da accettare, ma non è un caso se il PD sta scivolando sotto il 25% mentre il PdL di Berlusconi resta stabile al 40% dal giorno delle elezioni.

Comments
8 Responses to “Un motivo c’è!”
  1. sagra scrive:

    per Marco Caruso

    “Sarà anche fastidioso da accettare, ma non è un caso se il PD sta scivolando sotto il 25% mentre il PdL di Berlusconi resta stabile al 40% dal giorno delle elezioni.”

    Povero Pensatore!
    Comincia a sentire puzza di bruciato, e mette le mani avanti per rassicurarci che l’arrosto è ancora buono.

    Gli italiani hanno consegnato a Berlusconi un bel tacchino (Maggioranza assoluta e mani libere) ed aspettano speranzosi e con l’acquolina in bocca di poterne addentare un succulento pezzetto.

    La minestra che gli aveva rifilato Prodi per cercare di quadrare il magro bilancio e cercare di sfamare tutti, aveva finito per scontentare quelli più famelici e carnivori.
    Il pentolone con la minestra si reggeva a stento, e dopo un paio di calci di quelli più affamati e riottosi, non ha retto e si è rovesciato.
    La minestra di Prodi era dietetica.
    E si sa che le diete durano poco.
    Il PD era il partito del dietista, e continua a soffrire della malafama.

    Il Berlusca invece ha promesso un banchetto serio, e tutti aspettano.
    Vero è che l’antipasto (Alitalia) ha lasciato qualche sconcerto, ma la situazione di crisi mondiale ha attutito il pessimo esordio.
    Qualche altro piattino servito in maniera confusa e sporadica (caso Englaro) ha lasciato l’amaro in bocca.

    Sulla “Carta del Menù” ci sono tanta leccornie promesse, e l’appetito non manca.

    Ed i sostenitori si preoccupano di zittire le malelingue che fanno notare che dalla “Cucina”arrivano solo promesse e pure qualche preoccupante cattivo odore.

    Meno male che c’è il Pensatore a tenere alta l’aspettativa.

    Sagra

  2. dragoberto scrive:

    Già,
    magari costruire, ristrutturare case in maniera ecocompatibile? Si è attivato questo piano casa, è una legge quadro, spetterà alle regioni mettere i paletti. Quindi, visto che le case automobilistiche hanno una semi sterzata sull’efficienza energetica del carro a quattro pistoni. Perché sputare su una possibilità che permetta di costruire, riadattare case al risparmio energetico? Ma il PD ci è o ci fa? Cazzoooooooooooooooo sveglia

  3. Cougar84 scrive:

    O magari migliorare la rete ferroviaria?
    Ricordo un servizio di Report che mi ha fatto perdere i capelli appunto sulle condizioni delle nostre ferrovie.

    Cose che possono portare beneficio alle persone … ma beneficio reale.
    E tutte le persone potranno risparmiare tempo/soldi/stress andando al lavoro.

    Devo fondare un partito, così alle prossime elezioni mi candido …

  4. Cougar84 scrive:

    Oh quanta cattiveria!

    Che il PD non abbia più idee lo si sapeva già dalla sua nascita.
    Forse faceva opposizione più sana il PRC, ma comunque …

    Allora …
    Buzzetti dell’ANCE non ha tutti i torti, ma tira anche molta acqua al suo mulino.
    A parte il fatto che lui si riferisce al “piano casa”, la ricchezza che si verrebbe a creare facendo una manovra del genere andrà molto nelle tasche degli immigrati ( gli unici ormai che accettano di fare i muratori ), cosa che per me va bene, purché siano regolari e paghino le tasse, ma magari alla lega scoccia.
    Sarebbe un’ottima soluzione soprattutto se nei progetti nuovi delle case fossero previsti nei piani di costruzione, l’obbligatorietà alla copertura parziale del tetto con pannelli solari direttamente collegati alla rete elettrica nazionale e obbligatorietà all’utilizzo di materiali che eliminino gli sprechi energetici e che inquinino meno.

    Di certo non si riferisce alle immense cattedrali ( o progetti inutili ) come il ponte sullo stretto.
    L’idea dell’edilizia non è sbagliata, ma va attuata con cognizione di causa.
    E’ inutile spendere X milioni per costruire un ponte avveniristico, quando bisogna rinnovare l’acquedotto nazionale ( non si parla più del problema dell’acqua al sud? ), o le strade/autostrade rimaste incompiute/in-stato-penoso.

    Forse è questo che dovrebbe dire un’opposizione concreta ed efficiente …

  5. Paolo Marani scrive:

    E’ incredibile come basti prendere quello che dice caruso e invertirlo e salta fuori esattamente come dovrebbe comportarsi un governo decente.

    Invece, la barzelletta è che questo governo indecente fa proprio quanto caruso dice.

    Fino a che c’è gente così imbelle che rema contro il buonsenso e sostiene mentalità anacronistiche come questa, la crisi ce la terremo per un bel pezzo.

    Ma quando schiattano questi disturbatori della sostenibilità ?? Pensate che c’è ancora gente che misura la ragione guardando i sondaggi di gradimento.

    Mangiate merda, un miliardo di mosche non possono avere torto.

    Ma quel nano infame prima o poi schiatta, incrociamo le dita e speriamo… hoummmmm… houuummmmmm ….

  6. jack scrive:

    nn vedo l’ora che la proposta di legge d’alia-carlucci entri effettivamente in vigore. così con tutto il circolo wordpress chiuderà anche questo inutile blog.

    salut

  7. Antonio scrive:

    Ciao pensatore
    vedo che sei proprio contento del piano “cazzuola” del governo… quanto ti manca alla laurea (spero poco sinceramente)?? Se ti sbrighi (te lo auguro) magari riesci a venire assunto come capomastro, magari proprio per quel ponte che ti piace tanto (non te lo auguro, scherzo). Belli questi piani per il futuro lungimiranti. Peccato che la crisi è recentemente partita (l’anno scorso) proprio dall’esplosione di una bolla immobiliare e che in molte parti del mondo (vedi Dubai) hanno bloccato la costruzione di tutto quello che non è oltre il 60%.
    Al solito soldi per istruzione, sicurezza e stato sociale non i sono mai, mentre per speculare scattano sull’unghia (ammesso che siano reali e non “finti”).
    In ogni caso, con questo piano per i prossimi tempi saremo il paese anche dei muratori!
    ciao

    Antonio

  8. mazapegul scrive:

    caro carusocorista, se ti chiedono “cosa fai nella vita”, tu rispondi “il corista del partito azienda”??😉

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Tieniti aggiornato: ISCRIVITI!


  • SOSTIENI IL BLOG!

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: