Genchi(s Khan) contro tutti.

Gioacchino Genchi

Gioacchino Genchi

Che in Italia vi sia una cattiva informazione è riscontrabile per due ordini di motivi.

Innanzitutto perchè molte notizie vengono taciute.
E poi perchè molte di quelle dette vengono storpiate e, peggio, mai corrette.

Prendiamo ad esempio il caso Genchi.
Di lui non sappiamo praticamente nulla. Dopo i fuochi d’artificio iniziali, quelli seguiti alle indiscrezioni sul famigerato archivio di intercettazioni e tabulati che il consulente delle procure avrebbe realizzato, più niente.

Sulla stampa nazionale evidentemente non è più tanto di moda parlarne, ma in rete qualcosa si trova e specificamente ne abbiamo notizia dai blog dei soliti noti, dei megafoni delle procure (che non potevano non andare d’accordo con un consulente delle procure che tiene in saccoccia una quantità inaudita di dati cui attingere anche solo per mezzo di allusioni): Grillo, Travaglio e Di Pietro (anche Santoro diede il giusto spazio a Gioacchino Genchi in una puntata di AnnoZero).

Opera comunque meritoria, la loro: gli altri manco ne parlano, mentre la “band” suona all’unisono il ritornello che Genchi scandisce praticamente da quando è salito alla ribalta delle cronache.
Lui sarebbe vittima di un sistema che vuole difendersi e per farlo lo accusa.
D’altra parte, si sa: non c’è miglior difesa dell’attacco.

Il fatto però è che a questo punto a Genchi è concesso di dire moltissimo, di arrivare quasi a minacciare, ricattare e a profetizzare rese dei conti da giorno del Giudizio senza che nessuno poi si prenda la briga di approfondire prima e chiedergliene conto poi.

Nell’intervista pubblicata sul blog di Grillo formula accuse pesantissime e sottindende di essere in possesso di informazioni che provocherebbero un terremoto in quella che noi chiamiamo “Seconda Repubblica” e quasi avverte i suoi accusatori ad usare maggiora cautela (ma queste sono mie impressioni).

Sta di fatto comunque che si citano perfino gli episodi più neri della nostra Storia contemporanea, come l’omicidio di Borsellino.
E a questo punto non è più giusto tacere certe notizie!

E’ giusto sapere!
Fa bene Grillo ad irritarsi per il fatto che nessuno a livello nazionale parli di quell’intervista.
Così come faremmo bene noi (che non siamo “grillini”, ma neanche stupidi) a pretendere sia fatta chiarezza su dichiarazioni così esplosive.
Anche solo per non lasciare che su quelle allusioni si costruiscano i soliti castelli di “carte” fondate sul sospetto.

E’ un dovere far luce!
Altrettanto doveroso è un appunto sui nostri mezzi d’informazione.
In questa vicenda si stanno comportando in maniera schizzofrenica: prima parlano, contrastano, appoggiano; poi tacciono, si dimenticano.
Prima sembra difendano la “casta”; poi però lasciano che la stessa “casta” corra il rischio di restare in balia di dichiarazioni allusive che prestano il fianco a sospetti d’ogni genere e che possono solo alimentare il clima di antipolitica già in forte radicamento nel Paese.

Sveglia (ai giornali, non ai lettori)!

Comments
30 Responses to “Genchi(s Khan) contro tutti.”
  1. ..................... scrive:

    Ma ancora che parlano questi…. io ero rimasto fermo a un PORCO che aveva mistificato le parole di un eroe morto…

  2. pippo io scrive:

    ma che dici mai matteo!
    La nostra è invidia sociale, pensa a tutti gli operai indesit di torino o fiat di pomigliano (oggi, perchè a fine mese al primo trimestre vedrai che botta) elettori cornuti mazziati e anche felici. Saranno così incazzati che scenderanno in piazza a fare le ronde e a produrre campioni di dna contro gli immigrati o assediare i tribunali dove cercano invano di condannare il valvassore di turno. Poi entro sei mesi ci sarà un’immigrazione di ritorno verso la calabria dove il milione di disoccupati che aveva trovato il posto di lavoro nella campagna elettorale del 94 andrà a fare l’operaio per il ponte e per la salerno reggio calabria, ma non nei cantieri, ad appiccicare cartelli del tipo “Abbiamo finalmente iniziato a costruire la salerno reggio (mi viene in mente la delirante campagna governativa di 3-4 anni fa che invase giornali e tv al riguardo).
    E tutto questo nell’indifferenza per le amministrative, l’unico mezzuccio democratico rimasto a noi sfigati

  3. Matteo scrive:

    Pino Corrias

    Ora che il Cavaliere (a buon diritto) prepara leggi per perfezionare direttamente il mercato televisivo a suo favore – una rete Rai senza pubblicità, per dire l’ultima – e constatando che ormai le sue fortune economiche ci riguardano tutti, come l’aria, come il morbillo, come la pioggia, andrebbe finalmente istituito un monitor pubblico, un contatore con cifre luminose, addirittura un’Authority, per il costante aggiornamento (e il tripudio) dei suoi redditi. Con il ricalcolo quotidiano di introiti, spese, ammortamenti, investimenti, eccetera. Suoi e della sua splendida famiglia distribuita tra le più belle case d’Italia e parchi e calendari.

    Sarà emozionante gioire tutti insieme, a dispetto dei corvi plananti sulle discariche della crisi (precari, disoccupati, artigiani, insegnanti, operai, pensionati, immigrati, persino clandestini) calcolando in tempo reale quanto oro si riversi ogni giorno nei saloni illuminati di Arcore & Bermuda, con quanta rapidità si riempiano i suoi forzieri di rubini, incenso e mirra, quante nuove ragazze affluiscano, rintracciate dalle scorte e poi restituite ai loro sogni, quante verdure, quante uova fresche, quanti sgravi fiscali allietino le sottrazioni dei suoi ragionieri collocati nel salone più bello, quello del Canaletto, e quanti buoni affari moltiplichino le parcelle dei suoi avvocati, un giorno dopo l’altro, cogliendo quanto di meglio passi il libero mercato o l’alto destino del titolare, a Roma per gli affari immobiliari, a Parigi per quelli nucleari e poi a Palermo, a Mosca, a Tripoli, a conferma del suo leggendario fiuto coltivato dai tempi d’infanzia salesiana, quando commerciava in compiti già risolti, 50 lire cadauno, da vero (e intelligentissimo) birbante.

    E’ pur vero che un’ombra traversò il suo karma sornione. Accadde nel lugubre bienno 1992/93 quando il Cavaliere stava per andare fallito, coperto di debiti com’era, e snudato dalla politica in fuga verso Hamammet, ma chi non ha avuto almeno un tracollo in vita propria alzi la mano, e rammenti quanto ci è preziosa, nella politica e nella vita comune, la tolleranza raccomandata da Voltaire (e Togliatti). Quei tempi cupi sono stati cancellati da questi radiosi. Oggi è l’uomo piu’ ricco d’Italia, forse d’Europa. Il solo che possa fabbricare insieme reddito e leggi, serrature e chiavi, spiegandoci che è per il nostro bene.

    Per questo vogliamo un totalizzatore quotidiano dei suoi successi. Aggiornato come le previsioni meteo. Con un esperto che dica ogni ora: “Oggi ha guadagnato un miliardo!” Evviva. Segue la sigla col cielo azzurro e guai a chi dirà che è antiberlusconismo da due lire.
    La sua gloria è diventata la nostra vendetta contro la cattiva sorte. La sua ricchezza il riscatto delle moltitudini in miseria. La ragione psico-poltica del voto di tutte le periferie d’Italia (dal Sulcis a Sesto San Giovanni) che da quindici anni giustamente lo incorona.

  4. anonimous scrive:

    @pippo io

    COJONE, non v’è dubbio alcuno

  5. pippo io scrive:

    e tu caposkaw sei un coglione o sei l’altro?

  6. caposkaw scrive:

    maz , tu sei una voce bianca o un castrato cantore?
    proporrei la seconda ipotesi…

  7. mazapegul scrive:

    @carusocorista:

    credo d’aver sempre dimostrato una certa indipendenza di pensiero

    infatti, non saresti piu’ un corista se ti rendessi conto di fare il coro al partito azienda.😉

  8. Sharino scrive:

    Dopo la vicenda impregilo non mi stupirei di vedere qualcuno di quei nomi tra i vincitori di appalti diretti o indiretti del “nucleare sicuro”🙂

  9. pippo io scrive:

    aldilà di tutto, personalmente dico e scrivo e ovviamente penso che il mio pensiero sia migliore di quello di caruso, ma ci mancherebbe altro che lui e chiunque altro non pensi che il proprio pensiero sia migliore degli altri. Scrivendo e parlando su svariati argomenti, o criticando in qiesto caso il proprietario del blog che, in quanto tale, è più facilmente attaccabile rispetto al sottoscritto che non ha un proprio blog, a volte si tracima in ciò che può sembrare offensivo.
    A titolo personale dico a pensatore di continuare (ma non penso che abbia bisogno di questo consiglio ci mancherebbe altro), se non altro mi aiuta a leggere il pensiero di chi la pensa diversamente da me.
    Il sarcasmo che spesso utilizzo lo reputo parte del gioco, penso continuerò e invito il proprietario del blog a leggere i miei commenti in quest’ottica.

    detto questo, segnalo OT un argomento che a me sta particolarmente a cuore
    http://firenze.repubblica.it/dettaglio/alta-velocita-danni-ambientali-al-mugello:-150-milioni-di-risarcimenti-e-26-condanne/1598971

    Si parla di grandi opere e grandi costruzioni, ma mai di danni correlati, che a volte sono di portata enorme.
    buona serata a tutti

  10. cougar84 scrive:

    Comunque è grazie alle sovvenzioni ai giornali che il politico di turno può tirare le fila dell’informazione …

  11. pippo io scrive:

    il bello di pensatore è che a volte riesce proprio ad essere imprevedibile!
    UAHUAHUAHAUHAUHAUHAU

  12. cougar84 scrive:

    Ahahah si è vero, però mi ricordavo che all’epoca mi aveva fatto ridere …😀

  13. Sharino scrive:

    heheheh sei andato a guardare Cougar😉

  14. cougar84 scrive:

    3.. 2.. 1.. POST!!!

  15. pubazzo pazzo scrive:

    super sesso passo

  16. Sharino scrive:

    Mi riferivo ai commenti del 28 gennaio ore 14:04 (Pippo io) e il mio delle 14:20 al post “se il magistrato è vanitoso..” che si riferivano (almeno il mio) all’articolo uscito sul giornale riguardo il caso di vilipendio.

    E lo relazionavo al tuo post uscito poche ore dopo “di pietro tira fuori le palle…”
    Divertente rileggere ora il secondo commento😀

  17. Marco Caruso scrive:

    a quale articolo e a quale post ti riferisci?

  18. Marco Caruso scrive:

    ci sono anche le ANSA e non soltanto i giornali… ad ogni modo, spesso parto direttamente dai blog di Di Pietro, Travaglio, Grillo e molti altri di simile “area”…

  19. Sharino scrive:

    Non c’ero nemmeno io, con la differenza che io ho seguito la manifestazione in streaming, e POI ne ho letto dai giornali.

    Tu hai fatto il percorso inverso, e infatti non hai argomentato d’altro che non fosse stato divulgato dai giornali.
    In piazza non c’era solo il trebbiatore di bisaccia.. eppure..

    —–
    spesso comunque capita che io scriva sul blog cose che poi vengono fuori il giorno dopo sui giornali.
    —[MC]

    Le notizie da cui parti, spesso le prendi dai blog che a loro volta le riprendono dai giornali on line, il giorno stesso, e che ovviamente ritroviamo su carta… il giorno dopo.
    Altre volte le riprendi direttamente senza passare dai blog.

    è normale che sulla carta ci vanno il giorno successivo.

    P.s. proprio su di pietro c’è un mio commento di critica verso un articolo fresco fresco de “il giornale” che precede (coincidenza) di qualche ora.. indovina cosa…
    Proprio il tuo post sul trebbiatore🙂

  20. Marco Caruso scrive:

    Sharino, in quel post dissi semplicemente che Di Pietro aveva ragione a dire quel che diceva…perchè sarebbe stato nella logica dei suoi ragionamenti e come si poteva dargli torto?
    non volevo certo metterlo alla gogna: tutt’altro, mi dispiaceva avesse ritrattato le sue affermazioni.
    non ho nemmeno mai pensato vi fosse un reato nelle sue parole…

    dubito che sul giornale o altrove (dove pensi che io legga e senta) sia stata usata la mia stessa linea.

    spesso comunque capita che io scriva sul blog cose che poi vengono fuori il giorno dopo sui giornali.
    da ciò dovresti capire che in realtà io ragiono da me e non aspetto certo che altri mi imbocchino.

    PS: non ero a piazza Farnese per non condividevo nè i toni nè il significato di quella manifestazione.
    non sono un ragazzo di piazza io…

  21. Sharino scrive:

    ———
    Il problema semmai è il perchè si pensano le stesse cose che pensano anche altri e quali tesi si usano per sostenerle.
    —–[MC]

    appunto, appunto, appunto, e ancora appunto.

    Perché a gennaio non eri andato a piazza farnese e hai sostenuto che di pietro ha dato del mafioso a napolitano?
    Forse perché lo pensa chi ha scritto l’articolo che hai letto tu.

    ..e quale tesi hai usato per sostenerlo?
    La stessa tesi usata a tambur battente da giornali, media e soprattutto dalla lingua romai consumata del giullare del TG4: il sillogismo.

    Per non parlare poi di Mario Giordano, a cui ho gentilmente chiesto di spiegarmi in cosa consista tecnicamente il virgolettato
    http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=325995

    ma non ho ancora ricevuto risposta.
    …non so chi mi ricorda…

  22. Marco Caruso scrive:

    ciao Matte…

    grazie per la segnalazione…

  23. Matteo Maratea scrive:

    Ciao a tutti, ciao Marco.
    Vi volevo segnalare il blog di Roberto Galullo, giornalista del Sole24Ore, per approfondire le notizie riguardante Genchi e le inchieste di De Magistris.

    http://robertogalullo.blog.ilsole24ore.com/

  24. Marco Caruso scrive:

    Pippo: stesso discorso fatto a Sharino. Sarò anche di destra, ma mica sono scemo…eh! 😉

  25. Marco Caruso scrive:

    Sharino, non penso sia un delitto pensare le stesse cose che pensano altri.
    Il problema semmai è il perchè si pensano le stesse cose che pensano anche altri e quali tesi si usano per sostenerle.

    credo d’aver sempre dimostrato una certa indipendenza di pensiero: il che non vuol dire che non possa in alcun modo trovarmi più d’accordo con alcuni piuttosto che altri. Tutto sommato Facci lo cito pochissimo, direi quasi mai e di copia-incolla ne trovi pochini da queste parti.
    costruisco i miei pensieri su altri miei pensieri.

    direi che sono abbastanza vaccinato…anche se comunque cerco di tenermi a distanza dalle opinioni che già posso intuire dove vadano a parare…

  26. Sharino scrive:

    Provavo a suggerirgli un metodo per disintossicarsi dalle opinioni altrui.
    Poi è ovvio che se sei vaccinato puoi guardare qualunque cosa😉
    Il Caruso invece mi sembra molto sensibile, è per questo che gli suggerivo di staccare per qualche tempo.

  27. Asdrubale88 scrive:

    Perchè divieto? Lo guardo anche io il TG4…è utilissimo, anche Facci, non capisco il problema…

    Comunque, come ha detto pippo, Genchi è stato tirato in mezzo solo come pretesto. Lui si arrabbia così, perchè le persone coinvolte nelle indagini che lui stesso stava aiutando a concludere, hanno la faccia tosta di accusarlo.
    Più conflitto di interessi di così…

  28. Sharino scrive:

    Pippo, sarei più ottimista…
    ..e se stesse iniziando, timidamente, a capire?

    Pensatore:
    Pane e stampa estera

    3 volte al giorno, per 3 mesi.
    Dosi massicce di blog in cui italiani dall’estero traducono gli articoli scritti che riguardano noi.

    Visione di questo video*:

    Divieto assoluto di:
    Tg4
    Il Giornale
    Libero
    L’espresso
    Tg1-2-3
    blog di grillo/facci e tutti gli altri.
    Anno Zero/matrix/ballarò

    poi pian piano riprendi la vita normale (tv e giornali) e ti sentirai un’altra persona.

    *non guardare gli altri altrimenti finisce che ti grillizzi troppo.. magari nel vedere che lui voleva far convertire a skype gli uffici del parlamento prima ancora che tu aprissi il tuo primo blog.

  29. pippo io scrive:

    comunque un post del pensattore artatamente aperto ai “comunisti”: notate lo stile molto meno graffiante ed accattivante rispetto ai suoi travaglieschi commenti del precedente post anti grillo; questa sua conversione sulla via di damasco, che ormai ripete settimanalmente, come quando si aprono le persiane per fare le pulizie, è un’operazione acchiappa commenti o acchiappa consensi, in realtà appena si svilupperà la discussione in una direzione anti berlusconiana estrarrà nuovamente il pensattore che in lui. abbiate fede.

  30. pippo io scrive:

    ricordo ai gentili naviganti che gustoso prodromo all’uscita del nome e dell’attività di Genchi sui giornali di tutta Italia fu la galeotta dichiarazione del galeotto presidente del consiglio che profetizzò più o meno “Sta per uscire uno scandalo intercettazioni di proporzioni epocali” o giù di lì.
    Allora, visto che la vernice è fresca e visto che ne abbiamo la possibilità, perchè non si inizia una buona volta dal principio e non dal passo immediatamente successivo? Genchi è una conseguenza alle parole di berlusconi, perchè il premier fece quella sortita? per pararsi il culo da cosa?
    se iniziamo a parlare di genchi la si finirà come per i giudici, che sono tutti comunisti e incapaci e in itali c’è criminalità dappertutto e ieri e la’ltro ieri solo stupri… il tutto ricordate iniziò appena dopo il 1994, quando s’inizio ad accusare i giudici, dopo 17 anni tutta la giustizia è da riformare e l’Italia è un paese criminale secondo i giornali e i tiggì.
    Qua è bastata qualche settimana per trovare il capro espiatorio e dire che tutte le intercettazioni sono sbagliate.

    Quindi alla fine di questa considerazione un po’ confusionaria, la mia conclusione è che i mezzi d’informazione sono in mano a chi in questo momento ha il potere e ti gira la frittata come gli pare, cioè berlusconi.

    Che noia, arrivo sempre alla stessa conclusione

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Tieniti aggiornato: ISCRIVITI!


  • SOSTIENI IL BLOG!

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: