Strumentalizzazioni.

Dunque, telegraficamente.
Il PD, con Veltroni capofila, ha deciso di scendere in piazza in difesa della Costituzione.
Non si tocca.
E solidarietà a Napolitano, che il Cavaliere vuol trattare come un passacarte.
Viva il Presidente della Repubblica.
Ma soprattutto: “Berlusconi può scordarsi il Quirinale”.
Ora, qualcuno, per favore, risvegli la coscienza di Veltroni altrimenti dovremo parlare anche della sua come di una “non-vita” inutilmente conservata in un corpo privo di capacità cerebrali.
Capisco la foga del momento e l’occasione propizia per strumentalizzare quel che il convento passa in questo tempo di vacche magre (per il PD e l’opposizione, s’intende), ma c’era proprio bisogno di ridicolizzarsi in codesta maniera?
Come!?
Beh, insomma: accusano Berlusconi di maltrattare il Capo dello Stato e di puntare alle modifiche costituzionali che darebbero maggiori poteri al Presidente del Consiglio e che renderebbero quindi il ruolo che oggi è di Napolitano ancora più inutile di quanto già non sia.
Poi però, intelligentissimamente, si preoccupano di far sapere al Cavaliere che lui può scordarselo……..di diventare il Presidente della Repubblica che ha in mente, ovvero quello quasi privo di poteri (se non di rappresentanza)!

Veramente geniale.
E ancor più geniale è la scusa: “perchè lui non rappresenta l’unità del Paese”.
Ci sta.
Ma ci starebbe meglio, comunque, se qualcuno prima avesse espresso la propria volontà di intraprendere quel percorso di “carriera istituzionale”.
E non ricordo che Berlusconi abbia mai detto: “punto al Colle”.
Dicerie, si…quelle tante, ma da lì a considerarlo un pericolo proprio oggi che vorrebbe un Presidente della Repubblica dotato di poteri ancora più blandi, beh…fa molto sorridere.
Ma cosa non si farebbe per un po’ di sana, inutile polemica…
In poche parole: si uccide la logica, ancora una volta, per una volontà presunta.

A questo punto la domanda finale: chi strumentalizza il caso Eluana?
Berlusconi che si butta a pesce in una vicenda che spacca il suo partito e gli fa perdere molti consensi?
O Veltroni che non ha perso un attimo per zompare al collo del governo pur senza alcun motivo?

Ai posteri l’ardua sentenza…

Comments
20 Responses to “Strumentalizzazioni.”
  1. Antos scrive:

    @Achille42

    Fai due citazioni, la prima è un opinione su argomenti complessi in un momento storico complesso e richiederebbe un dibattito più ampio del tempo che ho a disposizione, e quindi preferisco darti ragione a tavolino ed ammetto: “ok, ha detto una cazzata partenonica”.

    Mi chiedo: aver detto una corbelleria, aver avuto una cattiva idea, aver sostenuto una tesi rivelatasi sbagliata è un fenomeno che per “osmosi” si trasmette a tutte le le idee, tesi ed esternazioni … ? Presenti, passate e future? Il mio “stupido nonno” diceva: “anche dai cretini si impara sempre qualcosa” ….

    La seconda citazione che fai, si riassume in: <>, ammetto il mio limite ma mi sfugge persino l’insinuazione che stai tentando… mi sembra talmente ovvia come considerazione da poterla definire quasi dogmatica.

    Per quanto riguarda la specifica variante del buon vecchio “se non ti piace l’italia, puoi sempre emigrare”, sarebbe un discorso lungo certo che per quanto disprezzabile viene da chiedersi se per la crescita del paese sia meglio un uomo con 35 lauree honoris causa

    http://it.wikipedia.org/wiki/Umberto_Eco#Onorificenze

    od uno a cui hanno meritatamente conferito il premio “madonnina d’oro” ed una laurea honoris causa in ingegneria gestionale all’università della calabria.

    http://it.wikipedia.org/wiki/Silvio_Berlusconi#Riconoscimenti

    Saluti

  2. Tex scrive:

    LA SO!!!

    LA SO!!!

    LA P2.

    GRAZIE PER GLI APPLAUSI.

  3. sagra scrive:

    Per l’infaticabile coglionix

    Dormi bene, simpatico coglioncello, che domani mattina devi alzarti al canto dell’amato gallo.

    Salutaci le brumose Langhe

    Sagra

  4. enrix scrive:

    “Vederti raccontare storielle su Sagra ai tuoi amati pennuti è spettacolo da non perdere.”

    Sono dei pennuti col senso dell’umorismo.
    E poi per i polli le storielle sui somari sono irresistibili.

    “Invitiamo Smart, Giu, Santacruz, Sympatros, e perchè no, anche Guzzanti e Scaramella. E non dimentichiamoci del caro Asdrubalino, che funereo com’è, di buon riso ne ha parecchio bisogno.”

    Come no, vedere dei polli che se la ridono di un somaro è uno spettacolo poco comune.

    “PS: Attento alla zappa, che non è arnese per te, e finisci puntualmente per dartelo sui poveri coglioni.”

    Si certo, puntualmente ogni volta che tu dici una cazzata.

    Stammi bene Sagretto, a domani.

  5. sagra scrive:

    per coglionix, che riesce sempre ad essere più coglionix

    ““Perché come fai ridere tu polli e tacchini, non ci riesce proprio nessuno.”
    Eppure è facile: basta avere te come argomento.”

    Ci inviti tutti ad assistere quando parli ai tuoi tacchini?

    Vederti raccontare storielle su Sagra ai tuoi amati pennuti è spettacolo da non perdere.

    Invitiamo Smart, Giu, Santacruz, Sympatros, e perchè no, anche Guzzanti e Scaramella. E non dimentichiamoci del caro Asdrubalino, che funereo com’è, di buon riso ne ha parecchio bisogno.

    Tutti a ridere insieme ai tuoi polli.

    Bacioni ridanciani da Sagra

    PS: Attento alla zappa, che non è arnese per te, e finisci puntualmente per dartelo sui poveri coglioni.

  6. sagra scrive:

    per achille42

    “Nota: come mai è ancora qua a rompere gli zibidei ? Forse perchè qua ha a disposizione tanti coglioni che gli danno ancora ascolto…..”

    Potrebbe anche darsi che stia qui ad aspettare che qualcuno di quei coglionazzi che hanno votato il Berlusca rinsavisca, viste le colossali stronzate che il Puttaniere di Arcore sta inanellendo.

    Orsù achille, che forse anche per te resta qualche speranza.

    Saluti da Sagra

  7. enrix scrive:

    “Perché come fai ridere tu polli e tacchini, non ci riesce proprio nessuno.”

    Eppure è facile: basta avere te come argomento.

    “ti invitiamo a perseverare per mantenere allegro il tono.”

    Tu continua a scrivere, e non c’è problema.

    “Da sempre buon riso fa buon sangue.”

    L’AVIS ti deve un monumento.

    “Bacioni allegri da Sagra”

    Si, ma sempre col risucchio, eh?

  8. sagra scrive:

    Per il simpatico coglionix

    Periodicamente sortisci “ringalluzzito” dai grandi pollai dei tuoi allevamenti, ove integri sapientemente nutrienti mangimi e gustose novelle ai tuoi pennuti, vincitori di numerosi concorsi bucolici.

    Mentre spargi mangimi, racconti le tue storielle, ed essi ingrassano e ridono, ridono ed ingrassano, fino rotolarsi per terra.
    Perché come fai ridere tu polli e tacchini, non ci riesce proprio nessuno.

    A nome degli ospiti del Blog di Marco Caruso ti ringrazio per i tuoi simpatici propositi, e ti invitiamo a perseverare per mantenere allegro il tono.

    Da sempre buon riso fa buon sangue.

    Bacioni allegri da Sagra

  9. enrix scrive:

    Per raggiungere il primato di coglionaggine, Marco dovrebbe sparare una fregnaccia superiore a quel tuo ultimo capolavoro, quello dove hai scritto che Spadolini quando trent’anni fa parlava di “medioriente”, secondo te stava parlando della Libia, che infatti, come è noto, è in Medioriente insieme alla Sicilia, Guantanamo, e tutte le regioni dove si ritrovano dei figli di Allah.

    Ma dimmi, Sagra, prima di ridar corso alle tue lezioni di geografia moderna…’ste frane sulla Salerno-R.C…ci hai messo una pezza, alla fine?

  10. achille42 scrive:

    Si tratta dello stesso Eco ?
    Umberto Eco, ovvero: un autentico intellettuale di sinistra
    Questo sincero democratico, nel 1971, firmava questo appello contro un’indagine per istigazione a delinquere nei confronti di “Lotta Continua”:
    “…quando i cittadini da lei imputati affermano che in questa società “l’esercito è strumento del capitalismo, mezzo di repressione delle lotte di classe”, noi lo affermiamo con loro. Quando essi dicono “se è vero che i padroni sono dei ladri, è giusto andarci a riprendere quello che hanno rubato”, lo diciamo con loro. Quando essi gridano “lotta di classe, armiamo le masse”, lo gridiamo con loro. Quando essi si impegnano a “combattere un giorno con le armi in pugno contro lo Stato fino alla liberazione dai padroni e dallo sfruttamento”, ci impegniamo con loro…”
    Quanta democrazia in queste parole !…
    Un’altra perla, grazie alla quale è possibile constatare la sua obiettività, è costituita da ciò che scrisse su “Repubblica” l’8 maggio del 2001 (a cinque giorni dal voto…):
    «A nessuno piacerebbe svegliarsi una mattina e scoprire che tutti i giornali, il “Corriere della Sera”, “la Repubblica”, “la Stampa”, il “Messaggero”, “il Giornale”, e via via dall’”Unità” al “Manifesto”, compresi i settimanali e i mensili, dall’”Espresso” a “Novella 2000”, sino a questa rivista on-line che state leggendo, appartengono tutti allo stesso proprietario e fatalmente ne riflettono le opinioni. Ci sentiremmo meno liberi. Ma è quello che accadrebbe con una vittoria del Polo che si dice delle Libertà. Lo stesso padrone avrebbe per proprietà privata tre reti televisive e per controllo politico le altre tre – e le sei maggiori reti televisive nazionali contano più, per formare l’opinione pubblica, di tutti i giornali messi insieme. Lo stesso proprietario ha già sotto controllo quotidiani e riviste importanti, ma si sa cosa accade in questi casi: altri giornali si allineerebbero all’area governativa, vuoi per tradizione vuoi perché i loro proprietari riterrebbero utile ai propri interessi nominare direttori vicini alla nuova maggioranza. In breve si avrebbe un regime di fatto».
    Appunto ! Proprio quello che sta accadendo !…
    Per dare dimostrazione di un’altra delle sue innumerevoli qualità, la modestia, recentemente ha riproposto un saggio di Johann Gottlieb Fichte, “Missione del dotto”, nel quale si dice che il dotto è “…l’uomo moralmente più perfetto del suo tempo, che non solo vede il presente, ma anche l’avvenire ed è per sua missione il maestro dell’umanità, l’educatore del genere umano…”
    Nei giorni scorsi, come senz’altro già sai, si è lanciato in una nuova profezia: “Altri cinque anni di Silvio Berlusconi e siamo fottuti. Ci giochiamo tutto, stavolta. Quanto a me, nel caso, vado in pensione e mi trasferisco all’estero”.
    E’ chiaro, a questo punto, quanto diventi importante eliminare il Berlusca: non possiamo certi rischiare di perdere menti così eccelse !…

    Nota: come mai è ancora qua a rompere gli zibidei ? Forse perchè qua ha a disposizione tanti coglioni che gli danno ancora ascolto…..

  11. sagra scrive:

    Per coglionix

    “Sagra, tu ti trovi col cervello di una patata da ben di più di 17 anni, eppure a te gli alimenti non te li tolgono. Come mai?”

    Arrivi in aiuto provvidenziale al povero Marco in difficoltà.
    Solo tu potevi privarlo del primato di coglionaggine cui era pericolosamente vicino.

    Meno male che c’è coglionix

    Soliti bacetti compassionevoli da Sagra

  12. sagra scrive:

    Per Marco Caruso

    “E non ricordo che Berlusconi abbia mai detto: “punto al Colle”.
    Dicerie, si…quelle tante, ma da lì a considerarlo un pericolo proprio oggi che vorrebbe un Presidente della Repubblica dotato di poteri ancora più blandi, beh…fa molto sorridere.”

    Berlusconi smentisce senza il minimo pudore quello che afferma “coram populi”, figurati se fa trapelare un desiderio che è nella struttura politica del suo progetto.

    Continui imperterrito a considerarci fessi come te, che hai la faccia di negare quello che avevi scritto poche righe prima.

    Sagra

  13. enrix scrive:

    Sagra, tu ti trovi col cervello di una patata da ben di più di 17 anni, eppure a te gli alimenti non te li tolgono. Come mai?

  14. sagra scrive:

    Per Marco Caruso
    Da Repubblica:
    “MILANO – Quasi ventimila firme raccolte in un giorno. Sotto l´appello diffuso ieri da Libertà e Giustizia sul sito di Repubblica. Primo firmatario il giurista Gustavo Zagrebelsky, presidente onorario dell´associazione, titolo «Rompiamo il silenzio»: è un grido d´allarme sui rischi che sta correndo la democrazia, lanciato ancora prima che sul caso Englaro esplodesse il conflitto di poteri tra il capo del governo e il Quirinale. E a spiegarne il senso ieri Libertà e Giustizia ha promosso un sit in davanti al tribunale di Milano.
    In prima fila Umberto Eco: «Questa povera ragazza non c´entra nulla con la nostra iniziativa – spiega il garante di Lg – perché sulla sua vicenda, che rappresenta un tipico caso di coscienza, noi possiamo pensarla in modo diverso». Il problema è un altro, «da venerdì sera le cose sono cambiate». Insomma: «Berlusconi ha preso a pretesto il caso Englaro per tentare un colpo bonapartista che minaccia seriamente il principio della divisione dei poteri che da Montesquieu in avanti informa tutte le democrazie». Il semiologo ricorre a una metafora per spiegare quello che è successo: «È come se io, dopo essere si stato condannato con sentenza definitiva per aver ucciso mia nonna, dovessi essere assolto con un decreto del governo che cancella il verdetto dei magistrati».
    Un Borsalino a proteggere il capo dalla pioggia, sciarpone amaranto e barba rasata, Eco è incontenibile contro Berlusconi: «Anche in politica il premier fa come con le ragazze, allunga la mano senza ritirarla finché gli arriva uno schiaffone; qualcuno glielo deve dare, altrimenti lui va avanti». Lo «schiaffone», almeno quello che immagina Eco, non è solo il rifiuto del Capo dello Stato di firmare il decreto legge che avrebbe imposto subito lo stop all´alimentazione forzata di Eluana: potrebbe essere la risposta dei cittadini, che «in tutt´Italia si stanno mobiltando contro l´attentato gravissimo compiuto ai danni della Costituzione, che prevede ruoli distinti per i poteri dello Stato». Annuisce Sandra Bonsanti, presidente di Libertà e Giustizia, mentre distribuisce volantini verdi che riportano l´appello. Sotto la scritta «la democrazia è in bilico», c´è la vignetta donata da Tullio Pericoli, anche lui a prendersi la pioggia sotto il Palazzo di Giustizia: una mega-lametta, e sopra due piedi che camminano sul filo del rasoio.”

    Berlusconi sta tentando il colpo gobbo!

    Eluana non c’entra un benemata minchia.

    E tu continui a far finta di non capire.

    Sagra

  15. aXx scrive:

    hai ragione, unora fa era scritto diversamente… e pare cambierà ancora

  16. Marco Caruso scrive:

    @ aXx: il testo però parla dei soli incoscienti…

    1. In attesa dell’approvazione di una completa e organica disciplina legislativa in materia di fine vita, l’alimentazione e l’idratazione, in quanto forme di sostegno vitale e fisiologicamente finalizzate ad alleviare le sofferenze, non possono in alcun caso essere sospese da chi assiste soggetti non in grado di provvedere a se stessi.

  17. aXx scrive:

    Ora che ne conosciamo i contenuti puoi dirmi che ne pensi del fatto di non poter rifiutare un trattamento sanitario anche quando cosciente?

  18. Sharino scrive:

    ..a proposito di “puntare al colle”
    Una canzoncina dice “sarò io il vostro re..”

  19. Marco Caruso scrive:

    appunto…il solito bue che dà di cornuto all’asino…

  20. Sharino scrive:

    LA SO!!

    LA SO!!!

    Entrambi!!!

    Grazie per gli applausi…

    Sharino.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Tieniti aggiornato: ISCRIVITI!


  • SOSTIENI IL BLOG!

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: