Non è un paese per Genchi.*

Due riflessioni.

La prima: non sono pochi quelli che lo stanno elevando ad eroe e come tale vogliono difenderlo dalle iniziative di una casta che starebbe pensando solo a proteggere se stessa. Ma a questo punto la domanda è una e molto semplice: se Genchi è così pericoloso, perchè attaccarlo prestandogli il fianco a facili ritorsioni?

La seconda: forse a nessuno suona strano, in nome del “io non ho niente da nascondere”, ma non dovrebbe esser normale una simile concentrazione di informazioni riservate in capo ad una persona sola. Soprattutto non dovrebbe esser considerato normale il sistema di intercettazioni a strascico che ha permesso a questo consulente delle procure di archiviare qualcosa come mezzo milione di utenze per i soli casi Why Not? e Poseidone (e, ci informa Il Corriere, a richiedere ben 5 milioni di intestazioni telefoniche alla Telecom).

E’ vero, le intercettazioni sono uno strumento formidabile nella lotta contro il crimine, ma forse si è persa di vista quella che doveva essere la loro specifica dimensione e caratteristica: ogni intercettazione, infatti, comporta una indebita intromissione nella vita privata altrui; privacy che è un diritto costituzionalmente garantito (art 15).

L’operato del dottor Genchi dimostra solo una cosa: che il bilanciamento degli interessi in gioco (giustizia da una parte e riservatezza dall’altra) è saltato finendo col far prevalere in maniera preponderante uno e senza che per tutelare l’altro siano stati rispettati i dovuti limiti.

E questa, mi pare una esagerazione intollerabile.

La riforma delle intercettazioni così com’è non è accettabile, ma qualcosa va fatto…a meno che non vi piaccia l’idea di vivere in un paese che non garantisce l’inviolabilità della vostra vita privata (di chiunque!).

* titolo ripreso dalla trasmissione Iceberg (2/02/2009).

Annunci
Comments
9 Responses to “Non è un paese per Genchi.*”
  1. Paolo Marani ha detto:

    Io chiuderei la Telecom!

    Pensate, quei bastardi, con la scusa che ci stendono dei fili per collegare i telefoni, in realtà INTERCETTANO tutto quanto stiamo dicendo al telefono.
    Anzi, succedono cose inaudite, addirittura mantengono TUTTI i tabulati di tutte le telefonate degli ultimi 10 anni. Dobbiamo varare un decreto per chiudere la telecom!

    Ah, dimenticavo, i sistemi informativi della telecom DEVONO conservare per legge questi tabulati, pertanto non costano nulla, i presunti costi di queste operazioni sono fittizi.

  2. Paolo Marani ha detto:

    Io chiuderei la Telecom!
    Pensate, quei bastardi, con la scusa che ci stendono dei fili per collegare i telefoni, in realtà INTERCETTANO tutto quanto stiamo dicendo al telefono.
    Anzi, succedono cose inaudite, addirittura mantengono TUTTI i tabulati di tutte le telefonate degli ultimi 10 anni. Dobbiamo varare un decreto per chiudere la telecom!

    Ah, dimenticavo, i sistemi informativi della telecom DEVONO conservare per legge questi tabulati, pertanto non costano nulla, i presunti costi di queste operazioni sono fittizi.

  3. dragoberto ha detto:

    Marco, ti confesso che ho paura..
    Non esco più di casa, ho paura che qualche rumeno mi stia intercettando..
    Ah, povero papino, pace all’anima sua!
    Anche lui era stato intercettato per aver favorito un clan mafioso ad avere degli appalti che altrimenti sarebbero andati regolarmente a dei muratori rumeni, e ora ho paura che mi stiano intercettando!!
    Basta!!
    Non se ne può più, lo volete capire??

  4. Fant ha detto:

    “ma le intercettazioni illegali sarebbero già…illegali. cosa c’entra la legge sulle intercettazioni come strumento investigativo?”

    “@ David: eh?”

    Dai, che se vuoi capisci.. ce la puoi fare..
    Ah, che bello quando ti danno scacco matto in apertura..
    Ma secondo voi.. è meglio se le intercettazioni le affidiamo a Finmeccanica??
    O meglio direttamente a Mediaset??

  5. Matteo Maratea ha detto:

    Per chi non ha potuto assistere alla stracciata di Mentana ecco a voi:
    Gioacchino Genchi a Matrix

    http://www.matrix.mediaset.it/videogallery/2009/01/27/videogallery.shtml

  6. david ha detto:

    ma le intercettazioni illegali sarebbero già…illegali. cosa c’entra la legge sulle intercettazioni come strumento investigativo?

  7. Marco Caruso ha detto:

    Paolo so perfettamente la differenza tra intercettazioni e tabulati, ma questo non cambia la sostanza: il signor Genchi concentra una mole enorme di informazioni…

  8. Paolo Marani ha detto:

    Ignorantone, le intercettazioni sono una cosa, i tabulati sono un altra.
    Genchi è un tecnico che si occupa di correlare i tabulati, non entra nel merito delle singole intercettazioni, e nemmeno ha un archivio audio delle intercettazioni stesse, ma solo chi a chiamato chi, quando e come.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Tieniti aggiornato: ISCRIVITI!


  • SOSTIENI IL BLOG!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: