Pronti via…

Per certe cose, non c’è dubbio, Obama ha le idee chiare.
Nemmeno si era seduto per la prima volta sulla sua nuova poltrona presidenziale che già in Pakistan saltavano in aria alcuni covi di presunti terroristi: 5 missili e 23 morti (meglio disfarsene subito che metterli nel “congelatore” di Guantanamo, verrebbe da dire).
Segno che non scherzava al suo discorso di insediamento: buoni coi buoni, cattivi coi cattivi.
La rivoluzione obamiana parte da qui: nel saper bombardare senza che nessuno ne parli.
Ma questa è una vecchia storia, perchè ormai si sa che le guerre non son tutte uguali.
I Bush eran guerrafondai; Kennedy, Clinton e ora Obama invece…sant’uomini (il dialogo al primo posto!).
Ed è questo sicuramente il primo “change” che tutti……..NON si aspettavano.

Come seconda mossa invece, ha scelto di smantellare alcune delle “politiche etiche” della passata amministrazione: eliminati i blocchi alla sperimentazione sulle cellule staminali embrionali (cosa non del tutto vera e Camillo spiega perfettamente perchè), ma soprattutto, nulla osta ai finanziamenti dei gruppi pro-aborto che Bush aveva stoppato.
Attenzione però: non è che Obama abbia messo mano alle leggi sull’aborto negli Stati Uniti d’America, per garantire una più ampia libertà di scelta. Quelle son rimaste tali e quali.
Ha solo sbloccato i fondi per quelle associazioni che in giro per il mondo sostengono campagne di controllo delle nascite: non finanziando economicamente chi volesse tenere il bambino o chi decidesse di portare a termine una gravidanza salvo poi dare il piccolo in affidamento; no, evidentemente tramite l’aborto è decisamente più semplice.
Orribile.
C’è da chiedersi se un popolo desideroso di cambiamento, ma anche molto radicato ai principi etico-religiosi su cui è fondato, accolga di buon grado mosse tanto spregiudicate…

Infondo: in politica estera pare di capire che alla fine sarà tutto come prima (si…potranno parlare anche di più, ma come al solito l’America si ritroverà sola ad affrontare il “nemico”), mentre sul fronte interno la prima mazzata e al(la) morale dei gruppi cristiani e più conservatori.

Obama, però, è stato spedito alla Casa Bianca da parecchia gente, di cui una buona parte ha quasi certamente cambiato sponda: ma sempre conservatrice rimane…

Il neo presidente si è messo subito a giocare col fuoco…speriamo non rimanga subito bruciato…

Annunci
Comments
15 Responses to “Pronti via…”
  1. Sharino ha detto:

    Alvin l’uso che fai del mio esempio è diverso dal motivo per cui esso nasce:
    La scelta non è se dargli o meno le chiavi, ma decidere a chi dei due darle.

    Io preferisco obama a mcCain, perché mi sta più simpatico, perché rappresenta un cambiamento, perché ha dato spzio alle persone e soprattutto perché punta sulla trasparenza.

    Che poi i giornali facciano schifo lo sappiamo, io mi sforzo di far capire che la stampa fa il gioco di qualcuno e andrebbe rasa al suolo domattina presto.
    Dove credi che nascano le opinioni di marco caruso? dai fatti o da ciò che riportano i giornali?

    Marco sei stato in pakistan ultimamente?

    Io vivo a napoli, accanto alla famosa discarica, e ho visto TG e letto giornali nel periodo dei casini… Ti assicuro che NESSUNO diceva le cose come stavano, ogni parte strumentalizzava gli avvenimenti.
    L’unità strappava lacrime con foto di bambini piagnucolanti e di un ragazzo fatto male, il giornale parlava di agenti torturati dai briganti.
    Anche quando sono stato ai due V-Day, ho visto lo stesso comportamento dei media.

    Quindi approvo la tua scetticità e disappunto nell’apprendere la posizione dei media su obama, ma ti invito a riflettere sul fatto che quella stessa scetticità andrebbe posta nei confronti di TUTTI i media, non solo verso le notizie antipatiche.

    Dubita di quanto vuoi di quello che so io, ma non essere così sicuro di quello che sai tu. (lo dico sempre al pensatore, ma lui “non ci pensa nemmeno” di “pensarci”)

    Sharino.

  2. Alvin ha detto:

    guarda non so che cosa abbia linkato il pensatore, cmq il link che parla degli ultimi bombardamenti l’ho messo io (clicca sul mio nick). se poi controlli su aljazeera o su fonti pakistane sono ancora piu’ precisi. prima di tutto quindi CHECK THE FACTS. ora, a me sta benissimo che Obama faccia saltare il culo ai terroristi in Pakistan, grande Barack. Quello che mi fa ribrezzo è che la stampa italiana (ma vale lo stesso per Le Monde o Times UK) che fa opinione fa finta di niente, con un atteggiamento OPPOSTO rispetto a quello tenuto nei primi mesi (pre 9/11) di presidenza Bush. è una cosa che mi fa proprio incazzare, anzi, perché l’opinione della gente si forma anche sui messaggi che questa gentaglia lancia.

    il tuo esempio e’ perfetto, perche’ preferisco sapere che tizio e’ un ladro di appartamenti e poter scegliere di non lasciargli manco le chiavi della cassetta della posta piuttosto che sentir dire da tutti che caio è una persona integerrima e poi accorgermi che mi ha sgraffignato l’argenteria. e dai su, saran mica concetti complessi.

  3. Sharino ha detto:

    Ecco Alvin che si esibisce in un taglia-incolla acrobatico…
    Un’associazione magistrale su cose che non c’entrano nulla…

    Se c’è un problema alla base va affrontato alla base, se la base come la chiami tu è “un massimo sistema” allora lo si affronta, per quanto possibile.

    La mia risposta è stata corretta, per quanto tui ti sforzi di denigrarla.

    “le bombe di obama”
    ma lo capisci l’inglese? hai letto l’articolo su cui si basa il post?
    Continui il lavoro di associazione bombe-obama (stiamo parlando di sospetti.. dov’è il famoso garantismo che salva sempre il culo a silvio?)
    Ma soprattutto ignori la sussistenza del fatto PRIMA dell’insediamento obama.

    In pratica non leggi tutto, prendi quello che ti serve per screditarmi e lo butti lì.

    La postilla poi…
    Sembra una di quelle considerazioni che fa Fido quando vuole far passare per buono un concetto assurdo.
    Ricorda anche una frase di grillo: (sulle elezioni) “preferisco un vero nemico che un finto amico”.
    si.. ok… poi voglio vedere se è meglio lasciare le chiavi di casa a un amico che sotto sotto non ti vuole troppo bene o direttamente a un ladro di appartamenti…

    Voi e i vostri miti…
    Vi auguro solo di ritrovarvi ad affrontare praticamente il problema, meno fuffa e più strade in cui non puoi entrare perché c’è l’esercito. Una bella figlia in coma per 20 anni, un bell’incidente sul lavoro di un parente e tutta la burocrazia contro di voi…
    Vi voglio vedere urlare quel dolore in piazza, e sentirvi dire che di fronte c’è una chiesa perciò secondo l’articolo … siete fuorliegge.
    poi ne riparliamo di Dio patria e di tutti i vostri miti del cavolo.

  4. Alvin ha detto:

    no infatti, non ho nessun rispetto per le discussioni che finiscono a parlare dei massimi sistemi. il punto interessante per quanto mi riguarda è quello che ho sottolineato, quello di cui non mi capacito è come faccia una persona non subnormale a scrivere

    “La politica è fatta anche di scelte impopolari [silvio berlusconi] ma l’importante è che il popolo effettui un controllo sull’attività politica e non viceversa”.

    in risposta ad uno che gli scrive che e’ inquietante che le bombe di Bush in Iraq ad un mese dall’insediamento facessero il giro di tutti i giornali del mondo mentre le bombe di Obama in Pakistan passino sotto silenzio sugli stessi giornali. Il mio FATTO e’ questo, poi ognuno ne ricavi le conclusioni che piu’ gli aggradano. E questo non c’entra niente con i giudizi che possa avere su Obama, Berlusconi, Padre Pio o Batman. Aggiungo solo una postilla, a livello generale preferisco un uomo di potere detestato dai media (come lo era Bush, come lo e’ Berlusconi) ad uno descritto come il nuovo messia dagli stessi che dovrebbero informarmi della cagate che il messia fa. E’ una questione di controllo democratico, pura efficienza.

  5. Sharino ha detto:

    ah.. e poi..
    “pronti…via” è il titolo del tuo post, caro integerrimo caruso..

    Un po’ suscettibile di vicinanza con un con qualcosa che sta avendo inizio ora.
    L’inizio di cosa?

    Il tempo è un concetto abbastanza astratto (quando serve… vedi detenuto liberato nel 2007 che ESCE con gran titolo e piccolissima precisazione)

    Ebbene il tuo “pronti ..via” sembra scandire l’inizio di qualcosa.

    Poi due righe più sotto vai con il link all’articolo, che se letto, denota due particolari:

    At least 132 people have been killed in 38 (1>)suspected() since August (<2) as the administration of President George W. Bush stepped up pressure on Pakistan

    Quindi sono sospetti e sono iniziati un po’ prima dell’elezione con tintarella.
    Ovviamente hai glissato sul sospetto e incentrato l’accusa sul tuo bersaglio.

    In sfida di viscidità, facci risulterebbe un dilettante.

  6. Sharino ha detto:

    Alvin se “blablabla” è il rispetto che hai per una discussione…

    Comunque..

    Che la stampa sinistroide sposti tutte le colpe a destra, e la destra si diverta a fare lo stesso gioco era risaputo da ben prima del 2001.

    Oggi però siamo al colmo, siamo giunti alle barzellette.
    Giornali sfacciatamente di partito che passano per fonti di informazione, ecco come nasce travaglio: se l’espresso scrive una cazzata lui è legittimato a darla in pasto agli italiani (tanto l’ha scritto l’espresso…)

    Idem dall’altro lato con i vari libero, il giornale, e numerosi TG
    creando una massa di persone che la pensano “a stampino” ad un punto tale da risultare totalmente prevedibili nelle considerazioni in merito a qualunque cosa. (spacciandosi per esseri pensanti poi…)

    Ma parlando del tuo esempio, che bush fosse un guerrafondaio non è un parere solo di quegli italiani che hanno letto stampa sinistriode.. ma è idea abbastanza diffusa anche negli states.
    Forse siete scettici sull’operato di obama.. eppure agli scetticismi sull’operato di silvio (monnezza in primis) rispondevate a gran voce di dargli fiducia.

    La politica è fatta anche di scelte impopolari [silvio berlusconi] ma l’importante è che il popolo effettui un controllo sull’attività politica e non viceversa.
    Per farlo servono giornalisti veri e qualche legge anti-casta e anti-clientelismo

    Ovvio che se poi uno al posto del cervello ha un post-it con scritto “Dio-Famiglia-Patria” allora anche le notizie più incontaminate e i ragionamenti più equilibrati servono a poco.

  7. Alvin ha detto:

    blablabla ma torniamo al punto. nel 2001, a febbraio, USA e UK bombardarono alcune zone vicine a Baghdad perche’ gli aerei di Saddam avevano violato in piu’ occasioni la no-fly zone. cercatevi gli articoli su Repubblica e altra stampa sinistroide il giorno dopo. la “strategia guerrafondaia di Bush”, le “bombe intelligenti che hanno mancato tutti i bersagli” e altre cagate assortite. Obama ci mette meno tempo (siamo a febbraio) a bombardare il Pakistan (paese alleato degli USA) facendo una ventina di morti e in Italia che io sappia ne parla solo LA STAMPA (forse l’ha ripreso anche il Giornale, boh). Parliamo di QUESTO please.

  8. Sharino ha detto:

    (scusa volevo dire campi di addestramento)

  9. Sharino ha detto:

    Ho cercato le origini di guantanammo, ho trovato solo notizie sinistroidi e strappalacrime, come gente che si lamenta per qualche sevizia sessuale, qualcuno rinchiuso ingiustamente, sai.. questi fattarelli secondari…

    Ho letto che la sua funzione è quella di tenere in sicurezza alcune persone di cui si sospetta l’attività terroristica (ma tanto lo sappiamo che in medio oriente sono tutti terroristi dalla nascita..) e quindi ancora in attesa di giudizio.. ma sono dettagli e piagnistei…

    Sul perché appena ne viene liberato uno quello torna nei campi di concentramento sai che forse ci arrivo da solo… forse perché è un terrorista!
    Solo che se la matematica non è un’opinione stiamo parlando di un caso accertato, non della sua perpetua ripetitività… ma hai sicuramente ragione, quelli non accertati sono comunque terroristi, anche quelli che oggi scrivono libri.. in realtà sono messaggi in codice sul piano per dare fuoco a ground zero…

    Sulla chiusura entro un anno credo che sia un tempo ragionevole, stanno già trasferendo un po’ di gente.. e poi ci vuole una certa prudenza, non possono mica organizzare un pullman turistico…
    L’idea sarebbe metterci una bella bomba e farlo saltare con tutti dentro.. tanto sono terroristi e noi viviamo in italia, quindi un gran chissenefrega non ci starebbe male.

    Caruso continuo a non capire la preoccupazione…

  10. Marco Caruso ha detto:

    Sharino, una domanda: sai perchè esiste Guantanamo? Te lo sei mai chiesto perchè non sono stati gettati in una galera qualsiasi? E il perchè appena ne viene liberato uno quello piglia e torna ai campi d’addestramento? Ma soprattutto: ti sei chiesto come mai Obama ha firmato ora per la chiusura tra un anno?
    Bene…rispondi a queste domande e troverai il perchè di tanta preoccupazione.

  11. Sharino ha detto:

    Chiudere guantanamo = terroristi fuori?

    Dipende se stai a sentire i media o no.

    Se stai a sentire i media ti fai inculCare che chiudendo guantanamo libereranno i prigionieri in allegria.
    Se hai la mente fresca capisci che i detenuti saranno trasferiti in altre strutture.

    Se sei onesto e vuoi criticare la scelta di barack lo fai senza mezzucci, dicendo (e motivando) che secondo te è meglio tenerla in tortur.. ehm.. in funzione.

    Se invece sei viscido e corrotto giochi con l’associazione fatta da chi legge rapidamente o non fa caso alla stranezza. (anche perché il titolo resta comunque più impresso dell’articolo.)

    Caruso sai a chi mi fai pensare? hai mai letto le cronache dal vietnam scritte dagli americani?

    Ecco… tu ne sei la chiave moderna e ne condividi l’obiettività.

  12. vincenzo ha detto:

    Marco, hai la capacità di farmi innervosire come nessun altro. devo riconscerti il merito.

  13. Marco Caruso ha detto:

    Sul fatto che Libero sia completamente asservito ho forti dubbi. E’ un ottimo giornale e non si piega poi così tanto ai gusti berlusconiani.

    sul terrorista liberato nel 2007: forse era per far capire il rischio di una chiusura di Guantanamo…

  14. Sharino ha detto:

    oggi ho letto il volantino di silvio, meglio conosciuto come “il Giornale”

    c’era sulla stessa pagina un articolo sul presidente obama che chiudeva guantanamo creando casini, e che un terrorista è uscito ed è già attivo…

    leggo a fine articolo che il tizio in questione “..è stato rilasciato nel 2007”

    aspetta, qualcosa non mi torna… nel 2007? e allora perché me lo dici ora?
    perché il titolo non è stato “in passato già un terrorista fu liberato”??

    Il titolo fa capire che è uscito adesso… che è stato obama!!

    Perché devono screditare il lavoro di un uomo eclettico e rivoluzionario?

    poi sull’aborto, le cellule staminali ecc… possiamo discutere, ma sulla bassezza del nostro sistema di informazione ormai si è detto già tutto.

    abbiamo una testata completamente asservita che si fa chiamare “libero”

    abbiamo un volantino pubblicitario che si chiama “il giornale”

    abbiamo uno show di leccaculismo che si chiama TG

    Come potevamo farci mancare un ragazzo privo di qualsiasi senso critico, che ripete a pappagallo, e senza discrepanze il messaggio del governo… che si chiama “pensatore”.?

    Buonanotte a tutti…

    Sharino.

Trackbacks
Check out what others are saying...
  1. […] terrore, missili sul pakistan, Obama, pacifinti, Pacifisti, strage civili in afghanistan, USA Il 23 gennaio partivano i primi 5 missili su postazioni terroristiche in Pakistan. Da Islamabad si son levate […]



Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Tieniti aggiornato: ISCRIVITI!


  • SOSTIENI IL BLOG!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: