Il Grillo censore.

Censore

Censore

Che cancellasse i commenti in cui sul blog lo si metteva di fronte alle sue incoerenze e ipocrisie era cosa nota.
Ma che fosse censore a tal punto da tagliare e rimontare un’intervista per evitare che qualcuno potesse mai sentire cosa ne pensano di lui personaggi del calibro di Gad Lerner, sembrava addirittura troppo.
No, da Grillo, quello che parla di informazione asservita, che si sgola per gridare contro i giornalisti poco coraggiosi, quello che arringa le folle e fa spellare le mani dei suoi fans ogni volta che parla male di Emilio Fede, reo di far vedere solo quel che vuole lui ai tele-lobotomizzati, beh, da lui non ce lo aspettavamo.

E invece!

Pare che il produttore del documentario che Al Jazeera mandò in onda proprio sul comico genovese, si sia accorto dello strano montaggio che di quel filmato Grillo avrebbe fatto per pubblicarlo poi sul suo blog.

Morale della favola: dei 22 minuti di interviste e racconti, se ne trovano solo 10. Si dirà: questioni di economia dei tempi. Ma come mai tra quei 10 non v’è traccia del fatidico momento in cui Gad Lerner parla di Grillo così: “Grillo è un reuccio della Blogosfera. È anche lui un capo populista. Come Berlusconi, preferisce la predica che fa o nello spettacolo o in piazza a Torino, come prima a Bologna, con un misto di comicità e invettiva: gridata a voce alta. Presentandosi come uomo straordinario, come un uomo solo contro tutti“!?

Misteri di un regime che c’è ma non si vede.

Meglio scagliarsi contro un regime che non c’è ma che lui vuol far vedere!
Altrimenti come potrebbe mai giustificare l’acquisto di una casa in Svizzera (famoso paradiso fiscale) e i suoi preparativi di fuga?

La minaccia fantasma (quella millantata da Grillo) contro una censura vera e propria (quella di Grillo nei confronti di chi lo mette alle corde).

Adesso mi raccomando: continuate a comprare i suoi bei dvd e a commentare i suoi deliranti post con urla di giubilo con cui spronate il vostro eroe a battersi contro i mulini a vento. Intanto lui, con la spada vi infilza e ci guadagna…

votami-su-oknotizie12

Annunci
Comments
5 Responses to “Il Grillo censore.”
  1. Marco Caruso ha detto:

    @ Pietro: non mi identifico in nessun politico. Almeno italiano. Preferisco altri modelli. Direi che più che altro mi aggiro attorno al centrodestra. Sarei anche un elettore abbastanza liquido se solo avessimo “spazi” in cui muoverci.
    Purtroppo non vedo alternative al centrodestra…e là sto.

    ripassa quando vuoi…

    saluti…

  2. Pietro ha detto:

    scua ma posso sapere con quale tipo di politico di identifichi? ti verro a trovare piu’ tardi.

  3. Polìscor ha detto:

    C’è una sottile differenza tra un politico che fa il comico ed un comico che fa il politico: il primo è ridicolo, il secondo è pericoloso.

  4. Marco Caruso ha detto:

    eh…giustamente lui la prende con filosofica ironia…

  5. dragoberto ha detto:

    Marco Caruso,
    Tu e Gad lerner avete avuto la stessa idea per il Post, ma avete un’ottica diversa

    http://www.gadlerner.it/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Tieniti aggiornato: ISCRIVITI!


  • SOSTIENI IL BLOG!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: