San Toro, martire ad ogni costo.

San Toro martire

San Toro martire

Chi lo crede scemo alzi la mano… (io, onestamente, la tengo abbassata).

Suvvia, Santoro sapeva benissimo che la puntata di AnnoZero dedicata ai bambini di Gaza era impostata in una maniera palesemente faziosa.
Così come lo immaginavamo tutti, che infatti ci aspettavamo una partigianeria del genere non appena avevamo letto l’argomento che vi avrebbe trattato.
Il buon Michelino, perciò non ha dovuto far altro che sedersi in poltrona al termine della trasmissione e aspettare davanti alla tivù e col cellulare accanto che il pesce abboccasse all’amo.
E come al solito, la sua è stata ancora una volta una pesca miracolosa.
Adesso è di nuovo nell’olimpo dei martiri della libera informazione…
Tutta pubblicità, tutta notorietà…
Eppure, che pietismo e vittimismo fossero rinomate peculiarità del conduttore salernitano avremmo dovuto ricordarlo e magari sottrarci a questo gioco in cui lui fa la parte del leone e tutti gli altri, quelli che lo criticano, finiscono col passare per dei farabutti servi del potere.

Ovviamente non è così: anche Santoro può essere contestato e proprio in virtù del suo ruolo pubblico deve essere pungolato affinchè possa rendere un miglior servizio ad una platea che non vuol sentirsi sempre per forza costretta a ciucciarsi il solito monologo fazioso, ma che vorrebbe al contrario una vera informazione il più possibile obiettiva.
Non si chiedeva ad AnnoZero di essere imparziale, ma quantomeno che desse la stessa facoltà di parola anche a chi, in quella questione, doveva sostenere una posizione che non è riuscito ad esprimere, perchè soverchiato dalle troppe voci partigiane.

Purtroppo però, abbiamo imparato a nostre spese che molti di quelli che gridano al lupo al lupo contro un regime che non c’è, sono poi i primi ad imporlo all’interno dei loro fortini.
E quel che è peggio è che questa gente non accetta commenti sgraditi, rispedendoli al mittente con una bella lettera scarlatta che li segnerà pre tutta la vita.

In passato fu l’editto bulgaro di Berlusconi, oggi quello di Petruccioli.
Ogni scusa è buona per passare per il martire che non è.
Qui l’unica cosa martoriata è l’informazione, nonchè l’intelligenza.

Nessuno ti obbliga ad essere obiettivo o imparziale: ma almeno non pretendere che la gente ti creda quando vuoi passare come tale.
E’ una presa per i fondelli…e lo sa benissimo anche Santoro.

Una squisita campagna pubblicitaria (e forse anche un po’ elettorale).
Ai tempi del diktat si Sofia funzionò a tal punto che l’integerrimo giornalista super partes, dopo aver lasciato Sciuscià scagliandosi contro Berlusconi, finì tra le accoglienti braccia del centrosinistra europeo. Che dopo aver usato per mettere da parte un gruzzoletto buono per la pensione (come parlamentare UE), ha mollato per tornare, più saccente che pria, al suo posto in Rai: prima serata (come voleva lui), con in mano il suo benedetto microfono (come aveva chiesto lui).

L’intoccabile San Toro, protomartire del suo smisurato ego, è di nuovo asceso al cielo.

Rendiamo grazie a Fini e Petruccioli.

Annunci
Comments
15 Responses to “San Toro, martire ad ogni costo.”
  1. Nessuno ha detto:

    “L’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni conferma una sanzione da 51mila euro per la puntata di “Annozero” del 1° maggio 2008, contenente interventi di Beppe Grillo “con offese rivolte al presidente della Repubblica Giorgio Napolitano e al prof. Umberto Veronesi”. L’Agcom spiega in una nota di avere sanzionato la Rai “per violazione dei diritti fondamentali della persona” anche in riferimento a un’altra trasmissione andata in onda nel maggio 2008. In questo secondo caso, sotto la lente dell’Agcom è finito l’intervento di Marco Travaglio nei confronti del presidente del Senato Renato Schifani, nel corso della trasmissione ‘Che tempo che fa’ del 10 maggio 2008. Per il programma condotto da Fabio Fazio, la sanzione è di 10mila euro. L’Agcom “ha altresì diffidato la Rai per violazione degli obblighi del servizio pubblico con riferimento alle medesime trasmissioni”. San Toro sempre….San Toro ancora viola gli obblighi del servizio pubblico….viva l’anarchia!!!!!!!

  2. dragoberto ha detto:

    “di lor non ragionar, ma guarda e passa.

  3. achille42 ha detto:

    Marco, ma per carità !
    Se ti senti toscano, ancorché d’adozione, ricorda (Inferno, Canto III°, verso 51) il Sommo Poeta….

  4. Marco Caruso ha detto:

    @ Sharino: avessi voluto piangere, avrei potuto farlo per ben altri motivi…

    una cosa è certa: io non mi considero una macchietta, ma se per qualcuno anche lo fossi, beh, sarebbe liberissimo di leggersi un libro piuttosto che passare il tempo su questo blog.

    non bado alla quantità, anche se qualche soddisfazione può darla…

  5. achille42 ha detto:

    Ci si scandalizza su Fede, abbastanza ridicolo ma anche consapevole nel suo ruolo di macchietta – ha perfino abiurato (riconoscendolo pubblicamente) la sua fede juventina per passare al rossonero, cosa che notoriamente nessun altro italiano, maschio e tifoso di calcio, ha saputo fare (eccetto Veltroni) – e si arriva a paragonarlo a Santoro, senza minimamente tenere conto di un elemento importante e decisivo.
    Fede lavora su una piccola rete privata (basta guardarsi i dati Auditel) che come tale non è tenuta, almeno in teoria, a mantenere un atteggiamento politico equilibrato. A mio avviso, tra l’altro, restano tutti da dimostrare i benefici che il suo evidente squilibrio avrebbe portato e porterebbe allo schieramento attualmente al governo.
    Al contrario Santoro, lavorando su una rete pubblica, dovrebbe essere obbligato a mantenere quel certo equilibrio che non si è mai sognato di voler mantenere.
    Già abbiamo una terza rete Rai che, perfino nei notiziari regionali, continua a fare spudoratamente della politica e non certo per il centrodestra, con i vari Floris, Gabanelli, Fazio, ecc.
    Se per qualcuno, che scrive su questo blog, è giusto che anche Rai 2 possa con Santoro fare trasmissioni come Annozero su una televisione che vien pagata da tutti gli italiani, credo abbia perso il senso della misura.
    Se Fede sta a Rete 4, mettiamo Santoro alla Red e poi parliamo !

  6. Sharino ha detto:


    su Fede invece la penso diversamente: lui è una macchietta.
    —mc

    —-
    Fede lo ammette e lo ha sempre ammesso.
    —mc

    —-
    io non ho mai pensato neanche lontanamente di voler apparire imparziale.
    […]
    non riuscirei nell’impresa: ho idee e pensieri che non sono disposto a mettere da parte
    —-mc

    Ergo sei una macchietta al pari di Fede e iuttosto che leggerti sarebbe più saggio leggere un libro…

    Puoi chiamarlo “abile lavoro di taglio e cucito stile travaglio”

    oppure puoi “incassare senza piagnistei…”

    Sharino.

  7. Marco Caruso ha detto:

    @ Matteo:

    …io ho avuto sensazioni diverse da quelle del giornalista.

    ma sono sostanzialmente d’accordo a che si potesse evitare tutta questa polemica.
    si vede che in Italia pecchiamo di scarso liberalismo.

    molto meglio approfondire con altri programmi le posizioni israeliane.

    certo, anch’io mentre guardavo la puntata di AnnoZero ne ho dette di tutti i colori a Santoro, ma già lo sapevo che avrebbe fatto il gioco di Hamas. Volontariamente o involontariamente. Però l’ha fatto.

    non mi pare che lo stesso Santoro si fosse mai scandalizzato o avesse ordinato reportage altrettanto puntuali e commoventi sulle vittime israeliane o sulle atrocità degli uomini di Hamas contro quegli stessi bambini…

  8. Marco Caruso ha detto:

    @ Sharino: …….lo prendo come un complimento….. 😉

    per chiarezza: io non ho mai pensato neanche lontanamente di voler apparire imparziale. Semmai mi è stato mosso a rimprovero che non lo fossi. E che io non lo sia è impossibile: primo, perchè non mi è richiesto; e poi perchè non riuscirei nell’impresa: ho idee e pensieri che non sono disposto a mettere da parte. A correggere si. Far finta che non esistano, no. Per cosa poi? Per poter acquisire un’aurea di oggettività che comunque verrebbe smontata dal momento che qualcuno dovesse scoprire (senza troppo impegno, peraltro) le mie tendenze politche?
    Fatica sprecata…

    Uguale Santoro.
    Il problema però è che Santoro avrebbe il dovere, se non altro di apparire un po’ più democratico di quanto abbia dimostrato di non essere.
    L’articolo del giornalista linkato da Matteo può tecnicamente avvalorare l’idea che non sia stato scorretto o parziale nei confronti delle posizioni israeliane rispetto alla guerra di Gaza, ma non potrà sconfessare le suggestioni, le sensazioni provate dai singoli mentre si trovavano davanti la tivù e ascoltavano il (finto) dibattito.
    Santoro ha un ruolo pubblico; lavora per la televisione di Stato: dovrebbe offrire davvero un servizio super partes.
    Può sbagliare…può sbilanciarsi troppo.
    ma non facesse il martire che non è.

    su Fede invece la penso diversamente: lui è una macchietta. Personalmente non lo guardo mai…neanche quando ho un sacco di tempo da perdere e il telecomando non funziona e la tv è bloccata sul 4! Piuttosto leggo un libro o esco a passeggio col cane…
    Ma almeno Fede lo ammette e lo ha sempre ammesso.
    la gente lo sa e agisce di conseguenza.

    Comunque: per me ognuno può sentirsi libero di fare come vuole.
    ma se poi lo criticano….incassi e vada avanti. Senza fare tutti sti piagnistei…

  9. Sharino ha detto:

    Santoro è la controparte di Fede, e serve a tenere la bilancia televisiva nei minimi termini della decenza.

    Personalmente lo abolirei, in quanto troppo fazioso, tuttavia quella faziosità andrebbe rimossa anche altrove, diversamente diventa vitale per evitare di affollarci tutti a lustrare le natiche delle stesse persone.

    Grazie a santoro qualcuno lustra le natiche ai terroristi, ai gay, al popolino della terza settimana, a grillo, alle hostess di alitalia… al giornalaio…

    almeno non ci affolliamo.. e poi le hostess sono carine 😀 no?

    Ma è grazie a quelli come santoro e fede, quelli così schierati da risultare divertenti e al contempo fastidiosi, che si capisce come vanno le cose oggi, e si riconosce subito se l’interlocutore sta esprimendo un’idea oppure sta solo umettando qualcun’altro.

    Ad esempio quando senti ripetere a pappagallo un titolo letto su Il Giornale, oppure che la Biowashball fa i miracoli, oppure che silvio ha 800 condanne x omicidio, o che Di Pietro è un criminale, comprendi che molti italiani sono poveri più dentro che fuori.

    E tu, caro pensatore, credi davvero di essere estraneo a questi esempi?

    delle due l’una:
    O sei così furbo da mentire consapevolmente a scopo egoista/propagandistico, magari per fare visite (una seconda autocelebrazione 1097… ricordi?)
    Oppure dici sul serio… ma è davvero strano non divergere mai dal messaggio governativo/ecclesiastico su aborto, leggi, guerra, infrastrutture, sessualità, sicurezza, diritti, privacy, magistratura, inimicizie, ecc..

    quindi ti ripeto, con tanta rabbia, la tua stessa frase:
    ———–
    Nessuno ti obbliga ad essere obiettivo o imparziale: ma almeno non
    pretendere che la gente ti creda quando vuoi passare come tale.
    —–[m.c.]

    e contestualmente uso e ti dedico l’inizio del post:

    Chi lo crede scemo alzi la mano…
    —-[m.c.]
    su santoro non saprei…. ma su di te sto a mani basse.. molto basse…

    Sharino.

  10. Matteo Maratea ha detto:

    Un’attenta analisi di quel che è accaduto realmente ad Annorezo il giovedi 15 gennaio 2008

    La guerra dei bambini in tv: ha ragione Michele Santoro
    di Corrado Giustiniani

    Non credo di uscire dal seminato de “I nuovi italiani” se dico la mia sulla puntata di Annozero intitolata “La Guerra dei bambini”, che tante polemiche ha suscitato nei confronti del conduttore Michele Santoro. Non esco dal seminato, perché in studio o in collegamento con Santoro c’erano diversi “nuovi italiani”, immigrati palestinesi ma anche giovani israeliani che vivono nel nostro paese. E poi perché la sfida della convivenza fra religioni diverse è una delle più complesse che si pongono in tutti i paesi di immigrazione, Italia compresa, e quella guerra è un letale controspot alla convivenza.

    http://www.ilmessaggero.it/home_blog.php?blg=P&idb=497&idaut=11

    ….E’ una cronaca diversa, cari amici, da quella che avete letto su altri media e che ha fornito assist per interventi pro-Annunziata all’universo mondo, dall’ambasciatore israeliano a Pippo Baudo. Magari anche io, per dare il succo, avrò forzato alcuni passaggi. Ma la democrazia di Internet sta nel fatto che potete rivedervi la trasmissione e giudicare con la vostra testa.

  11. Vincenzo ha detto:

    Se ogni giovedì sera ci sono milioni di persone che lo ascoltano un motivo ci sarà. Allora che dire di Fede? che occupa abusivamente frequenze pubbliche che appartengono a tutti. E poi che dire della raccomandatissima Carfagna. che altro bel esempio

  12. dragoberto ha detto:

    Le europee sono vicine…. la legge elettorale non è cambiata…. magari un Diliberto, per un pugno di voti lo candida….la Trasmissione di Giovedì è un perfetto spot elettorale….

  13. sagra ha detto:

    “Senza una platea di milioni di telespettatori, Santoro non fa un bel niente!”

    Ma che scoperta formidabile!!!

    Chi può privare da un giorno all’altro un giornalista RAI di una platea di milioni di telespettatori??

    Chi mai ha questo potere?

    Chi mai lo ha esercitato nella breve storia della democrazia italiana?

    Saluti da Sagra

  14. Marco Caruso ha detto:

    il colpo di grazia, però, vorrà sicuramente darlo quando avrà di nuovo al suo fianco Celentano… Senza una platea di milioni di telespettatori, Santoro non fa un bel niente!

  15. achille42 ha detto:

    Non mi meraviglierei affatto se a questo punto, dopo la prima piroetta Rai-Mediaset-Rai, dopo il martirio dovuto al famoso editto bulgaro – con conseguente, sontuoso “esilio” al Parlamento europeo, presso il quale (forse non tutti ricordano) seppe distinguersi solo per il suo assenteismo – il nostro eroe riesca ad inventarsi qualche altra diavoleria per risorgere, novella Araba fenice, dalle sue ceneri.
    Magari litigando ancora con la Rai per riciclarsi di nuovo a Mediaset. Se non per altro, almeno per rinnovare il proprio guardaroba targato Armani…….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Tieniti aggiornato: ISCRIVITI!


  • SOSTIENI IL BLOG!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: