Israele come Hamas?

Mentre leggevo sul blog di Enrix lo scambio di mail tra Travaglio e un grillino indispettito dall’atteggiamento filo-israeliano del giornalista, sono rimasto colpito da una riflessione in particolare: perchè parlare solo di Hamas come di un’organizzazione terroristica e glissare sul fatto che anche i sionisti degli anni 40 erano dediti al martirio per la causa israeliana?
Ecco: questo è un atteggiamento tipicamente nostrano.
L’Italia è l’unico paese su questa terra che non ha mai definitivamente risolto i suoi conti col passato. E che continua a pagarli nel presente (e a questo punto nulla vieta se li trascini anche nel futuro).
Guelfi e ghibellini. Fascisti e antifascisti. Cattolici e laici.
Ogni pretesto è buono per dividersi in fazioni. Metà paese da una parte, metà dall’altra.
Il problema è che per ognuna di quelle parti non esistono vie di mezzo: se non si è dei “loro” si è nemici. Acerrimi nemici.
E non c’è niente di meglio, per colpire al cuore un proprio nemico e additarlo come tale al resto della comunità, che rivangare nel passato.
D’altronde la Storia della nostra bella Italia è lunga e corposa. Facile, quindi, potersi appigliare a qualunque episodio. Tutto può tornare utile; tutto può diventare calzante.
Eppure…sarà anche stupido pensarlo, ma che senso ha equiparare fatti svoltisi in contesti storici ben distinti, al solo scopo di minare la credibilità del proprio avversario?
Il che, penso voglia solo dire non essere in grado di percepire il cambiamento!
Tornando al discorso iniziale…
Ci sarà un motivo se i sionisti degli anni 40 non sono i sionisti di oggi!?
E’ un po’ come quando, parlando di Chiesa e cristianità tirano fuori il pippone delle crociate e delle guerre di religione oppure Giordano Bruno o Galileo; così, giusto per dire che in fondo in fondo non c’è differenza tra i cattolici e i musulmani che usano il terrorismo per propagandare il fanatismo religioso di cui sono intrisi.
Anche qui: perchè negare “l’evoluzione” di secoli di Storia?
Perchè non voler ammettere che mentre alcuni, nel corso dei tempi, hanno conquistato il futuro (e la Civiltà), altri sono rimasti parecchio indietro?
Niente da fare: per molti si resta bollati da una lettera scarlatta per sempre. E non gli importa niente se questa è stata apposta tempo addietro e le cose sono profondamente cambiate.
Così, sebbene Israele sia diventato uno stato democratico che si trova costretto a reagire contro l’aggressione militare di un’organizzazione terroristica, non può dirsi innocente perchè come Hamas, 70 anni fa anche i sionisti si comportavano come 70 anni dopo si atteggiano gli islamisti palestinesi.
Perchè non chiedersi perchè Israele è cambiata mentre la Palestina è rimasta al palo?

No…molto più facile parificare tutto e tutti. Così nessuno ha torto e nessuno ha ragione.
Tranne stavolta.
Israele non può avere ragione perchè più di mezzo secolo fa era diversa da quella che è oggi.

Mah…

votami-su-oknotizie8

Annunci
Comments
50 Responses to “Israele come Hamas?”
  1. You must see this video ha detto:

    You must see this video
    http://il.youtube.com/watch?v=OWFwPGbrv_U&feature=channel_page

  2. donfrengo ha detto:

    @dragoberto
    “Cazzarola, ma quale è quel tonto di governo che sferra un attacco per “STERMINARE” un popolo. poi si ferma per tre ore per far passare gli aiuti umanitari. Oppure recupera i feriti nemici e li fa curare?
    MA BISOGNA ESSERE TONTI IN ISRAELE!”

    sono piu’ di due mesi che gli aiuti umanitari non possono passare i blocchi di Olmert.
    A quanto pare, tra una bomba al fosforo e l’altra,bastano “due tre ore”di aiuti umanitari per non fare proprio la parte dei cattivoni !

    Cazzarola sei un drago! berto

  3. donfrengo ha detto:

    Mentre su Gaza si apre il ventesimo giorno di guerra e mentre ormai si sfiorano le mille vittime tra i palestinesi, si fanno sempre più forti i dubbi sul tipo di armi utilizzate dagli israeliani per colpire una popolazione stremata e un gruppo di guerriglieri che certo non può competere con la tecnologia militare vantata dall’altro fronte. I medici internazionali che dalla Striscia aiutano con pochissimi mezzi le migliaia di feriti, dicono che i danni ad arti e organi parlano chiaro: gli israeliani stanno usando armi illegali come bombe “Dime” e al fosforo, le stesse già sperimentane in Libano nel 2006.

    Non solo. C’è il sospetto che ci siano anche proiettili all’uranio impoverito, quelli che generano polveri sottilissime e radioattive, in grado di causare leucemie, tumori, linfomi anche molti anni dopo la fine degli scontri. Anche le “Dime” sembrano fatte apposta per provocare i maggiori danni possibili sia a breve sia a lungo termine. Queste bombe, infatti, generano una forte esplosione a breve raggio (da 5 a 10 metri) che lacera i corpi di tutti coloro che si trovano nella zona, civili o militari che siano. Ma non basta. Le microschegge generate contengono tungsteno radioattivo e metalli pesanti che, inalati, causeranno tumori sui sopravvissuti.

    A dire tutto questo, non è Hamas, non è una fonte di parte. Sono alcuni medici norvegesi che quei corpi squarciati, tranciati di netto, li vedono ogni giorno, e che hanno riconosciuto in quelle ferite, in quelle ustioni, le stesse denunciate tre anni fa in Libano. Nonostante gli scandali, le inchieste, seguite a quegli attacchi del 2006, l’esercito Israeliano continua a giocare sporco. Certo, le Dime sono invenzioni relativamente recenti dell’industria bellica americana e non sono ancora state inserite nell’elenco internazionale delle armi vietate, ma una nazione che si ostina a dirsi democratica dovrebbe ragionare in modo diverso, andando al di là di obblighi imposti o meno.

    Agnese Licata

  4. Matteo Maratea ha detto:

    Scampoli di verità dalla CNN: a rompere la tregua è stato Israele!
    http://www.youtube.com/watch?v=2CMCJHspdbE&e

  5. Matteo Maratea ha detto:

    Scritta il 3 gennaio e pubblicata il 12.01.2009 sul giornale algerino le Matin

    Il professor André Nouschi, 86 anni, ebreo nato a Constantine, storico di fama mondiale, Professore onorario all’Università di Nizza, ha inviato questa lettera all’ambasciatore di Israele a Parigi.

    Signor Ambasciatore,

    Per lei oggi è shabbat, dovrebbe essere un giorno di pace ma è un giorno di guerra. Per me, da molti anni, la colonizzazione e il furto israeliano delle terre palestinesi mi esaspera. Le scrivo dunque a diversi titoli: come Francese, come Ebreo per nascita e come artigiano degli accordi tra l’Università di Nizza e quella di Haiffa.

    Non si può più tacere davanti alla politica di assassinii e di espansione imperialista di Israele. Vi comportate esattamente come Hitler si è comportato in Europa con l’Austria, la Cecoslovacchia. Disprezzate le risoluzioni dell’ONU come quelle della Società delle Nazioni ed assassinate impunemente donne, bambini; non invocate gli attentati, l’Intifada. Tutto questo è conseguenza della colonizzazione ILLEGITTIMA e ILLEGALE. CHE É UN FURTO.
    Vi comportate come ladroni di terre e voltate la schiena alla morale ebrea. Vergogna a voi! Vergogna a Israele! Scavate la vostra tomba senza rendervene conto.

    Perché siete condannati a vivere con i Palestinesi e con gli stati arabi. Se vi manca questa intelligenza politica, allora non siete degni di far politica e i vostri dirigenti dovrebbero andare in pensione. Un paese che assassina Rabin, che glorifica il suo assassino, è un paese senza morale e senza onore. Che il cielo e il vostro Dio condanni a morte Sharon, l’assassino.

    Avete subito una disfatta in Libano nel 2006.

    Ne subirete altre, spero, e manderete a morire giovani Israeliani perché non avete il coraggio di fare la pace.

    Come gli Ebrei che hanno sofferto tanto possono imitare i loro boia hitleriani ? Per me, dal 1975, la colonizzazione mi trae a mente vecchi ricordi, quelli dell’hitlerismo.

    Non vedo nessuna differenza tra i vostri dirigenti e quelli della Germania nazista.

    Personalmente, vi combatterò con tutte le mie forze come l’ho fatto tra 1938 e 1945, fino a quando la giustizia degli uomini distrugga l’hitlerismo che sta nel cuore del vostro paese. Vergogna, Israele. Spero che il vostro Dio scaglierà contro i suoi dirigenti la vendetta che si meritano. Come Ebreo, come ex-combattente della Seconda Guerra mondiale, sento vergogna per voi. Che Dio vi maledica fino alla fine dei secoli! Spero che sarete puniti.”

    André Nouschi, professore onorario all’Università.

    Fonte: il quotidiano algerino ” Le Matin DZ ” http://www.lematindz.net/news/2332-le-professeur-andre-nouschi-ecrit-a-lambassadeur-disrael-a-paris.html

    Traduzione A.DOLCI

  6. dantes76 ha detto:

    strano che ti stranizzi, e’ lo stesso comportamento che si ha quando si parla di qualcuno e per contrabbattere si parla delle case dell’altro[ che fra l’altro risponde..]

  7. Caposkaw ha detto:

    prova a dire “maledetti giudei!” e ti sentirai meglio… almeno soddisfi il nazi che è in te…

  8. Matteo Maratea ha detto:

    Ripeto:
    Israele è la vittima?
    http://guerrillaradio.iobloggo.com/

  9. enrix ha detto:

    Cribbio, ho dovuto modificare il post, sul mio blog, su richiesta dell’editore di Travaglio.

    http://cronachedallimbecillario.splinder.com/

  10. Caposkaw ha detto:

    beh, chi si becca una medaglia da hamas, se la merita una pigna in testa!

  11. Matteo Maratea ha detto:

    Israele è la vittima?
    http://www.stoptheism.com/

  12. david ha detto:

    40anni? marò…! e nun fa manco un cazzo tutto il giorno a vedere i suoi commenti sparsi per tutto il web.

    povera Patria….

  13. pippo io ha detto:

    scusate se non intervengo ma uno non ho cose da dire oltre quello che ho già detto, due sono ancora tutto bagnato perchè stamattina caposkaw una volta tanto mi ha dato ragione

  14. Caposkaw ha detto:

    allora, ricapitoliamo.
    dall’inizio di questi post ci sono 3 persone, cioè il pensatore drag e io, che dicono delle cose, portando dei riferimenti.
    tu ne hai detta mezza, pertando mezzo riferimento, e poi ti sei messo in pratica a dire che tutti noi abbiamo torto, e le nostre opinioni sono fasulle perchè lo dici TE.
    sei te che fai il bambino di 4 anni, beddo.

  15. Marco ha detto:

    A che serve argomentare se a rispondere ci sei tu.
    Spiegheresti la fotosintesi clorofilliana ad un mulo?

  16. Caposkaw ha detto:

    appunto, argomentazioni zero, beddo.
    se non riesci a tirare fuori delle argomentazioni che contraddicono gli altrui punti di vista, alla fine le persone serie si stufano.
    te gapi, beddo?

  17. Caposkaw ha detto:

    la magistratura italiana sta coi criminali, non lo sapevate?
    i criminali sono “socialmente vicini” come diceva uno che faceva le rape in banca e che poi diventato dittatore… un certo beppino stalin…

  18. Marco ha detto:

    Ho visitato il tuo sito, Caposkaw. Non fai altro che insultare e offendere chi commenta.
    Cito ‘zappa’: “sì sì, ora però torna sullo scivolo e lascia parlare i grandi.
    alle 5 vedi di tornare per la merenda, e non ti sporcare tutto!!!”.

    Non ho altro da aggiungere.

  19. dragoberto ha detto:

    OPS VOLEVO DIRE MIMMO GANCI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Tieniti aggiornato: ISCRIVITI!


  • SOSTIENI IL BLOG!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: