Il moralista Di Pietro alle prese con la sua morale.

Il “così fan tutti, allora faccio pure io” è sempre stato il modo di pensare contro cui Di Pietro si è scagliato.
Tant’è che la sua carriera politica si può dire abbia avuto una continua progressione proprio in virtù della tenacia con cui ha inteso distinguersi da quei “tutti”.

Ma davvero quello di Di Pietro è il partito dalle mani pulite? Davvero quello di Di Pietro è il partito della trasparenza? Siamo sicuri che Di Pietro stesso sia il politico senza macchia che vanta di essere e per cui è tanto amato?

In realtà sappiamo che pulito pulito non è. Che qualche ombra c’è pure su di lui. E le contraddizioni tra il suo credo politico e le sue azioni concrete non sono poche.

Scava scava, indaga indaga, oggi si sanno molte cose su Di Pietro di cui nessuno fino a ieri aveva voluto occuparsi.
D’altra parte l’ex magistrato si è da sempre prestato al setacciamento della sua vita pubblica e privata, convinto com’era (e forse ancora è) che non si sarebbe trovato niente di “male”.
E invece qualcosa di “strano” è venuto fuori.
E ancor più strana è stata la reazione dell’uomo che vorrebbe dagli altri massima chiarezza e massima limpidezza (e magari anche massima coerenza, che non stonerebbe…): ha negato, ha detto il falso, ha traccheggiato, ha glissato, ha stroncato senza troppi giri di parole (nè spiegazioni) come delle “puttanate” le ipotesi apparse sui giornali su alcune sue lacune o incongruenze.

Facciamo qualche esempio: ricordate del caso Saladino? Quello per cui Di Pietro chiese a Mastella di dimettersi da ministro della giustizia? Ebbene, nell’agenda dell’imprenditore calabrese c’era anche il suo nome. Quando i cronisti gli chiesero se lo conoscesse e cosa ci facesse su quei taccuini, Di Pietro risposte che manco sapeva chi fosse. Salvo poi rettificare, dopo qualche settimana, che in realtà lo conosceva. E anche bene se gira e rigira quegli incontri erano stati fissati per proporgli di correre alle elezioni con l’IdV. Attenzione: non una volta, ma due (2001 e 2006). Per completare il giro, però, Tonino ribalta ancora la faccenda e arriva di lì a poco a sostenere che se lo aveva visto era solo perchè ai suoi comizi stringe le mani a tanta gente. Ah…stava forse tenendo un comizio in auto nel tragitto tra l’aeroporto di Lamezia e Gizzeria (Catanzaro)?!

Un bell’interrogativo a cui l’ex magistrato di Mani Pulite non ha mai dato una risposta definitiva.

Passiamo pure oltre, saltando le Mercedes in prestito o i soldi avvolti in carta di giornale o stipati in scatole di scarpe e i suoi rapporti di amicizia con indagati del periodo di Tangentopoli…

Arriviamo al presente più prossimo.

Visti i tempi e le tante parole spese dallo stesso Tonino su diversi argomenti, sarebbe logico aspettarsi da lui la coerenza che altri (a suo dire) non hanno.

Per questo fa molto strano sentirgli chiedere l’abolizione del finanziamento pubblico e poi quel finanziamento pubblico vederglielo incassare; se poi lo fa per mezzo di un’associazione di famiglia, lo è ancor di più.

Allo stesso tempo, se il metro di giudizio è quello di chi si fa paladino dell’autonomia della magistratura rispetto alla politica, allore Di Pietro non può non chiarire meglio che può come abbia potuto sapere di un’inchiesta (segreta) che riguarda (anche) suo figlio.

Beh, che amarezza…
Finiamola qui. Per oggi.

Di Pietro, si dice, ricorda i giacobini. Non sappiamo se sia al corrente che anche Robespierre finì sulla ghigliottina, e che da quei tempi ogni moralista ha sempre trovato qualcuno più moralista di lui. Non sappiamo neppure se sappia che, per finire sul patibolo, durante il Terrore bastava non mostrare sufficiente entusiasmo per la Rivoluzione. Il che non è «penalmente rilevante».

votami-su-oknotizie1

Annunci
Comments
11 Responses to “Il moralista Di Pietro alle prese con la sua morale.”
  1. Marco Caruso ha detto:

    Paolo: beh, se lo chiedi a me, dai il buon esempio e usa un po’ di relativismo anche tu. Comincia col dire che Dell’Utri e Berlusconi sono gentaccia, MA ANCHE Di Pietro non è la persona che ci si aspettava che fosse.

    dai, avanti….schifati un po’ anche per lui!

    un fatto è pur sempre un fatto.
    anche chi fa poco schifo, fa schifo comunque.

    o vuoi dire che c’è chi fa più schifo di altri e allora chi fa meno schifo è più dignitoso?

    se non vado errato, comunque, Berlusconi non ha corrotto nessuno e per la mondadori è stato ampiamente assolto con formula piena.
    i motivi per cui Previti abbia corrotto un giudice possono benissimo esser diversi da quelli che gli attribuisci.
    a me resta che la legge penale attribuisce responsabilità personali.
    soprattutto se due persone sono state ugualmente giudicate e una non è stata condannata e l’altra si.

    sei come al solito offensivo e inconcludente, contraddittorio e…..vuoto!

    io non sostengo affatto il “così fan tutti, mi sta bene così”…….
    se non lo hai ancora capito a me risulta semplicemente che non ci sia nessuno che possa ergersi come migliore di altri.
    il che non significa che non mi faccia schifo l’una quanto l’altra parte.

    vuoi sapere perchè non parlo di Dell’Utri? Perchè c’è una magistratura che sta spendendo i nostri soldi e lavorando per poterci dire se è il personaggio vicino alla mafia come lo hanno condannato pochi anni fa oppure no.
    puoi dire quel che vuoi, ma per ora c’è questa gente in politica.
    e non dirmi che esiste un’alternativa…perchè io non la vedo.

    piuttosto, mi pare sia tu quello che giustifica quelli che sono uguali a tutti gli altri, sostenendo che per lo meno fanno MENO schifo.
    eppure fanno schifo lo stesso……perchè non lo ammetti?

    io non vedo l’ora che fra 4 anni Berlusconi termini il suo mandato, ma non credo che dopo le cose cambieranno…
    non c’è alternativa.

  2. Paolo Marani ha detto:

    La tua teoria è “Così fa anche DiPietro, pertanto lo faccio anche io”

    Ma bravo!

    Vai pure a rubare, emulo di Craxi, tanto puoi difenderti sostenendo che i ladri sono ovunque e “così fan tutti” ?

    Non capisco perché te la prendi tanto con DiPietro, mentre per i mafiosi come Dell’utri non spendi una parola, per i pregiudicati come berlusconi “corruttore di giudici tramite Previti” non una sillaba.

    UN po di relativismo per favore, non confondiamo la cacca con la cioccolata!

  3. Marco Caruso ha detto:

    Asdrubale…..più aperto di così penso farei la figura del pirla che si becca passivamente di tutto.
    si arriva ad un punto in cui tacere diventa un offesa verso se stessi…

    mi rendo conto che chi viene qui è persona a sè stante e come tale mi sforzo di trattarla, ma quando vedo che da parte sua non c’è reciprocità allora ogni muro cade e lo sfogo libero e difficile da trattenere.

    mi auguro comunque di poterti dimostrare in futuro quanto sia molto più forte la mia voglia di discutere nel merito piuttosto che la mia rabbia e la mia voglia di “battagliare” scontrandomi lancia in resta con chiunque…

    a presto…

  4. Asdrubale88 ha detto:

    Ma perchè parli al plurale?
    A chi ti riferisci?
    Guarda che chiunque scriva sul tuo blog è da solo, è una persona a se stante, non è un gruppo…

    La mia sensazione su di te rimane comunque, sembra che tu sia in battaglia con alcuni compagni contro un altro schieramento.
    Destra contro sinistra…
    Seriamente, non ti capisco…mi pare solo che tu abbia molta rabbia dentro di te, ma questo credimi è il modo sbagliato di farla uscire.

    E’così che vogliono che ti comporti…apriti agli altri, a tutti, ai commentatori, a quelli che ti insultano, non preoccuparti.

    Mi pare una persona comunque intelligente, secondo me sei sprecata così…
    Ciao..

  5. Marco Caruso ha detto:

    …in effetti, dai cultori della “sostanza” non te lo aspetti questo silenzio……è davvero assordante…

  6. Nessuno ha detto:

    Buon anno anche a te Marco, …..ehi,ma a parte qualche insulto,che silenzio…!!??

  7. pippo io ha detto:

    eeeeeeeeh che ci vuoi fare…c’è chi vota di pietro, chi veltroni, chi berlusconi…
    Asdrubale non è una caduta di stile, questo fri bloggher qua fa spesso da amplificatore alle veline che escono fuori dalla redazione de il giornale o dal blog de il Senatore o di Daw, scimmiottando senza troppo successo lo stile di travaglio che tanto disprezza ma tanto scopiazza.
    Purtroppo molti sedicenti osservatori come il pensatore si autoproclamano esperti senza esperienza e quindi tentanop di creare opinione che è solo fine a se stessa, non essendo mai e poi mai supportata da esperienze dirette che ne possano fortificare il pensiero. La stessa tecnica de il Giornale la si rivede qua, dove si sta sparando come Israele in Palestina per fare le pulci oggi a Veltroni e domani a Di Pietro, tanto a lavorare ci va papà e i soldi in casa per il piccino ci sono sempre ed il governo ha cpme unica preoccupazione quella di tenere la tensione e la paura del popolame ad un livello accettabile.
    Dal puttanatificio unito uscirà nelle prossime settimane probabilmente qualche notizia di attacco terroristico imminente, giusto per far aumentare i consumi della gente impaurita.

  8. Marco Caruso ha detto:

    @ Asdrubale: immagino tu non ti riferisca alla Retorica cui mi ispiro io…quella greca per intenderci, quella che consiste nell’oratoria e nell’argomentare per giungere ad una conclusione.
    no…direi che ti riferisci più alla retorica come sinonimo di demagogia o giù di lì…niente di buono comunque…

    non so però riconoscere cosa ci sia che non va nei miei post.

    in fin dei conti pongo domande o le faccio rimbalzare anche se arrivano da altrove, da altre fonti…

    non capisco perchè la mia sarebbe una caduta di stile e men che meno capisco in che modo io così facendo non sarei più un free blogger.
    mi dai forse del venduto? o del pagato?

    beh…ti sbagli………la mia contro Di Pietro o Travaglio o Grillo e cialtroneria varia è solo……vediamo……..rappresaglia. Termine forte, ma che garantisce l’effetto!
    si……per anni mi son sentito sputare addosso per i miei voti espressi….dal compagno di classe alla professoressa all’amico…..da quelli che si ispiravano ad altri personaggi politici che dicevano di votarli perchè erano diversi: loro e quelli.
    scrivo e cerco di sottolineare il sudicio che c’è in questi perchè così la prossima volta la mia professoressa, i miei amici, i miei compagni di vita staranno un attimino più attenti a giudicarmi in un modo ergendosi a moralisti del nulla.

    d’altra parte…quando si sale su un piedistallo….si diventa molto visibili e si deve accettarlo!
    Di Pietro si è spito talmente in alto che alla fine ha fatto vedere tutte le schifezze che teneva nascoste sotto le scarpe.

    la prossima volta, invece di sputare su Berlusconi o sul suo partito, magari, si riuscirà a discutere nel merito delle questioni e delle proposte piuttosto che del personaggio……perchè a guardare i personaggi non ce n’è uno che possa dirsi migliore di altri.

    ricapitolando: la mia Retorica è tesa a smontare la superiorità morale di chi oggi sta su un piedistallo e pretende di giudicare chiunque ma di non esser giudicato!
    perchè lo faccio?
    perchè a me di Berlusconi mi frega il giusto…tra poco non ci sarà più, ma certe idee continueranno ad esistere…ed è difficile confrontarsi con esse se qualcuno eccepisce dall’inizio un veto perchè è un personaggio piuttosto che un altro ad esprimerle…

  9. Marco Caruso ha detto:

    @ Ciao Nessuno…felice anno nuovo…

    grazie per esser tornato…quel “nessuno” (con la enne minuscola) che imperversava da queste parti non t’assomigliava per niente…

  10. Asdrubale88 ha detto:

    Continuo a dire che i tuoi post sul blog hanno qualcosa che non va…seriamente.
    Sono imbastiti di retorica e mi sembra di leggere Il Giornale, non un free blogger…

    Non so, mi dispiace personalmente, perchè credo che sia una caduta di stile da parte tua, pensatore.

  11. Nessuno ha detto:

    Ci vuole un bel coraggio ad ergersi a moralista per eccellenza pur sapendo di avere scheletri nell’armadio……quando poi vieni sgamato ,la figura di merda e’ doppia..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Tieniti aggiornato: ISCRIVITI!


  • SOSTIENI IL BLOG!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: