Avvocato Travaglio, pessima difesa.

“Sapevo di quelle inchieste perchè ne avevo letto sulle agenzie”.

Così, Di Pietro a chi gli chiedeva lumi sul come potesse egli sapere di indagini all’epoca top secret che riguardavano un suo collaboratore e, di riflesso, anche il figlio Cristiano.

“…tutti si domandano come abbia fatto a sapere che Mautone non era Maria Goretti. Beata ingenuità: in politica basta avere naso e orecchie funzionanti per sapere tutto prima dei giudici. Che, come dice Piercamillo Davigo, “sono come i cornuti: sempre gli ultimi a sapere”.

Eh già, beata ingenuità, caro Travaglio…….

La tua difesa è a dir poco imbarazzante.

In pratica: Di Pietro sostiene di aver capito che tipo era Mautone perchè ne aveva letto sulle agenzie il suo coinvolgimento in alcune inchieste.
Travaglio, da par suo, per il solito eccesso di difesa già accertato in un’altra occasione, arriva addirittura ad incensare il leader IdV a tal punto da attribuirgli poteri sensitivi e medianici che è più che lecito dubitare abbia…

Viva Travaglio…….anche per lui, quando si tratta di amici o di se stesso il metodo Travaglio va in soffitta e il garantismo diventa la stella Polare da seguire…

Annunci
Comments
12 Responses to “Avvocato Travaglio, pessima difesa.”
  1. bary ha detto:

    Che argomentazione!!!

  2. pippo io ha detto:

    straordinario e michelangiolesco il travaglio del 29 dicembre di passaparola! averne di giornalisti e di blogger così.

  3. blogdonna ha detto:

    Al di là dei poteri sensitivi e medianici che Travaglio attibuisce a Di Pietro, rimangono in piedi le accuse al figlio Cistiano… Ma di questo Travaglio, ovviamente, preferisce non parlarne. Per loro è sempre valida la regola: fate ciò che dico, non fate ciò che faccio…

  4. Anonimo ha detto:

    Più che il Pensatore, mi pare l’Ignorantone. Travaglio vero Giornalista.

  5. Anonimo ha detto:

    Il Tuo Blog fa pena, informati meglio…

  6. MAURY ha detto:

    @Lorenz,e’ bene che tu ti faccia vedere da qualcuno bravo…..

  7. Matteo Maratea ha detto:

    Se Di Pietro è come Romeo io sono Marilyn Monroe
    Dicembre 23rd, 2008
    di Daniele Martinelli
    GIORNALISTA

    Sui quotidiani di oggi si legge che nell’estate 2007 Mauro Mautone (ex provveditore alle Opere Pubbliche della Campania arrestato nell’ambito dell’inchiesta sugli appalti truccati) viene trasferito, il consigliere provinciale di Campobasso Cristiano Di Pietro (figlio dell’ex pm) non parla più con lui al telefono.
    Dopo il trasferimento Mautone chiama gli amici, la moglie e con loro concorda la linea di ricattare il figlio del ministro. La moglie di Mautone rimprovera il marito di essersi messo a disposizione “con quel cretino di Di Pietro con il figlio” e si chiede come mai questo non sia servito a niente! “Siccome il potere che tieni qua a Napoli non lo puoi tenere a Roma conviene buttarla sul ricatto del figlio. L’unico sistema“. E l’amico di Mautone Mauro Caiazza rincara la dose: “È importante tenere il ministro sotto”.

    Non intendo dare sentenze prima del tempo, tuttavia queste poche righe mi sembra chiariscano il fallito tentativo di corrompere o coinvolgere i Di Pietro in manovre illecite. Peccato che il dettaglio contrasta col tono dei titoli dei giornali dedicati alla vicenda sugli appalti truccati dalle tangenti in Campania.
    Scorretti e disonesti, alla faccia della questione morale. A cominciare dal Corriere della sera che scrive: Romeo e la rete del fido Mautone Politici, funzionari e Di Pietro jr. Come se Cristiano Di Pietro c’azzeccasse con le tangenti per le quali è finito in galera l’imprenditore Romeo, accusato di essersi messo a proprio servizio politici di estrazione bipartisan a suon di mazzette.

    Il Giornale di Paolo Berlusconi fa peggio. Apre in prima pagina con Le intercettazioni che inguaiano Di Pietro come a voler mettere sullo stesso piano il peso delle dichiarazioni del figlio Cristiano e la richiesta d’arresto di Italio Bocchino, deputato in carica affiliato al clan del presidente del consiglio dei ministri Silvio Berlusconi, fratello di Paolo, editore del Giornale (dettaglio che si ricava soltanto nella gerenza pubblicata ben nascosta).

    Inguaiare Di Pietro è il vero scopo dell’armata mediatica generalista controllata dal berluscone, impegnata a denigrare Idv dopo gli strepitosi risultati ottenuti alle elezioni abruzzesi.
    Sui giornali vengono accomunati favori, ricatti, raccomandazioni, legami con politici, contatti amicali con i vertici delle forze dell’ordine e i “rapporti controversi” di Mauro Mautone con la famiglia di Antonio Di Pietro, quando quest’ultimo era ministro delle Infrastrutture.
    Cristiano Di Pietro ha chiesto a Mautone di sistemare un suo amico ingegnere a Bologna? E’ stato sistemato? E se ciò fosse sarà penalmente rilevante ai fini dell’inchiesta sulle tangenti? Lo stabilirà la magistratura. Una cosa è certa: i toni si dimostrano sproporzionati visto che sempre sui quotidiani nazionali si legge che comunque le inidiscrezioni raccolte su Cristiano Di Pietro non mettono in ombra le responsabilità molto più gravi di Alfredo Romeo alla luce delle nuove telefonate intercettate col parlamentare di Alleanza nazionale Italo Bocchino, per il quale i pm hanno sollecitato l’arresto, che rivelano il tentativo di organizzare un pranzo con Gianfranco Fini.

    Il tutto nel paese di Pulcinella del presidente del consiglio piduista garantista.

  8. Asdrubale88 ha detto:

    @Nessuno: è realistico pensare che un imprenditore abbia una certa fama nel territorio in cui opera.
    Se qualcuno fa affari sporchi si sa.

    Non facciamo i finti ingenui…

  9. Elcalabria ha detto:

    A pensatore… infilati nel sacco della befana e fatti scarricare ad ‘Arcore, da colui che più conta e paga.

  10. Lorenz ha detto:

    pensa allo schifo del tuo presidente Berlusconi che in pratica ha fatt amazzare Falcone e Borsellino, faceva parte della P2, era tangentaro e tanto altro.
    Di Pietro è sicuramente il più pulito in tutto il mondo politico e Travaglio l’unico che effettua vera informazione.

  11. Nessuno ha detto:

    “in politica basta avere naso e orecchie funzionanti per sapere tutto prima dei giudici”….. ahahah bellissimo,dai non ci posso credere che questa e’ l’intelligente risposta di Travaglio…Pensatore, fammi andare ,vuoi vedere che Babbo Natale arriva davvero!!!!

    BUON NATALE,PENSATORE,grazie per le risate!!!!

  12. filippo tacchini ha detto:

    meno male che c’è il pensatore a svelarci certe cose:D
    fazioso come al solito non citi ne documenti ne nulla solo considerazioni faziose.
    e cmq l’articolo di travaglio ma fatto sorridere su come sarebbe stata gestita tutta questa storia se le leggi vergogna della destra sarebberò già state up tipo quella delle intercettazioni .

    da prendere con le pinze e farsi due risate

    arrivederci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Tieniti aggiornato: ISCRIVITI!


  • SOSTIENI IL BLOG!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: