Non solo la Costituzione: già pronta la riforma del processo civile.

Non c’è solo la modifica costituzionale di alcuni articoli relativi al CSM e al principio dell’obbligatorietà dell’azione penale o alla cosiddetta separazione delle carriere di giudice e pm.
In cantiere ci sono anche le due riforme più importanti: quella del processo civile e quella del processo penale.
Per chi non lo sapesse e tutte le volte trasecolasse a leggere cosa scrivono i vari Giannino, Ezio Mauro, Travaglio ed altri, l’iter che porterà a nuovi meccanismi, si spera realmente più snelli per ottenere giustizia, in campo civile e in campo penale, è già avviato.
Il nuovo processo civile, per esempio, è già arrivato al Senato dopo esser stato licenziato dalla Camera.
Poi, a detta del ministro Alfano, sarà la volta del processo penale.
E a quanto pare, solo dopo si prenderà in mano la Costituzione per regolare i rapporti interni alla magistratura.

Senza voler andar oltre nel dettaglio, volevo solo consigliarvi di diffidare categoricamente di chi vi viene a dire che il governo ha in mente soltanto la riforma costituzionale e niente sta facendo per velocizzare la giustizia italiana.

Arriveremo poi ai giudizi di merito, ma intanto…

votami-su-oknotizie17

Annunci
Comments
9 Responses to “Non solo la Costituzione: già pronta la riforma del processo civile.”
  1. Caposkaw ha detto:

    il fatto è che riuscite a fare la figura degli imbecilli benissimo da soli…
    il sottoscritto si arrabbia solo per la demenza manifesta…

  2. Giovanni ha detto:

    Ho dato una lettura al provvedimento ma non mi sembra si tratti di modifiche che servano a veloccizare i processi, sono quasi tutte modifiche formali, del tipo “sostituire la parola sentenza con ordinanza” oppure “sostituire le parole trenta milioni con 20 mila euro” qualche modifica di cifre da 10€ a 250€ piccolo articoletto soppresso o inserito. L’inserimento delle pubblicazioni sul sito del Ministero e cose così. Non vedo provvedimenti atti a velocizzare i processi. Se sai qualcosa in più informaci, vorrei valutare se i provvedimenti mi sembrino utili o meno.

  3. evil witch ha detto:

    vabbè, infatti tu sei un caso a parte (infatti si riesce a parlare insieme). Però come te a dx ce n’è anche a sx; è vero che ultimamente sul tuo blog si leggono più commenti del tipo “caruso zitto” che “zitti comunisti”, ma questo secondo me dipende dalla defezione di caposkaw che di recente deve aver trovato di meglio da fare che insultarci qui; quando sono arrivata era il contrario..

  4. Marco Caruso ha detto:

    Anna, non nego nè l’ho mai fatto d’esser di parte.
    ma una cosa è dire: comunista….e poi comunque discutere nel merito (ma parlo per me…), altra è dire “fai schifo” e di peggio e poi chiuderla lì…

  5. evil witch ha detto:

    beh, però è divertente vedere che voi vi sentite vittime di gente che vi bolla come mentecatti per aver votato berlusconi (in realtà almeno qui -a parte rari casi- mi pare si critichino le idee espresse, non la preferenza elettorale -che necessariamente cmq rispecchia dette idee-) quando in realtà (sempre qui) chiunque esprima opinioni sepuur vagamente contrarie viene tacciato di essere “sinistro” quando non direttamente “comunista” o “grillino” o “travaglino”, tutti epiteti da voi stessi considerati sinonimo di persona indottrinata e acerebrata.
    I commenti sul blog di mt non li leggo quasi più dalla storia delle false identità di fi (mi era simpatico, sosteneva tesi che mi facevano morir dal ridere) anche perchè in effetti è un coro di plausi e poco altro, ma anche lì, almeno finchè ho letto io, generalmente venivano smontate le tesi esposte, raramente chi le proponeva.
    Detto questo, penso che se ci concentrassimo sui contenuti piuttosto che su attacchi personali (da ambo i lati) la discussione non potrebbe che trarne giovamento.
    Però dai marco, è vero che tu non rientri nel gruppo di quelli che danno dei “comunisti” al primo che apre bocca, ma sei anche evidentemente di parte, non c’è niente di male ma non ti puoi lamentare se te lo fanno notare… 🙂

  6. Marco Caruso ha detto:

    ciao Alex,
    vedo che anche tu come me non ci stai a sentirti sempre denigrato e mai più ascoltato per il sol fatto d’aver tracciato una croce su una scheda elettorale…….purtroppo però funziona così. Non importa quel che hai da dire…sei un amico di Mangano (magari non lo dicono, però sotto sotto lo pensano…è aristotelico come sillogismo: mangano è amico di berlusconi, tu sei amico di berlusconi, allora sei amico di mangano…eheh) o un teledipendente alla corte di Emilio Fede. L’Italia? E’ inguaiata per colpa di Berlusconi, ovvio. Chissà quanto dovremo aspettare prima la bomba che è esplosa nel PD in tema di questione morale facci breccia anche nelle menti degli attravagliati.
    E’ così…però non voglio farmene una ragione.
    Ci sono alcuni miti, alcune leggende in Italia che tengono ancorato il paese ad un passato che non c’è più.
    L’intangibilità della Costituzione è uno di questi: o meglio, la Carta diventa tabù se a toccarla è il Cav, mentre se ci pensano D’Alema e soci…tutto ok!
    Io mi ribello a questa logica…perchè è una logica limitante…mentre a me piace guardare anche al futuro e vorrei tanto che fosse migliore, non uguale al mio passato!

    saluti…

  7. Alex ha detto:

    Caro Marco, ti ho visto ieri sul blog di Travaglio e ne deduco che hai avuto modo di leggerne l’articolo. Ciò che particolarmente mi turba è la lettura parziale del testo, si richiama sempre quell’articolo che sostiene la propria personale tesi ignorando il resto. Ci sono delle persone che anzichè scrivere in maniera preconcetta,potrebbero dedicare qualche giorno alla lettura di un manuale di diritto amministrativo per apprezzare le porcherie sulla ripartizione di competenze che il nuovo titolo V ha prodotto. Invece no, ci si ferma semplicisticamente alla trascrizione del verbale di qualche procura. Ma una cosa veramente mi manda in bestia, il continuo dileggio per l’elettore di cdx, descritto come essere amorfo e teledipendente, supino nell’accettare degli pseudorisvolti autoritari… e questo nonostante la recente storia politica italiana si sia formata sulla base dell’alternanza e nonostante ben 2 referendum confermativi si siano conclusi con il successo del csx. Ma tant’è… nel frattempo però è folto il gruppo di chi ripete le tiritere di Travglio, per carità, attraverso una solenne e distaccata riflessione che casualmente, ma solo casualmente, porta alla coincidenza delle posizioni, mica loro sono fan… condividono tutto, casualmente…

  8. Marco Caruso ha detto:

    quando poi in più parti non è nemmeno applicata (leggasi articolo 39 sugli obblighi dei sindacati….) e in altre occasioni è stata ugualmente riformata a colpi di maggioranza e a fine legislatura, senza però che nessuno attribuisse a certa coalizione la colpa di comportarsi in maniera eversiva….

    in più, mi fanno ridere: c’è un articolo, il 138 che prevede che la Costituzione si possa cambiare. Forse l’hanno messo perchè non sapevano che altro scrivere? Non mi pare…

  9. ilsenatore ha detto:

    che poi qualcuno dovrebbe spiegarmi perchè la Costituzione della Repubblica Italiana dovrebbe essere intoccabile. Mi riferisco ai vari Scalfaro, Finocchiaro, etc etc. Sembra quasi che si tratti di una divinità, di un tabù che non può essere neanche sfiorato…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Tieniti aggiornato: ISCRIVITI!


  • SOSTIENI IL BLOG!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: