Ce n’è voluta, ma finalmente sta per crollare il mito della superiorità morale della sinistra.

Napoli, Firenze, l’Abruzzo, la Campania, la Calabria, passando per la guerra tra procure che coinvolgerebbe Mastella e nientepopòdimenoche Romano Prodi.
Le inchieste su Fassino, D’Alema, Latorre, le banche, le Coop…
E chissà cos’altro si potrebbe aggiungere.
Una cosa è certa però: il mito della superiorità morale a cui da sempre si è attaccata la sinistra per distinguersi dal resto del panorama politico sta per venir giù come la caduta del muro di Berlino segnò la fine dell’epopea comunista.
Non stanno più solo a destra gli impresentabili, insomma…
Di Pietro l’ha capito e dopo aver sfruttato il PD per far convergere nella sua Italia dei Valori i voti dei delusi di Rifondazione e massimalisti vari, ha ben presto fatto capire che l’alleanza era bella che finita, che non era della stessa pasta…che gli obiettivi erano diversi, che l’idea stessa di politica era dissimile.
Tant’è che anche in rete è da subito passato il messagio che solo l’ex magistrato di Mani Pulite rappresentasse l’unica, vera opposizione.
Quello che non è ancora molto chiaro è se dall’aspirazione legalista, il Paese non stia scivolando, accompagnato dagli stessi Di Pietro e compagni, verso un giustizialismo di passata memoria, quello dei tempi di Tangentopoli, per intenderci.
Quel giustizialismo che è stato un po’ il padre della “questione morale” moderna, che ha permesso a taluni di ergersi su piedistalli di cristallo e di puntare il dito verso i propri avversari, finchè appunto la fragilità del pulpito non è deflagrata in un tripudio di ipocrisia.
L’Italia, vista così, sembra un po’ un cane che si morde la coda.
Arriva un momento che fa sognare il cambiamento e qualcuno è subito pronto a tuffarvicisi per farsi trasportare sulla cresta dell’onda…tutti gli vanno dietro, finchè poi non giunge il tempo della risacca e finiamo di nuovo col culo per terra, con le nostre disillusioni che bruciano più di prima.
Perciò viene facile un consiglio: fidarsi è bene, non fidarsi è meglio.
Attenzione a chi si profonde nel far risaltare le pagliuzze negli occhi altrui, perchè potrebbe essere il prossimo a farsi trovare con una bella trave…non diciamo dove.
Guardate, ad esempio, il caso di quell’imprenditore siciliano celebrato per la sua lotta al pizzo: da icona della lotta civile alla mafia a delusione inaspettata e per questo ancora più fastidiosa.
Ecco…in Italia funziona così…
Non date retta a chi vuol fare il saputello…non credete a chi si vuol distinguere a tutti i costi…non credete che esista una “razza di migliori”…
Perchè se la Storia insegna qualcosa, finirete poi col contare i granelli di sabbia che vi restano in pugno…

votami-su-oknotizie5

Annunci
Comments
13 Responses to “Ce n’è voluta, ma finalmente sta per crollare il mito della superiorità morale della sinistra.”
  1. Fabio ha detto:

    Mi sa che in questo blog c’è gente con la memoria corta. Non vi ricordate gli appelli per la democrazia del 2001? per esempio quello di Eco su repubblica che minacciava l’avvento di una dittatura corrotta se avesse vinto Berlusconi e affermava che solo chi votava sinistra poteva dirsi onesto? Non vi ricordate i discorsi dei girotondini, o più di recente le filippiche di santoro e di lerner? La corruzione in politica esiste ed esisterà sempre ed ovunque, checchè ne dicano Grillo e Travaglio ( “il potere logora”, macchiavelli, la legge ferrea dell’oligarchia, per citare a caso: dove c’è politica c’è corruzione) Quello che non avrà più ragion d’essere è l’atteggiamento spocchioso (e pericoloso) di una certa sinistra che pretendeva di essere la parte sana della nazione, e di conseguenza l’unica legittimata a detenere il potere. E se permettete in una democrazia questo è già un bel risultato.

  2. evil witch ha detto:

    Ma secondo me nessuno è felice di avere un presidente del consiglio immerso fino al collo in beghe giudiziarie (con annessa buona parte del parlamento)… E il fatto che al governo ci siano loro dimostra proprio quanto poco l’italia considea l'”altra” parte.
    Da qui la logica conseguenza dovrebbe essere schifo generalizzato e indignazione collettiva, non un gioco di figurine degli imputati “ce l’ho, ce l’ho, mi manca, questo è doppione facciamo cambio”, ti pare?

  3. Marco Caruso ha detto:

    no Anna, non c’è da esser felici. Al contrario. Bisogna esser consapevoli che è sbagliato sentirsi felici sapendo che UNA parte è inguaiata supponendo che la NOSTRA non lo sia…

  4. Anonimo ha detto:

    infatti evil dobbiamo gioire tutti insieme per questa notizia!!

    questo rivaluta anni e anni di berlusconi lui ha solo agito come tutti gli altri ora sono sollevato

  5. evil witch ha detto:

    p.s. bentornato caposkaw.. seiamente, era un pò che non ti leggevo (in versione oiginale) cominciavo a preoccupami! 🙂

  6. evil witch ha detto:

    a me sfugge il motivo x cui dovremmo essere contenti se si scopre che la nostra classe politica fa schifo tutta, e non solo a metà… cos’è, mal comune mezzo gaudio?

  7. pippo io ha detto:

    non so, lo stile mi suonava diverso dal solito, però a rileggerlo rientra nella categoria dei pensatore-post “generalisti”, con un pizzico di sbilanciamento in più rispetto al solito. dev’essere questo pizzico di sbilanciamento in più che m’ha fatto pensare che non l’avessi scritto tu, essendo chiaro che comunque rientrava nella categoria post pensatore generalisti.
    Voto 5+ 😛

  8. mazapegul ha detto:

    bravo caro caruso-corista, non fidarti! pero’ non appena un cavaliere di turno ti scoreggia in bocca sei disposto ad apprezzare sempre e comunque. 😉

  9. Marco Caruso ha detto:

    e invece l’ho scritto proprio io…
    perchè?

  10. pippo io ha detto:

    bah..il mito della superiorità morale della sinistra è un parto del complesso d’inferiorità di chi ce l’ha, spesso le stesse persone che hanno preso abbondanti mazzate dalla storia italica! purtroppo ai non berluscones è rimasto ben poco, ma con i dalemas ed i veltrones non c’era nulla da sperare.
    Meglio che il pentolone salti, via questo cazzo di tappo.
    purtroppo chi ci ha azzeccato da sempre è il signor beppe grillo, scemo finchè volete, ma è l’unico che ci ha visto lungo e le cui profezie s’avverano.
    evidentemente tanto scemo non è.

    cmq secondo me questo pezzo non l’ha scritto pensatore.

  11. Marco Caruso ha detto:

    può darsi che un pizzico di vergogna la provino…anche se possono sempre virare precipitosamente su personaggi presunti puliti alla Di Pietro…
    In realtà io nemmeno su di lui ci metterei la mano sul fuoco…

  12. Caposkaw ha detto:

    ohhhh… i compagnuzzi stanno mutoli… magari si vergognano?
    e perchè?
    solo perchè hanno mentito da 100 anni ?

Trackbacks
Check out what others are saying...
  1. […] Epifani: il problema è che ora come ora nemmeno il PD ha tempo di dargli una mano (visto che è in altre faccende affaccendato). Lecito quindi, attendersi dopo quello del PD (a breve) il tonfo del sindacato più politicizzato, […]



Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Tieniti aggiornato: ISCRIVITI!


  • SOSTIENI IL BLOG!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: