Il governo torna indietro sui tagli al fondo per le detrazioni sui risparmi energetici. Meno male!

Meno male. Perchè non ero affatto d’accordo a come si erano messe le cose.
La norma resta, ma non sarà più retroattiva. E questa è una cosa buona.
Vengono però mantenuti i tetti di spesa per i prossimi tre anni.
Le detrazioni al 55%, quindi, saranno garantite fino ad un massimo di 600 milioni di euro nel triennio 2008-2010.
“Troppe volte questi crediti d’imposta sono stati usati come bancomat”, ha detto Tremonti. Che ha poi aggiunto: “è incivile” concederli anche quando non vi è copertura.
Sarà quindi presentato un emendamento dal ministro dell’ambiente e almeno in parte la norma sarà rivista e corretta.
Meglio di niente. Soprattutto se si considera che l’idea di non sforare i conti è più che condivisibile…

Annunci
Comments
10 Responses to “Il governo torna indietro sui tagli al fondo per le detrazioni sui risparmi energetici. Meno male!”
  1. caraffa filtrante ha detto:

    Scusate, ma per quanto riguarda sta washball non vi bastano gli esperimenti scientifici del CNR? Credete più alla scienza o alle “credenze”?

  2. Cougar ha detto:

    Meno male, ma non capisco perché tagliare sulle rinnovabili e non tagliare gli sprechi …

  3. Caposkaw ha detto:

    e questo che c’entra col post?
    questi grillini idioti non ammettono la possibilita che non si creda al loro dio?

    caro marco, questo vuol solo dire che questo governo fa cazzate , come tutti, ma è anche capace di correggere i propri errori.
    e sostanzialmente, questa è l’unica cosa che si vuole da chi governa.

  4. pippo io ha detto:

    non basta NON BASTA! cioè la non retroattività è il minimo, ma non ci si può ritenere soddisfatii. Ma poi che cazzo di comunicazione dà il governo? il giorno prima dice una cosa, il giorno dopo la smentisce e torna su suoi passi, emblematici i due casi sky e energie di oggi.
    Come ha scritto ieri Guzzanti sul Giornale pare che in parlamento non si faccia nulla, del tipo che non si discute, passano decreti e basta e poi vengono modificati.
    Non è sano tutto ciò, dal parlamento, agli incentivi ridotti per le nergie alternative, cazzo! qua si punta ad un nucleare di cui non si ha minimamente idea che sarà forse produttivo tra 20 anni!

  5. Marco Caruso ha detto:

    si…si…infatti…infatti le regioni son tutte azzurre…eh! certo che lo mantiene il consenso. Infatti per vincere a Roma c’è voluto un miracolo. mentre nel resto d’italia le grandi città capoluogo (salvo Milano) son tutte rosse…

    dai…andiamo…

  6. Marco Caruso ha detto:

    rida pure…ma lo faccia in faccia a quelli che invece hanno dimostrato che non ha nessuna proprietà pulente! e magari anche in faccia a tutti quelli che usandola sono rimasti del tutto insoddisfatti…

  7. Marco Caruso ha detto:

    ancora…sei tornato alla carica?
    ma non hai niente di tuo da dire? devi per forza farti accompagnare dalle fregnacce di Grillo?
    bontà sua, dice che non avevano invitato le altre 2milioni di persone soddisfatte.
    beh…prima cosa come fai a dirlo con certezza, visto che lo stesso manager della biowash ha detto che ne hanno vendute nel MONDO circa 2 milioni? i conti non tornano e comunque non puoi sapere come è stata accolta fuori dai nostri confini…

    seconda cosa: ringrazio della segnalazione, ma temo per LEI che otterrà poco, anzi niente, con tutto questo livore.

  8. roberto calore ha detto:

    ps: la bio wash l’ho comprata e la signora che mi aiuta nelle pulizie da almeno un mese l’ ha usa , unita al solo ammorbidente restando stupefatta dal fatto.

    capisce bene che leggendo ciò che scrive mi può solo venir da ridere.

  9. roberto calore ha detto:

    Nella trasmissione Mi manda Rai3 dedicata alla Biowashball mancavano i due milioni di persone che l’hanno usata e apprezzata.
    Hanno mobilitato la Rai, la rivista il Salvagente targata Coop (la Coop che ama i detersivi) e alcune persone perché iscritte al Meetup di Beppe Grillo contrarie al prodotto (indovinate perché sono state invitate proprio e solo loro).
    Mancava in studio la casalinga di Voghera, quella che sa cos’è il bucato e può fornire un parere professionale sulla Biowashball perché l’ha usata.
    Se un prodotto non fa quello che dice e si chiedono soldi in cambio si chiama truffa. La società che la distribuisce in tutto il mondo in milioni di esemplari non ha processi in corso e in nessuno Stato dove è venduta la Biowashball (*) è stato chiesto il ritiro del prodotto.
    Ho detto più volte che prima di dare un giudizio bisogna informarsi e verificare. Non vi ho detto però che per farlo bisogna guardare la televisione o leggere i giornali finanziati dallo Stato.
    Io l’ho provata. La mia famiglia usa Biowashball da due mesi e anche le famiglie di alcuni miei amici. Per noi funziona. Prima di dare un giudizio vi consiglio di usarla, magari in prestito da un conoscente. In Rete ci sono centinaia di testimonianze di utenti italiani soddisfatti.
    Dopo questa reazione dei media credo che sia ora di iniziare una battaglia contro i detersivi, uno degli strumenti di distruzione del pianeta, usati spesso senza necessità e quasi sempre in eccesso. Una battaglia difficile perché hanno i media (finanziati dalla loro pubblicità) come alleati.
    Loro non molleranno mai (ma gli conviene?), noi neppure.

    (*) 800’000 Biowashball in Europa, Svizzera, Francia, Germania, Spagna, Austria, Belgio, Italia …. 250’000 in Sudafrica Australia, Nuova Zelanda. 950’000 in Asia : Corea, Singapore, Giappone, Vietnam, … 50’000 negli USA nel primo mese dal lancio.

    ps: caro marco avviso che l’ho segnalata tramite e-mail alla rete beppe grillo poichè stanno organizzando varie querele insieme alla biowashball, ai danni di tutti quelli che parlano senza provare e quindi sapere.
    visto che lei è il tipico che parla senza sapere me sembrato il minimo far questo per coscienza civile perchè persone come lei, le quali criticano faziosamente senza portare o cercare di portare nessun tipo di miglioramente onestamente non servono a nulla anzi.Nella speranza che venga querelato li porgo i miei saluti.

    arrivederci

Trackbacks
Check out what others are saying...
  1. […] 2008 in Personale | Tags: biowashball, Grillo, martire della libera informazione, querela Sentite un po’ qua: questo è il commento di un tale di nome Roberto Calore. Si parla di Grillo e della sua […]



Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Tieniti aggiornato: ISCRIVITI!


  • SOSTIENI IL BLOG!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: