Grillo fa lo gnorri. Non chiede scusa e parte all’attacco di un fantomatico complotto ordito dalle multinazionali del bucato.

Torniamo un attimo ad occuparci di Beppe Grillo.
Si, perchè c’era da aspettarselo che il comico genovese, seppur beccato con le mani nella marmellata, anzi, nella lavatrice, schivasse i colpi e li restituisse con maggior violenza.
Ma arrivare a giustificare ogni accusa che gli viene rivolta con un improbabile complotto di multinazionali a girare di ogni settore è perlomeno ridicolo.
Eppure.
Ricordate la faccenda della Bio-palla (nomen omen) per (non)lavare i panni in lavatrice senza detersivo?
Bene: è stata smontata dalla trasmissione anti-truffe “Mi manda Rai Tre“. Ne abbiamo parlato QUI (guardatelo il video, se siete ancora un po’ miscredenti)!
A questo punto, logica avrebbe voluto che di fronte a tanta insoddisfazione e alla scientificità delle dimostrazioni, il nostro Grillo avesse detto: scusate, pensavo fosse una genialata e invece è un patacca assurda; più o meno come quelle che rimangono sui vostri capi sciacquati con la biowashball.
Si, perchè dai test fatti risulta giusto questo: usarla o non usarla è la stessa cosa.
E invece no: Grillo non ci sta e prima tira fuori un imprecisato numero di persone soddisfatte dal e del prodotto (beh, verrebbe da chiedersi che razza di gente è quella che si accontanta di lavarsi la roba che poi si mette addosso con due bicchierate d’acqua…ma lasciamo stare), poi, puntando il dito contro le solite multinazionali.
Lui non sbaglia mai.
Il ragionamento fila: la biowashball permette di non usare detersivi. E chi è che produce i detersivi? Le multinazionali. E che fanno le multinazionali per venderli? Fanno pubblicità. Dove? In tivù. Dove hanno sputtanato Grillo e la sua mega-palla-lavatrice? In tivù………niente di più elementare Watson! Hanno torto gli altri. Anzi, peggio: sono tutti servi della Dixan o della Dash…

Ricapitolando: lui invita a comprare un aggeggio che è una boiata pazzesca. Addirittura lo allega ai suoi DVD. Poi però si scopre che non funziona (anche se a dire il vero è soggettivo: diciamolo pure…a uno cui piace star nel sudicio la palletta può anche sembrare magica davvero). Ma non chiede scusa e rilancia: è tutto uno sporco gioco delle multinazionali.

Forse è per questo che è pronto a trasferirsi in Svizzera. A Lugano si sentirà in paradiso rispetto all’Italia.
Si…in paradiso…fiscale…

Ma questa è tutta un’altra storia

Ah…e non vi azzardate a tirar fuori teorie del tipo che lui prende soldi dall’azienda che produce la biowashball…altrimenti vi beccate la querela…l’ha detto lui, scripta manent…ricordate…

votami-su-oknotizie1

Annunci
Comments
14 Responses to “Grillo fa lo gnorri. Non chiede scusa e parte all’attacco di un fantomatico complotto ordito dalle multinazionali del bucato.”
  1. Anonimo ha detto:

    Siete semplicemente scandalosi

  2. giuschet ha detto:

    Pentagonal ring structure of water molecules?
    Buahah!
    Adesso ho capito! Hanno confuso l’acqua con l’acquaragia! Ecco perchè queste palle lavano benissimo!

  3. enrix ha detto:

    Ehi Marco, mi fai arrossire.

    Dunque, la palla con il magnete è questa:

    http://www.alibaba.com/product-gs/204121889/Washing_Ball.html

    E questa è la spiegazione che viene data, il motivo cioè per cui è inserito un magnete, oltre alla ceramica:

    “The Permanent Magnets contained in the Glosion Washing Ball change
    the pentagonal ring structure of water molecules into hexagonal ring
    structures using powerful Gaussian forces, and it improves the cleaning
    efficiency by increasing the surface tension and penetration ineo fabric dirt.”

    In pratica il magnete modifica l’ordito delle molecole di acqua da pentagonale ad esagonale. Evidentemente è fondamentale.

    A questo punto io mi domando: come farà la palla di Grillo a funzionare senza questo fondamentale congegno?

    No, dico, con le molecole pentagonali, senza il magnete che le esagonizza, pare che l’acqua lavi di meno, molto di meno.

    Forse non lava un cazzo, la pallina di Grillo, senza il magnete.

    Allora, tanto per cominciare, se io possedessi una delle palle di Grillo, ci farei un esperimento.

    Farei il bucato con una palla modificata, sostituendo innanzitutto le palline di ceramica con del normale ghiaietto di quello che si raccoglie per strada.
    Così, per vedere se c’è differenza.

    Poi ci infilerei dentro un magnete, e ripeterei il test.

    Tutto questo è molto appassionante.

  4. pippo io ha detto:

    http://www.opappece.it/newsletter/News7/docs/presentazione%20noci%20detergenti.pdf

    http://www.altromercato.it/it
    qua per sapere dov’è la bottega più vicina a casa tua e vedere se hanno questo prodotto.

  5. Marco Caruso ha detto:

    @ Nessuno: si si…Grillo ormai è come Wanna Marchi. Ma lui ha l’aggravante: mentre dalla Marchi si poteva benissimo scappare per tempo, viste le cazzate di cui vaneggiava, Grillo frega la gente perchè parla di cose concrete.

  6. Marco Caruso ha detto:

    non ci posso creeeedereeeeee….

    signore e signori, abbiamo l’onore di avere con noi Enrix…

    sei il mio idolo…davvero! Grazie per esser passato di qua…

    e grazie anche per il link…interessante…

    ciao ciao…

    ripassa, mi raccomando…!

  7. Nessuno ha detto:

    Il test rigoroso del Salvagente
    Il settimanale di difesa dei consumatori Il Salvagente ha effettuato recentemente un test comparativo: senza dare tutti i dettagli, che sono presenti nella rivista (immagine qui accanto), la Biowashball avrebbe la stessa efficacia dell’acqua pura o poco più.

    Ne abbiamo parlato in diretta venerdì 28 novembre, nel mio programma Il Disinformatico sulla Rete Tre della radio svizzera di lingua italiana (RSI), con Giulio Meneghello, della redazione del Salvagente: ha detto che non c’è niente da fare, la pallina non funziona, neanche per azione meccanica e neanche se la si usa in combinazione con il detersivo per ridurre i dosaggi di prodotto.

    A suo parere, gli aneddoti di successo nel lavaggio segnalati da vari utenti della Rete sarebbero dovuti al fatto poco conosciuto che l’acqua, anche da sola, ha comunque un buon effetto lavante. Anche gli esperti del Salvagente confermano che le spiegazioni fornite dai produttori sono senza senso dal punto di vista scientifico. Il suo consiglio, lapidario, è di usarla come giocattolo per gatti. Trovate l’intervista a Meneghello nell’archivio dei podcast del Disinformatico.

    Allo stato dei fatti, insomma, per il momento i quasi quaranta euro del prezzo d’acquisto della Biowashball non sembrano giustificabili, e c’è il rischio serio che invece di ridurre l’inquinamento facendo a meno dei detersivi, fra qualche mese ci siano discariche piene di indistruttibili palline di plastica e ceramica, gettate dai consumatori che si sono arresi all’evidenza.

    Di questi tempi, con i soldi che sono sempre meno, forse non è il caso di inseguire le promesse di chi fa offerte troppo belle per essere vere.

    Ragazzi dai …..dopo i telefonini che cuociono le uova arriva la pallina !!!!!beppe grillo e vanna marchi…starebbero bene insieme…..sono uguali pure quando si incazzano!!!!!

  8. enrix ha detto:

    La metti in lavatrice con l’acqua calda, e lava.
    La metti in frigo con il pesce, e lo preserva.

    E’ miracolosa questa palla.

    Chissà, forse se la metti in un serbatoio insieme alla benzina fa andare pure il motore.

    Il consiglio che posso dare è di esaminare bene il mercato, perchè ce n’è un mucchio di ecopalle lavatrici, non solo quella di Grillo.

    Qui c’è un elenco completo:

    http://www.alibaba.com/showroom/wash_ball.html?relatedKey=wash%20ball&tracelog=spelling_check

    Una di queste te la porti a casa con meno di 10 dollari australiani, la Eco wash ball.

    Poi ce n’è una che dentro ha pure un MAGNETE, oltre alla ceramica. Chissà se Grillo la conosce.

    Vuoi mettere, con un magnete in aggiunta? Tutta un’altra musica.

  9. Marco Caruso ha detto:

    scusa la curiosità, Pippo: ma profumano anche?
    e non intasano gli scarichi o i filtri? Insomma…tu le butti in lavatrice e non ci pensi più o le usi in altro modo?
    ma soprattutto: quanto costano?

    (non sono domande provocatorie, ma dettate solo dalla curiosità…)

  10. pippo io ha detto:

    senza detersivo ripeto ci sono queste qua
    http://www.terre.it/giornale/articoli/84.html
    a me funzionano.

  11. Marco Caruso ha detto:

    dimmi che non sei serio, ti prego: come fai a paragonare un cuore trapiantato (che poi non mi risulta si usino cuori animali) con una maglia sporca…!?

    e poi: io l’inceneritore ce l’ho vicinissimo a casa…non solo…ho pure una bella discarica, tutta ordinata. E tra poco costruiranno un altro inceneritore. E la giunta è di sinistra…da sempre. Se non hanno rilevato loro pericoli, vuol dire che davvero non ce ne sono.
    PS: a Vienne ce l’hanno davvero sotto casa, perchè è in centrocittà…..e nessuno si lamenta. Anzi, lo vanno perfino a fotografare e lo trovi addirittura nei libri di architettura…

    sull’aumento dell’iva non credo affatto colpisca mediaset. O meglio: per quanto riguarda gli abbonamenti easy-pay di Premium è sicuro perchè anch’essi vedranno raddoppiarsi il carico iva, ma non credo sarà per questo che la gente smetterà di guardare le partite.
    nel complesso, trovo la cosa esilarante: una misura proposta e voluta dalla sinistra, fatta dalla destra e criticata dalla sinistra. Fantastico.
    Per cosa poi? Per 2 euro…ahahah…

    sui test scientifici: è la prima volta che sento cose del genere.
    sulla biowashball, se hai seguito la puntata del programma di rai3, sono stati fatti test per accertare le caratteristiche vantate. Risultato: negativo.
    macchè infrarossi, macchè aumento del potere pulente dell’acqua…
    lì non c’entra il metodo: anche perchè hanno fatto anche prima: hanno buttato la palletta in lavatrice e hanno visto che non valeva una cicca…e meno ancora 35 euro più spese di spedizione…

    non comprarla…risparmiati una delusione…

  12. Agente Mangiariano ha detto:

    (beh, verrebbe da chiedersi che razza di gente è quella che si accontanta di lavarsi la roba che poi si mette addosso con due bicchierate d’acqua…ma lasciamo stare)

    Giusto. Ma ancora peggio sono quelli che vanno in giro con un cuore trapiantato dai maiali. Che razza di persona è quella che si fa trapiantare il cuore di un suino geneticamente modificato e poi ci va in giro?

    A Superquark hanno detto che gli inceneritori non fanno male. Fattene costruire uno sottocasa così può darsi che ti svegli dal torpore televisivo.

    Magari credi anche che l’iva al 20% sul satellitare sia davvero un provvedimento che colpisce gli interessi di Mediaset.

    I test scientifici non sono test scientifici, sono interpretazioni della realtà, il cui risultato è inficiato dal metodo e dall’architettura scelti per svolgerli.

    Non ho la pallina, non so se funziona, ma non mi sembra una cazzata a priori: sono certo che esistono metodi alternativi al detersivo. Pensa ai forni a microonde, ormai ci siamo abituati, ma fai un passo indietro: cuocere senza usare un corpo caldo che cede calore.

    il Pensatore di cosa, verrebbe da chiedersi

Trackbacks
Check out what others are saying...
  1. Anonimo ha detto:

    […] […]

  2. […] Grillo fa lo gnorri. Non chiede scusa e parte all’attacco di un fantomatico complotto ordito … […]



Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Tieniti aggiornato: ISCRIVITI!


  • SOSTIENI IL BLOG!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: