Lo sciopero preventivo.

Poi si lamenta che nessuno lo invita a cena…

Ma Epifani è di un’antipatia insopportabile…

Lo ha dimostrato ancora ieri, alzandosi per l’ennesima volta da un tavolo tra governo e parti sociali, in cui Berlusconi e l’esecutivo spiegavano cosa avrebbero inserito nel pacchetto di aiuti concreti alle famiglie e alle imprese per arginare gli effetti reali di questa crisi economico-finanziaria.
Non solo…
Siccome al danno s’accompagna sempre la beffa, eccotelo lì, in piedi sulla barricata a incitare allo sciopero.
Motivo? Il governo è stato troppo fumoso sulle quantità.
Vero. Ma come già si sapeva, il consiglio dei ministri aveva deciso di riunirsi non già domani, bensì venerdì proprio perchè prima di parlare di numeri e cifre avrebbe preferito attendere di partecipare alla riunione europea che si terrà in questi giorni e in cui sarà stabilita una linea comune.
Logica avrebbe voluto che Epifani, invece di lanciare la solita chiamata alle armi, avesse aspettato il giusto momento prima di scagliarsi nuovamente lancia in resta contro il governo.

E non è un caso se anche il 12 dicembre sarà da solo ad arringare la piazza.

Come detto, però, Epifani è un po’ la beffa che viene immediatamente dopo il danno.
Si, perchè oltre ad essere estremamente antipatico, col suo protagonismo e il suo voler recitare a tutti i costi la parte dell’ultimo giapponese mentre ormai tutti hanno capito che la guerra è finita, si comporta anche da irresponsabile: forse, infatti, non tutti sanno che……….quando viene indetto uno sciopero, oltre ai disagi verso i terzi (che tutti conosciamo benissimo), è l’economia tutta a risentirne, a partire dai lavoratori stessi che si vedono decurtata parte del salario; non solo: una fabbrica che non lavora è un’impresa che non produce, ritarda le consegne e quindi percepisce meno soldi col rischio addirittura di perdere clienti. E verso chi ricadranno le conseguenze di tutto ciò? Bravi…i lavoratori. Non solo: anche l’economia del Paese ne risente…perfino lo Stato, quindi il popolo nel suo insieme.

Ora, comprendiamo che ci sia sempre un buon motivo per scendere in piazza e berciare qualche slogan, ma ogni tanto bisognerebbe comprendere che non è sempre un buon momento per farlo.
Questo, per esempio non lo è…

SONDAGGIO (oltretutto…) :

Annunci
Comments
8 Responses to “Lo sciopero preventivo.”
  1. Marco Breveglieri ha detto:

    Commento solo la parte che riguarda la scelta del giorno settimanale. 🙂

    Si scopre l’acqua calda… Non ho nessun sindacalista da consultare, ma penso che sia pacifico il fatto che la scelta del venerdì sia data dal fatto che, con il weekend alle porte (ma allora perché non lunedì?) ci si possa garantire una maggiore adesione.

    Come avviene in molti altri contesti, il successo dell’iniziativa dipende dalla partecipazione, e mentre vi sono alcuni lavoratori che sono magari interessati e sensibilizzati sul problema, e per questo decisi a scioperare a qualsiasi costo, altri la prendono più blandamente e hanno bisogno di un incoraggiamento.

    Comunque sia, si tratta ovviamente di un espediente per cercare di ottenere quanta più partecipazione possibile, affiancando coloro che farebbero comunque sciopero, in ogni caso, a coloro che vedono l’incentivo del weekend lungo. Poi, ci sono anche quei lavoratori che, per propria scelta o per motivi personali del tutto legittimi, rinunciano a scioperare.

    E’ un po’ come dire che se io allestisco un banchetto per la raccolta di firme contro il Lodo Alfano, l’iniziativa perde di serietà se lo faccio esclusivamente nei giorni in cui la piazza è vuota, o quando non c’è un mercato?

    ~/|/|arco

  2. Marco Caruso ha detto:

    ciao Giuschet…purtroppo rimangono davvero sempre meno parole per descrivere certi atteggiamenti sconsiderati e sconclusionati.
    ma se le trovi e ti azzardi a farlo allora ti becchi le infamate più clamorose.

    che vuoi farci…
    l’importante è rimaner coerenti con noi stessi…

  3. giuschet ha detto:

    Caro Marco… nel tuo post elenchi una serie di concetti elementari che avevo addirittura elaborato ai tempi degli “scioperi” al liceo. In certi contesti e ambienti si continuano a negare cose evidenti e banalissime. Anche il mio è un no-comment.

  4. Marco Caruso ha detto:

    ciao Senatore…

    sono convinto che se ti sforzi, qualche altro epiteto glielo puoi ancora riservare al buon Epifani…eheh…

  5. ilsenatore ha detto:

    Marco, io non so che dire… cioè, io vorrei commentare, ma ormai Epifani è incommentabile. Ho speso tutta la mia riserva verbale in riferimento al prossimo europarlamentare Pd 😀

  6. Nessuno ha detto:

    Vuoi mettere un week-end di 2 giorni con uno di 3??

  7. Marco Caruso ha detto:

    bella domanda….ma credo che la risposta la conoscano tutti!

  8. Anonimo ha detto:

    ma perché gli sciperi sempre di venerdì???

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Tieniti aggiornato: ISCRIVITI!


  • SOSTIENI IL BLOG!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: