Tutto per una poltrona.

Di Pietro è impazzito come un bambino cui hanno strappato di mano il leccalecca.
Veltroni è stato praticamente messo in scacco non solo da Berlusconi, ma stesso da uno dei suoi.

E tutto per una inutile poltrona ancora una volta targata RAI !

Detto questo, sarebbe stupendo se l’ex contadino-poliziotto-poi (inspiegabilmente) pubblico ministero Molisano si presentasse davanti ad un magistrato qualunque per ripetere le ingiuriose e calunniose parole starnazzate come solo lui sa fare davanti a tutti i microfoni (perchè la pubblicità non fa mai male).

Ha cercato di corrompere me offrendomi un posto da ministro (e sarebbe corruzione?????!!!! ndr), ha tentato di corrompere Orlando (come, di grazia!? ndr), probabilmente è riuscito a corrompere Villari (anche qui: come?! ndr). È un corruttore politico che compra il potere (terza volta: come?! ndr)………!

Annunci
Comments
27 Responses to “Tutto per una poltrona.”
  1. mazapegul ha detto:

    @ilcorista:

    il berlusca corrompe il corrompibile cosi’ come scoreggia lo scoreggiabile. caro corista, ma dove vivi? sei cosi’ cieco? 😉

  2. Giovanni ha detto:

    Che l’opposizione debba avere carta bianca è un semplicissimo criterio democratico, se un soggetto (la maggioranza di governo) deve essere controllato da qualcuno (la commissione di vigilanza) è ovvio che non possa essere la maggioranza a scegliersi o influenzare la scelta del controllore. Il fatto che si richieda una elezione è per il semplice fatto che una commissione parlamentare è composta in maniera proporzionale al parlamento, questo significa che la maggioranza di governo ha la maggioranza anche nella commissione e quindi i voti della sola opposizione non bastano. Questo perchè viene utilizzato un organo “improprio” (una commissione bicamerale) per controllare la maggioranza di governo nel suo operato.

    Per ciò che riguarda la mancata elezione di Carulli nel 1996 la situazione non è come l’hai descritta tu, se ti vai a dare un occhiata agli articoli di giornale di quei giorni la questione sul banco non era tanto un veto da parte del centro-sinistra bensì una questione di concorrenza tra il ccd e an per accaparrarsi quella poltrona perchè non era ancora chiaro se la commissione antimafia sarebbe andata all’opposizione o alla maggioranza. Se c’era un partito del centro-sinistra che non voleva la candidatura di Carulli era Rifondazione che sperava di far eleggere Paissan. Senza dimenticare che due anni prima il Polo aveva eletto un presidente della maggioranza e non dell’opposizione quindi la situazione era radicalmente diversa, furono proprio quei giorni concitati a stabilire con una sorta di regola non scritta che la presidenza della vigilanza Rai spettasse all’opposizione.

  3. Lebesgue ha detto:

    Giovanni, due semplici cose:

    1) se l’opposizione ha carta bianca nell’elezione del presidente (e chi lo dice?è scritto nella costituzione o in qualche regolamento preciso?) perchè mai c’è bisogno che venga appunto eletto? Se si richiede un’elezione è ovvio che si pesca dall’opposizione che però deve proporre candidati praticabili.

    2) Una veloce ricerca ti dimostrerà che nel 1996 l’allora polo delle libertà come presidente della vigilanza propose Ombretta Fumagalli Carulli. Ma questa candidatura fu bloccata dall’allora capogruppo della maggioranza, tal Mussi. Venne in seguito eletto un altro candidato: Storace.

    Che memoria corta questi sinistri!

  4. antipensatore ha detto:

    Criticare governo e opposizione è giusto e ammirevole. Ma quando c’è qualcosa da dire. Quando non c’è nulla da dire il tutto diventa noioso. Semplici parole per fare “odience” sul proprio blog con tematiche scelte ad hoc. Polpulismo puro che finisce per far dire cose insulse come le seguenti Ha cercato di corrompere me offrendomi un posto da ministro (e sarebbe corruzione?????!!!! ndr), ha tentato di corrompere Orlando (come, di grazia!? ndr), probabilmente è riuscito a corrompere Villari (anche qui: come?! ndr). È un corruttore politico che compra il potere (terza volta: come?! ndr)………!“ Quelle parentesi non sono un tentativo di porre in rilievo qualcosa che non c’è, di creare la bufera sul nulla. Tutti quei “come” corredati di parentesi vogliono solo gettare ombre sulla luce….o mi vuol far credere, caro Caruso, che alla sua età non sa come si può corrompere un uomo e le serve che DI Pietro le spieghi per filo e per segno l’ovvio? ci sono solo 3 modi denaro,potere o entrambi….ma lei davvero non lo sapeva? ma COME?

  5. Giovanni ha detto:

    Marco secondo me il concetto che non hai ancora afferrato è che la maggioranza non dovrebbe proprio metterci naso sul nome che l’opposizione va a fare come presidente di vigilanza rai, anche se pd-idv-udc avessero scelto topolino avrebbero dovuto votarlo e basta perchè è un organo che deve controllarli e loro non devono e non possono avere nessuna voce in capitolo ne tanto meno avere delle riserve su chi debba essere il loro controllore.

    Nel precedente governo il centro-destra scelse Storace (non certo un esempio di moderato) e il centro-sinistra lo nominò senza fiatare. I controllori li scelgono gli altri non chi deve essere controllato. Prova a fare una cosa così negli Stati Uniti e ti ritrovi una rivolta popolare e mediatica per un sopruso di questo genere.

  6. evil witch ha detto:

    p.s. cmq hai sbagliato thread 😉

  7. evil witch ha detto:

    mah… più che “contraddizione puntuale e decisa” secondo me si trattava del solito parlar sopra per buttare finire tranquillamente a tarallucci&vino (o “buttarla in caciara”, come dicono dalle mie parti). Per contraddire qualcuno lo devi fare arrivare alla fine della frase 🙂

  8. clem ha detto:

    travaglio (con la minuscola naturalmente) sa fare il gradasso quando sermoneggia ad annozero senza essere interrotto.nella discussione con Capezzone è rimasto addirittura allibito che qualcuno osasse contraddirlo ed in maniera così puntuale e decisa.Un’ultima notazione sulla Gruber.Alla fine della trasmissione ha detto che l’antiberlusconismo in Italia ancora c’è!!!!!Lei lo dice, lei che al Parlamento Europeo ha dato sfogo ai più beluini istinti politici antiberlusconiani
    ciao e salutoni, clem

  9. evil witch ha detto:

    Mah, pensierino (se caruso non ti piace, posso chiamarti pensierino? pensatore l’ho sempre trovato orribile…).
    Per carità, hai ragione a dire che in politica bisogna mediare, però se ogni tanto, sporadicamente, l’opposizione si ricordasse che quando si è di la CI SI OPPONE, magari… no?
    Mi spiego: il senso dell’opposizione (come la vedo io nel mio mondo di favolette e puffi blu) è quello di mitigare l’azione del governo, rompere per aere concessioni, cioè fare si che si legiferi e si diriga il paese secondo la volontà della maggioranza, ma limando e accomodando per ricordare i diritti delle minoranze. In questo senso se il governo propone X, l’opposizione si adopera per convincerlo a smussare i punti più ostici in modo che X vada bene per tutti, e non solo per gli elettori del partito/coalizione vincente. Quindi in definitiva il governo cede un pò, fino al giusto compromesso.
    Se invece il governo propone X e l’opposizione plaude incondizionatamente per non turbare il dialogo, tanto varrebbe essere in regime di partito unico, ti pare?
    -lo so che oggi sono + contorta del solito, perdono :D-

  10. Matteo Maratea ha detto:

    eheheheheheheh !!!
    meglio di una barzelletta!!!!

    Scusami ma non c’è l’ho fatta a trattenermi.

    Comunque sia hanno scelto uno che non dece rompere i coglioni al nanocapo.
    PUNTO.

  11. Marco Caruso ha detto:

    Matteo, significa che Orlando non dava garanzie di imparzialità, visti i suoi trascorsi e botta e risposta molto più che al vetriolo con Berlusconi!
    Villari invece non si è mai distinto per alcunchè……quindi non ha mai preso posizioni arroganti su nessuno.
    Non so perchè abbiano scelto lui e non altri….ma di sicuro era uno che dava maggiori certezze di equilibrio piuttosto che Orlando…

  12. Matteo Maratea ha detto:

    Ciao a tutti.
    Ciao Marco.

    Marco parla di alcune riserve su Leoluca Orlando.
    C’è ne puoi indicare qualcuna per favore?
    Poi accenna al fatto che il nome di Orlando evidentemente faceva venire la cacarella a qualcuno.
    Ma perchè Leoluca Orlando non era idoneo al ruolo di presidente dell a vigilanza rai mentre questo Villari è perfetto?
    Lui stesso, Villari, parla di una «elezione inconsueta» ma «sicuramente democratica e nel rispetto delle regole».
    Che cosa significa?

  13. Marco Caruso ha detto:

    Giovanni, è pur sempre una poltrona.

    Su Orlando c’erano riserve……….si è voluto forzare la mano e questo è il risultato.
    In politica si dovrebbe sempre cercare una mediazione.
    Capisci bene che il nome di Orlando era tutto meno che una mano tesa al dialogo.
    Senza tirar fuori il caso di Pecorella, era molto più semplice capire che il muro contro muro non serviva a nessuno e che si poteva benissimo sbloccare la situazione convergendo su un altro nome.
    Veltroni invece ha voluto tener dritta la barra perchè altrimenti Di Pietro gli si rivoltava contro.
    Cos’ha ottenuto? Niente.
    Il fatto che il presidente venga nominato dall’opposizione non significa che, visto il ruolo di garanzia che dovrebbe tenere, la maggioranza non possa avanzare dubbi o questioni di sorta.

  14. Giovanni ha detto:

    Alla commissione di vigilanza manca un presidente perchè il centro-destra non ha accettato di nominare Orlando e siccome la scelta del presidente della commissione spetta all’opposizione non si capisce bene perchè la colpa sarebbe della sinistra visto che il candidato lo hanno scelto gia da un bel po ed è la maggioranza che si è rifiutata di votarlo.
    Il fatto che villari si debba dimettere è per il semplice fatto che non è stato scelto dall’opposizione a cui spetta la scelta ma è stato scelto dalla maggioranza che dovrebbe essere il soggetto controllato dalla stessa commissione.
    Per di più se Veltroni fosse legato alla poltrona allora dovrebbe difendere la nomina di villari che è del suo partito e non quella di orlando che è dell’idv.
    Qui si sta parlando di una questione di principio, il presidente della commissione lo sceglie l’opposizione e non può sceglierselo la maggioranza ed il fatto che villari non si sia ancora dimesso è un fatto gravissimo tanto quando il fatto che sia stato eletto dalla maggioranza di governo.

  15. Giovanni ha detto:

    Comunque definire la commissione di vigilanza RAI una inutile poltrona simboleggia scarsa attenzione: la commissione di vigilanza è un organo estremamente importante basti pensare che nomina 7 dei 9 membri del consiglio di amministrazione della TV di Stato. Tv di cui il ministro dell’economia (quindi il governo) è il maggiore azionista ed elegge i restanti due membri del Cda. Il fatto che la maggioranza si sia scelta il presidente della commissione significa che (se villari dovesse essere realmente parte di un accordo con la maggioranza) il centro destra controllerebbe in toto il consiglio di amministrazione della TV di Stato e se consideriamo anche che il capo del Governo controlla le altre 3 televisioni private (di cui una abusiva) si capisce che l’informazione italiana potrebbe essere giusto un tantino viziata…

  16. Cougar ha detto:

    “Marco scusa l’OT ma lo voglio proprio dire : bellissimo il cucu’ di Berlusconi alla Merkel ….sto ancora ridendo…e’ troppo forte …..Sara’ un altro “ANATEMA!!!” ?”

    Io l’ho trovato simpatico … almeno non ha fatto la figura del cioccolataio.

  17. Marco Caruso ha detto:

    Giovanni, carissimo…..anche tu ci vai giù pesante.
    Solo che non si riesce neanche ad immaginare il perchè delle tue (vostre) affermazioni.
    Villari non si dimette perchè farebbe ripiombare un’istituzione in un vuoto di governo intollerabile.
    Il patatrack l’hanno combinato a sinistra….il centrodestra, dopo 5 mesi, ha pensato bene di fare da solo.
    E ha finito col fottere (politicamente, s’intende) Veltroni, che ora ci passa per avido attaccato alla poltrona. E un po’ è anche così….
    Non si capisce piuttosto perchè mai Villari, uomo d’opposizione, non possa rimanere ora che Orlando non c’è più!
    Villari era in commissione già da prima….
    Perchè ora sarebbe corrotto?

  18. Giovanni ha detto:

    Che villari sia stato corrotto da berlusconi è quasi ovvio, non si spiegherebbe perchè avrebbero scelto lui (quelli del pdl) e non si spiegherebbe perchè non vuole dimettersi finchè non si sarà scelto un nome diverso da quello di Leoluca Orlando. Mi sembra più che evidente che Villari sia stato scelto dal pdl (ed è gia qualcosa di assurdo per una democrazia) per far si che non venga eletto a tutti i costi Orlando. Il come Berlusconi abbia corrotto villari non lo si può certo sapere però è molto probabile. Finchè non uscirono le intercettazioni di Saccà e Berlusconi non sapevamo come fosse riuscito a far passare Dini all’opposizione…

  19. Nessuno ha detto:

    si infatti hanno delle facce!!!!!!! Mamma mia come sono neri (oh oh si può dire come sono neri, o sono razzista?) LOL

  20. Marco Caruso ha detto:

    come minimo domani scenderanno tutti in piazza con cartelli con susscritto: “io non mi diverto come Berlusconi”…..e noi diremo: si vede…eheh…

  21. Nessuno ha detto:

    Marco scusa l’OT ma lo voglio proprio dire : bellissimo il cucu’ di Berlusconi alla Merkel ….sto ancora ridendo…e’ troppo forte …..Sara’ un altro “ANATEMA!!!” ?

  22. pippo io ha detto:

    Guarda che al massimo è la Carfagna che è stata INSEDIATA sessualmente! :-PPP

  23. Marco Caruso ha detto:

    Anna, di pietro si porta dietro questa storia della proposta per diventare ministro da 15 anni! e non mi pare l’avesse mai messa come corruzione…

  24. caposkaw ha detto:

    ma parla di berlusconi?
    dà la colpa a berlusconi del caos che combina il pd?
    a quanto pare siamo alla demenza assoluta…
    tra un po’ dirà che berlusconi gli è apparso nella camera da letto e che lo ha insediato sessualmente…che ne pensi, lo denuncerà come stregone?

  25. evil witch ha detto:

    lol
    vabbè pensatore, qualcosa di strano in quest’elezione c’è stata, berlusca che offre un posto da ministro a di pietro puzza di marcio da 600 km (soprattutto considerando il contesto), consideriamo pure che “corruzione” ha diversi altri significati oltre a quello giuridico, e cmq le cose gravi che si dicono sono molto diverse…
    Veltroni poi fra un pò si fa mettere in scacco pure dalla sua faccia allo specchio, non vedo che ci trovi di strano 🙂

  26. Marco Caruso ha detto:

    non è che Di Pietro abbia mai insegnato bon ton…

    e comunque, di certo le sue accuse sono delle cazzate clamorose…

  27. pippo io ha detto:

    Non è il caso di far perdere altro tempo a magistrati, dal momento che Di Pietro ha semplicemente detto la verità, usando anche parole generose. Poteva semplicemente dire “E’ una faccia di merda”, ma si sarebbe abbassato al livello di un Capezzone, di un gasparri o di un berlusconi qualsiasi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Tieniti aggiornato: ISCRIVITI!


  • SOSTIENI IL BLOG!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: