Urge revisione del concetto di rappresentanza sindacale.

Come si può trattare con decine di sigle sindacali e poi vedersi bocciare una trattativa pur quando si è già ottenuta l’approvazione delle tre confederazioni principali, ma non di quelle minoritarie?!?!?!?!

Evidentemente, democrazia e sindacato non vanno troppo d’accordo…

Annunci
Comments
25 Responses to “Urge revisione del concetto di rappresentanza sindacale.”
  1. cat ha detto:

    hai ragione anna nel tuo OT: le spese per le celebrazioni del 4 novembre sono sicuramente da evitare in questo momento di crisi. Per quanto riguarda l’importanza storica dell’evento, però, non sono d’accordo con te: non si tratta di celebrare il nazionalismo ma l’unità del nostro paese. per carità, sono molti i giorni in cui mi chiedo se non sarebbe meglio essere ancora parte del glorioso impero austro-ungarico, però vivere in un posto che è italiano da meno di 100 anni, in cui essere italiani non è scontato, non è banale mi fa ancora impressione. l’identità conta e non va sepolta ma integrata come purtroppo ci hanno insegnato le guerre dei balcani e i problemi ancora attuali nell’autodeterminazione di molti popoli nel mondo. guarda, il 4 novembre potrebbe essere una festa migliore per il paese, più unificante del 25 aprile e senza la sua carica politica e polemica.

  2. anna ha detto:

    scsate gli erori di battitura 😛 sto diventando dislessica….

  3. anna ha detto:

    visto che continui ciclicamente a ripetere la domanda mi toccherà rispondermi… Anche se hai sbagliato thead. No in effetti non mi sento cretina, è successo che: abbiamo postato 3 commenti, il 4° era il tuo che diceva “sono troppo stupidi”. Magari tu no, ma una persona con un Q.I. nella norma conclude che tu ti riferisca ai 3 commenti di cui sopra. E anche se non ti fossi riferito esplicitamente a me, saresti un cafone lo stesso, e i tuoi insulti generici sparati nel web continuerebbero a restare privi di senso. Contento?

    Per quanto riguarda il thread ci sono “fanatici” che hanno risposto meglio di come potrei fare io, mi limito a sottolineare che:
    >se il sindacato non facesse l’interesse dei lavoratori i laovoratori stessi (a meno che non siano anche loro stupidi fanatici) si disassocierebbero. (ovviamente in una realtà nomale)
    >Non mi isulta che la cgil sia un minisindacato
    >alitalia è già fallita da un pezzo, quindi non si fa fallire un’azienda ma una tattativa (nata male e poseguita peggio in ogni caso)
    >mi sembra democratico che anche le minoranze possano dire la loro (altrimenti non è democrazia ma totalitarismo)
    >il fatto che tu non veda il motivo di uno sciopero non vuol dire necessariamente che detto motivo non esista.
    Anche queste non sono considerazioni partitiche (le tue un pò si, visto che mi citi veltroni)
    Sono contenta che finalmente si riesca a comunicare 😀

  4. caposkaw ha detto:

    una cosa.
    io parlo di cretini e tu ti senti tirata in causa.
    ma mi vuoi spiegare perchè?
    ti senti cretina?
    il dubbio è legittimo.

    per quanto riguarda il thread , mi sembra abbastanza evidente. c’è un sindacato (cgil) che fa tutto quello che veltroni vuole, e questo non coincide evidentemente con l’interesse di quelli che lavorano.
    i minisindacati di una categoria estremamanente privilegiata, i piloti, rischiano di far fallire un’azienda che ha migliaia di dipendenti…
    ti sembra democratico questo?
    e queste sono posizioni di buon senso, non partitiche.
    come è di buon senso fare gli scioperi quando serve, non per solidarietà.

  5. anna ha detto:

    Sono curiosa: su quali basi bolli indiscrimantamente tutti (a parte caruso, con il quale vedo ognt tanto tenti una minima comunicazione) di fanatismo?
    A parte che per essere uno che non parla mi sembri molto loquace…
    E poi invece l’utilità di ricordarci che siamo dei cretini fanatici dove sta? Detto da uno coi tuoi argomenti non fa tanto presa…

    “Le ingiurie sono molto umilianti per chi le dice, quando non riescono ad umiliare chi le riceve.”
    Alphonse Karr

  6. caposkaw ha detto:

    il problema è che è inutile parlare con chi preferisce il fanatismo.
    io ho smesso, dato che non ne vedo l’utilità.

  7. anna ha detto:

    caposkaw, come sempre il tuo contributo è essenziale, sarebbe carino ridurre ai minimi termini anche il tuo, di pensiero, ma è già talmente minimo di per se che temo sia impossibile… Vidsto che sei un mago dicci tu come fare: come sintetizzare il vuoto pneumatico?
    Sei simpatico, però, davvero 😀

  8. caposkaw ha detto:

    riducendo ai minimi termini il pensiero sinistro sui sindacati:
    sta zitto tu che sei berlusconiano, a noi non ce ne frega niente anche se i sindacati fanno i loro porci comodi e mandano quelli che dovrebbero tutelare sul lastrico…
    beh, è da sinistri.

  9. ilLIBEROpensatore ha detto:

    pensatore prima di leggerti l’articolo 39 della costituzione vai a dare un’occhiata all’articolo 3 che è meggggglio.

  10. Antonio Ormea ha detto:

    Ciao a tutti, e un saluto all’autore del blog. Vorrei invitarvi a visitare questo nuovo sito-giornale on line dedicato alla politica italiana (e a molto altro): si chiama il Politico.it e lo potete visualizzare all’indirizzo http://www.ilpolitico.it
    Aspettiamo i vostri commenti (in coda agli articoli e via posta elettronica).
    Se poi voleste anche aggiungerci al vostro elenco di link, ne saremmo felici.
    Ciao, e grazie!

  11. anna ha detto:

    Carino il plurale maiestatico.
    La mia domanda era un pò diversa, generale e non riguardante il caso specifico. A parte che le notti bianche non sono un’esclusiva di Roma, io ho partecipato a notti bianche a roma, firenze, milano e parma, ma cmq. Sarebbe gradito sapere in quale quota “il resto degli italiani” pagano lo “svago dei ragazzini romani”, e sarebbe ancora più interessante sapere perchè, in un’ottica di unione europea e abbattimento delle frontiere, sia così tanto importante creare uno spirito nazionale.
    E se questo sia davvero l’unico modo, e quanto sia efficace. Si potrebbe, che so, ricordare al mondo e agli italiani quanto di buono dall’Italia è stato fatto in ambito artistico, culturale e scientifico con mostre, dibattiti, approfondimenti, convegni… Invece facciamo sfilare i carri armati. Si vede che secondo qualcuno il massimo raggiungimento italiano del ‘900 è stata la vittoria in guerra. Caspita.
    Mi scuso con pensatore e tutti per la divagazione, è veramente troppo ot.
    Ciao 😀

  12. Mauriziosat ha detto:

    NON CI PARE

    perchè creare uno spirito nazionale è molto importante .
    Invece non lo è affatto far svagare i ragazzini romani con una nottata di concerti pagati dal resto degli italiani

  13. anna ha detto:

    Oddio.. Così su due piedi quanto sia stato speso per finanziare ciascuna delle notti bianche non lo so. Mio personalissimo parere è che un museo aperto sia una spesa più giustificabile di una sfilata di carri armati, ma resta una mia idea.
    Se aggiungiamo a questo le sponsorizzazioni egli introiti addizionali di bar, alberghi, ristoranti, trasporti (etc.), credo che il quadro sia un pò diverso. Poi, cifre alla mano, (che non ho), magari il tutto si è rivelato un flop. Nel qual caso possiamo serenamente concludere che sia stata un’iniziativa sbagliata.
    Ma il fatto che dei soldi siano stati buttati al vento da qualcuno non è una legittimazione per qualcun altro a continuare così.(anzi, peggio). Non ti pare?

  14. Giovanni ha detto:

    Visto che si parlava dell’articolo 39 della costituzione trovo opportuno citarlo per intero, solo per esattezza e correttezza.

    Dal sito del Senato

    L’organizzazione sindacale è libera [cfr. art. 18].

    Ai sindacati non può essere imposto altro obbligo se non la loro registrazione presso uffici locali o centrali, secondo le norme di legge.

    E` condizione per la registrazione che gli statuti dei sindacati sanciscano un ordinamento interno a base democratica.

    I sindacati registrati hanno personalità giuridica. Possono, rappresentati unitariamente in proporzione dei loro iscritti, stipulare contratti collettivi di lavoro con efficacia obbligatoria per tutti gli appartenenti alle categorie alle quali il contratto si riferisce.

  15. dragoberto ha detto:

    Pensatore,
    se parli di sindacati che difendono i lavoratori, sbagli nazione. Sai quale è la percentuale di lavoratori attivi che sono iscritti al sindacato? Compresi i dipendenti pubblici, circa il 25% della popolazione lavorativa italiana. Il 50% dei pensionati sono iscritti al sindacato. Quindi si può già comprendere chi difende il sindacato. Poi la CGIL non è più un sindacato.

    Per anna, ottima domanda… Perché non la giriamo a Veltroni e alle sue notti bianche?

  16. anna ha detto:

    guarda, ho fatto un giro.. la notizia la riportano un pò tutti, quindi possiamo concludere che sia vera. Sui numeri in italia non c’è mai certezza, il meno certo di tutti sembra proprio essere la russa che dichiara prima costi “che superano di poco i 500mila euro”, qualche giorno dopo è già a “oltre i 750mila”, ma comunque stiamo tranquilli, non li prendolo dal bilancio della difesita ma da un fondo apposito di 3milioni di euro, cercheranno di non consumarli tutti. (parole sue) eh insomma, 20 città, andrea bocelli e filmatini in tv costicchiano al giorno d’oggi.
    Io non ci avrei speso neanche 10 cent, quindi concludo tranquillamente che nonostante la fonte “faziosa” la mia domanda resta in piedi: siccome a quanto pare i soldi in generale mancano, c’è proprio bisogno di spenderli per una festa, del genere poi?
    mauriziosat, tanto x la cronaca, la notizia e i numeri qua riportati vengono da ansa, apcom, la stampa e il corriere. questi vanno bene?

  17. anna ha detto:

    ciao maurizio, grazie per il consiglio, meno male che ci sei tu. è evidente che mi sto facendo plagiare da banale propaganda. (potrebbe interessarti il fatto che l’articolo non esprimeva alcun tipo di parere -le considerazioni, incredibile, sono tutte mie- ma si limitava a riportare i fatti. O forse sbaglio, non ti interessa)
    Cmq vedrò di racimolare info da fonti meno “faziose” di repubblica poi ripasso. Intanto mi piacerebbe farti notare che (siccome non ti conosco) “carissimo” mi pare un pò ridondante -sai com’è, sono all’antica-; e che siccome mi firmo anna al max potresti scrivere “carissima”, ti pare?

    p.s. perchè tutto minuscolo e “travestito” col caps lock?

  18. Mauriziosat ha detto:

    carissimo

    su repubblica ne scrivono peggio che sul giornale dei giovani no global

    se dai retta a repubblica stai fresco .
    fossi in te cambierei letture …………. molto meglio e piu’ onesto il manifesto

    repubblica è come un TRAVESTITO che si spaccia per verginella

  19. anna ha detto:

    caro pensatore, sono felice che tu abbia cambiato argomento… Posso contribuire molto poco alla discussione perchè sono impreparata in merito… ma mi permetto di suggerirtene un altro cui pensavo stamani: si appropinqua il 4 Novembre, anniversario a quanto pare della gloriosa vittoria dell’Italia nella I world war. Giorni fa su Repubblica ho letto un articolo spiegante come il nostro ministro La Russa abbia deciso che siamo tutti deficitari di amor patrio e abbia previsto tutta una serie di manifestazioni per celebrare il lieto evento (carabinieri nelle scuole a spiegare la vittoria- e questa fa molto barzelletta, parate militari in piazza etc.)una postilla dello stesso articolo riportava i costi: solo su Roma, 4 milioni di euro.
    Ecco, scusa l’ot, ma un bel tuo articoletto che ci spieghi come mai, in un momento in cui tagliano da tutte le parti, si riesce a spendere spropositi per commemorare una vittoria (di cui peraltro non sarei così orgoglioso, sempre di guerra mondiale trattasi) di un secolo fa? Sicuri sicuri sicuri che non si potevano spendere in modo un tantino più utile?
    Ciao.

  20. thinker ha detto:

    questa è bella … un berluconiano ignorante , in malafede e presuntuoso che invita a leggere la costituzione !

    vergognati

  21. bubu ha detto:

    evidentemente è la tua ignoranza in materia a non andar d’accordo con la realtà: cgil cisl uil sono decisa minoranza nel merito!!!

  22. Frank77 ha detto:

    Ma guarda che in Alitalia ad essere maggioritari sono i sindacati di categoria,e ad esser minoritari sono i confederali.
    Quello che non capisco è:ma non si erano già messi d’accordo a settembre? Ma in Italia quante c….o di volte si tratta?

  23. TheB ha detto:

    Prossimo decreto urgentissimo:

    Attuare l’articolo 39 della Costituzione Italiana relativo alla registrazione dei sindacati. E a quel punto se ne vedrebbero delle belle, mi sa… Specie quando dovranno far vedere i conti.

  24. ilpensatore ha detto:

    No, non intendo arrivare a questo…ma ti invito a leggerti democraticamente l’articolo 39 della costituzione e a considerare altrettanto democraticamente la sua mancata attuazione.

    Capire chi e quanti rappresenta un sindacato è importanto… secondo me…

  25. Marco ha detto:

    Prossimo decreto: abolizione dei sindacati! Potrebbe essere una soluzione democratica, no? Più semplice di così!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Tieniti aggiornato: ISCRIVITI!


  • SOSTIENI IL BLOG!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: