Bambini in piazza.

Ieri sera, ad AnnoZero, un maestro bolognese rimproverava alla ministra Gelmini che la scelta del ritorno al maestro unico non fosse sostenuta da alcuna associazione di pedagogisti e che non si potesse mettere quindi i bambini alla mercè di scelte pedagogiche sbagliate.

Ebbene, mi sarebbe piaciuto che qualcuno (non dico Santoro, chè è quello che è…) avesse avuto le palle di chiedere a quello stesso maestro se mai qualche associazione di pedagogisti avesse invece mai approvato la scelta di portare i bambini in piazza coinvolgendoli attivamente nelle proteste, inculcando nelle loro giovani menti un sentimento a-critico di opposizione a tutto ciò che gli viene “insegnato” cui opporsi.

Annunci
Comments
51 Responses to “Bambini in piazza.”
  1. Giovanni ha detto:

    Tu resti un cafone ed un maleducato.
    Io ho riportato dei fatti, tu insulti e basta.

  2. di passaggio ha detto:

    “il maestro unico, secondo i sinistri, lobotomizzerebbe il cervello dei bambini.
    Quindi, i nostri genitori, i nostri nonni che hanno avuto il maestro unico sono tutti cretini, secondo voi, sempre secondo voi i bambini degli altri paesi europei, che hanno tutti il maestro unico, sono tutti scemi.”

    ..strano modo di dire solo: “il maestro unico è in vigore in tutti i paesi d’Europa”. Io ci leggo molto di più. E per me resti uno sputasentenze. Anzi, precisiamo: uno che genericamente crede che tutti quelli che protestano siano “sinistri” (magari poi mi spieghi pure che intendi), e non solo. Uno che pretende di stare nella testa di TUTTI i sunnominati sinistri e sapere cosa pensano, pensiero riassumibile nelle 4 generiche righe che leggiamo qua sopra. False, tra l’altro.
    Questo per me vuol dire essere generici qualunquisti e sputasentenze (guarda che non è un insulto: se argomenti e smetti di sparare nel buio non lo sei evidentemente più… gli insulti sono altri e non è mia abitudine insultare gente che non conosco)

  3. lorenzo ha detto:

    quello dei bambini è un fatto che palesemente riguarda l’educazione che i loro genitori vogliono dargli…non centra niente l’indottrinamento della sinistra o del catechismo..queste sono strumentalizzazioni…è ovvio che il genitore di destra darà anche involontariamente al figlio un’impronta di destra, per esempio facendo commenti la sera davanti la tv sulla “stronzaggine” di qualche leader..il genitore di sinistra darà al figlio un impronta di sinistra magari appendendo il manifesto di veltroni in cameretta xD…queste impronte lasciate condizioneranno il figlio almeno per la prima parte della sua vita e mi riferisco a giovinezza e adolescenza poi si spera che il figlio inizi a pensare un po con la propria testa…
    ma adesso perche non parliamo del perche quei genitori hanno deciso di portare in piazza i loro figli??perchè gli adolescenti di tutta italia si rivoltano scioperano e occupano scuole(me compreso)? perchè per il 30 ottobre è prevista una mega manifestazione con sciopero nazionale che vede coinvolti una lista impressionante di sigle sindacali??perchè il decreto gelmini (legge 133) vuole far diventare le università statali delle fondazioni private? perchè leva alle stesse i fondi??PERCHEE???perche con la crisi economica gli unici tagli netti finora sono sulla scuola,”il futuro della nostra nazione”(tanto per usare un’espressione trita e ritrita)???

    ps caro marco caruso nn mi sembra che tu ne parli di questa cara riforma Gelmini..per favore tieni parola a quello che hai scritto nella tua presentazione e fai davvero il moderato….

  4. Teste Pensanti ha detto:

    A dimostrazione che il maestro unico ha anche un valore pedagogico, segnalo l’articolo Sbagliato decretare ma il maestro unico ha un valore educativo, un’intervista di Repubblica a Giovanni Biondi, direttore dell’ Agenzia Nazionale per lo sviluppo dell’ autonomia scolastica, che esprime quella che secondo me è la posizione più sensata sull’argomento sentita finora.

  5. PRECARIO ha detto:

    IlPensatore…hai sbattuto la testa da piccolo…ora si spiegano i tuoi pensieri…

  6. PRECARIO ha detto:

    si taglia sulla scuola….e si aiutano le banche ….
    si taglia sulla scuola….e si aiuta Alitalia
    si taglia sulla scuola….e si danno 5 MILIARDI DI EURO alla Libia
    VERGOGNATEVI VOI che annuite da brave pecore e devono VERGOGNARSI questi governanti mafiosi e collusi…..
    …parlate di scuola e non sapete nulla di questo mondo…leggete il Giornale e guardate rete4……
    Fate veramente vomitare…..e come disse sia Enzo Biagi ed Indro Montanelli “Berlusconi e’ la feccia che risale dal pozzo”……e voi dietro….

  7. Giovanni ha detto:

    Io ho esposto fatti. Tu insulti. Io espongo il fatto che il maestro unico, tanto contestato è stato in vigore per decenni ed è in vigore in tutti i paesi d’Europa. Tu mi dai dello sputasentenze, complimenti!

  8. di passaggio ha detto:

    ciao, scrivo da casa.. a Roma. Sto pensando se andare o meno al circo max, quasi quasi leggendo il post sui numeri di questo blog la voglia mi viene.. in tv sembrano parecchi (magari milioni no, ma del resto “diverse centiaia di migliaia” non è incopatibile con 300 milia…
    Il mio punto di vista l’ho dato, ribadisco che non è giusto strumentalizzare i bambini ma non è giusto nemmeno strumentalizzare la strumentalizzazione: negli anni 90 Berlusconi rilasciava interviste stringendosi amorevolmente la figlia in braccio, x dirne una. Dal lato pratico poi magari qualcuno i bambini se li porta anche perchè le baby sitter costano… E cmq indottrinamento politico mi pare un pò eccessivo.

    Tommaso Farina: io al posto tuo continuerei a occuparmi di gastronomia se non hai nulla di costruttivo da dire, passare per insultare ti fa fare solo brutta figura

    Agli altri che generalizzano, stigmatizzano e qualunquizzano (ad esempio tale Giovanni qua sopra). Io fossi in te mi informerei prima di sputare sentenze, è un consiglio trasversale x destri e sinistri, coi clichè si va poco lontano… Magari in mezzo a quelli che protestano c’è qc che si è informato e protesta x motivi secondo lui logici: proviamo ad ascoltarli invece di sentenziare fesserie?

    Buon sabato!

  9. Giovanni ha detto:

    Dunque, il maestro unico, secondo i sinistri, lobotomizzerebbe il cervello dei bambini.
    Quindi, i nostri genitori, i nostri nonni che hanno avuto il maestro unico sono tutti cretini, secondo voi, sempre secondo voi i bambini degli altri paesi europei, che hanno tutti il maestro unico, sono tutti scemi.
    L’aver aumentato il numero dei maestri è stata solo una scelta fatta con puro spirito clientelare, per tutelare le clientele della leggendaria troika Dc-Pci-Psi e della Triplice.

  10. pippo ha detto:

    “Bambini in piazza” cos’è? il sottotilo del prossimo meeting di CL?

  11. Senzabussare ha detto:

    Avresti fatto meglio ad intitolare il tuo blog LO SCHEMATICO.
    Sera.

  12. Sharino ha detto:

    Eccouna situazione tipica:
    oltre al tuo blog ne seguo altri, tra cui quello di grillo.
    Lui oggi pone l’attenzione sull’intervista a Cossiga e sulle sue dichiarazioni.
    Io quelle dichiarazioni non le condivido e anzi ne sono indignato.
    Ora mi domando perché se io mi indigno e anche altre 5/10 persone si indignano altrettanto, poi ci chiamate grillini?

    Io mi indignerei anche se fosse stato Marco caruso a portare quell’intervista alla mia attenzione, sarei stato forse un pensatorino?

    Se poi la notizia la desse Travaglio che cosa ci sarebbe di male? io seguo anche gli articoli del buffone mechato, e se fosse stato lui a postarlo? stesso risultato: mi indignerei.

  13. mazapegul ha detto:

    @ilpensatore:

    Non so come l’hai vissuto tu il catechismo, ma a me ha dato tanto.
    In particolare un’idea di uomo che ho poi condiviso crescendo: la persona è al centro di tutto, ma non in maniera egoistica, bensì sempre in rapporto col proprio prossimo.
    Ho conosciuto valori significativi per la mia vita e che mi hanno aiutato in molte scelte.

    non nego che nel catechismo cattolico vi siano inclusi valori fondamentali, dipende anche da chi ti capita certo. vengono tuttavia inculcati nelle “giovani menti” vari concetti di vita assolutamente distorti, che in alcuni casi diniscono per diventare devastanti. ad esempio in relazione alla sessualita’, ma non solo. un’adulto puo’ decidere di vivere la sua sessualita’ come cavolo gli pare, purche’ sia nel rispetto degli altri. ma indottrinare i ragazzini con roba simile e’ pura violenza.

  14. Sharino ha detto:

    Ho detto vita nuova? .. no, non ho detto vita nuova.

  15. Augusto ha detto:

    E va bene, mi intrommetto. E riassumo:

    – bambini in piazza, ovvero usati a fini politici. A mio parere MAI; giá lo facevano, anche troppo bene, mascellone e l’imbianchino.

    – religione. Ai miei tempi, sono un pre-68ino, usavamo l’ora per studiare o mandare affanculo in prete o dire cazzate o andare a giocare a pallone.
    E la maledetta ora era obbligatoria e qualche stronzo prete pretendeva anche di dare i voti.
    Io proporrei varie ore di ETICA sociale e delle religioni. Religioni, al plurale.

    Per (tutto) il resto, mi pare che si stia radicalizzando ecessivamente.
    Se da un lato un gruppo di manifestanti non puó bloccare un servizio pubblico (nel 68/69 bloccavamo, ma anche ci beccavamo le cariche della polizia e non erano per niente amichevoli), dall’altro si dovrebbe cercare di evitare di “rinfocolare”.
    E parlo della sinistra (??) che soffiqa sul fuoco, tanto per rompere i coglioni al manovratore; e del manovratore che le spara grosse (mandiamo la polizia, peró non mi pare habbia detto “nelle scuole”).

    Vabbé, scusate l’intrusione, pischelli.

  16. Sharino ha detto:

    ecco un’altro re del giudizio gratuito, alla stregua di caposkaw, a cui ovviamente è riservato lo stesso trattamento.

    Pensatore hai mai fatto l’esperimento delle mani nei tre piatti (acqua calda fredda e tiepida – una mano in quella calda, una in quella fedda e dopo un po’ tutte e due in quella tiepida)?

    Insegna molte cose: le due mani sentono due temperature opposte pur essendo nello stesso piatto.
    Questo per dirti che se da un lato tu vedi me (è un esmpio) ripetere e approfondire quello che dice l’imputato travaglio, io vedo te ripetere e approfondire le tesi filogovernative sparate alla TV, quando in realtà potrebbe essere una valutazione del tutto sbagliata di entrambi.

    Sarebbe una buona norma che il parlamento annunciasse i disegni di legge senza dire da quale schieramento sono stati presentati e senza andare a chiedere le opinioni dei politici per almeno 3 o 4 giorni. In questo modo la gente potrebbe soffermarsi sui contenuti piuttosto che arraffare ogni volta le opinioni del suo leader. Per quanto irrealistico questo scenario vedrebbe molte persone accettare o criticare, e in ogni caso discutere coscientemente una proposta valutando LA PROPOSTA STESSA.

  17. Tommaso Farina ha detto:

    Caruso, tu certe zucche vuote le tratti troppo coi guanti di velluto.

  18. cat ha detto:

    certo, l’idea di insegnare ai bambini a fare qualcosa di civile per far valere il proprio punto di vista è buona, però, secondo me, i bambini sono bambini e le manifestazioni politiche sono manifestazioni politiche. Non si scende in piazza per fare festa ma per dire qualcosa e questo qualcosa non sono i bambini a dirlo ma i loro genitori e insegnanti. I bambini non vedono il mondo come gli adulti, è certo dovere degli adulti capirli, ascoltarli e spiegare loro il mondo nel modo migliore possibile, però i bambini non decidono e non votano perchè non li si ritiene responsabili, perchè non sono in grado di valutare, per loro stessa protezione, quindi l’idea politica che manifestano è quella degli adulti. Diventeranno persone, per ora sono solo bambini e bisognerebbe permettere loro di restare bambini ancora per un po’. Oltre al fatto che i bambini dell’età delle elementari vedono le maestre come delle mamme e se tu (ipotetico) vai a dire loro che qualcuno, il governo versione babau, vuole fare del male alle loro mamme , vuole togliergliele, perchè questo è il livello di comprensione che possono avere di provvedimenti che obbiettivamente sono molto più complessi, cosa pensi di ottenere? mia figlia a 7 anni era convinta che le maestre vivessero a scuola e che il fine settimana fossero spente, adesso fa il rappresentante di istituto e organizza l’autogestione: ogni cosa a suo tempo.

  19. madai ha detto:

    ilpensatore scrive :
    — inculcando nelle loro giovani menti un sentimento a-critico di opposizione a tutto ciò che gli viene “insegnato” cui opporsi —

    a parte la sintassi quantomeno dubbia della suddetta frase (complimenti), come fa un berlusconiano a dire queste cose senza vergognarsi ?

  20. di passaggio ha detto:

    ho scritto “non capiscono con gli occhi dei grandi”, mica che sono delle amebe… qualcosa capiranno pure loro, o c’è un’età precisa prima della quale si è scemi e dopo la quale si capisce tutto di botto?

  21. ilpensatore ha detto:

    @ Di Passaggio: attivarsi per una cosa che non si capisce non insegna ad attivarsi per far valere un punto di vista che non si ha…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Tieniti aggiornato: ISCRIVITI!


  • SOSTIENI IL BLOG!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: