Repubblica mette le mani avanti: se McCain vincerà sarà solo grazie ai razzisti!

Il brusco crollo nei sondaggi che davano vincente Obama con distacchi siderali dal senatore McCain, deve aver messo paura ai filo-democratici di casa nostra: quelli, per intenderci, che nel 2004 davano Bush per sconfitto perchè considerato (da loro, ovvio) il presidente più odiato dagli americani, salvo poi esser risultato il presidente più votato nell’intera storia americana; quelli che davano Kerry a valanga nei sondaggi; quelli che guardando le file alle cabine elettorali proclamavano l’unica verità possibile: “quando votano in così tanti è perchè c’è voglia di democrazia, quindi son tutti elettori democratici, quindi vincerà Kerry”.
Si, abbiamo visto…
Memori dello sconforto patito, tantopiù perchè inatteso e (per loro) inspiegabile, stavolta non vogliono fare la figura dei fessi (un’altra volta) e allora buttano le mani avanti: Obama vincerà facilmente…o meglio: dovrebbe vincere facilmente. I sondaggi parlano chiaro.
Epperò…
…e se poi succede come quattro anni fa? …e se McCain come Bush ribalta i pronostici e si avvia alla Casa Bianca alla facciazza dei democratici?
Niente paura, quelli de La Repubblica stavolta una idea per spiegarsi il ribaltone ce l’avranno. E la lanciano già oggi.
Se Obama perde sarà solo per colpa dei voti dei giovani razzisti.
Vi ricorda qualcosa?
A me si.
Ricorda tanto la classica giustificazione che in Italia si inventano ogni volta che le sinistre “democratiche” vengono sonoramente battute: non c’è merito nelle vittorie delle “destre”, anzi…semmai c’è l’imbarazzo per aver giocato con in campo persone sgradite: mafiosi, decerebrati, plagiati, sempliciotti, ignoranti, fascisti, xenofobi, e chi più ne ha sentite ne metta…
Avete presente le articolesse di Bocca del 2001 e del 2008? E quelli dei vari Grillo e Travaglio prima di ogni elezione?
E le facce sorprese dei giornalisti e dei sondaggisti che tentavano di spiegare il perchè dei flop delle loro previsioni?
Beh, allora avrete capito di come si sono evolute le cose: se perdono, siccome dalla loro parte stanno i “migliori”, vorrà dire che l’altro ha vinto perchè i peggiori erano di più.

Così da Repubblica hanno lanciato nello stagno il sassolino del voto razzista, con cui McCain, in caso di vittoria (improbabile, ma ancora possibile) verrebbe marchiato un po’ come Bush lo fu per il voto del 2000 e la sua vittoria sul filo di lana contro Al Gore! Allora furono presunti brogli; domani saranno voti validi, ma comunque scomodi!
Della serie: ammettere la sconfitta no? NO! Mai!

Comunque, se un simile pensiero è balenato nelle teste dei redattori democratici significherà pure qualcosa?

Annunci
Comments
18 Responses to “Repubblica mette le mani avanti: se McCain vincerà sarà solo grazie ai razzisti!”
  1. Franco ha detto:

    Si, vabbè, scemo io, non ho messo il link, eccolo: http://it.youtube.com/watch?v=NyvqhdllXgU

  2. Franco ha detto:

    Gli elettori, ah ah ah, guardate questo video di Howard Stern. Hanno cercato elettori di Obama, e hanno chiesto loro di commentare i programmi di McCain facendo però loro credere fossero di Obama. O mamma. Popolo bue.

  3. pippo ha detto:

    THE NEW YORK TIMES – “Due avversari, due ricette”: dopo Barack Obama anche John McCain svela il suo programma per risolvere la crisi economica; adesso tocca agli elettori scegliere. Ma più che l’economia, secondo il Nyt, sarà il fattore razziale a giocare un ruolo fondamentale nelle elezioni presidenziali. Un ultimo sondaggio New York Times/Cbs registra un netto vantaggio per il senatore afromericano dell’Illinois.

    Non penso che il NYT sia succursale di repubblica, quindi il tuo post rientra tanto per cambiare nella categoria: “sòle e ciofeche”

  4. pippo ha detto:

    Washington, 00:49

    USA 2008: SONDAGGIO, OBAMA 14 PUNTI DAVANTI A MCCAIN
    Barack Obama ha un vantaggio di 14 punti sul rivale John McCain. Lo sostiene un nuovo sondaggio ‘Cbs/New York Times’. L’indagine, diffusa a tre settimane dalle presidenziali statunitensi, da’ al candidato democratico il 53% dei consensi contro il 39% del rivale repubblicano. Nell’ultimo sondaggio Cbs/New York Times del 6 ottobre scorso il margine di distacco di Obama era di soli 3 punti.

    Madòòòòòò che crollo, Obama è sbiancato dalla paura. ma và và

  5. Tetsuo ha detto:

    L’articolo di repubblica parte da lontano.
    Tempo fà gli editorialisti americani, parlavano del fattore Razza come importante.
    Citando l’esempio dell’aspirante governatore della california (mi sembra, ma non sono sicurissimo) con 12 punti di vantaggio nei sondaggi a pochi giorni dalla fine… era nero… e perse nonostante i sondaggi.
    I sondaggi post voto, misero in evidenza che molte persone “non se la sono sentita” di votarlo perchè nero.
    Ovviamente tu ri fermi ai titoli di giornale e se leggi Repubblica, Travaglio o Grillo parti subito all’attacco.

    E poi il crollo dei sondaggi di Obama “‘ndo sta?”, ennesima invenzione del Pensatore… ammazza quante ne pensi 😀

  6. altapp@tin.it ha detto:

    La questione è relativamente semplice.
    Certamente Obama ha “perso” una parte di voti potenzialmente democratici per via del pregiudizio razziale; ma quelli che egli ha conquistato proprio per il fatto di essere il primo candidato afroamericano alla Casa Bianca, sono molti di più.
    Questa caratteristica della sua persona ha contribuito in modo determinate ad accreditarlo come personaggio nuovo, diverso, idoneo ad incarnare la voglia di cambiamento.
    Lo notava a maggio il direttore dell’Economist: “molti bianchi della working class, in particolare uomini, sarebbero più contenti di votare un bianco invece di un afroamericano; ma se Obama fosse bianco non avrebbe generato quel tipo di passione ed entusiasmo senza il quale probabilmente non sarebbe arrivato dov’è”.

    Qualche giorno fa, un sondaggio della Gallup ha stimato in un 6% gli elettori dissuasi dal votarlo perché “nero”, e in un 9% quelli convintisi a votarlo proprio per la stessa ragione.

  7. Marco ha detto:

    Sharino, credo sia tempo perso argomentare su Fede, Facci, Giordano e pseudogiornalisti di quella razza ligia più al potere che al dovere e che mi va venire il voltastomaco. Basta leggere l’ultimo articolo di Facci sul sito de Il Giornale. Sembra di leggere Caruso…E Caruso scrive anche meglio. Ieri sera su Ratire guardavo Biagi che intervistava Montanelli. Mi veniva da piangere di nostalgia.

  8. Sharino ha detto:

    Marco io 10 anni fa non seguivo il TG (e oggi direi: grazie a Dio) ma se passi una giornata sotto il sole di un v-day e poi accendi il tg4 ti domandi come può glissare così spudoratamente su ciò che non gli sta simpatico..

    Mi torna in mente una vecchissima barzelletta su fede, berlusconi e l’interpretazione dei tg, quella in cui c’è il salvataggio che diventa incidente che diventa attentato sulla bici del premier…
    Quella barzelletta avrà almeno 8 anni, e ad oggi riassume egregiamente il talento e la reputazione del tuo “decano”. Forse per un annetto e 6 mesi avrà fatto sana informazione.. ma chi lo sa.

    Ritengo che lui sia il peggio che la tv possa riservarci, e ho anche un po’ di argomenti ed esperienze personali oltre che un centinaio di video su youtube con cui argomentare questa tesi (io).

  9. cougar84 ha detto:

    E un bel “CHI SE NE FREGA!”?
    Credo che in Italia abbiamo altri problemi più importanti di come andranno le elezioni in USA, non credi?
    Vedi, la politica italiana è talmente marcia che non esiste più destra e sinistra, lo dici tu stesso quando critichi Veltroni di essere un fantoccio. E hai ragione.
    La sinistra è una adolescente creatura che gioca con il suo videogame preferito, mentre la destra è un covo di pregiudicati e di persone di poca fiducia che attuano i loro sporchi comodi alla luce del sole, senza che nessuno li critichi … nemmeno voi che ne venite danneggiati …
    Quando ti chiederanno i 300€ annui per pagare i debiti alitalia, ti prego non dire che è colpa delle tasse della sinistra … e che il Governo Berlusconi ha tagliato le tasse …

    Ciao,
    Marco

  10. GG ha detto:

    hai letto molto male l’articolo, se parli di “giovani razzisti”.
    In realtà parla dell’ESATTO OPPOSTO: giovani “colour blind” che LITIGANO con genitori ancora scettici di fronte ad un presidente negro.

    Tutto il resto potrebbe essere conseguenza di scarsa attenzione alla lettura…

  11. Marco ha detto:

    Caruso, Fede è la vergogna del giornalismo italiano. E’ il peggio del peggio che la professionalità possa offrire. Il suo passato non esiste più se il presente è quello che ogni giorno abusivamente si può ammirare su Rete4.
    Recentemente ha avuto pure il coraggio di snobbare e criticare Saviano, un giornalista 29enne che vive sotto scorta ed è minacciato dalla camorra.

  12. $$$ ha detto:

    la nostra classe politica che si ricicla con le stesse facce ad ogni elezione

    non la consideri?

  13. ilpensatore ha detto:

    @ Sharino: hai colto nel segno.
    E così rispondo anche a Marco: perchè parlare solo del peso del “razzismo bianco” rimanendo ciechi di fronte a quello dei neri d’America, galvanizzati dallo stesso Obama?
    Per me, dar credito a simili sciocchezze sociologiche è un voler trovare la scusa…o per lo meno aver sfruttato un’occasione per potersi poi dichiarare sconfitti comunque con onore perchè il disonore sta tutto nella vittoria razzista dell’altro!

    PS: su Emilio Fede tengo a ribadire che è un giornalista d’antico pelo e che non è sempre stato quello che è oggi… il suo essere apologeta berlusconiano non dovrebbe cancellare tutto il suo passato che non può essere abiurato!

    PPS: su Grillo e Travaglio resto convinto che siano, assieme a tanti altri, il peggio che il nostro Paese potesse partorire…

  14. Sharino ha detto:

    …la parte su Grillo e Travaglio l’ho saltata.. Caruso non gode di alcuna credibilità da parte mia riguardo l’argomento, almeno fino a quando non si dimostrerà minimamente informato sui personaggi di cui tanto ama parlare.

  15. Sharino ha detto:

    Mettere le mani avanti è sintomo di insicurezza… Vogliono fare quelli “delle previsioni” ma senza esporsi più di tanto..

    Ti leggo con scetticismo (dopo esclamazioni come Fede decano dell’informazione è il minimo…) ma questo post mi sembra sulla giusta strada. 😉

    Staremo a vedere se gli americani stanno bene così (governati a-la-craxi: tutti felici, tutti pompati di soldi e poi vi crolla l’economia) o se decideranno di rimboccarsi le maniche, rendersi conto che sono poveri, e ricostruire insieme un futuro senza troppe manie di potere.

    Poi c’è da fare un’altra osservazione:
    Se da un lato ci sono i razzisti, dall’altro ci sono quelli di colore, magari disinteressati di politica (e sappiamo quanti ce ne sono tra i giovani) che voteranno obama proprio perché è di colore come loro. Quindi Repubblica le “previsioni” è meglio che le lascia fare ad altri.. 😉

  16. Marco ha detto:

    Caruso ma l’hai letto l’articolo o spari a vanvera perchè ti prudono le mani? Ma chi delegittima dall’Italia? Non sai cosa dici. Parli sempre di Grillo e Travaglio ma non entri mai nel merito perchè non sai cosa dire. Parla di calcio, te lo dico seriamente.

  17. ilpensatore ha detto:

    E’ vero Franco, ma nessuno tra i repubblicani si è mai sognato di dire che se Obama vincesse sarebbe grazie al voto dei terroristi!
    Le campagne elettorali made in USA sono fatte così: colpi bassi e pugnalate dietro la schiena appena l’altro si gira.
    Ma non si capisce perchè dall’Italia si debbano avanzare simili delegittimazioni…

  18. Franco ha detto:

    Non mi convince, una parte della campagna repubblicana puntava a incolpare Obama di vicinanza ai terroristi, e altre questioni abbastanza ignobili. Tanto è vero che McCain stesso è dovuto intervenire per calmare gli animi repubblicani. http://it.youtube.com/watch?v=kTWxb6m6EqQ

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Tieniti aggiornato: ISCRIVITI!


  • SOSTIENI IL BLOG!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: