Scopri le differenze: la Realtà Vs Travaglio.

non è reiterabile, salvo il caso di nuova nomina nel corso della stessa legislatura né si applica in caso di successiva investitura in altra delle cariche o delle funzioni.

Questo era il testo della legge, (comma 5) quindi la realtà.

Questo invece, come la traduce Travaglio sul suo blog.

questo è pure “reiterabile… in caso di nuova nomina nel corso della stessa legislatura”. Se, alla fine di questa, Al Tappone riesce a passare da Palazzo Chigi al Quirinale, porta con sé sul Colle lo scudo spaziale che aveva già a Palazzo Chigi. Che dunque durerebbe 5 anni più 7, rendendolo auto-immune fino al 2020 quando ne avrà 84.

Paradossalmente, se facesse uccidere Napolitano per sloggiarlo anzitempo, non sarebbe punibile e potrebbe prendere il suo posto senza che nessuno possa processarlo

Ovvero:

la realtà dice che l’immunità vale per una sola volta anche se cambia la carica (a meno che non sia reiterata nel corso della stessa legislatura per quella di Pres del Cons); Travaglio invece o non sa leggere o si fa spiegare malissimo le cose e arriva a dire l’esatto contrario, ovvero che volendo Berlusconi una volta esaurito il suo mandato da Premier può rimanere immune dai suoi processi con la salita al Quirinale. Ma non è vero, non funziona così, non è così.

Vabbè…ma quante ancora ne dovremo dire per chiarire a tutti la vera natura truffaldina del Travaglio?

Annunci
Comments
66 Responses to “Scopri le differenze: la Realtà Vs Travaglio.”
  1. Vincenzo ha detto:

    Tu ti sei bevuto il cervello.

    Dal PASSAPAROLA del 30 giugno 2008 (Sua Impunità):

    Quali sono le differenze tra il lodo Alfano di oggi e il lodo Schifani del 2003? Pochissime. La prima è che sospende tutti i processi e le indagini a carico di quattro alte cariche, anziché cinque: Capo dello Stato, capo del Governo, presidenti di Camera e Senato. Secondo, e questa è la differenza più importante, NON è REITERABILE PER DUE LEGISLATURE. VALE PER UNA SOLA LEGISLATURA. All’interno di una legislatura, se cade il governo e tu rifai il presidente del Consiglio, mantieni l’immunità anche due volte, ma sempre all’interno della legislatura.

    E la prossima volta informati prima di scrivere caxxate

  2. mark ha detto:

    @pensatore

    PS : il legittimo sospetto è stato reintrodotto dal governo Berlusconi nel 2002 o 2003 non ricodo +…… sempre sul bagnato piove.

  3. mark ha detto:

    Scusami pensatore, ma non capisco i tuoi esempi.Tu mi dici nell’esempio della bicicletta che siamo uguali ? NO se sei recidivo ed io no, non lo siamo, pertanto anche il giudizio non è può essere uguale.In merito al lodo alfano mi pare che dipietro abbia specificato che cmq anche qualora si riprendesse il processo mills nei confronti di berlusconi al cessare dell’immunità, non riprenderebbe da dove è stato interrotto, ma si dovrà ricominciare da capo con altri giudici, allungandolo ed avvicinando la prescrizione.Credo che tutti siamo uguali davanti alla legge.PUNTO.Se il Premier è innocente come dice, allora non deve avere paura di nulla, si faccia processare, tanto in aula ci vanno i suoi avvocati e cmq i processi a lui non tolgono certo il tempo per essere in parlamento, dato che non c’è mai (98.5% assenze da fonte sole24ore a dic 2007).Invece il lodo stato approvato in fretta e furia, come se fosse davvero necessario stoppare il processo mills…. chissà mai perchè…prima inserita in un decreto d’urgenza la norma blocca processi, indispensabile per la nostra nazione, e poi, appena ottenuto il lodo alfano stralciata, ed inserito in fondo la norma del patteggiamento allungato (per evitare anche che sia spiegata la sentenza in caso di patteggiamento di Mills)…..A me sta cosa puzza!Io credo che quando un padre predica bene e razzola male, il figlio fa lo stesso, idem per i nostri politici (TUTTI).Chi va ad amministrare il bene pubblico deve dare esempio di limpidezza in tutto e per tutto ed essere pulito, ma questo Berlusconi proprio non lo da a vedere, anzi….

    Tornando alla questione iniziale di travaglio, l’articolo è uscito l’11 e pertanto scritto almeno il 10, forse, e sottolineo forse ispirato da una bozza della legge, che qualcuno può avere passato alla stampa e che poi è stata meglio specificata (se è stato inserito l’emendamento del pd vuol dire che è stato discusso e approvato dopo il ddl iniziale che a sto punto non lo prevedeva!!!correggimi se sbaglio)
    Detto questo noto che spesso travaglio cerca le storture e le porta all’eccesso nell’intendo(forse!!) di causare la maggior indignazione popolare ed eco possibile in maniera che questo abbia delle ripercussioni positive e meno schifose sulla legge in discussione…..(come per esempio il martellamento per ottenere le dimissioni di previti)E quasi sempre gli va bene ma ogni tanto sbaglia anche lui.Che ci volete fare è umano…Se poi è arrogante indisponente, pazienza mica ci devo uscire a cena.Io cerco travaglio per sapere il suo punto di vista, sempre parecchio preciso e diretto e comprensibile, e se questo vi rende così astiosi verso di lui, forse vuol dire che buona parte di ciò che dice è fastidiosa, quindi reale, pertanto ha colpito nel segno.Ti è + simpatico fede ? ?Vespa ? Mimun?Facci ok no problem travaglio è uscito dalla carta stampata per poi “esplodere” con i libri (regime e la sparizione dei fatti) dov’è il suo peccato ? Chi ha obbligato la gente a comprare i suoi libri o andare ai suoi spettacoli (GRATIS o con obolo ??).Se come dite il successo sta facendo diventare arrogante, voi state diventando invidiosi!Fate un libro e vedremo se la gente lo comprerà!!Chissà perchè nonsiete così pignoli quando il Premier dice che ricusa il giudice gandus anche perchè “…… avrebbe dalla sua un testimone che ascoltò un’affermazione fatta dalla dottoressa Nicoletta Gandus durante un dialogo con un altro magistrato”.Cioè riporta cosa dice uno che origliava un altra conversazione a 2 ?? 😀 .Cerchiamo di essere seri e sobri … a partire dai nostri politicanti.

  4. ilpensatore ha detto:

    @ Ciao: credo il tuo ragionamento si fondi su un errore di fondo.

    ti spiego il tutto con un esempio:

    se io rubo a te qualcosa, vengo incriminato per furto e punito di conseguenza.

    se tu rubassi qualcosa a tuo padre, non verresti incriminato per furto e quindi non verresti nemmeno punito di conseguenza.

    stesso fatto, stesso reato, stesse modalità: epperò una volta io sarei condannato, mentre tu affatto.

    ma non eravamo tutti uguali di fronte alla legge?

    altro esempio:

    si sta celebrando un processo in cui siamo imputati sia io che te per un qualsivoglia reato.
    stesso giudice quindi.
    quel giudice però mi conosce e ha avuto screzi con un componente della mia famiglia.
    la mia posizione viene stralciata dalla tua e io mi becco un nuovo giudice.

    ma non eravamo tutti uguali di fronte alla legge?

    ancora:

    tu commenti un furto. Ti becchi la tua pena, ammettiamo di 2 anni.
    io commetto lo stesso furto. Ma siccome sei mesi fa avevo rubato una bicicletta, la mia pena si raddoppia perchè recidivo.

    ma non eravamo tutti uguali di fronte alla legge?

    ultimo:

    io commetto un furto. Devo subire regolare processo.
    Berlusconi commette un furto. Deve subire regolare processo.
    solo che mentre il mio si attiverà immediatamente, quello di Berlusconi si attiverà nel giro di 5 anni (durante i quali, non dimenticare, le indagini possono comunque essere condotte).
    giustizia per entrambi quindi.
    nel caso del Cav però cambia la procedura.
    che però non cambia la sostanza: passerà comunque a rispondere alla giustizia dei fatti che gli potranno essere addebitati.

    siamo davvero disuguali di fronte alla legge?

    allora: ti ho riportato alcuni esempi per farti capire che l’art. 3 della costituzione è molto più complesso di quello che si vuol far credere con una lettura troppo legata al semplice testo della norma.

    così, è possibile che a parità di reati un figlio che rubi al padre non venga punito rispetto allo sconosciuto che commette l’identico reato.
    perchè? perchè entrano in gioco altri fattori che rendono necessariamente la legge diversa, perchè diverse sono le condizioni in cui si trovano le due persone che agiscono in violazione di essa.

    idem con patate per il recidivo.

    insomma: è vero che dobbiamo essere tutti uguali davanti alla legge, ma al tempo stesso, la legge non può esser per tutti uguali quando uguali non siamo e si inseriscono altri principi e fattori con cui questa diversità va bilanciata.

    spero d’esser stato più chiaro.

    perchè ritieni che Berlusconi non sarà più uguale davanti alla legge?
    non verrà forse comunque giudicato per i suoi presunti crimini?
    si.
    questione di tempo.
    ma cambia davvero l’applicazione della legge?
    no.
    di una procedura si, ma della sostanza della legge no!

    ciao

  5. ciao ha detto:

    Errore, invece è sbagliato! perchè sapendo che è giusto: “Tutti i cittadini sono uguali davanti alla legge” non può essere giusto “4 cittadini non sono più uguali davanti alla legge” , è illogico.
    Se sappiamo che è vero A, come può essere vero anche B che è il suo opposto????

    non mi venire a dire che non è incostituzionale

  6. ilpensatore ha detto:

    @ Ciao: si, è giusto. Anche perchè non si tratta di un “lavoro” qualunque!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Tieniti aggiornato: ISCRIVITI!


  • SOSTIENI IL BLOG!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: