Manipolare l’informazione.

Sulla home page di Repubblica.it (alle 15,13) appare un box con due notizie che la dice lunga sulle teniche di manipolazione dell’informazione.

Eccovi l’immagine tratta dal sito:

Ora, a meno di non essere tra quelli a cui suona un po’ strana una notizia del genere, parrebbe quasi che “gli annullamenti per i boss della mafia” siano colpa dell’attuale governo, contro cui, quindi, giustamente si starebbero ribellando i giudici.
Questa l’interpretazione del pervicace accostamento di due notizie completamente scollegate tra loro e che non vedono coinvolto in alcun modo il governo nella “crisi” del 41bis (il carcere duro) ai mafiosi.

Passando con la punta del mouse sui titoletti delle notizie (che a prima vista possono sembrare una notizia unica) si scopre che in realtà rimandano a due articoli diversi.

Il primo, quello sul 41bis, in cui si spiega che sempre più boss riescono ad uscire dall’isolamento.
E il governo non c’entra assolutamente niente: il problema è tutto nella motivazione usata dai giudici del tribunale di sorveglianza: “Non è dimostrata la persistente capacità del detenuto di mantenere tuttora contatti con l’associazione criminale di appartenenza“.
I magistrati antimafia, chiedono quindi una rivisitazione dell’articolo sul carcere duro.
E’ insomma un appello al governo per migliorare una norma vigente.

Il secondo, ci informa che le toghe, anzi, il sindacato delle toghe, l’ANM, sarebbe in agitazione.
Perchè ce l’ha tanto col governo?
Perchè il governo ha deciso di tagliare gli stipendi ai magistrati.
E loro cosa fanno?
Organizzano uno sciopero, minacciando di lasciar vuote le aule.
Ma lo sapete quanti processi saranno così SOSPESI pur lasciando scorrere i tempi di prescrizione?
Impossibile dirlo, ma i solerti magistrati, quelli che in fretta e furia hanno calcolato i “costi” della blocca-processi, oggi si riguardano bene dal fare due conti e dire alle famiglie quanti e quali indiscriminati processi rischiano di perire perchè pm e giudici non vogliono vedersi diminuire gli stipendi.
Per lo meno, loro rispettano l’articolo 3 della Costituzione: scioperando sospendono sia i reati gravissimi che quelli meno gravi; così le famiglie con figli ammazzati o figlie stuprate saranno trattate ugualmente a quelle dei ragazzi malmenati dai bulletti di periferia e quelle di chi si è visto svaligiare la casa…

Insomma: è evidente che l’informazione è posta sotto regime e che Berlusconi ne è il grande burattinaio…

Da notare: Di Pietro che avvalla la sommossa dei magistrati senza nulla dire sulle possibili sospensioni dei processi dovute agli scioperi; Travaglio che nulla (ancora) ha detto sulla vicenda…

Viva l’informazione indipendente…

Annunci
Comments
12 Responses to “Manipolare l’informazione.”
  1. Giacomo ha detto:

    “Filippo, si vede che non hai capito quanto ha scrittp Pensatore:
    “scioperando”, la “casta” dei magistrati fa andare avanti i tempi di prescrizione dei processi, in quanto non e’ previsto che la prescrizione si fermi se la magy non lavora.
    Con la legge “sospendi-processi”, invece, viene sospesa anche la prescrizione.
    E in ogni caso il processo Mills non verrebbe sospeso, in quanto s’e’ gia’ ripetuto che il Cav. Avv. On. Berlusconi si avvarrebbe della facolta’ di non far sospendere il proprio processo.”

    “Certo, tanto basta che se ne serva Mills” M.T.

    “e tu lo saresti invece? dovrei prender te come esempio?
    te che mi citi i 100mila processi sospesi per legge e niente hai da dire sugli X processi che non si sa bene quali siano e quanti siano che verranno necessariamente sospesi e rimandati a causa di questo sciopero?
    non cogli la contraddizione nel lamentarsi per una sospensione e poi adottare lo stesso provvedimento?”

    Si tratta di una decisione ESTREMA, nessuno lo nega. E’ come se scioperassero i medici. Io sarei molto perplesso se ciò accadesse, però se come in questo caso fosse evidente che i medici non fossero più in condizioni di svolgere il loro lavoro bene, con qualche riserva accettei lo sciopero, purchè breve.
    Quanto alla “contraddizione” io credo che Pensatore stia partendo da un presupposto sbagliato.
    Non credo che la preoccupazione sia la sospensione dei processi, bensì il loro ripristino: il fatto che i centomila( magari sono meno, magari di più, passatemi il termine) processi tra un anno riprenderanno tutti di un botto, con tutte le difficoltà tecniche che iimagino questo comporti. Difficoltà tecniche certamente più gravi di quelle dovute alla sospensione di un giorno, una settimana od anche (ma non crdo sia il caso) d un mese che lo sciopero comporterebbe.

  2. PiccoloKin ha detto:

    E’ cosa non ha fatto per tenerli al 41bis il problema.
    Inoltre ricordo che i titolisti e gli autori degli articoli sono praticamente sempre due persone distinte.
    Inoltre quel titolo non e’ certo la prova che dimostra che il fantomatico regime non esiste.
    L’assenza di informazione che esiste in Italia non e’ legata solo a Berlusconi, anche se lui e’ la piu’ grossa delle anomalie a riguardo. E’ il controllo politico quasi completo che si ha in tutti i settori dell’informazione (ma principalmente in tv) ad essere il fantomatico regime. In quest’ottica il controllo lo fa anche la sinistra, ceh non e’ certo esente da queste storture, e quello di Repubblica e’ un caso del genere.
    Ma due torti (due controlli dell’informazione opposti che si fronteggiano a suon di manipolazione di informazioni, anche se in un caso e’ solo un titolo, niente di paragonabile agli editoriali di Feltri o di Ferrara, ) non fanno una ragione. Cosi’ come i due controlli dell’informazione non sono paritari, quello dominante e’ vistosamente quello berlusconiano.
    In tutto questo i cittadini sono i soli perdenti. Nonche’ vittime della sindrome di Stoccolma, di cui ritengo (ovviamente opinione personale) che anche tu sia vistosamente affetto.
    (^o^)

  3. ilpensatore ha detto:

    Pillolo Kin, io non lavoro per Repubblica, nè pretendo di esser tenuto in considerazione per una professione che non esercito (quella di giornalista): io non sono tenuto a render conto di verità oggettive o descritte nel loro insieme; ma almeno non mi lamento di un presunto fantomatico regime che non esiste…

    e se permetti, ho fatto vedere quell’immagine a più persone (anche in casa) e tutti mi hanno dato la stessa risposta: messa così sembrava che il governo avesse fatto qualcosa per scarcerare i boss…

  4. PiccoloKin ha detto:

    Nel titolo la parte protesta contro il governo e’ legata a questa frase del primo articolo:

    “Lumia sollecita il ministro della Giustizia: “Presenterò un’interrogazione – annuncia – dopo il caso Madonia nessuna risposta è ancora arrivata dal Guardasigilli Angelino Alfano. La questione è urgente.”

    Per quanto riguarda il secondo articolo, ridurre il motivo dell’agitazione permanente alla sola riduzione degli stipendi e’ scorretto. Non lo fanno solo per quello, e lo sai pure tu.
    Inoltre invece di indagare sulle ragioni dell’agitazione permanente, ti preoccupi dei tempi di prescrizione. Anche quello e’ scorretto.
    (^o^)

  5. Bibbi ha detto:

    Marco buongiorno, appena puoi vienici a trovare, sei stato premiato!! 😉

  6. ilpensatore ha detto:

    @ Filippo:

    dimenticavo.

    dici:

    > mi son dimenticato di dirti nel tuo precedente articolo che uno come saviano che è anni che vive sotto scorto e sotto mira per ciò che ha pubblicato non devi permetterti neanche di nominarlo. <

    e chi sarebbe per non essere nemmeno nominato?
    non si può citare nemmeno?

    e comunque era un esempio di come un giornalista può lavorare e sia più credibili quando si sporca le mani sul campo piuttosto che aspettare i resoconti stenografici delle sedute di tribunale o le sentenze comodamente seduto in panciolle a casa propria…

  7. ilpensatore ha detto:

    @ TheB: è sempre molto difficile discutere con chi parte dal pre-giudizio che alcuni siano infallibili rispetto ad altri…

  8. ilpensatore ha detto:

    @ Filippo: chiariamo una cosa semplicissima, direi quasi lapalissiana: io non sono un giornalista. E lo dico chiaro e forte anche nel disclaimer. Non mi ripropongo di fare informazione, ma semmai di fare controinformazione rispetto a specifici fatti.

    dici di me che “non sei per niente democratico in ciò che scrivi”.

    e in che modo si sarebbe “democratici” nello scrivere?

    e tu lo saresti invece? dovrei prender te come esempio?
    te che mi citi i 100mila processi sospesi per legge e niente hai da dire sugli X processi che non si sa bene quali siano e quanti siano che verranno necessariamente sospesi e rimandati a causa di questo sciopero?
    non cogli la contraddizione nel lamentarsi per una sospensione e poi adottare lo stesso provvedimento?

    i politici si sono raddoppiati gli stipendi?
    e allora?
    che c’entrano i politici coi magistrati?

  9. TheB ha detto:

    Filippo, si vede che non hai capito quanto ha scrittp Pensatore:
    “scioperando”, la “casta” dei magistrati fa andare avanti i tempi di prescrizione dei processi, in quanto non e’ previsto che la prescrizione si fermi se la magy non lavora.
    Con la legge “sospendi-processi”, invece, viene sospesa anche la prescrizione.
    E in ogni caso il processo Mills non verrebbe sospeso, in quanto s’e’ gia’ ripetuto che il Cav. Avv. On. Berlusconi si avvarrebbe della facolta’ di non far sospendere il proprio processo.

  10. Filippo Tacchini ha detto:

    Ma lo sapete quanti processi saranno così SOSPESI pur lasciando scorrere i tempi di prescrizione?

    con il decreto del Berlusca?
    quasi 100.000 uno su tutti quello mills

    nono ma ne sai

  11. Filippo Tacchini ha detto:

    a ps i politici non poco tempo fa si sono quasi raddoppiati li stipendi, ma questo democraticamente non dirlo.

  12. Filippo Tacchini ha detto:

    ROMA – Toghe in agitazione a oltranza. L’associazione nazionale magistrati ha deciso la linea dura contro gli interventi del governo nel settore della giustizia.

    Tra queste la sospensione dei processi
    le disposizioni sulle intercettazioni
    il taglio delle risorse al settore giustizia
    e il taglio degli stipendi introdotto dall’art.69 del dl 112 (cosiddetto decreto manovra).

    Perchè ce l’ha tanto col governo?
    Perchè il governo ha deciso di tagliare gli stipendi ai magistrati.
    E loro cosa fanno?

    ecco come si manipolano le informazioni.
    ho letto 5 min il tuo blog per capire che

    non sei per niente democratico in ciò che scrivi

    a ps: mi son dimenticato di dirti nel tuo precedente articolo che uno come saviano che è anni che vive sotto scorto e sotto mira per ciò che ha pubblicato non devi permetterti neanche di nominarlo.

    c’è chi combatte la mafia
    c’è che la nutre

    tu da che parte stai?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Tieniti aggiornato: ISCRIVITI!


  • SOSTIENI IL BLOG!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: