Intercettiamo le balle di Di Pietro.

C’è una truffa ai danni della pubblica amministrazione.
Ci sono degli omicidi.
Si tratta di fatti che creano un forte allarme sociale.

I requisiti ci sono tutti, ma ancora c’è qualcuno che pensa che con la nuova normativa (se venisse approvata così com’è uscita dal consiglio dei ministri, in blocco) casi come quelli della clinica Santa Rita di Milano rimarrebbero imperseguibili.

E’ una balla colossale anche per un altro motivo: tutta l’indagine non è scaturita da intercettazioni, che ovviamente dal nulla non possono partire, ma dalle segnalazioni di pazienti che si erano ritrovati a patire pene peggiori a quelle per le quali si erano fatti ricoverare; da lì sono scattati i controlli su numerosi documenti. Le spiate telefoniche sono arrivate solo in un secondo momento e hanno semmai confermato sospetti.

Perfino i reati finanziari che Di Pietro teme non saranno più scoperti, continueranno a venire alla luce.
Per il semplice fatto che un indagine non ha mai nè può avere origine da una intercettazione, la quale per essere accordata ha bisogno d’esser motivata e quindi ciò non può che avvenire in un secondo momento rispetto alla presa di conoscenza della notizia di reato nonchè delle prime indagini investigative.

Sul blog dell’ex pm di mani pulite ci sono poi altre imprecisioni.

In particolare: al punto UNO Di Pietro si lamenta che con questa norma non saranno più intercettabili reati come il faslo in bilancio, la truffa aggravata ai danni dello stato nonchè l’evasione fiscale.
Beh, a rigor di logica neanche prima sarebbe potuto accadere, visto che la vecchia legislazione sulle intercettazioni le prevedeva per reati con pena edittale nel massimo non inferiore a 5 anni e tutti quei reati erano sanzionati in maniera più lieve. Tranne la truffa aggravata, che però è del tipo quella commessa da Gustavo Selva che se ne andò scarrozzato da un’ambulanza per scopi privati.

Sul punto DUE si può anche esser d’accordo. Effettivamente la scelta di affidare a ben 3 giudici il giudizio d’autorizzazione delle intercettazioni appare un inutile aggravio di spesa e di tempo per questo strumento d’indagine.
Detto questo, pare però rispondere alla necessità di rendere più “difficile” abusare delle intercettazioni e in 3 sono molto meno influenzabili che uno solo.

Punto TRE: il fatto che le intercettazioni non possano essere usate come PROVA in un altro procedimento è sacrosanto. Non è però escluso che esse vengano usate come notizia di reato e da lì possano scaturire nuove indagini e magari anche la richiesta di nuove intercettazioni. Ergo: il problema, in realtà non sussiste ed è solo capzioso.

Punto QUATTRO: è un principio garantista quello di tutelare l’onorabilità di una persona fino almeno al primo grado di giudizio. Chi dovrebbe occuparsi poi di decidere cosa è giusto o meno che l’opinione pubblica sappia o non sappia non è dato saperlo. C’è inoltre un falso nelle argomentazioni dell’ex pm e leader dell’IdV: nel caso la procura indagasse la stessa persona su due reati saremmo in presenza di uno dei casi in cui le inchieste potrebbero venire avocate dal Procuratore perchè è evidente trattasi di procedimenti CONNESSI.

Punto CINQUE: su mafia e terrorismo son state dette solo PAROLE. E’ del 2001 una legge che estende l’uso delle intercettazioni preventive. E fino ad oggi tutto è andato alla grande!

Annunci
Comments
91 Responses to “Intercettiamo le balle di Di Pietro.”
  1. Ermes ha detto:

    almeno non sono il solo a sentirmi male a leggere queste balle…

    basta non leggerle ragazzi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Tieniti aggiornato: ISCRIVITI!


  • SOSTIENI IL BLOG!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: