Trenitalia: sempre (meno) al servizio del passeggero.

Cornuti e mazziati!

Ricomincio da qui, da dove avevo lasciato l’ultima volta che avevo scritto sullo stato delle Ferrovie dello Stato.
Se qualcuno sperava che negli ultimi anni, qualcosa fosse riuscito a cambiare a suon di rialzi dei prezzi e tagli sul numero dei treni, beh, dovrà mettersi ancora una volta l’anima in pace: stiamo per ripassare dal via, e senza nemmeno incassare qualche spicciolo (come invece si fa quando si gioca al Monopoli).

Nel 2006 ci dissero che avevano bisogno di aumentare i costi dei biglietti per garantire un migliore servizio.
Ci assicurarono che era necessario chiedere agli utenti qualche sacrificio, perchè erano stati bravi fino ad allora e addirittura erano sei anni che non avevano potuto giocare sui prezzi e non potevano far altro.
Mentivano.
Dal 2001 al 2006, dimostrai, avevano piano piano aumentato le richieste economiche sulle singole tratte; avevano nonostante tutto diminuito i servizi, tagliando mezzi e tratte; avevano poi (beffa delle beffe) clamorosamente modificato il sistema delle promozioni: costava di più accedervi e al contempo si ottenevano minori sconti (dal 20% iniziale al 10% se ti andava bene; oggi addirittura solo su posti contati); come dimenticare poi l’avvio dei “nuovi” Intercity Plus?! Uguali identici agli altri Intercity, si distinguevano da quelli per la prenotazione del posto che diventava obbligatoria (mentre su quelli “normali” riuscivi a risparmiare almeno i tre euro di prenotazione).

Il quadro insomma era quello di una fregatura in grande stile.
Ottennero comunque la concessione ad aggiornare le tariffe.

L’hanno fatto.
Ma, come era facilmente prevedibile, è stato tutto inutile.

Eppure i prezzi sono aumentati senza soluzione di continuità.
Ogni tanto (e chi ha fatto acquisti nei mesi scorsi potrà accorgersene confrontando i numeri di ieri con quelli di oggi) viaggiare da qui a là costava di più.
La cosa peggiore però, non è tanto che per viaggiare da Firenze a Napoli servono 5 euro in più rispetto a 5 mesi fa, ma è che hanno rivoluzionato il piano delle tratte.
In pratica, ti costringono a spendere di più!!!!

Là dove prima potevi tranquillamente salire sul treno e con quello soltanto giungevi alla destinazione desiderata, oggi stanno una serie di cambi che già prima di partire ti fanno passare la voglia di arrivare.
Non solo: sono tutti treni che quasi raddoppiano il costo di quel viaggio.

Un esempio: l’anno passato, la tratta Firenze – Amantea (cs) costava poco meno di 50 euro.
Partenza ore 12,20 arrivo ore 20,20.
Era la soluzione ideale.
Per lo stesso viaggio, quest’anno, serviranno 81 (si, si, avete letto bene…ottantuno) euro (+31, circa, quindi…! ).
Perchè?
Perchè invece che un solo Intercity, sarei costretto a prendere prima un Eurostar AltaVelocità fino a Napoli, a scendere e risalire su un Intercity…Plus!

Capito la fregatura?

Prezzi più alti, meno treni, frazionamento delle tratte fatto ad hoc per far lievitare i costi del viaggio.
Così, prendere il treno non è più la soluzione più conveniente.
Ci credo che sempre meno gente si affidi alle Ferrovie. Che oltretutto sono sempre in ritardo!!!

Un esempio: andare a Milano, da Firenze, e tornare, mi costerebbe (e mi è costato) 72,20 euro.
Ora, considerando i costi di casello autostradale e benzina, fare su e giù dal capoluogo lombardo in macchina arriverei a spendere un’ottantina di euro (32 euro di pedaggio, il resto benza). Da solo quindi sarei tentato di pensare non convenga.
In realtà quegli 8 euro in più verrebbero ripagati dalla assoluta libertà nella scelta dei tempi per i miei spostamenti.
Se invece fossimo due passeggeri…il conto è talmente facile che solo un deficiente non capirebbe la convenienza nell’uso della propria auto.
Con la conseguenza che, alla fin fine, i prezzi dei biglietti del treno sono tali da scoraggiare l’uso del mezzo pubblico a vantaggio di quello, ben più inquinante, privato.

E come volevasi dimostrare, Trenitalia si sta dimostrando sempre MENO al servizio del passeggero.
A cui però ha la bella faccia tosta di chiedere ogni volta più soldi!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Tieniti aggiornato: ISCRIVITI!


  • SOSTIENI IL BLOG!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: